Recensione flash: "L'importanza di chiamarsi Cristian Grei"

mercoledì 25 febbraio 2015

 
---oOo---
 L'importanza 
di chiamarsi
Cristian Grei
di Chiara Parenti
pagine 190
prezzo 2.49€
Youfeel Rizzoli
voto:
3/5
--o--






Cristian Grei ha trentadue anni e una sola, acerrima nemica: E. L. James, che con le sue 50 Sfumature gli ha rovinato la vita.
Tutte le donne, infatti, appena sentono il suo nome, vedono in lui un dominatore in 3D e l'incarnazione delle più proibite fantasie erotiche.
Ma se vivi a Prato, fai il becchino nell’agenzia di onoranze funebri di famiglia e sei ipocondriaco, avere il nome "uguale" a quello del più grande amatore di tutti i tempi, che si sposta in elicottero ed è a capo di un’azienda leader mondiale,può creare una costante e fastidiosissima ansia da prestazione.
Solo Antonella, l'amica di sempre, è in grado di divertirsi giocando con lui e tenere a bada le sue mille ansie, ma soprattuto è disposta ad amarlo per quello che è realmente.
Cristian Grei riuscirà finalmente a capire che è lei la donna giusta? E soprattutto sarà “pronto a riceverla”?


Considerazioni.
Dopo il carinissimo "Con un poco di zucchero" che mi aveva decisamente conquistato arriva questo racconto breve sempre targato YouFeel, la collana solo digitale di Rizzoli, il quale fa palesemente (e anche senza troppo mistero) riferimento alla trilogia erotica (che faccia piacere o meno) del nostro tempo "Cinquanta sfumature di grigio".

Il racconto ha come protagonista Cristian Grei, ma anzichè essere ricco, bellissimo e fichissimo come il  suo famoso (quasi) omonimo è un becchino, intelligentone e piuttosto ipocondriaco che al posto di avere una stanza rossa del peccato e del sadomaso ha una stanza piena di giochi, console, strumenti informatici più o meno ludici, ecc...

Little Tony (ovvero Antonella Stasi) è invece una dottoressa molto amica di Cristian che è innamorata del nostro eroe da sempre, ma che non è mai riuscita a comunicargli quello che prova per lui, credendo di essergli indifferenti.

Come al solito la Parenti si (e ci) diverte a sdrammatizzare, ironizzare su una situazione della vita, un personaggio che entra nella vita quotidiana (come Christian Grey) o un momento e destrutturando la storia, "smotando" il personaggio a suo di risate (nostre).
Anche qui non si smetisce e riesce a regalare una storia spassosissima, infarcita di battute ironiche che non lasciano spazio al pensiero ma solo al divertimento, allo spasso, che viene naturale, dal profondo e sincero.

E' facilissimo immedesimarsi in Tony, la ragazza che si è innamorata di un uomo che pensa non la corrisponda, che anela e spasima per un uomo che non la considera (o perlomeno così crede). Ed è facile entrare nei meccanismi così ben oliati della commedia, con la rincorsa tra Cristian e Tony, nonostante le loro pocche, le loro manie, quasi ossessive, che li perseguitano da sempre e li contraddistinguono.


Chiara Parenti Dice di sè "Sono arrivata sul vostro pianeta 34 anni fa e ci sto molto volentieri. Sono giornalista e addetta stampa, ma lavoro anche con i libri che mi piacciono tantissimo. Abito a Carraia-County, una spolverata di casine tra i campi e l’A11, in provincia di Lucca. Sono brava a fare la raccolta differenziata e odio i cetrioli e le pulizie di primavera. La settimana in cui ho lavorato come rappresentante di aspirapolvere è stata la più terrificante della mia vita.
Dotata di almeno 45 personalità diverse che albergano allegramente nella mia testa, adoro scrivere storie, per poter dar voce a ognuna di esse. Sono pigra e fermamente convinta che se una cosa è troppo lontana per essere presa senza alzarmi dal divano, allora è una cosa che non mi serve. Il mio motto è: non fare oggi quello che puoi tranquillamente fare domani.
Ho un Topino Adorato, una Lady Gaga come gatto, e scrivo cose buffe su un blogghino che si chiama Il Giardino d’estate, che aggiorno con una cadenza giornaliera. Cioè settimanale. No, forse quindicinale. Insomma, ogni volta che me lo dicono le vocine nella mia testa
".

2 commenti:

Ludo ha detto...

Endi, questo pare carino assai...

Endimione Birches ha detto...

E' mooolto divertente!!!!!
Sicuro!!!
Xoxo
Endi