Recensione: "Finché non sei arrivato Tu" di Kirstan Higgins

venerdì 2 agosto 2013





 ---oOo---
Finché
 non sei arrivato 
Tu
di  Kirstan Higgins
pagine 400 circa
prezzo 9.90€
Herlequin Mondadori
già disponibile
--o--





Chi di voi non ha sognato di imbattersi, ad anni di distanza, nell'uomo che le ha spezzato il cuore scagli la prima pietra. 
Magari in una serata in cui siete in forma smagliante, al braccio del vostro fidanzato bellissimo, stupendo e super innamorato che non riesce a tenere le mani a posto nemmeno in pubblico. 
Non riesce a non accarezzarvi, a non posarvi un bacio sul collo o a mascherare la propria felicità. E a un tratt… no, non può essere lui, l'uomo che ha trattato il vostro cuore come uno straccio, ci si è pulito i piedi e lo ha buttato in un bidone. 
Oh, ma gli anni non sono stati clementi, con lui, poverino… 
Peccato che a Posey Osterhagen non sia successo esattamente così. 
La divisa da cameriera del ristorante di famiglia, con quei nanetti ricamati e i collant verdi, non ha proprio l’effetto di esaltare la sua bellezza, quando Liam Decla Murphy fa il suo ingresso. 
Ancora bello e affascinante come un tempo, porta scritta in faccia la parola guai.
 

Considerazioni.
Pensate ad una tranquilla cittadina americana, pensate a una tipica ragazza americana, anzi, non proprio, immaginatela più magra, più esile e non proprio formosissima, immaginatela però non esattamente alla soglia della pubertà quanto piuttosto nel pieno dell'età adulta - 34 anni - datele il nome Cordelia - detta Posey - ed avrete la protagonista di questo nuovissimo romanzo della Higgins.

La storia che questa volta - è il terzo romanzo che in Italia leggiamo di queste bravissima autrice - leggiamo verte infatti su Cordelia, sebbene abbia una bellissima famiglia (molto allargata) - nonostante sia stata adottata da una coppia di ristoratori (di origine tedesca) quando era piccola - ed n bellissimo cagnolone (un danese arlecchino) tre gattoni ed una bellissima casona, non riesce ad avere un rapporto stabile e tranquillo, nonchè duraturo, con l'altro sesso, che è complicatuccio (non aiuta certo il fatto che lei non faccia nulla per rendersi maggiormente femminile) per via di una storia adolescenziale non proprio andata nel verso giusto...

 

Proprio l'oggetto amoroso che ha avuto una pessima influenza sulla vita amorosa di Posey ad un certo punto del romanzo torna a casa, anche se le cose sono un pochettino cambiate: è vedovo ed ha una figlia, Nicole, in piena adolescenza.

Liam Declan Murphy, questo il suo nome, non ha solo queste carattestiche, però, infatti, se avete letto i precedenti romanzi della Higgins, che non sono collegati tra di loro, c'è sempre molto ironia e ci sono moltissimi elementi divertenti, battute che fanno morire dalle risate e momenti imbarazzanti che fanno cadere dalla sedia per le risate. In questo romanzo, si Posey è ironica e divertente, ma il soggetto che fa morire dalle risate è proprio Liam, che ha un numero impressionante di nevrosi tali per cui ogni momento che passa a contatto con Posey rende divertente tutta la situazione.

Ho adorato queso romanzo perchè sebbene avrei voluto strangolare la protagonista, che non ingrassa di un etto per via del suo metabolismo a dir poco "accellerato", Posey si pone sempre con quell'atteggiamento spensierato, accettando quello che viene sia in bene che in male e lo affronta con ironia, sagacia e intraprendenza. E' una donna che a dispetto della sua immagine fragile è molto forte, risoluta e non la manda a dire a nessuno, anche se poi non riesce sentimentalmente a stabilizzarsi. Il solo fatto di incontrare il ragazzo diventato uomo che le aveva spezzato il cuore sembrerebbe fare di lei una ragazza, una donna che non era mai andata avanti, fondamentalmente, a livello sentimentale, ma proprio grazie a lui, grazie al fatto di rivederlo e riaffrontare i suoi sentimenti per lui cambia le cose, la fa maturare e comprende quello che vuole: lui, anche se non più così ciecamente come ai tempi del liceo, ed in senso positivo, in quanto conosce l'uomo che è diventato.

Liam è un bellissimo personaggio che vi regalerà dei momenti davvero molto spassosi, dal soprannome  - "Mister Lussuria" o “Dono di Dio alle Donne” possono darvi un'idea - soprattuto in relazione al rapporto con Cordelia si, ma anche con Nicole la figlia quindicenne che è un vero vulcano. Toccante come uomo e come padre, Liam non lo dimenticherete facilmente e vi ricorderà perchè si leggono questi libri invece di cercare certi uomini nella realtà... ed infatti è stato creato dalla penna di una donna....



Mi è piaciuto molto il rapporto che la Higgins fa instaurare tra Liam e Cordelia, perchè non è semplice, è complicato dall'idea che l'uno aveva dell'altra nel passato, che non è più e devono capire chi sono diventati, chi sono al momento in cui stanno vivendo e non c'è scampo o lo comprendono e si accettano e si amano per quello che sono o si lasciano.

Ci sono poi tutta una serie di personaggi - Gretchen, Max, Stacia, Shilo - che ruotano intorno tanto a Liam che a Posey che vi faranno divertire e ridere nel leggere e nel dialogare, di cui non vi dico perchè dovete proprio leggerli per capire ... 

Bello. Io lo consiglio a chi ama le commedie brillanti, senza troppe tematiche di fondo a confondere le acque, qui siamo di fronte ad un romance puro che lascia un buonissimo retrogusto con molta voglia di essere riletto. Spesso!

Consigliatissssssimo!!!


Kristan Higgins Autrice americana, nei suoi romanzi riesce a combinare con successo amore, vita e ironia. Apprezzata in tutto il mondo sia dai lettori che dalla critica, per la sua capacità di creare personaggi intriganti e di rendere un'atmosfera costantemente permeata di sensualità, senza mai perdere il suo stile elegante, frizzante e unico.

Nessun commento: