Recensione: "Il prefetto" di Alastair Reynorlds

lunedì 2 settembre 2013





 
 ---oOo---
Il prefetto
di Alastair Reynolds
pagine 14.90
prezzo 700 circa
Fanucci
già disponibile
--o-- 








Tom Dreyfus è un prefetto, uno dei migliori.
La sua forza è Panoply, il corpo di polizia per cui lavora, e il suo battito è la vita complessa e pulsante della Fascia splendente, un anello di asteroidi spaziali di diecimila habitat umani che orbitano intorno al pianeta Yellowstone.
cover originale
Quando un attacco mortale distrugge uno di questi habitat, il caso appare subito di non facile soluzione.
Ma le indagini di Tom lo porteranno su una pista ancora più pericolosa: dietro l’atroce massacro c’è un complotto per rovesciare il regime demarchico, ordito da una figura oscura, Aurora, convinta che la popolazione della Fascia splendente non possa più essere padrona del proprio destino.
Presto Tom e la sua squadra combatteranno contro qualcosa di peggiore della tirannia e scopriranno che per salvare ciò che è prezioso a volte può essere necessario distruggerne una parte.
Un uomo alla ricerca della verità: azione, intrigo, suspense in un thriller futuristico che cattura dalla prima pagina


Considerazioni.
Questo, anche se si discosta decisamente molto dalle letture che leggo più spesso è un romanzo di cui sentivo il bisogno di fare. Da sempre infatti amo i romanzi fantasy e davvero molto anche, per cui anche se non recensisco molto questa tipologia della trama, leggerndoli spesso mi viene naturale interessarmi alle uscite che trattano di questo genere.
Mi è capitato tra le mani, qualche settimana fa, un romanzo che mi aveva rapito un pò' per la copertina, un po' per la trama e di un autore di cui non avevo mai sentito parlare prima, ma che sicuramente, da oggi in poi, terrò in grande considerazione!

 

Per i profani e coloro che non amamo il genere, le storie che vengono proposte in questi romanzi sono pressochè assurdi in quanto troppo distanti dalla realtà, troppo complicati, con nomi assurdi e trame complicate. Per coloro che invece amano la tipologia di romanzi nulla è più bello di immergersi in universi nuovi, con personaggi da riscoprire ogni volta, con nomi, vicende, personaggi e mondi nuovi e talvolta criptici fino alla conclusione della storia.

Io, in questo romanzo, mi ci sono buttata a capofitto e ho veramente goduto un mondo nel seguire l'avventura che conduce ai margini di una nuova galassia abitata da differenti soggetti (anche umani) con una struttura gerarchica e legislativa molto simile a quella che conosciamo nelle gerarchie militari.

 

Brevemente, perchè sarebbe impossibile spiegarvi nel dettaglio tutta la complessa vicenda, seguiamo Tom Dreyfuss, che, quale prefetto (una sorta di detective) si occupa di indagare sul genocidio perpetrato nei confronti di un piccolo pianeta appartente a Yellowstone e  che pare condurre, ad una prima occhiata, ad un gruppo, una razza, poco incline alla collaborazione, ma che poi condurrò ad un piano, molto complesso e geniale di sovversione del sistema democratico, politico e sociale che in questa parte dell'Universo, regna.



Tralasciando la trama, mi premi qui farvi pervenire, quali amanti del fantasy , che siamo davanti ad un autore che ha scritto una storia che sebbene sia un tantino complicato seguirre nei primi capitoli della vicenda, poi, dopo circa 5/6 capitoli si schiude alla mente e diventa qualcosa di magnifico, intrigante, geniale e spassoso da seguire. Raramente ho letto in una velocità impressionante un romanzo tanto complesso per nomi, razze, tecnologia; ma nonostante queste difficoltà, che diventano un punto a favore del romanzo man mano che si procede nella lettura, diventano niente nel complesso generale che si fa largo nella mente quando Reynolds continua, procedendo nella storia, a colpire con un colpo di scena dietro l'altro, con una visione narrativa impressionante che colpisce sia per quanto attiene alla complessità dei personaggi, quanto anche per l'incastro degli avvenimenti e le trovate e gli accormenti per uscire da situazioni che si danno per chiuse e che invece troviamo sempre e comunque aperte nella sua mente, nella sua fantasia.





Insomma, mi è davver piaciuto un sacco, io davvero non posso far altro che sperare di avervi convinto almeno un po', ammesso che vi piaccia il genere, ovviamente, e non ne rimarrete assolutamente!!!!


Alastair Reynolds è nato a Barry, nel Galles. Ha frequentato l'università a Newcastle, laureandosi in Fisica e Astronomia. Dopo gli studi universitari si trasferisce dalla Scozia all?Olanda, dove lavora come astrofisico presso la European Space Agency, e nel 2004 decide di dedicarsi al suo primo vero romanzo, diventato poi Revelation Space (Rivelazione, Urania 2009). Da allora, Reynolds ha pubblicato quasi quaranta titoli, quasi tutti di hard science fiction con un tocco di space opera e noir, vincendo premi prestigiosi come il British Science Fiction Award (2001, con Chasm City) e risultando finalista per ben tre volte al Premio Arthur C. Clarke.

Nessun commento: