-------------------------------------

Recensione: "Oversight" di Charlie Fletcher.

martedì 2 settembre 2014




---oOo---
Oversight
I custodi della chiave del passato
di Charlie Fletcher
Pagine 522
Prezzo 18€
Fanucci Editore
già disponinbile
voto:
5/5

--o--














La trilogia "OVERSIGHT" è composta da:

1. THE OVERSIGHT  - Oversight
2. THE DROWNING GLASS
- previsti in inglese per maggio 2015
3.  THE REDDEST HAND
- previsto in inglese per maggio 2016

Londra, metà Ottocento.
L'organizzazione segreta Oversìght ha il compito di proteggere gli esseri umani privi di poteri magici dalle scorribande degli esseri fatati di ogni genere. I loro adepti sono dotati di particolari poteri extrasensoriali, ma dopo il Disastro le loro fila sono state decimate e soltanto cinque componenti sono sopravvissuti.
cover originale
Hanno il compito di custodire la misteriosa Chiave, il fulcro attorno al quale ruotano gli equilibri tra mondo magico e mondo 'normale', oggetto del desiderio per chiunque brami un grande potere...
Una storia che pesca a piene mani nella grande tradizione letteraria anglosassone: da Charles Dickens — nel libro ritroviamo pagina dopo pagina la Londra cupa e disperata, misteriosa e severa di Oliver Twist e il rimando alla giovane Neil de La bottega dell'antiquario — ad Arthur Conan Doyle; dal Thomas Hardy di Jude l'oscuro all'Oscar Wilde del celeberrimo Ritratto di Dorian Gray.
È una storia che si ricollega al folklore celtico e nordeuropeo delle creature della notte, degli incubi e dell'oscurità, che non teme di affrontare situazioni di crudeltà e violenza.
 

Considerazioni.
Leggo fantasy da un pò di tempo, ed questo romanzo è stata una bella "ventata d'aria fresca", credetemi.

Sebbene sia palesemente ispiato dalla letteratura inglese dell'ottocento, con rimandi e crediti in favore di grandi autori come Dickens, Hardy, Conan Doyle e Wilde, il mix che ne è risultato è davvero qualcosa di molto realistico, credibile, crudo, misterioso, curiosamente affascinante e affatto scontato, senza contare che è una storia che si può dire adattissima ai lettori di tutte le età (forse un pò forbito per i giovani lettori, ma apprezzabilissimi dagli adulti).
Fletcher è stato, in un certo senso, geniale nel mescolare insieme diversi elementi - di per sè già presenti nel panorama letterario esistente - che, congiuntamente, funzionassero perfettamente, giungendo a definire, nel suo complesso, un romanzo del tutto particolare.
Per il realismo da imprimere alla storia ha usato infatti le atmosfere cupe, crude, violente e pericolose in puro stile dickensiano, che mettono sull'attenti il lettore; per mescolare le carte e giocare con quest'ultimo ha poi pensato di inserire elementi paranormali che ha preso in prestito tanto dalla tradizione, quanto dalla motologia, del suo paese d'orgine: quello anglosassone (Fletcher è scozzese). 

Ecco che dunque mistero e realtà, incubi, creature soprannaturali ed oscure, violenza e incredulità vengono ad un unirsi in un romanzo che pur partendo da concetti come bene e male, giusto e sbagliato, guerra e pace, poi evolve in qualcosa di diverso. 
Sebbene alla base di tutto ci sia infatti una lotta - di pura sopravvivenza - tra esseri fatati (e dotati di poteri soprannaturali) ed umani (privi di questi poteri), viene introdotta un'organizzazione che si pone come fine ultimo quello di aiutare gli umani dai soprusi dei primi.


Oversight è infatti il nome di un gruppo di persone (ormai decimante) che, essendo dotate di particolari poteri, ha deciso di aiutare gli esseri umani, indifesi nella loro lotta per la sopravvivenza, fondando una società segreta presso una "casa sicura" - posta al confine tra i mondi - per combattere, quando li vede apparire, di tanto in tanto, esseri pericolosi o malvagi per gli umani (detti Slaugh/Camminatori delle Ombre).

Oversight è composta da 5 componenti (vi avevo avvertito che erano stati decimati), ed i loro aiutanti (golem e "familiars" vari nella forma di cani, volatili, ecc...). Rispettivamente:

Sara Falk 
custode della Casa Sicura di Wellclose Square
Signor Sharp 
protettor/ sentinella
Cook 
 cuoca/ex pirata
Il Fabbro 
maniscalco/orefice/consigliere
Hodge
acchiappatopi della Torre di Londra
e tutti verranno travolti da eventi inaspettati che cominciano proprio all'inizio del romanzo.

Devo dire che mi è piaciuto moltissimo soprattutto l'inizio del romanzo, anzhe se è forse più lento della sua conclusione, ma le sue idee per introdurre tanto i buoni quanto i cattivi, le "armi" con le quali si combattono, mi hanno colpito, mentre la seconda parte si è un pò appiattita su se stessa (rispetto alla prima), una volta esauriti i colpi di scena (bellissimi) che Fletcher mi ha proposto. Ma nonostante qualche difetto che ho riscontrato, continuo a pensare che sia un romanzo davvero molto interessante per chi ama i fantasy, per non conoscerlo, non approfondirlo, non legggerlo. 

E continuo a pensarlo nonostante il fatto che questa storia, questo romanzo, sia un'opera etichettata e veicolata ad un pubblico adolescenziale. Sebbene infatti Oversight abbia delle tematiche giustamente portate all'attenzione del pubblico adolescente, non sono del tutto concorde con chi lo abbia veicolato verso il genere YA puro: certe situazioni, le ambientazioni, le azioni dei protagonisti e soprattutto lo stile di Fletcher sono troppo ricercate, forbite, complesse e oscure per essere a pieno titolo per adolescenti, piuttosto giovani adulti. Opinione mia, per carità ...

Non smetterò, in conclusione, di ripetervi quanto lo stile e la scrittura di Fletcher mi abbia colpito, prerchè mi è piaciuto troppo, mi ha stupito e regalato ambientazioni che ho adorato della letteratura inglese e riproposto in modo fantastico, in modo autentico, ma diverso, fresco, una storia che seguirò volentieri, senza troppi fronzoli e in modo genuino, ma affilato, intrigante e magico (si vede che scrive per la televisione!).


Charlie Fletcher ha lavorato per vari anni a Hollywood come sceneggiatore (Mean Machine, Fair Game con Cindy Crawford). Rientrato in Gran Bretagna, è attivo soprattutto nel campo della televisione, per la quale ha scritto le serie Afterlife e Taggart.
La Paramount Pictures ha acquistato i diritti cinematografici di Stoneheart. Scott Rudin (The Truman Show, Sleepy Hollow, The village, The Hours) e Lorenzo Bonaventura (Constantine, Doom) produrranno il film, il cui adattamento sarà effettuato sempre da Charlie Fletcher.


4 commenti:

Angela ha detto...

hum,.. ce l'ho e mi attira davvero tantissimo!!
cercherò di infilarlo tra le prox letture!! ^_^

Blog Expres ha detto...

Carino!! Non conoscevo questo libro, ma mi attira un sacco! Lo aggiungo in WL! Ciao Maria

Endimione Birches ha detto...

@Angela
devi, devi :D

@Maria
E' decisamente una buonissima lettura!! Merita la Lista dei desideri!!!

Un abbraccio
Endi

Claudia ha detto...

Qualcuno ha notizie della pubblicazione del secondo e del terzo libro? In inglese il secondo è uscito (Paradox). La Fanucci non mi risponde...