Recensione: "Cuore Pirata" di Kathleen McGregor

lunedì 17 giugno 2013








---oOo---
Cuore Pirata
di Kathleen McGregor
Pagine 608
Prezzo  € 12,90
Leggereditore
già disponibile
--o--









La saga Mar dei Caraibi è composta da:

1. Corinna. La Regina dei Mari - Leggereditore
2. Cuore Pirata
- Leggereditore
3. L' Irlandese - ancora inedito per la Leggereditore
4. La Sposa Spagnola - Leggereditore
5. Notte di Tempesta - racconto ROMANCE MAGAZINE - n. zero -
Delos Books


Pirati, malviventi, cacciatori di tesori, un ex filibustiere e una ragazza alla ricerca della propria identità ruotano attorno al mistero della città perduta di Manoa, il mitico Eldorado. 
Alla morte del padre, Glen scopre alcune lettere e una mappa priva di indicazioni. 
Ma c’è qualcun altro interessato a quella mappa, e soprattutto agli indizi nascosti per completarla. 
Walter Avery, ora duca di Averstone, accetta di proteggere Glen e di aiutarla a scoprire quale segreto si celi dietro a essa; le ragioni che lo muovono sono tante, la noia della vita cittadina, il rimpianto dei suoi giorni da corsaro, il sapore dell’avventura, la prospettiva di trovare un tesoro… ma soprattutto, l’amore che prova fin dal primo istante per quella ragazza, apparentemente docile eppure intimamente ribelle, che lo respinge con tutta la forza della propria vulnerabilità.
NOTA per chi non conoscesse la serie:
 ------------------------------o-------------------------------
La Saga del Mar dei Caraibi è composta da una trilogia e due spinoff - uno dei quali in corso d'opera - che coprono un arco di tempo che va dal 1662 al 1674 - più un racconto breve, pubblicato sul n. 0 della rivista Romance Magazine.
Ciascuna di queste opere è dedicata ai personaggi di rilievo: Corinna McPherson  e Dorian O'Rourke (Corinna), Walter Avery (Cuore Pirata), Gavin O'Dowd (L'Irlandese), John McFee (La Sposa Spagnola), Pablo O'Dowd (racconto, Notte di Tempesta)
.


Considerazioni.
Non so se vi è mai capitato di leggere un romanzo della McGregor. Nel caso non vi fosse mai capitato ve lo consiglio seriamente, sul serio, se un pò vi fidate del mio giudizio vi prego di darle una possibilità di entrarvi sutto la pelle e nella mente per qualche ora, per qualche storia, per qualche avventura ai confini del mondo ... a bordo di un vascello, una fregata o quello che sia, sull'orizzonte del tramondo o su un'isola con i piedi nelle acque dei Caraibi..
Va bene, va bene, io parto - si può dire - in un certo senso avvantaggiata dall'argomento: tutto ciò che è mare, sabbia, pirati, navi, tesori ed avventure ... è mio.

Ma se fosse solo questo sarebbe limitativo per i romanzi della McGregor, perchè c'è qualcosa di aulico e bellissimo che visivamente salta fuori dalle pagine, che coinvolge inevitabilmente ... avete presente quel quadro, dove la nave salta fuori del quadro? No ...?

 
questo...per intenderci

così appaiono i romanzi di questa scrittrice... sorprendenti, per diverse ragioni sostanzialmente, ma soprattutto per come riesce a raccontare una storia, per come la propone, per come pur narrando capacemente di una storia oggettivamente difficile da gestire - con complotti, battaglie, intrighi, nonchè numerosi personaggi - riesce a ritagliare sempre un intermezzo felice di descrizioni profonde e dense come pennellate d'olio sulla tela. 

 

Meravigliosi i tramonti descritti disegnando coloratissimi soli in bilico sull'orizzonte delle navi, strapiombi di luce tra le vele e le sartie di primo mattino, i gabbiani che sorvolano gli alberi maestri e il beccheggio delle navi in una giornata in tempesta.

Io amo incredibilmente le descrizioni (lo avevate intuito? Davvero? Come? ;P) e le amo ancora di più quando vengono fatte con passione per quello che si scrive, porgendolo dolcemente al lettore che legge vorace, che non si sente appesantito dalla trama, dai virtuosismi delle descrizioni, dall'intreccio delle storie dei personaggi, dai dialoghi che non sminuiscono la trama, che non la mortificano, che portano rispetto per quello che leggono e che si meritano di vivere senza limiti e senza inganno una lettura bellissima.

 

Non vi sto parlando dello stile della McGregor per distrarvi della trama, in quanto non ce nè alcun bisogno, ve ne sto parlando in quanto vorrei che vi arrivasse lo stile di un'autrice di cui si bevono voracemente le righe, le frasi, i periodi e le pagine che scivolano via senza misura di tempo, di luogo, di spazio.  

Vorrei che vi arrivassero i personaggi indomiti, collocati perfettamente nel tempo che viene descritto, con caratteri che non ci fanno dormire tranquilli fino a che non abbiamo letto le loro decisioni, le loro intenzioni.

La trama poi è sempre ben articolata, descritta, avvolta ed intrecciata un contesto ben confezionato. 

Ma no, non ve la voglio dire la trama, perchè non si può raccontare una trama di questo tipo con poche parole, qualche aggettivo e qualche buona parola. No, dovete guadagnarvela pagina dopo pagina, passo dopo passo, tra un'avventura e l'altra, tra un dialogo, tra una sospensione e l'altra, negli spazi tra le righe e nel beccheggio delle navi che lasciando una scia al loro passaggio incideranno coraggiosamente e dannato soddisfacimento anche il vostro animo più battagliero e coraggioso, fino a conquistarvi inevitabilmente.

...p.s. comunque findatevi, merita!


Kathleen McGregor è una scrittrice di rara intensità e maestria. Nei suoi romanzi, l?avventura, la passione e l' esatta documentazione storica trascinano il lettore in un viaggio esotico e avvincente, in un' atmosfera da sogno piena di romanticismo. Già pubblicata da Mondolibri e da Harlequin Mondadori, sempre con un grande successo di pubblico, Kathleen McGregor esordisce per Leggereditore con una prova di altissimo livello.

Nessun commento: