Recensione: "Un Amore Pericoloso" di Nora Roberts

giovedì 28 agosto 2014

 
 ---oOo---
Un Amore
 Pericoloso
di Nora Roberts
Pagine 470 circa
Prezzo € 14,00  
Leggereditore  
già disponibile
ebook/cartaceo
voto:
4/5

 --o--










Diventare un detective specializzato in incendi dolosi del Baltimore Police Department non è stato facile, ma Catarina ‘Reena’ Hale, di origini italiane, crede che ne sia valsa la pena.
cover originale
Non c’è niente che le piaccia di più della sfida di trovare le ragioni che spingono qualcuno ad appiccare il fuoco. 
L’unico inconveniente è che sembra che non esista l’uomo capace di sopportare i suoi orari e il suo lavoro così esposto ai pericoli... 
Fino a quando non conosce il suo vicino di casa, Bowen Goodnight, che la accetterà per quello che è e quello che fa. 
Ma proprio quando le cose sembrano mettersi per il meglio, Reena inizia a ricevere telefonate anonime da un uomo che minaccia di distruggere tutto ciò che lei ha di più caro, compresa la sua famiglia. 
Uno psicopatico la cui malvagità non conosce limiti...

 

Considerazioni.
Avete mai avuto occasione di vedere i film tratti dai romanzi della Roberts? Io, qualche anno fa, quando ancora non conoscevo Nora Roberts, ho avuto la possibilità di vederli tutti (che sono poi 10 in tutto e con attori molto famosi ... tra l'altro) e devo dire che mi sono piaciuti moltissimo!


Ora, per coloro che non hanno la possibilità di leggere tutti i romanzi (numerosissimi) della Roberts, i film sono un ottimo surrogato, dato anche il fatto che sono molto fedeli a quanto scritto da questa (tendenzialmente) bravissima autrice.

Locandina del film Montana Sky
Personalmente vi consiglio di vedere Montana Sky, tanto più che è ancora intradotto in Italia, ma che è una carinissima storia d'amore con elementi thriller e country che è proprio una bellissima visione, non troppo smielata e un pò divera dal solito.

Uno di questi film (anche se con qualche cambiamento) è anche la trasposizione di questo romanzo  da poco pubblicato dalla Leggereditore, che parla di pompieri, fuoco e passato ingombrante che si intrecciano nei due filoni narrativi che percorrono il romanzo: quello fortemente thriller e quello romantico.

La storia inizia raccontando del passato di Catarina Hale, detta Reena, la quale ad appena 11 anni vede perdere tutto quanto il ristorante della sua famiglia viene distrutto da un'incendio (ovviamente doloso) da parte di coloro che nutrivano odio e rancora per la sua famiglia - di origini italiane - e della loro ben avviata attività.

Dopo quell'evento Reena decide di dedicare la sua vita a combattere il fuoco, arruolandosi tra le fila della giustia, ed in particolare nel nucleo anticendio della città di Baltimora. Dopo diversi anni a servizio della comunità, cercando di evitare che le persone perdessero tutto a causa delle fiamme, Reena ha trovato un suo equilibrio tra l'amorevole famiglia italiana - che la ama e si preoccupa costantemente per lei, pronta a sostenerla in qualunque momento - e il lavoro, in cui ha trovato espressione di se stessa.
Le cose prenderanno un corso diverso da come preventivato, per Reese, nel momento in cui incontrerà Bowen, l'uomo che pare aver finalmente accettato il suo stile di vita e il suo lavoro (con orari non proprio normali) e soprattutto quando uno psicopatico incomincerà a perseguitarla per distruggere la sua esistenza.

Locandina del film Blue Smoke
Come vi dicevo prima è un romanzo che affonda le sue radici nel passato, che è quello che più si ripresenta nella vita di Reena, non solo, infatti, il suo lavoro è basato sulle paure e gli ostacoli che si sono presentati in passato nella sua vita; ma anche in campo amoroso, con Bo, è il passato che ritorna. 
Reena ha infatti incontrato di sfuggita Bo almeno altre due o tre volte nella sua vita, e sebbene lui avesse voluto avvicinarla, per un motivo o per l'altro le cose sono andate male, ma quando finalmente il destino decide di farli diventare vicini di casa, è come se il fato si compisse concedendo loro l'occasione per essere felici (visto anche le relazioni passate di Reena).


La Roberts, che come sempre - almeno a mio parere - se la cava  meglio quando introduce nelle sue trame un elmento (più o meno forte) thriller che "smuova" le cose, qui ha narrato una bella storia che riesce bene a intersecate sia l'elemento amoroso, che quello thriller, eviando, in questo modo, una storia troppo "mielosa", con un filone narrativo romantico troppo importante e al contempo avvince, perchè si anela di sapere, di capire, di dare un volto allo psicopatico che perseguita Reena e che la vuole distruggere in ogni modo.

"Un amore Pericoloso" mi è paiciuto molto perchè è una lettura veloce, che scorre in modo fluidissimo, ma che non rinuncia a narrare una vicenda complessa, sia per i vari personaggi e del loro passato (non proprio sepolto o facile da superare) che per la violenza che a volte si insinua in un lavoro che si propone di scongiurarla (almeno per Reena),  ma che può essere superata con una famiglia unita, che rende tutto superabile, e un uomo (che probabilmente esiste solo sulla carta, ma lasciamo stare) che può lenire molte delle sofferenze e far sperare in un futuro che dissolva i fumi del passato.


Nora Roberts è considerata universalmente la regina del rosa. Ha al suo attivo oltre trecento romanzi ed è da sempre presente ai vertici delle classifiche di tutto il mondo. La sua carriera è disseminata di numerosi premi letterari e riconoscimenti ufficiali. Della stessa autrice, Leggereditore ha pubblicato L'amore ritrovato, Un'ombra dal passato, Due vite in gioco, Il mistero del lago, Un dono prezioso, Luci d'inverno, Il testimone (per Timecrime) la trilogia del Boonsboro Hotel, composta da: Il giardino dei nuovi inizi, La casa dei grandi inontri, Una dolce scoperta; la serie Il quartetto della sposa composta da: La sposa in bianco, Letto di rose, Il sapore della felicità, Un amore per sempre. Recentemente ha detto di sé: «Non scrivo storie di Cenerentole che sperano che il principe azzurro venga a salvarle mentre se ne stanno sedute in poltrona. Sono donne indipendenti, che ce la fanno anche da sole. Il principe è qualcosa in più, un semplice complemento, ma mai l'unica risposta ai loro problemi

Nessun commento: