-------------------------------------

Recensione: "Ombre su New York" di Brenda Joyce

martedì 9 luglio 2013






 ---oOo---
 Ombre su 
New York
di Brenda Joyce
Pagine 420
Prezzo 9,90 Euro
Harlquin Mondadori 
già disponibile
--o-- 






La Serie "Le indagini di Francesca Cahill" si compone di:

1. Deadly Love
2. Deadly Pleasure
3. Deadly Affairs
4. Deadly Desire
5. Deadly Caress
6. Deadly Promise
7. Deadly Illusions - Vittime del peccato - un'indagine di Francesca Cahill
8. Deadly Kisses - Ombre su New York - un'indagine di Francesca Cahill
9. Deadly Vows
img_vittime_del_peccato
cover primo romanzo
New York, 1902. Non sarà facile questa volta mantenere una mente lucida e analitica per l’investigatrice privata Francesca Cahill. 
È stata infatti trovata morta, brutalmente accoltellata, l'affascinante Daisy Jones, prostituta d'alto bordo ed ex amante di Calder Hart, fidanzato di Francesca. 
Seguire le tracce come un segugio sembra portare le indagini proprio alla porta di Calder, gli indizi puntano tutti su di lui, ma Francesca non si dà per vinta. 
Nonostante le pressioni della famiglia e la rottura del fidanzamento da parte di Hart, che vuole in questo modo tenerla lontano dallo scandalo, la tenace giovane investigatrice è determinata a scavare nel torbido per portare alla luce la verità. 
Segreti, bugie e un inconfessabile passato mettono la vittima al centro di un quadro inimmaginabile.

http://diversetracce.tumblr.com/post/40992444883
 Considerazioni.
Giudizi a caldo, del romanzo: bellissimo.
Come l'altro romanzo della serie di Francesca Cahill, questo romanzo è altrattanto bello, avvincente e anche se non ho letto i precedenti romanzi della serie, assolutamente leggibile separatamente uno dagli altri, anche se effettivamente a leggerli tutti avremmo una panoramica leggermente più ampia di quella che da leggere solo due dei nove romanzi.
Questo capitolo è particolarmente avvincente perchè da la possibilità di meglio comprendere i  personaggi che sono protagonisti della storia. 
Innanzitutto, quello che maggiormente, questa volta, si svela e ci permette di essere meglio compreso è sicuramente Calder, che nel capitolo precedente era apparso in con un'aurea di mistero che sempre più gli si avviluppava intorno inestricabilmente.
Calder infatti, ora fidanzato felicemente con Francesca, non solo è felice della situazione e pensa di essere un pochino più al sicuro socialmente, ma è anche sicuro della propria posizione, e proprio quando questa sicurezza diventa consapevolezza la situazione s'incrina fino a prendere una bruttissima piega. 
L'amante storica di Calder, da lui ancora ufficialemnte mantenuta, viene trovata morta accoltellata più volte in un bagno di sangue, tutti pensano che sia stato lui, anche perchè ora che aveva trovato posizione e felicità con Francesca voleva liberarsene e smettere sia di frequentarla che di mantenerla.
Le cose non vanno esattamente bene per Calder che si trova in poco tempo ad essere accusato di omicidio, socialmente emarginato e in posizione di precarietà con il fidanzamente con Ferancesca, la quale si trova ad essere divisa tra la la famiglia che vuole che lasci Calder, e Calder stesso che vuole rompere il fidanzamento per salvare la sua reputazione, nonchè la sua volontà che crede Calder innocente.

 

Francesca in questo nuovo episodio se la vede davvero davvero davvero brutta, in quanto assunta la difesa di Calder decide di indagare per sapere come sono andate effettivamente le cose e scopre altarini, nell'alta società che mai avrebbe voluto nè conoscere nè approfondire per la loro brutalità ed efferatezza, ma che sono necessarie per scoprire l'assassino di Daisy, l'ex amante di Calder.

Il capitolo precedente mi aveva appassionato tantissimo, anche per storie secondarie che si innestano nella storia principale, costituita dalle avventure sentimentali ed investigative di Francesca, e questo secondo romanzo non delude le aspettative, se si vuole replicare sia l'appassionante storia con Calder che quella giallistica che si snoda sullo sfondo.

Ho molto apprezzato il fatto che la Joyce riesca capacemente ad intrecciare la storia dei libri precedenti a quella della storia che narra nel romanzo che stiamo leggendo senza però far si che non si comprenda o non ci si appassioni al romanzo che stiamo leggendo. E' impressionante poche volte, soprattuto in serie molto lunghe, mi è capitato di leggere una storia che riuscisse a coinvolgermi tanto anche leggendo un romanzo che si trova a metà  o più della serie di riferimento, secondo me dovreste provare a leggere questo romanzo anche solo per comprendere questa sua capacità e bravura, davvero impressionante.


Oltre alla storia intrigante appassionata - è scritta con molto pathos e coinvolgimento - ho apprezzato compre sempre la scrittura della Joyce, che sempre mi incanta. Dovete sapere infatti che è proprio con la Joyce che sono stata iniziata al romance ed è grazie a lei che continuo ad avvicinarmi a storie che mi coinvolgono, mi piaccioni, mi intrigano e mi fanno davvero sognare.

Il libro mi ha preso, mi ha coinvolto e interessato moltissimo, mi ha lasciato un pochino con l'amaro in bocca per il finale, perchè termina sul più bello, non che non ci sia una fine, c'è ed è anche positiva ma siccome sono due romanzi che aspettiamo le scintille che Francesca e Calder ci promettono, il prossimo, ed ultimo romanzo, le vogliamo vedere brillare fino alla volta del cielo....


 
Brenda Joyce Autrice americana molto prolifica e leader indiscussa della Historical Fiction. Vittime del peccato fa parte della fortunata serie dedicata all'investigatrice Francesca Cahill, donna bellissima e indipendente.

Nessun commento: