Recensione:"Il Tramonto della luna" + "Colazione internazionale" + "La locanda dell'angelo"

venerdì 18 luglio 2014


 



---oOo---
Colazione 
Internazionale
di Daniela Apparente
Pagine 280 circa
Prezzo 13,00 euro 
Youcanprint
già disponibile
PROMOSSO
--o--






Gloria è una ragazza disincantata e pessimista, con una grande passione per la scrittura. Sceglie di lasciare la sua città, Giugliano in Campania, e parte alla volta di Londra per studiare giornalismo per un anno. La vita nella capitale inglese e nell'appartamento di Perrin's Lane le cambierà la vita: si ritroverà a condividere casa, sogni e difficoltà degli altri cinque coinquilini, ciascuno di nazionalità diversa. Imparerà ad affrontare la vita e i suoi ostacoli con coraggio e correrà il rischio delle scelte, confortata dal calore dell'amicizia e sorpresa dall'amore, in un'avventura che da la porterà in Irlanda e persino in Cina, a Pechino.

"Non è pazzesco, pretendere di cambiare il mondo restando sé stessi?"

Questa storia nasce nel 2011, anno in cui la vicenda è ambientata. Nonostante sia un'appassionata di fantasy, ho scelto di cimentarmi nella narrativa con la speranza di farmi conoscere con maggiore facilità, dato che mi sono auto-pubblicata grazie alla piattaforma di self-publishing Youcanprint e promuoversi da soli è un'impresa abbastanza impegnativa.
Considerazioni.
Promosso questo romanzo che è un distillato di speranza e baluginio di forza per coloro che hanno bisogno di leggere, di vivere, di sentire (soprattutto in un periodo di crisi come questo) che esiste una speranza per coloro che si aggrappano ai loro sogni, che ci credono e che vogliono realizzarli a tutti i costi. Perchè dietro tutta quella fatica, i sacrifici e le rinununce, c'è la realizzazione e la soddisfazione personale.

La Apparente disegna una storia in cui una giovane ragazza parte da un piccola città italiana, vicino Napoli, cogliendo l'occasione di una vita e poi riesce mano a mano, lentamente, con fiducia e forza contro le asperità, a realizzare il sogno di scrivere, di avere a che fare con la carta stampata, con l'editoria e i libri.

Devo dire che a prescindere dalla storia in se stessa, che non mi ha fatto individuare particolari elementi di originalità rispetto a romanzi simili, questo scritto riesce a emergere bene sia per i personaggi che per lo stile fresco e sgombro da artifici. Più di tutto ho però trovato (davvero) molto piacevole sia la scrittura dell'autrice - che vi consiglio di leggere per il brio, la solarità, la voglia di emergere, che trasmette la forza di sopportare e vincere le difficoltà - e i personaggi che stemperano a situzioni e passaggi che vedevano cedere un pò la storia.

Le tematiche inoltre, mi sono rimaste impresse, mi ha preso questa voglia di rinnovamente e di miglioramento della propria persona, anche e nonstante il sacrificio che esso comporta. La protagonista cambia pelle ad ogni capitolo, cresce, impara, cammina da sola per il mondo che le chiede fatica ed impegno e mai rinuncia, mai tentenna nonostante tutto. Ed è stata una bella esperienza vivere questa esperienza attravarso la protagonista e affrontare la
 sua evoluzione con lei.

Complessivamente, infatti, è una storia godibilissima, con alcuni difetti (compreso - a mio gusto - una copertina un pò penalizzante visivamente), ma tanti pregi che è bello scoprire man mano nella lettura. Ad esempio? Secondo me le descrizioni sia delle ambientazioni che dei dettagli, sino ai personaggi. La Apparente è brava soprattutto nei dettagli, nelle facezie, che permettono di arrichire di pregio il romanzo, la storia, dando spessore e gusto a questo scritto che promette tutte le potenzialità che l'autrice, in futuro potrà regalarci ancora.


Presentazione dell'autrice. Mi chiamo Daniela Apparente, sono nata nel 1989 e attualmente studio Comunicazione e Marketing presso l’università La Sapienza di Roma. Nella vita precedente ero molto probabilmente nella Squadra dei Falchi di Berserk o alla guida di un mecha stile Gurren Lagann, ma in questa qui sono cresciuta a pane e videogames, scrivendo fin da quando ero piccola e leggendo di tutto da quand’ero ancora più piccola. Il genere che prediligo è il fantasy, e qualsiasi altra storia dove siano presenti spadoni a due mani e tante, tante mazzate. Tuttavia, nelle notti di luna piena, riesco ad apprezzare persino del romanticismo adolescenziale – ma non demenziale – alla Kimi Ni Todoke.
Ho iniziato a pensare a “Colazione Internazionale” nel 2011. Le mie storie inedite, fino ad allora, erano sempre state caratterizzate da una vena di pessimismo tale da far impallidire gli allegri Leopardi e Schopenhauer. Ricordo d’essermi chiesta cosa sarebbe accaduto, se avessi provato a farmi violenza e invertire la rotta. L’ho fatto, ho scritto, e scrivere mi ha forse un po’ cambiato. Ho capito tante cose di me, del mondo che mi circonda, e delle buste di patatine piccanti consumate davanti al pc. Fanno male.
Amo il genere fantasy, lo ripeto, e tutt’ora sto lavorando a un progetto di questo genere per il futuro. Ma “Colazione Internazionale” per me è fondamentale: più che un libro è una riflessione, che si conclude con un messaggio. Il messaggio che vorrei trasmettere a chiunque si senta troppo piccolo per realizzare un piccolo sogno. Godetevi la storia, se vi piace, e conosciamoci meglio. Condividiamo.

--o--





 ---oOo---
Il Tramonto
 della luna
- Volume Primo -
Le Origini Della Notte
di Andrea Micalone **
pagine 190 circa
prezzo gratuito
 Autopubblicato
già disponibile 
PROMOSSO
con riserva 
--o--





La serie "Il tramonto della luna" è composta da:
01. Le origini della notte
02. I Signori dei Primordi
 03. ancora inedito
Cosa sono le strane creature avvistate tra i ghiacci dai cacciatori di pinguini? Dove sono finiti i seimila abitanti della cittadina di Bardumillar, ridente borgo ai piedi delle montagne? E soprattutto, chi è il ragazzo delle risaie dotato di incredibili poteri che la gente chiama il "Salvatore"? Da queste domande prende avvio il primo appassionante capitolo della saga che sta ridefinendo il fantasy classico. Tra battaglie campali e intrighi di potere, il "Tramonto della Luna" ha avuto inizio.

Considerazioni.
Mi è piaciuto anche questo romanzo. Mi ha preso la storia, che anche se non mi aveva troppo convinto nella prima parte, poi trova la sua ragion d'essere ed intriga sul lungo periodo. Breve (per essere un fantasy) ma molto carino.

Il romanzo, che ha tinte prettamente fantasy, pur abbracciando le tematiche di quest'ultimo genere letterario, ed alcune situazioni tipiche del fantasy classico, si pacifica in parte da quest'ultimo per trovare una propria identità - che ho più o meno condiviso - concedendo e creando dei momenti di riflessione, intervallati da momenti di pura avventura che non possono mancare e soddisfano il lettore che si approcia alla sua lettura.

Il pregio maggiore, anche in questo romanzo, io l'ho trovato nella scrittura del suo autore che articola fascinoso una trama che varrebbe sicuramente meno se trattato con minore bravura o capacità narrativa. Punto a favore di questa storia è sicuramente lo stile di Micalone, il quale supplisce alle mancanze della sua storia, che anche se intrigante, ha dei cedimenti strutturali qua e là che si notano se si leggono spesso i fantasy, ma che non rovinano la storia.

La pecca maggiore a mio gusto (astenendomi anche qui dal giudicare lungamente la copertina, che non ho del tutto apprezzato) è stata la brevità della sua composizione. Capisco il voler dividere la storia in tre parti (trilogie, ecc... ), ma io avrei preferito leggere la storia nella sua interezza in quanto 190 pagine o poco più, specialmente in questa tipologia di fantasy - considerato anche che la prima parte (o primo romanzo in questo caso) è solo di mera introduzione agli avvenimenti più importanti e significativi che accadranno a romanzo inoltrato - è troppo poco, troppo fine a stesso ...

Consiglio comunque agli appassionanti del genere questo romanzo di Micalone perchè è una prova che conduce ad un'interessante scritto.

Andrea Micalone è nato ad Atri (Te) il 18/11/1990. Diplomatosi al Liceo Scientifico Tecnologico "G.Marconi" di Pescara, sta ora seguendo il corso di Laurea in Lettere Moderne all'università "G. D'annunzio" di Chieti. Ha scritto il suo primo libro all'età di otto anni e da allora non ha più smesso di sprecare inchiostro, nel tentativo di emulare i suoi inarrivabili punti di riferimento. Nel 2010 una sua poesia è stata selezionata per la pubblicazione nell'antologia di poeti contemporanei "Il Sogno", curato dal collettivo Poesiaèrivoluzione. Sempre nel 2010 ha ricevuto poi il Premio Speciale della giuria alla Dodicesima Edizione del Premio Nazionale di Poesia "Oreste Pelagatti" tenutosi a Civitella del Tronto. Nel 2011 ha pubblicato una sua raccolta di racconti con Arduino Sacco Editore, dal titolo "Buonanotte ai Sognatori". Nel 2013 invece, grazie al romanzo di genere fantascientifico "Hodoeporicon", è rientrato tra gli otto finalisti del Premio Urania della Arnoldo Mondadori Editore.

--o--


 

---oOo---
La locanda 
dell'angelo
di Alexandra J. Forrest
Pagine 280
Prezzo 2.99 euro 
Narcissus
già disponibile
PROMOSSO 
--o--








Francia, XVII secolo.
L'Inquisizione getta la sua terribile ombra sulla Francia e ai suoi tentacoli non sfugge neppure il conte di Saint-Clair, accusato di stregoneria.

Sua figlia Angelica si batte fino all'ultimo per dimostrare l'innocenza del padre, ma alla fine è costretta ad arrendersi.

Abbandonata dal fidanzato, sola e disperata, Angelica lascia la Francia per fuggire nelle Indie Occidentali.

Armata soltanto del proprio coraggio e del profondo senso d'indipendenza che a volte rasenta la spregiudicatezza, Angelica affronterà l'ignoto destino e incontrerà un nuovo amore.

Considerazioni.
Non male, soprattutto per l'ambientazione che mi ha fatto molto piacere leggere e in cui mi sono trovata molto presa (inoltre ha una cover stupenda!!!).

Pur essendo un romanzo romantico, a mio parere, ha il pregio di non focalizzarsi solamente sull'elemento romantico, che sebbene sia bene fatto evolvere, rimane una parte del tutto ma non IL tutto, concedendosi un volo pindarico, un viaggio per mare, in ambientazioni esotiche, piacevoli, calde e lontane.

"La locanda dell'angelo" nasce quindi come un romanzo che fa sognare, che induce al dolce, al languido, alle atmosfere estive e abbarbica l'animo sulle navi, in avventure che esulano dal quotidiano, dal normale, dal consueto e porta, per l'appunto, lontano.

Sebbene in alcuni casi sia un pò prosaico e si dilunghi un pò su certe situazioni e avvenimenti, l'ho trovato complessivamente un bel romanzo, avvincente, di evasione, romantico e piacevole. La Forrest, che ho avuto modo di seguire, e che ha la peculiarità di scrivere storie sempre storicamente esatte, curate e ben ricostuite, non delude e costruisce una storia aggiungendo dettagli pregiati, ricostruzioni affascinanti e reali che portano indietro con fiducia e piacevolezza.

Io lo consiglio vivamente a chi per quest'estate, anche se non ha in mente una storia precisa da leggere, vuole gettarsi a capofitto nell'avventura dei mari caldi, salati e con spiagge bianchissime.

Alexandra J. Forrest ha firmato una notevole serie di Romanzi Rosa, editi in parte dalla Editrice Nord nella Collana Romantica, i più recenti da Harlequin Mondadori.
Titoli usciti per la Romantica Nord: Come Cerchi sull’Acqua, Mikado, Dominique, Alta Marea, L’Angelo Ribelle, La Locanda dell’Angelo, Atlantic Princess, Tempesta di Passioni, Furia d’Amore. Titoli editi da Harlequin Mondadori: La Trilogia di Zenobia, Leonessa di Palmira: Sotto il Segno delle Aquile, Il Disegno del Fato, Il Sogno di una Regina, Il Giglio e la Spada, Il Trono di Giada, Al Servizio della Regina, (uscito nel mese di luglio 2011).

Nessun commento: