Recensione: "Spiragli di Buio" di Gianfranco Sorge

sabato 17 gennaio 2015



---oOo---
Spiragli 
di Buio
di Gianfranco Sorge
Prezzo 16.90 €
Pagine 180
  David and Matthaus Edizioni 
già disponibile
voto:
3/5
--o--








Può una scelta di castità nascondere un profondo turbamento dell’animo? 
Il romanzo racconta le intricate vicende di Gontrano Guerrafoschi, un giovane architetto veneziano la cui vita è da sempre segnata dalla sparizione del padre e da un rapporto conflittuale con la madre. 
Nonostante la cerchia di amici e una ragazza che lo corteggia apertamente, decide di rimanere casto senza essere sostenuto da motivazioni religiose, bensì da ragioni socio-filosofiche improbabili e poco convincenti. 
L’affiorare di pulsioni sessuali lo smarrisce in un disagio che lo fa sprofondare nella follia. Si sente minacciato, percepisce le voci dei suoi persecutori, arrivando persino a uccidere la sua adorata bulldog. Subisce un ricovero coatto in un reparto psichiatrico da cui riesce a evadere, fuggendo a Londra grazie all’acquisizione di una nuova identità. 
Il viaggio di Gontrano alla ricerca del Sé e della pace interiore prosegue portandolo fino in Brasile, dove un incontro casuale e l’esperienza della fede riescono a sconfiggere gli antichi demoni.
Oppure no?

Considerazioni.
La storia narra di Gontrano, un architetto sui trent'anni, un uomo che sembra un uomo composto, sereno, ma che in realtà nasconde un malessere che non cessa di tormentarlo.

Il malessere in questione si manifesta pian pianino mediante incubi che lo colgono spaventato e turbato durante la notte ed emergeranno nella vita quotidiana fino a spingerlo a cambiamenti importanti nella sua vita, come allontanare la fidanzata con la quale vi erano anche impegni importanti e allontanarsi dalle amicizie portanti che aveva costruito nel tempo.

Man mano la vita di Gontrano cambia, diventa un'inferno in terra nonostante gli interventi della madre per salvarlo da se stesso e dalle sue manie, tanto che la mente lo allontana sempre più della realtà. Gontrano incomincia infatti a immergersi sempre più nella cultura egizia, con la mania e volontà di mantenersi casto ad ogni costo e con l'essere ossessionato da incubi orribili, da vivide allucinazioni che fanno emergere emozioni spaventose, che portano il protagonista nel passato, a ricordi dolorosi e mai guariti.

Complessivamente può dirsi un romanzo lineare, fluido, che riesce a creare una storia ben strutturata, con un proprio carettere forte, deciso, con una propria individualità. I personaggi sono ben delineati, il protagonista scombussola, lascia interdetti e scossi, raggiungendo dunque l'obiettivo di coinvolgere e in qualche modo spaventare il lettore minandolo psicologicamente.
Mi è piaciuto il finale, che si pone in linea con tutto la storia raccontata, colpendo per le scelte finali. Mi sento di dire un bravo all'autore per aver saputo creare il giusto pathos e un'atmosfera misteriosa che ammanta tutta la storia e che è capace di apparire agli occhi del lettore come appassionante e intrigante con i rimandi all'Egitto, alla sua mitologia.

"Spiragli di Buio" è un romanzo che ho apprezzato stilisticamente e nel suo compelsso, ma non posso dire che mi abbia fatto impazzire, perchè le tematiche sono forti, turbano e forse anche il fatto che non ero proprio preparata a tutta questa inquietudine e turbamento mi ha portato ad essere troppo inquieta. Forse, direte, era quello l'obiettivo ... mah ... preferisco la felicità!

A parte la sintesi soggettiva posso dirvi che a coloro che piace il genere ne saranno ampiamente soddisfatti, assicurato!!

Gianfranco Sorge è nato a Catania, dove tuttora risiede, il 25/10/1959. Conseguita la maturità classica, si è laureato con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Catania e si è specializzato in Psichiatria e successivamente in Psicoterapia presso l’Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo (I.I.P.G.). Dipendente dell’A.S.P. 3 di Catania in qualità di dirigente psichiatra, dal 2006/2007 insegna Psicopatologia/Psichiatria Psicodinamica presso la scuola di specializzazione dell’I.I.P.G. di Catania. Ha pubblicato settantacinque lavori scientifici. Fra i suoi hobby il giardinaggio, l’acquariofilia, l’antiquariato. La passione per la narrativa è nata al termine del percorso di formazione psicoanalitica concretizzandosi con la pubblicazione di alcuni racconti. I suoi elaborati si pongono come un tentativo di trasferire nell’area del rappresentabile aspetti profondi del Sé. Nell’ottobre 2014 pubblica il romanzo Spiragli di buio con David and Matthaus Edizioni.

Nessun commento: