Recensione: "Donne e Diamanti" di Nora Roberts.

mercoledì 3 settembre 2014


 

---oOo---
Donne e Diamanti
Le stelle di Mithra
di Nora Roberts
 Pagine 239
Prezzo 12.9€
 Harlequin Mondadori
già disponibile
ebook/cartaceo
voto:
3/5
--o--











La trilogia "Le stelle di Mithra" è composta da:

01. Hidden Star - La Stella dell'Amore*
02. Captive Star - Le Stelle di Mithra*
03. Secret Star - Donne e Diamanti*

*tutti e tre i romanzi sono
 contenuti nell'antologia qui presentata "Donne e Diamanti"
Per secoli hanno brillato tra le mani di una statua di una divinità persiana, Mithra. 
cover originale
Per migliaia di adepti del passato hanno significato amore, conoscenza e generosità. Quando le stelle di Mithra, tre diamanti dal valore inestimabile, scompaiono dal museo di Washington, sembrano seguire un percorso preciso. 
Irrompono nella vita di Bailey, gemmologa senza più memoria, sconvolgono quella di MJ, attraente barista, e fanno luce sul mistero della scomparsa di Grace, ricca ereditiera innamorata degli scandali.  
Un'antica leggenda considera le pietre portatrici di un'immensa fortuna per chi le possiede. 
L'uomo che con ogni mezzo cerca di rubarle è convinto che non si tratti soltanto di una leggenda.
 
Considerazioni.
La cover di questo romanzo era prepotentemente bella per non essere un chiaro invito a sfogliare il romanzo, qualunque opinione potessi avere in mente. 

Si, lo so, non si dovrebbe comprare un romanzo solo dalla copertina, ma che cosa vi devo dire, mi piaceva troppo, inoltre era un romanzo (anzi tre) di Nora Roberts, quindi  - almeno ipoteticamente - un must da non lasciarsi sfuggire.

Devo dire nel complesso è una lettura che non mi è affatto dispiaciuto leggere. Il filo conduttore dei tre brevi romanzi sono tre diamanti, che sono nelle mani di tre donne, tre amiche, molto legate (anche se diversissime) tra loro.

A parte ciò, le tre storie prendono diramazioni differenti, dando modo di intrattenere piacevolmente senza essere particolarmente ripetitive (cosa che era rischiosissima).

La prima storia parla di Bailey, una donna che non ricorda nulla di quando le accaduro nelle 24 ore (circa) precedenti e che si affida, per ricostruire quanto accadutole a un investigatore privato, Cade (ricco, divorziato, molto affascinante e annoiato quel che basta da cercarsi un lavoro) che non esiterà a essere coinvolto in sparatorie e inseguimenti per starle accanto. Con questa prima storia si scopre la vicenda dei tre diamanti, che sono collegati e destinati a rimanere congiunti, per generare un grande potere (ma non tanto da arrivare a divenire un fantasy!), nonchè della leggenda che si nasconde nella loro rilucente immortalità (e pericolosità, visto quanto accade ai possessori). Il diamante che tiene Bailey è quello dell'amore.

La seconda storia parla invece di una cameriera procace e prorompente, MJ, che viene acciuffata da Jack, un cacciatore di taglie (con una falsa accusa) per consegnargli il secondo diamante. I due diventeranno amici (e amanti) cercando di fuggire da coloro che inseguivano Bailey nel primo episodio. Questa seconda vicenda è ancora più movimentata della prima, in quanto MJ e Jack devono correre a perdifiato per non essere presi dai "cattivi" della situazione, che non esitano ad uccidere. Il diamante che possiede MJ è quello della conoscenza.

La terza storia, ed anche l'ultima, parla invece dell'annoiata ereditiera Grace, la quale creduta erroneamente morta, viene trascinanta in giro da Seth, un poliziotto della squadra omicidi, che cerca di far luce sugli omicidi che collegano le tre amiche, e che ancora non vedono un colpevole. Grace e Seth verranno a contatto più di quel che vorrebbero, ma questo permetterà loro di trovare l'uno nelll'altra la loro anima gemella, oltre ovviamente a regalare al lettore il finale per la vicenda misteriosa - e la trama orizzontale - di questa trilogia. Il diamante che detiene Grace è quello della generosità.

Come vedete - e come vi ho accennato prima - c'è una trama orizzontale che permette di seguire in modo lineare le vicende della tre amiche, che però trovano uno svolgimento separato, ben delineato e avventuroso, senza rinunciare al marcato e sempre presente (con la Roberts) elemento romance.
In realtà non vi è molto dire - se non si vuole rovinare la lettura (molto breve essendo per ogni romanzo un poco più di un centinaio di pagine) - di questi romanzi, se non che sono molto piacevoli e leggeri. L'unico elemento che potrebbe non trovarvi estremamente entusiaste (e che io ho saputo solo dopo) è che queste storie sono un pò datate (risalendo al 1997 e 1998) per cui niente cellulari, pc, ecc... inoltre all'epoca - essendo la letteratura romance più casta e pudica (la maggior parte almeno) - non permetteva di leggere trame molto piccanti, quindi ci sono per lo più accenni alla parte sensuale.

Detto ciò consiglio questa lettura a chi ama da sempre la Roberts, a chi ha tutte le sue opere e non può farsi mancare (la ripubblicazione) di una trilogia in un colpo solo, ma anche a coloro che ha  piacere di leggere una serie di storie senza tempo, un pò vintage, ma non manchino di essere intriganti e avventurose al tempo stesso. 
In ultimo posso dirvi che anche se non si faranno ricordare sempiternamente, questi tre piccoli romanzi, mi sono piaciuti di più di altre letture - più moderne e recenti - della Roberts, Inn BoonsBoro Trilogy su tutti, che mi ha annoiato da morire ...


Nora Roberts si dedica alla professione con metodo e costanza. Tutte le mattine si siede alla scrivania intorno alle otto e prosegue senza distrazioni fino alle sedici e trenta. "Se interrompo il lavoro, ho sempre paura di perdere l'ispirazione" spiega.
Con oltre cento milioni di copie dei suoi romanzi pubblicati in tutto il mondo, Nora Roberts può essere definita, senza esagerazioni, un vero fenomeno editoriale.

Nessun commento: