-------------------------------------

Consigli per l'estate!!

sabato 18 luglio 2015





---oOo---
Se non
fossi tu

di Jemma Forte
pagine 350 circa
prezzo 12.90€
Harlequin Mondadori
già disponibile
voto: 
--o--







Dopo un vano tentativo di seduzione nei confronti del marito Max, da cui ultimamente si sente trascurata, Jennifer Wright esce di casa in preda all'agitazione. Deve assolutamente andare dalla sua migliore amica.
cover originale
Indossa solo lingerie e un soprabito, è sconvolta, non presta attenzione alla strada e...
Viene investita da un'auto.
Finisce in coma all'ospedale, e forse era proprio quello che ci voleva per rimettere ordine nei suoi pensieri. Durante il coma, infatti, fa esperienza di come sarebbe stata la sua vita se in passato avesse preso decisioni diverse.
Che cosa sarebbe stato di lei se nel 1994 avesse seguito quel gran figo di Aidan in Australia?
E se nel 1997 non avesse mollato Tim, genio del computer, che si sarebbe arricchito grazie a una sua invenzione da nerd?
E che dire di Steve, il bravo ragazzo, che nella realtà ha lasciato per quello che sarebbe diventato poi suo marito?
Tre possibilità fino a quel momento inesplorate che le faranno capire con chiarezza chi è Jennifer Wrigth e che cosa dovrà fare per riconquistare la felicità perduta.


Considerazioni
.
Oggi vi propongo di letture un pò insolite, che vi piaceranno sicuramente se avete voglia di leggere dei romanzi che sono sicuramente di evasione, ma che sono perfetti se avete voglia di mescolare le carte e prenere pausa dalle solite trame. 

La prima di queste letture si è rivelata un'insolita e piacevole lettura. Jemma Forte, infatti ha preso una donna, Jennifer, che è moglie e madre di due bambine. Come capita, prima o poi, probabilmente, Jennifer, all'inizio del romanzo, sta valutando un pò la sua vita e le sue scelte e guardandodi indietro, ad un certo punto, si domanda se abbia fatto le scelte giuste, e come sarebbe invece stato prendere altre decisioni. Jennifer, nel gioco delle possibilità, è tremendamente curiosa di sapere come sarebbe andata se avesse preso strade diverse da quella che ha mantenuto.

Non è che Jennifer sia scontenta della sua esistenza o rimpianga qualcosa in particolare, solo è arriva ad un punto in cui è un pò in crisi con se stessa e non del tutto o felice (causa un marito distratto, abitudinario, non più affascinato dalla sua presenza e schiacciata dalla monotonia della vita).
Jennifer ha tentato di modificare le cose, di farle andare meglio, in particolar modo con il marito, che ha cercato di attrarre nuovamente verso di se come un tempo, ma le cose non sono andare proprio benissimo e tutto è un culminato con un discussione che la vede uscire di casa, decisamente arrabbiata, e trovarsi travolta da un'auto di passaggio.

Jennifer entra in coma.  Proprio il coma le permette di esplorare tutte quelle scelte e quelle possibilità su cui si interpellava e quindi vedere come la sua storia personale, privata e soggettiva, sarebbe andata. La vediamo con accanto Max (il primo amore e poi marito), con Aidan (il fiigo), con Steven (il genio dei computer) e dinfine con Tim (il bravo ragazzo).

In una sorte di rivisitazione di "Sliding doors" ecco che Jennifer vede le possiblità delle sua vita prendere forma, anche se solo nella sua mente capire meglio il senso delle sue scelte, tra salti temporali e vedendo, per ogni storia, come si sarebbe evoluta e come si sarebbe conclusa.

Mi è piaciuto molto leggere questo romanzo perchè non mi aspettavo fosse così carino, e ssoprattutto mi è piaciuto molto che non fosse ripetitivo, scontato e con un finale prevedibile.
E' un romanzo d'ecvasione, non vi è dubbio, ma nel suo piccolo fa buone domande e consente di arrivare a ragionamenti non del tutto banali o scontati, come l'importanza di cogliere i momenti, non avere rimpianti e scegliere un amore che ci rendsa felici.

Consigliato.

Jemma Forte Da piccola sognava di poter scrivere per Cosmopolitan e diventare una famosa attrice. In realtà la sua carriera è iniziata come assistente di produzione per film, fiction e video musicali, fino a ottenere un lavoro con Disney Channel. Dopo questa esperienza, si è dedicata al ruolo di madre, occupando i suoi momenti liberi con la stesura del primo romanzo. I diritti cinematografici di Se non fossi tu sono stati opzionati da Working Titles Films.

--o--

---oOo---
Amami 
per un'estate
di Katie Cotugno
pagine 300 circa
prezzo 17.90€
Sperling and Kupfer
già disponibile
voto: 
--o--






Molly Barlow ha fatto uno sbaglio, e il suo nome è Gabe. Pur di allontanarsene, Molly ha lasciato la sua città, Star Lake, e ha detto addio al suo mondo.
Ma non poteva stare via per sempre. E quando, dopo aver passato l'ultimo anno di scuola lontano da casa, torna per l'estate, è evidente che nessuno ha dimenticato quello che è successo. Il comitato di benvenuto non lascia speranze: la sera stessa del suo rientro, Molly viene accolta da un lancio di uova contro casa, la sua migliore amica non vuole avere nulla a che fare con lei, e i suoi amici la evitano.
Senza contare Julia Donnelly, la sorella dei due ragazzi a cui
cover originale
Molly ha spezzato il cuore. Con lei… è guerra aperta. Molly vorrebbe scomparire. Per fortuna mancano solo 99 giorni alla sua partenza per il college.
Allora sì che potrà gettarsi il passato alle spalle e ricominciare davvero tutto daccapo. Le cose però non sono mai semplici e, nonostante Molly faccia del suo meglio per nascondersi, Star Lake è troppo piccola per pensare di passarvi inosservata, o per non imbattersi ancora nei fratelli Donnelly. 99 giorni. Solo 99 giorni per affrontare le conseguenze delle proprie azioni, correggere gli errori e scoprire sulla propria pelle che ci sono dolori difficili da superare e scelte impossibili da fare.
"Amami per un'estate" è una storia d'amore perfidamente divertente, e straordinariamente imprevedibile. Con le sue paure e i suoi difetti, la voce della protagonista parlerà a ognuno di noi, perché a tutti capita di sbagliare e, di fronte a una seconda occasione, sta a noi non sprecarla. Sta a noi provare a essere felici. Adesso. Non importa quanto durerà.


Considerazioni.
Altro romanzo che ho trovato interessante, ma per ragioni del tutto differenti, è questo della Cotugno, della quale da un pò volevo leggere un romanzo.
Mi avevano avvertito che le storie di questa autrici sono un pò tormentatucce e non sempre dall'esito positivo, ma volevo buttarmi in suo scritto e ho incominciato da questo, non so se ho fatto bene, ma tant'è.
 
Il romanzo parla di una ragazza che torna al suo paese natio, dopo che ha combinato un bel pò di pasticci con due fratelli del luogo, dopo un anno di assenza (e con una fuga che tutti si ricordano) e che non riene ben vista da amici, parente, conoscenti, ecc... 

Molly, l'indecisa e paurosa protagonista di questo romanzo, torna in questo paesino di pochissime anime da cui tutti vogliono fuggire, in attesa di andare al College. Ma tra il momento dell'arrivo e quello della partenza ci sono 99 giorni che fanno da cuscinetto e che saranno un'inferno, siccome in paese, tranne sua madre, non la vuole più vedere nessuno. Nè la sua amica, che Molly ha scaricato senza nemmeno un saluto, nè il suo ex fidanzato, che ha tradito con il fratello Gabe, nè la sorella di questi due, che non perde tempo a darle il benvenuto a suo di uova sulla porta di casa...

Molly verrà insultata, presa in giro, vessata e quant'altro praticamente da tutti, ma soprattutto dal ragazzo che crede amico e che invece si rivela pronto al tradimento alla prima occasione.
Non sarà un'estate facile quella di Molly, ma ci saranno momenti per tutto: dal riscatto, al perdono, alla rinconquistata amicizia, che sembra impossibile tra alcuni di loro. 
 
99 gironi dovranno bastare a mettere a posto le cose per poi partire per nuova vita, e questi 99 giorno sono anche una specie di periodo di tempo per maturare quanto basta, per essere in grado di fare delle scelte importanti, di comprendere e lasciarsi alle spalle un passato di cui Molly non si sente orgogliosa, che non rimpiange e verso il quale si è dimostrata immatura, egoista e spiacevole nei confronti di tutti.

E' fondamentalmente un romanzo che si collca tra lo YA e il NA, pur non essendo nessuno dei due. Si legge scorrevolmente, si apprezzano anche diversi momenti, e mi è piaciuto molto per il finale coraggioso, che lascia in qualche modo senza certezze, ma con molte consapevolezze in più.
La Cotugno fa delle scelte, per il suo romanzo, assolutamente impolari, ma coraggiose, apprezzabili, comprensibili e naturali, ma ovviamente per chi legge e spera ardentemente un certo tipo di romanzo, con conseguente finali, non del tutto soddisfacente. Siete avvertiti.

Katie Cotugno vive a Boston. Autrice di racconti pubblicati su importanti riviste letterarie, è stata candidata al prestigioso Pushcart Prize. Lo sbaglio più bello della mia vitaè il suo primo romanzo, attesissimo in ben quattordici Paesi.

2 commenti:

Sfogliando la vita ha detto...

Mi ispirano entrambi... E poi, sembrano perfetti per questo caldo infernale :)

Endimione Birches ha detto...

Sì, infatti, questo caldo almeno ha il lato positivo che non ci distrae dalla lettura ;)
Xo
Endi