-------------------------------------

Recensione: "Lo voglio!" di Kristan Higgins

giovedì 13 novembre 2014

---oOo----
Lo Voglio!
di Kristan Higgins
Prezzo € 12,90
ebook € 6,99 
Harlequin Mondadori 
già disponibile
voto:
 4/5
--o--












La serie "Blue Heron" è composta da:

1. The Best Man - Se torno, ti sposo
 2. The Perfect Match - Lo voglio!
3. Waiting On You - ancora inedito
4. In Your Dreams - acnora indedito
Se torno, ti sposo di Kristan Higgins
cover italiana del primo romanzo
La perfezione sembra la caratteristica principale di Honor Holland, precisa, impeccabile e organizzata come nessuno mai. Tanto che a ogni compleanno ha un bizzarro appuntamento fisso e imprescindibile.
cover originale
Una sorta di messa a punto, per essere certa di non stare invecchiando troppo, o troppo in fretta.
Quando però, viene inaspettatamente mollata a trentacinque anni dall'uomo che ha frequentato, di nascosto, per una vita, il muro di perfezione dietro al quale si è a lungo nascosta crolla improvvisamente, rendendola avventata e impulsiva, al punto di prendere decisioni impensabili per lei.
Infatti, un po' per fare ingelosire quel farabutto, un po' per spirito di solidarietà, accetta di sposare Tom Barlow, che ha bisogno di un matrimonio di convenienza per ottenere la Green Card.
Ma trattandosi di Honor, c'è da aspettarsi che questo finto fidanzamento si riveli la cosa più autentica che le sia mai capitata. Così perfetta come solo l'amore può essere.



Considerazioni.
Ci sono poche certezze nella vita, ma una delle poche è che quando compri un romanzo della Higgins:
a) il tuo morale subirà una genuina impennata verso il positivo
b) non ti pentirai mai e poi mai di aver spero il prezzo del biglietto per un viaggio tra risate e sana allegria. Provare per credere.
Questa seconda avventura nel mondo della famiglia Holland, che la Harlequin aveva iniziato con il romanzo "Se torni, ti sposo" che avevo oltremodo gradito, ecco che possiamo, a breve distanza, leggerne il secondo capitolo, che consiglio anche qualora vi siate lasciate sfuggire il primo (intanto, però, prouratevelo).

In questo secondo romanzo della serie "Blue Heron", che prende il nome dal vigneto della famiglia Holland, sono narrate le vicende della sorella della protagonista della prima storia, Faith, la roccia della famiglia, la sicurezza e la precisione fatta persona... signori e signore: Honor Holland!!

Honor è una donna tutta d'un pezzo, con un caratterino niente male, molto organizzata, puntuale, affidabile, infaticabile e innafondabile. Nella vita super (-organizzata, -perfetta, -scandita, ecc...) manca però qualcosina di indefinibile, inafferbile ... come lo zuchero a velo o una stella cometa ...insomma, a 34 anni (va bene, 35), pur avendo una simpaticissima cagnolina di nome Spike e un'adorabile famiglia impicciona alle spalle, e un (invidiabile) lavoro, le manca l'affetto di una metà. Quella parte della mela mancante di cui già Platone ci parlava e da sempre ci peseguita nel profondo fondo del nostro animo romantico.

Esiste anche per Honor, però, un punto dobole, tremolante come un budino di gelatina, e si chiama Brogan Cain, l'uomo della quale è invaghita (follemente) da ben 17 anni, ma che non la vuole sposare.
La nostra eroina "sbrocca" del tutto quando il suo orologio biologico si svelgia e va in tilt a seguito del suo solito e puntuale incontro con il ginecologo (appuntamento che dimentica in quanto cade sempre ì, per pura volontà di Honor, il giorno del suo compleanno). Occorre, a parere di Honor, trovare celeremente un uomo da sposare e con cui "domare" summenzionato orologio. Brogan escluso, ovviamente!

Unica soluzione? Ovvio...uno sconosciuto incontrato in un bar e accordarsi con lui per un matrimonio di interesse: lei un bel matrimonio per avere dei figlio e lui ... il permesso di soggiorno!
Parrebbe tutto molto triste se non stessimo parlando di un romanzo molto ironico, molto romantico e nelle mani di una regista come la Higgins, che imbastisce una di quelle commedie per cui si cade dalla sedie a forza di risate e ci si vergogna in treno perchè si ride troppo!!

Honor è davvero spettacolare in questa storia: totalmente storidita, pazza furiosa e estrema in tutto quello che fa viene accompagnata benissimo da un protagonista maschile che sebbene sia un pò nerd, sotto il maglione da ingeniere meccanico inglese (abbastanza sfigato nell'aspetto), nasconde un fisico da svenimento!! W Tom Barlow griderete ad un certo punto :)

Parto svantaggiata, mi rendo conto, in quanto rendere la verve della Higgins è davvero molto, ma molto difficile, ma spendo comunque qualche parola perchè ve lo consiglio vivamente!!! A volte le commedie piacciono ma non soddisfano, appagano ma non rimangono, divertono ma non fanno impazzire. Invece la Higgins rimane, piace, entusiasma, appaga e continua a sfrigolare di energia a lunga nella mente entusiastica del lettore. 
E qui, ne "Lo voglio!" da veramente il meglio di sè! Il suo stile leggero, un pò irriverente, divertente e piacevole rendono i personaggi una meraviglia da gustare da un guaio lavorativo e l'altro, tra un pranzo e una cena per affrontare una domenica piatta, per godere di momenti goffi, di laciarsi andare a risate vere e proprie e ricreare un'atmosfera gogliardica, di complicità e naturalezza di risate, batture e sorrrisi, atmosfera che si instaura tra amiche e si rimpiange man mano che queste si diradano per forza maggiore e stili di vita.

E' uno dei romanzi più piacevoli che abbia letto della Higgins (e detto tra di noi non me sono fatta mancare nemmeno uno di quelli usciti in Italia fino a questo momento) perchè i protagonisti sono frizzanti, con dei dialoghi da rimpallardi, un'atmosfera sensualmente ovattata che stuzzica l'inseguimento delle parti e la storia è proprio divertente (non ricordo di averlo detto, a voi risulta?) e poi, lo devo confessare, Tom Barlow mi ha proprio conquistato! Sarà l'accento inglese, i modi di fare un bruschi ma nascondono un profondo rispetto, scevri dal possesso e carichi di dolcezza per Honor, che sebbene non sia un stangona superfantastica riesce a essere una simpaticissima amica per cui si vuole il meglio e per cui si parteggia più che volentieri, volendo per lei un lieto fine degno di nota.

Pensate a questo romanzo come a un cupcake adorabile, tutto colorato, magari di un bel rosa confetto a pois, con un bel nastrino di contorno, profumato di leggera vaniglia e fragola, delizioso da mangiare con gli occhi e tenero e fragrante al palato. Irresistibile agli occhi quanto ai sensi, ma soprattutto indimenticabile tanto da volerlo replicare nella mente per la piacevolezza che lascia e la serenità che infonde.

Davvero una bella lettura!

 

Kristan Higgins. Autrice americana ai vertici delle classifiche di Usa Today e del New York Times, ha venduto 2 milioni di copie in tutto il mondo. Il suo segreto? Lo stile unico, romantico e divertente, che rende ogni suo romanzo una commedia brillante dal sapore cinematografico, frizzante e spiritoso. Proprio per questo è stata definita dal pubblico italiano l'alternativa ideale a Sophie Kinsella e le recensioni dei suoi romanzi spopolano nella Rete. Ha un debole per gli animali domestici, in particolare i cani, che sono diventati una caratteristica distintiva dei suoi romanzi: in ognuno, infatti, c’è spazio per un simpatico amico a quattro zampe. Harlequin Mondadori ha già pubblicato: Troppo bello per essere vero, Un regalo per Miss Grey, Finché non sei arrivato tu..., Se torno, ti sposo e Lo Voglio!.

Nessun commento: