Voglia di antico e magico fermento ...

mercoledì 1 aprile 2015

Oggi vorrei proporvi dei romanzi che secondo me potreste non solo leggere, ma divorare, conservare e leggere più volte nella vita. Uno è stato premiato con il Pulizer nel 2006 (tanto per dire) e gli altri sono romanzi che hanno un bel complesso articolato e profondo di tematiche che (qualora abbiate tempo, modo e voglia) a mio parere non sono niente male da approfondire e a cui dedicare qualche tempo. Curiosi? Andiamo a vedere...


 




---oOo---
March. 
Il padre delle piccole donne
di Geraldine Brooks
pagine 330 circa
prezzo 9.00€
Beat Editore
dal 31 marzo
--o--







1861, Virginia. La Guerra civile infuria e nel salotto di Augustus Clement, dove un tempo la moglie riceveva gli ospiti, ora sono accampati i feriti delle truppe unioniste.
Accovacciato in un angolo c'è anche il cappellano March, che si perde nei ricordi di una notte di vent'anni prima quando, ancora venditore ambulante, era stato ospite di Augustus e aveva scoperto i baci e le carezze di Grace, la bella schiava di colore dei Clement.
Per scacciare il turbamento di quella primavera, il cappellano estrae dalla tasca un piccolo involto di seta con un riccio biondo, un ciuffo nero, un ricciolo castano: le ciocche dei capelli di Amy, Beth e Meg, le sue figlie, le sue piccole donne lontane...
Geraldine Brooks rivolge un doppio omaggio a "Piccole donne". Da un lato narra quello che nel celebre libro della Alcott è taciuto (l'anno che Mr. March trascorse in guerra) e, dall'altro, modella la figura di quest'ultimo su quella del padre vero della Alcott, Bronson Alcott, uno dei grandi esponenti dell'idealismo americano del XIX secolo con Emerson e Thoreau.

Il romanzo è stato pubblicato precedentemente in edizione Neri Pozza con il titolo "L'Idealista". Questo romanzo è stato anche premiato con il prestigioso Premio Pulizer nel 2006, nell'ambito della narrativa "fiction".

Geraldine Brooks ha vinto il Pulitzer Prize con il romanzo L'idealista (Neri Pozza 2005).  Corrispondente di guerra per il Wall Street Journal, il New York Times e il Washington Post, Brooks è nata in Australia e vive oggi in Virginia, negli Stati Uniti. Il suo primo romanzo, Annus Mirabilis (Neri Pozza 2003, BEAT 2014), è stato un bestseller internazionale. Tra le opere apparse in BEAT I custodi del libro (2010) e L'isola dei due mondi (2013).

--o--



 


---oOo---
Lo specialista
del cuore
di Claire Holden Rothman
pagine 380 circa
prezzo 9.00€
Beat Editore
dal 31 marzo
--o-- 








E una gelida notte d'inverno del 1874 quando Honoré Bourret, rinomato medico di St Andrews East, ridente cittadina del Quebec vicina alla foce del fiume Ottawa, entra nella camera di Agnès, la sua bambina di cinque anni, la bacia, esce, poi raccoglie nella sua stanza qualche vestito e i soldi messi da parte per il battesimo di Laure, l'altra figlia di cui sua moglie è in attesa, e scappa.
cover originale
Una fuga generata da un'accusa orribile: aver percosso e affogato sulla riva dell'Ottawa Marie, sua sorella, una ragazza storpia e muta, diventata, a detta degli abitanti di St Andrews East, un peso insopportabile per lui e la sua carriera dopo la scomparsa dei loro genitori. Da quella notte d'inverno, un pensiero ossessivo si insinua nella mente di Agnès: ritrovare suo padre, "quell'uomo triste e tenebroso", e riconquistarlo.
Alla morte della madre, incapace di sopravvivere agli eventi, Agnès, la pelle scura come quella di una zingara, viene accudita dalla nonna assieme a sua sorella Laure, bella come un angelo coi suoi capelli setosi e color del grano.
Mentre Laure si rifugia nel suo mondo protetto e incantato di bambina dalla salute cagionevole, Agnès coltiva con ostinazione un sogno apparentemente irrealizzabile per una ragazzina del XIX secolo: percorrere le stesse orme del padre, diventare medico, nella speranza di poterlo un giorno incontrare.


Claire Holden Rothman vive a Montreal. Ha conseguito la laurea in filosofia alla McGill University e in letteratura inglese alla Concordia University. Per tredici anni ha insegnato letteratura inglese al College di Marianopolis e scrittura creativa alla McGill. È inoltre autrice di due raccolte di racconti. Il suo primo romanzo, La specialista del cuore, è stato eletto tra i sei migliori romanzi del 2009 dalla rivista Quill and Quire.

--o--

 



---oOo---
Struggimento
di J.D.Landis
pagine 630 circa
prezzo 11€
Beat Editore
dal 31 marzo
--o--










Tra il 1830 e il 1840, il romanticismo tedesco è al suo apice. Personalità brillanti come Robert Schumann e la pianista Clara Wieck Schumann incarnano le glorie e gli eccessi di quest'epoca.
cover originale
Robert, allievo del padre di Clara, la prende in sposa.
Diciassette anni dopo, e dopo 8 figli, Clara fugge con Brahms, mentre Robert muore solo e abbandonato, all'età di 46 anni, in un manicomio.
Landis racconta questa storia d'amore e di autodistruzione seguendo un rigoroso ordine cronologico e dando voce ai numerosi personaggi che ne furono protagonisti o semplicemente vi assistettero.


J. D. Landis vive nel New Hampshire. Il suo precedente romanzo, Lying in Bed, ha ricevuto il Morton Dauwen Zabel Award dall’American Academy of Arts and Letters. Landis ha lavorato a lungo in una casa editrice americana.

4 commenti:

Pila ha detto...

Malata di Beat a rapporto!!!March e La specialista del cuore li leggerò prestissimo, la Beat mi ha fatto il mega favorone di mandarmeli...non ci credevo ancora quando li ho visti!!! *-*
E Struggimento è in wishlist!!Che belle uscite questo mese Endi!! *-*

Endimione Birches ha detto...

Eh brava Pila!!! Poi fammi sapere come li hai trovati ;))))
xo
Endi

Ludo ha detto...

Endi, ma io sapevo che non c'era alcuna vera prova di atti eclatanti tra Clara Shuman e Brahms... sai se quella raccontata in Struggimento è un racconto MOLTO LIBERAMENTE TRATTO da fatti reali?

Endimione Birches ha detto...

Ciao Ludo!!!

Io "Struggimento" non l'ho ancora letto però so che è argomento ancora molto discusso proprio perché non ci sono prova evidenti, ma piccoli indizi. Non sono riuscita a trovare notizie che dicessero del romanzo che fosse liberamente tratto, ma presumo che viste le lacune l'autrice abbia giocato su quello creando la possibilità piuttosto che ricreando la realtà, ma le mie rimangono supposizioni fintanto che non vedo il romanzo 😆☺😅😊