-------------------------------------

Beat, dai, avanti, prendimi per la gola e struggimi!

sabato 1 novembre 2014


Novembre, almeno per la Beat, inizia con scintillanti notizie: l'uscita di romanzi interessantimi già passati per le varie collane dalla Neri Pozza (tranne quello della Manning), diverso tempo fa e riediti (finalmente) qui, in economica.

Vi consiglio di leggere trame e titoli perché ci sono buoni romanzi che possono attrarre la vostra attenzione. Personalmente punto su "La meretrice di Costanza" anche se il fatto che non abbiamo dato un seguito (almeno ancora) al secondo romanzo mi lascia un pò perplessa, "Una levatrice a New York" di cui ho sentito parlare oltre oceano (e solo bene) e "La vita luminosa di Lilly Afrodite" che voglio proprio leggere (in quanto avevo letto un altro romanzo della stessa autrice e mi era molto piaciuto). Gli mi attirano, ma vedremo come procedo con le finanze...

Voi avete visto qualcosa che stuzzica la vostra voglia di lettura?
 




---oOo---
La meretrice 
di Costanza
di  Iny Lorentz
pagine 528 
prezzo 13,90
 SuperBeat
da ottobre
--o--








La serie "Die Wanderhure" è composta da:
  1. Die Wanderhure - La meretrice di Costanza
  2. Die Kastellanin - ancora inedito
  3. Das Vermächtnis der Wanderh - ancora inedito
  4. Die Tochter der Wanderhure - ancora inedito
  5. Töchter der Sünde - ancora inedito
  6. Die Rache der Wanderhure - ancora inedito


    Germania, 1410. Marie Schärer, figlia unica di mastro Matthis, è una ragazza di straordinaria bellezza, con il suo volto angelico, i grandi occhi color fiordaliso, i lunghi capelli biondi, il naso ben disegnato e la bocca appena arcuata, rossa come i papaveri. È inoltre erede di una cospicua fortuna, accumulata da mastro Matthis grazie ai suoi commerci con l’estero, così profittevoli da permettergli, oltre alla dimora di Costanza, un’altra residenza estiva nella zona delle famiglie più altolocate e un bel podere nei pressi di Meersburg, con alcuni tra i più prosperi vigneti sulla costa settentrionale del lago.
    Naturale dunque che la fanciulla, diciassettenne, sia chiesta in sposa dal Magister Ruppertus, giovane erudito di appena ventiquattro anni appartenente già alla cerchia dei consiglieri del vescovo di Costanza. Naturale anche che Mastro Matthis acconsenta subito alla richiesta. Ruppertus Splendidus è il frutto della relazione del conte Heinrich von Keilburg con una serva. Non ha dunque diritto all’eredità del padre che spetta al figlio legittimo. Tuttavia, si occupa stabilmente degli affari del conte – uno degli uomini più potenti dell’antico ducato di Svevia e suddito dell’imperatore – e, nonostante la sua giovane età, è già un noto avvocato con la prospettiva di un futuro radioso davanti a sé.
    cover originale
    Dopo la stesura delle clausole del contratto matrimoniale – come si conviene a un’epoca che può pretendere sia messa per iscritto e debitamente firmata l’illibatezza della futura sposa – alla vigilia delle nozze accade qualcosa di sconvolgente e irreparabile.
    Ruppertus Splendidus piomba a casa di mastro Matthis con dei testimoni che mendacemente affermano di aver giaciuto con Marie in cambio di miseri doni. Appellandosi alle leggi della santa Chiesa e dell’imperatore, per le quali a una donna accusata di prostituzione non è concesso stare sotto un tetto onorato, il Magister Ruppertus trascina Marie in prigione, dove la ragazza subisce violenza da uomini rozzi e senza scrupoli.
    Condannata per adulterio, la bella figlia di mastro Matthis conosce l'esilio. Sola, in fin di vita, privata della dignità e dell'innocenza, sa di essere ormai perduta, ma la sorte le viene in soccorso: Hiltrud, una prostituta itinerante, la incontra sul suo cammino e, colpita dalla sua bellezza, decide di portarla con sé e di curarla. Marie scopre la durezza e i pericoli della vita di strada, ma apprende anche tutti i segreti della sottile arte del piacere, grazie alla quale sarà capace di sedurre uomini nobili e potenti, vicini, molto vicini a colui che un tempo le ha rubato la dignità, le ricchezze e l'amore del giovane di cui era segretamente innamorata.

    Nel crudele mondo medievale, tra abati corrotti e notabili senza scrupoli,una giovane donna lotta per la sua felicità e indipendenza.
    Uno dei più grandi bestseller dell’editoria tedesca,
    con oltre 4 milioni di copie vendute.


    «Lei è Iny, lui è Lorentz: sono la coppia che domina
     le classifiche dei libri più venduti con il loro bestseller
     La meretrice di Costanza, firmato Iny Lorentz».
    Die Welt
    «Intrigo dopo intrigo, La meretrice di Costanza ha
     venduto più di 4 milioni di copie come libro, 
    e la serie televisiva ha realizzato un numero
     ancora maggiore di telespettatori».
    FAZ

    «Basta una riga per essere catturati
     dai libri di Iny Lorentz».
    Literaturreport


    Iny Lorentz è lo pseudonimo con cui firmano i loro romanzi Iny Klocke ed Elmar Wohlrath, una coppia di marito e moglie. La meretrice di Costanza è il loro primo romanzo e ha dato origine a una serie di grande successo in Germania con milioni di copie vendute. Dai libri è stata tratta una trasposizione televisiva che ha realizzato 9.800.000 telespettatori.

    --o--

    Una giovane donna nella Berlino degli anni Venti
     del cinema nascente, della vita bohémienne,
     dei tumulti politici, dei mille locali notturni e degli eccessi. 


     

    ---oOo---
    La vita luminosa
     di Lilly Afrodite
    di Beatrice Colin 
    pagine 448
    prezzo 9€
    Beat
    da novembre
    --o--









    Lilly Nelly Afrodite nasce ufficialmente il 31 dicembre del 1899 a Berlino, da una madre bohémienne la cui vita termina tragicamente il giorno in cui il suo amante bavarese le spara. Cresciuta al San Francesco Saverio, l’orfanotrofio cattolico della capitale tedesca, negli anni Venti la ragazza è una giovane, affascinante donna.
    cover originale
    È il tempo della Repubblica di Weimar, e a Berlino ogni giorno c’è uno spargimento di sangue, si innalza una barricata, rimbombano colpi di arma da fuoco, si aprono a un ritmo incessante nuovi cabaret e locali notturni, e i conti e i principi di Prussia e Baviera, di ritorno dai loro eccentrici viaggi, alloggiano in alberghi di lusso. Gonne che sfiorano il ginocchio, capelli a caschetto, Lilly non tarda a trovare il suo posto nella fervente vita notturna berlinese. Passa dalle audizioni di riviste e teatri scalcinati ai set del nascente cinema tedesco, e si innamora di un geniale regista russo che la trasforma in una delle grandi stelle della cinematografia, un’icona dai capelli bruni e i grandi occhi striati d’argento. 


    «Nella Berlino della Repubblica di Weimar e dei cabaret, 
    la vita tumultuosa e coraggiosa, tra sfarzo e miserie, di una giovane attrice».
    Barbara Briganti, la Repubblica

    «Ci sono dei libri che hanno una particolare sensualità, 
    pagine in cui, leggendo di un personaggio,
     ti sembra che se lo incontrassi per strada o riconosceresti
     da come cammina o dal bagliore degli occhi.
     Accade con La vita luminosa di Lilly Afrodite
    promessa di una notte d’amore, di una gioia e un dolore improvvisi».
    D - la Repubblica delle Donne

    «Un romanzo che cattura magnificamente il senso 
    di un’epoca di frenetiche invenzioni e seducenti promesse».
    New York Times Book Review

    Beatrice Colin, nata a Londra e cresciuta in Scozia, ha vissuto per anni a New York lavorando come giornalista freelance per il Guardian e numerose altre testate. Autrice di testi teatrali e radiofonici per la BBC, ha pubblicato con Neri Pozza il suo secondo romanzo New York 1916.

    --o--

    Miserie e splendori di una levatrice
    nella New York di fine Ottocento.
    Un bestseller internazionale.

     


    ---oOo---
    Una levatrice 
    a New York
    di Kate Manning
    pagine 448
    prezzo 14,90
    Super Beat
    da novembre
    --o--







    New York, seconda metà dell’Ottocento. Ann Muldoon – detta Axie – una giovane orfana diventata dapprima sguattera e poi assistente della dottoressa Evans nella clinica dove la madre è morta di parto, decide di mettere a frutto le conoscenze e le scoperte apprese nell’ospedale, innanzitutto la formula della polvere magica che permette alle donne di non rimanere incinte.
    cover originale
    Aiutata da Charlie, il ragazzo di cui si è invaghita sin da piccola, Ann diventa «Madame X» – come la ribattezzano i giornali – la beniamina delle donne più povere della città, ma anche la levatrice delle ricche signore intenzionate a cancellare la propria vergogna.
    Una fama che attira invidie, maldicenze e pregiudizi nella vasta schiera dei benpensanti e delle anime pie dell’epoca. Straordinario romanzo storico basato sulla storia vera di una nota levatrice della New York di fine Ottocento, l’opera ha rivelato sulla scena letteraria internazionale il talento di Kate Manning.


    «L’avvincente storia di una levatrice che
     sfida la legge in nome dei diritti delle donne».
    Publishers Weekly

    «Una levatrice a New York non è soltanto la splendida
     e avvincente storia di un’orfana che cerca la propria strada nel mondo,
     ma mostra qual era un tempo la vita vera delle ostetriche: 
    una vita fatta di glorie e di miserie, e di autentici dilemmi morali. 
    Memorabile».
    Emma Donoghue

    «Basato sulla vita vera di Ann Lohman, 
    una levatrice di New York City … 
    il romanzo della Manning è storicamente accurato
     e stilisticamente impeccabile».
    The New York Times Book Review


    Kate Manning ha scritto e prodotto diversi documentari, con cui ha vinto due Emmy Awards e un Edward R. Murrow Award. Collabora con il New York Times, il Los Angeles Times Book Review, Glamour, ed altre riviste e quotidiani. Una levatrice a New York è il suo secondo romanzo.Traduzione dall’inglese di Alessandro Zabini

    --o--




    ---oOo---
    Il matrimonio 
    delle sorelle
     Weber
    di Stephanie Cowell
    pagine 352
    prezzo 9.00€
    Beat
    da novembre
    --o--






    Nel 1777 a Mannheim, in Germania, tra gli ospiti di casa Weber capita un giorno anche Wolfgang Amadeus Mozart. Ed è così che a modesta famiglia di un copista di musica – il paziente Fridolin eber, la tenace Frau Weber e quattro graziose fanciulle – approda al palcoscenico della grande musica. All’inizio è amore a prima vista tra Mozart e Aloysia, la più bella delle quattro ragazze.
    cover originale
    Il padre di Mozart, tuttavia, incita il figlio a pensare alla carriera e non alle sottane. Stufa di aspettare, la bella Aloysia sposerà incinta un pittore di discreto talento. Mentre la primogenita Josefa, segretamente innamorata anche lei del giovane musicista, si sente superata ingiustamente e se ne va di casa, e la più piccola, Sophie, per sfuggire ai soffocanti “progetti” della madre corre a rifugiarsi in convento, sarà la terza, Constanze, a salire con Mozart all’altare.
    Romanzo storico in cui la felicità della scrittura si unisce al piacere delle vicende narrate, Il matrimonio delle sorelle Weber ci porta direttamente nel cuore dell'animo femminile, nei sogni, nei desideri e nelle disillusioni di quattro giovani donne e della loro madre, e, insieme, ci offre il ritratto perfetto di un'epoca di grande creatività e civiltà.

    Finalmente in edizione tascabile uno dei più fortunati romanzi storici della Neri Pozza.



    «Un magnifico romanzo di iniziazione alla vita adulta, 
    una sorta di Piccole donne tratto dalla realtà».
    il Foglio

    «Un meraviglioso sguardo intimo nel privato di 
    una famiglia e nella vita di un personaggio 
    che rappresenta il genio bambino nel nostro immaginario».
    Marilia Piccone, Stilos

    «Il ruolo delle donne nella vita del giovane 
    Mozart in un romanzo storico avvincente».
    Publishers Weekly

    Kate Manning ha scritto e prodotto diversi documentari, con cui ha vinto due Emmy Awards e un Edward R. Murrow Award. Collabora con il New York Times, il Los Angeles Times Book Review, Glamour, ed altre riviste e quotidiani. Una levatrice a New York è il suo secondo romanzo.

    --o--




    ---oOo---
    Parlando
     con le api
    di Peggy Hesketh
    pagine  288
    prezzo 9€
    Beat
    da novembre
    --o--







    Albert Honig è un uomo burbero e riservato che, in un paesino della California del Sud, ha deciso di invecchiare soltanto in compagnia delle sue api.

    Un giorno, tuttavia, un drammatico evento lo costringea fare

    cover originale
    conti col suo passato: nell’abitazione nei pressi della sua, nella casa delle «Signore delle api», Albert scopre i cadaveri di Claire e Hilda Straussman, le due sorelle, legate e imbavagliate. Sigillata la casa e raccolte le impronte, il detective Grayson non tarda a capire di trovarsi di fronte a una rapina finita male.

    Ci sono segni di effrazione, e mancano all’appello gioielli e soldi. Tuttavia, come trovare il colpevole? Deciso a scoprirlo, il detective prega l’apicoltore di raccontargli tutto quanto sa delle due donne.

    Inizia così un viaggio a ritroso nella memoria dell’apicultore: dal primo incontro alle fughe nei boschi con Claire per sfuggire all’infelice signora Straussman, la madre della ragazza; dalla passione per l’apicoltura trasmessa a Claire alla nascita di un amore troppo intenso per essere confessato, fino alla partenza di Claire e a quel ritorno, tempo dopo, con un misterioso bambino.


    «Un classico americano…
    un romanzo eccezionale per chiunque ami 
    le storie profonde e indimenticabili».
    Elizabeth George, The New York Times

    «Che romanzo fantastico! Un capolavoro in cui il mistero della vita 
    e quello della morte vengono evocati in maniera estremamente coinvolgente».
    Karen Joy Fowler, autrice di The Jane Austen Book Club

    «Un romanzo perfetto».
    Library Journal

    Peggy Hesketh scrive su importanti riviste letterarie americane come Calliope e Antietam Review e alcuni suoi racconti sono stati selezionati da Elizabeth George e inclusi nella sua antologia Two of the Deadliest. Giornalista di lungo corso, attualmente insegna scrittura creativa all’Università della California. Parlando con le api è il suo primo romanzo.

    11 commenti:

    Pila ha detto...

    Adoro!!! *-*
    Sicuramente mi compro Una levatrice a New York *-* non lo conoscevo quindi ti ringrazio tantissimo per la soffiata ^^ si sapesse la data giusta però sarebbe meglio visto che ho in attesa già un ordine per la Bronte! ^^
    A casa invece ho già in versione Neri Pozza La vita luminosa di Lily Afrodite e Il matrimonio delle sorelle Weber ma non li ho ancora letti....

    Endimione Birches ha detto...

    Ciao Pila!

    Figurati, erano uscite fantastiche, che non potevo non comunicarvi!!
    Le date non sono ancora (purtroppo) disponibili. Ed infatti non le ho reperite da nessuna parte.
    Penso comunque - sia viste le uscite di ottobre, sia per il necessario periodo di tempo tra un'uscita ed l'altra - che saranno disponibili per la metà, se non la fine, di novembre. Forse prenotabili anche un pochino prima...

    Li aspetterò con tremenda ansia, ma il sorriso stampato sulla faccia :)

    Lady Debora ha detto...

    Può essere che del primo libro io abbia visto il film?! Perché la trama è identica... mmmh peccato che non ricordo il titolo del film... coomunque andrò in rovina ma mi segno quasi tutti i titoli... *_* mi piacciono tantissimo!

    Bookland: viaggiando tra i libri ha detto...

    La beat è una tentazine continuaaaa ..mamma mia!!

    Endimione Birches ha detto...

    @ Lady Debora

    Possibilissimo! Io l'ho perso, ma è una miniserie tedesca intitolata in lingua originale Die Wanderhure (credo 4 puntate) che hanno trasmesso qui in Italia su Canale 5 poco tempo fa con il titolo "La Cortigiana", che in Germania ha fatto furore!
    Qui puoi trovare i vari riferimenti: http://it.wikipedia.org/wiki/La_cortigiana_%28film%29

    @Bookland
    Lascia perdere! Ho finito lo spazio sul blocchetto appunti alla voce "prossimi acquisti"... di questo passo dichiaro la rovina!!!

    Pila ha detto...

    Sono riuscita a trovare una data, non è sicura ovvio ma Amazon mi dice "disponibili dal 30 novembre"....sarà una lunga attesa!! ^^

    Endimione Birches ha detto...

    Immaginavo ... grazie per la "dritta"!! Buona Domenica Pila!!

    Ludo ha detto...

    Ciao Endi, molti di questi libri li conosco, ma non li ho mai letti.

    Divagando, mi sbaglio o la Beat sta pubblicando più libri ultimamente?

    Saltando proprio di palo in frasca, lo sai che il 6 novembre esce il secondo capitolo dela nuova serie di Kerstin Gier, quella sui sogni? Si intitolerà Silver. La porta di Liv. Io devo ancora leggere il primo... rendiamoci conto quanto sono indietro.

    Endimione Birches ha detto...

    Mmmm... forse e' vero, prima erano meno, 1 o 2 se ben ricordo, ora invece più o meno sono 2 o tre libri al mese, tranne in estate che sospende le uscite o quanto meno le rarefa'...

    Per quanto riguarda la Gier sono elettrizzata dalla seconda uscita perché il primo, anche se un pò lento, mi era piaciuto parecchio e ora voglio vedere come procede! Posso dirti che si legge tranquillamente in un paio d'ore, per cui se decidi di leggerlo lo farai davvero in poco tempo! Sono curiosa di una tua opinione su questo romanzo! Avevi letto la trilogia delle gemme?

    Lascia stare, ho tanti di quei libri che mi piacerebbe consigliare e che non ho abbastanza tempo per recensire, e tanti libri che vorrei leggere ma che sono fagocitati da altre letture che dovrei leggere di notte... ma al momento di notte devo finire The Paradise (di cui mi sono follemente innamorata!!!!) della BBC per cui dovranno aspettare!! A tal proposito hai delle serie, miniserie, sceneggiati BBC da consigliarmi per caso? Te ne sarei gratissima!!!

    Buona domenica!
    Endi

    Ludo ha detto...

    @Endi La trilogia delle gemme la lessi e mi piacque (e l'apprezzò anche la mia mamma, che ha pure già avuto modo di leggere il primo volume de La trilogia dei sogni.)

    Non sono mai riuscita a guardare The Paradise perché sono troppo affezionata al libro di Zola. I produttori della serie hanno sempre dichiarato che il romanzo fosse solo uno spunto, ma non importa... proprio non riesco a guardarla. Eppoi il protagonista maschile è un Mouret, che è il ramo dei Rougon-Maquart che preferisco... Non ce la faccio proprio a vedere trasposizioni televisive, anche se sono solo vagamente ispirate all'opera letteraria.

    Endimione Birches ha detto...

    Ho appena comprato il romanzo quindi al momento sono in difetto di paragoni, ma presto rimediero' (e' uno dei pochi libri che nn ho letto di Zola!).
    Pero' ti comprendo, in quanto certe trasposizioni hanno proprio deturpato la storia dei romanzi originali...
    Buona serata Ludo!!