Letture sotto l'ombrellone. "Afterburn/Aftershock" di Sylivia Day

martedì 24 giugno 2014

---oOo---
Afterburn/
Aftershock
di Sylvia Day
Pagine 320
Prezzo 14.90€
Harlequin Mondadori
già disponibile
voto Afterburn:
voto Aftershock:
--o--



 
Quando si trattava di giochetti, il mio amante, Jax, era un esperto stratega. 
cover originale
Tirava i fili dietro le porte del potere a Washington D.C., e in qualche modo trovava ancora il tempo di ostacolare la mia carriera. 
Ciò che non sapeva, però, era che quando non mi piacciono le regole io le ignoro e ne creo di mie. 
Non gliel'avrei fatta passare liscia. 
E non gli avrei permesso di andarsene. 
Lo amavo abbastanza perché mi fosse impossibile rinunciare a lui. 
Mentre per Jax rinunciare a me era l'unica possibilità che potesse prendere in considerazione, proprio perché mi amava. Non mi credeva capace di nuotare con gli squali. 
Fu un vero piacere mostrargli che mi ci ero già tuffata in mezzo.
 

Considerazioni.
Ho trovato questo romanzo - uscito prima solo in ebook diviso in due parti e poi in insieme in cartaceo per la Harlequin - della Day decisamente meglio riuscito rispetto ad alcune sue opere ambientate nel passato, ma anche davvero molto (forse troppo) simile alla sua più famosa trilogia (che ora sarà incementata da altri due volumi, quindi non più tale) Crossfire.

Afterburn e Aftershock, infatti, si presentano come una storia molto fluida, sagace ed ovviamente piccante, che si concentra soprattutto sulla tensione e l'alchimia tra i due protagonisti principali, ma con un taglio di trama e personaggi che riconducono, almeno per chi li ha letti, ai tre romanzi scritti precedentemente dalla Day, lasciando un certo senso di dejavù (a parte l'elemento culinario introdotto) per tutta la storia. Ma iniziamo dal principio...

Protagonista di questi due racconti è Gianna, detta Gia, ragazza di origini italiane che vive nella grande mela con l'affiatatissima famiglia. 
Gia, quando la conosciamo ad inizio del romanzo, riesce a farsi assumera dalla chef donna più temibile di New York per imparare tutto quello che c'è da sapere sulla cucina, visto che la sua famiglia possiede un ristorante da anni, locale che un giorno vorrebbe guidare Gia stessa insieme ai suoi tre fratelli (molto protettivi rispetto all'unica sorella).

Tuttavia, sulla via che conduce al successo culinario incontra la sua nemesi amorosa: Jackson Rutledge. Con quest'ultimo Gia aveva avuto una relazione tempo addietro (di pochi giorni) ma che fondamentalmente non aveva mai dimenticato, anche per l'impossibilità della realizzazione di una loro relazione: lei una ragazza semplice e qualunque, lui introdotto negli ambienti sofisticati e chiusi della politica.

Nel momento in cui, per affari, le loro strade tornano ad incrociarsi le carte si mescolano e la passione tra loro due torna a divampare. Questa volta, però, non sarà una faccenda che si concluderà in pochi giorni...

Il romanzo in questione se da un lato non è affatto male per via di una Day - che a scrivere personaggi tra cui c'è una scintilla ed una passione importante - è sempre capace ed in grado di essere efficace; dall'altro ho trovato questa storia più brillante nella prima parte, ovvero in Afterburn, e meno convincente e più piatta nella seconda, e cioè in Aftershock. 

Quest'ultimo infatti si assesta tra le lenzuola e si congeda dalla trama vera e propria per pacificarsene solo nell'ultima parte e dirci come si chiudono le varie linee narrative. Soprattutto quest'ultimo alla fine mi ha un pò annoiato per la ripetitività, ma se piace il genere, volendo, ci sta ...

Per quanto riguarda i personaggi mi sono piaciuti molto i rapporti familiari descritti circa la famiglia di Gia, che ricostruiscono rapporti affiatati, collaudati, pienamente vissuti nell'affetto, nel sostegno come dalla più classica delle famiglie italiane, che costituiscono il perno intorno al quale la vita gira. 

Promosso anche il rapporto Jax - Gia, che è anche il punto forte della Day: la chimica passionale è una formula che da sempre riesce sempre ricreare! Dilungarsi però su quest'ultimo reiterebbe molto quanto detto, in quanto le meccaniche sono sempre quelle: conflitto, passione, possessione, incomprensione e ricerca di un sentimento oltre il sesso. 
Che ovviamente non li troverà del tutto impreparati volendolo entrambi, ma fingendo che non sia così per ovvi motivi.

Fatto presente tutto ciò posso quindi dirvi con sicurezza che questa storia, se avete voglia di leggere una storia leggera, poco impegnativa, tutto sommato classica (non presente erotismo spinto che evolva in estremo come il bondage o altro) sebbene presenti qualche difetto, come la frettolosità da un lato e la ripetitività dall'altro, complessivamente si presenta quale lettura che sotto l'ombrellone non sorprende ma nemmeno delude, classificandosi quale ideale in quanto leggerezza, semplicità e linearità.

 
Sylvia Day numero 1 nella classifica del "New York Times" e dei bestseller internazionali, è autrice di più di una decina di romanzi pluripremiati e tradotti in trentanove paesi.
Dei suoi libri sono state stampate milioni di copie: è stata al primo posto nelle classifiche di quindici paesi e si è confermata una delle autrici più amate dai lettori di diversi generi.
Ha ottenuto la nomination per il Goodreads Choice Award for Best Author e il suo lavoro è stato insignito dell'Amazon's Best of the Year in Romance. Ha ricevuto inoltre l'RT Book Reviews Reviewers' Choice Award, ed è stata due volte finalista del RITA Award of Excellence assegnato dal prestigioso Romance Writers of America, un'associazione che riunisce più di diecimila scrittori, di cui è l'attuale presidente. Ha recentemente firmato un accordo con 'Cosmopolitan' e la casa editrice Harlequin per inaugurare, con un suo libro, la serie Cosmo Red Hot Reads.
Dell'autrice, Mondadori ha pubblicato inoltre Marito amante, Chiedimi di amarti, Il brivido della passione e Soltanto per te, disponibili in e-book.

Nessun commento: