Intervista a Edy Tassi: "Effetto Domino"

venerdì 24 luglio 2015


 

 ---oOo---
Effetto
Domino
 di Edy Tassi
pagine 350 circa
prezzo 12.90€
ebook €6,99
Harlequin Mondadori
già disponibile
con copia autografata sul sito 
della casa editrice 
--o--






Nascosta dietro l'obiettivo della macchina fotografica, Gloria è sicura di essere intoccabile.
E invisibile.
Di poter scegliere lei ogni mossa, anche con gli uomini. Seducendoli, amandoli senza inibizioni, e poi lasciandoli prima di poter provare emozioni troppo intense.
Prima di poter soffrire. Ma nessuno può sfuggire alla propria storia. E quando il passato la chiama con forza dall'Africa alle sponde scintillanti ed esclusive del Lago di Como, Gloria comincia a seguire le tracce di una verità scomoda, di una storia familiare misteriosa e affascinante.
Al centro di tutto c'è l'enigmatica e imponente Villa Visdomini
E un uomo, Marco, che è tentazione pura, pericoloso come il fuoco che divampa tra loro. Questa volta Gloria non può più nascondersi.
 ATTENZIONE:

 Se acquistate copia del romanzo il romanzo su 
HARLEQUIN MONDADORI.IT, riceverete una  
copia con dedica orginale dell'autrice!

|
|
|
v




 ---o- Intervista -o---


1. Come nasce "EFFETTO DOMINO"?

Volevo rendere omaggio al lago di Como con un romanzo. E volevo scrivere una storia che contenesse entrambi i generi che preferisco, cioè il rosa e il giallo. Così ho cominciato ad abbozzare un’idea. Devo dire che, come spesso accade, il risultato è abbastanza diverso dal progetto iniziale, ma sono molto soddisfatta!

2. Intraprendendo questo romanzo, noi lettori, in che trama ci troveremo coinvolti ?

Come dicevo, c’è il rosa, perché è un romance e quindi la storia d’amore è imprescindibile. C’è il rosso della passione, perché ho voluto condire ancora la storia con una buona dose di peperoncino. E poi c’è il giallo dell’intrigo. Quindi direi che per contenere tutti questi elementi la trama doveva essere per forza piuttosto articolata. Gloria è una ragazza che si è un po’ rassegnata un po’ convinta a vivere la vita che vive, ma di colpo si trova sbalzata in una realtà che non aveva mai immaginato e che deve imparare a conoscere e ad accettare. Certo, il trauma, almeno all’inizio, viene attutito dalla presenza di Marco, che si rivela un “effetto collaterale” molto interessante. Però, anche lì, non è tutto oro quello che luccica e saranno le lettrici a dover scoprire perché!

3. Come nasce il titolo e come si accosta alla copertina?

Il titolo mi è venuto in mente quando dovevo pensare a qualcosa di provvisorio da inserire nel contratto. Poiché la trama è un susseguirsi di eventi sempre più incalzanti, mi pareva che l’immagine delle tesserine che precipitano a terra travolgendosi le une con le altre rendesse bene. Poi, con l’andare del tempo mi sono affezionata al titolo e ho chiesto che rimanesse quello. Sono ancora convinta che sia perfetto e mi ha fatto piacere che Harlequin Mondadori abbia accolto la mia richiesta. Per quanto riguarda la copertina, devo dire che è molto lontana da quella che avevo immaginato io, ma ora mi piace molto. È davvero elegante, con le sue sfumature opache. E poi il bianco, il rosso e il nero sono i miei colori preferiti! Più che alludere a qualcosa di specifico del libro, trovo che sia suggestiva: Gloria ha come un velo, davanti agli occhi, che l’effetto domino squarcerà.

4. E' nata prima la trama o prima i personaggi?

Prima l’idea della trama. Avevo degli elementi che mi piacevano: la scoperta di una realtà famigliare di cui la protagonista non sapeva niente. La presenza di una villa (che esiste davvero) al centro di un intrigo. Il progressivo aprirsi dei protagonisti a dei sentimenti improvvisi. La nostalgia dell’infanzia. E da lì ho cercato di pensare ai personaggi migliori a cui far vivere queste esperienze.

5. Cosa ti è piaciuto raccontare di questa storia?

Le scene erotiche sono divertenti, ma devo dire che la cosa più divertente di tutte è stato vedere il cattivo della storia diventare sempre più cattivo. Non vi svelo chi è, ma sappiate che a un certo punto questo personaggio ha deciso di prendere in mano la situazione e far vedere di cos’era capace. L’ho assecondato e devo dire che ho fatto bene! Con lui, arrivare alla fine del romanzo è stato davvero un gioco da ragazzi. Non so se ce l’avrei fatta se non si fosse dimostrato per quello che era...

6. "BALLANDO CON IL FUOCO" aveva come protagonista una ballerina, in "EFFETTO DOMINO" invece, protagonista, è una fotografa. Dicono che fare lo scrittore (ola scrittrice) sia il modo migliore per applicare il detto "ogni lavoro è bello per i primi 5 minuti" c' è qualcosa di vero in questo, nel tuo caso?

Ommamma allora io che traduco da quindici anni cosa devo dire??? Sicuramente scrivere ti permette di “sperimentare” tanti lavori diversi. In Ballando con il Fuoco ho scelto per Arianna una professione che adoro, quella che, come molte bambine, sognavo anche io da piccola. Per Gloria ho scelto una professione in linea con la trama. Fare la fotografa ti permette in un certo senso di scegliere cosa guardare. E Gloria a un certo punto si trova costretta a guardare cose di cui era all’oscuro e che forse avrebbe preferito continuare a ignorare. Direi che è stata una scelta funzionale.

7. Anche questo romanzo è un erotico. Pensi sia il genere a te più congeniale, è una scelta dettata dal l'istinto o è solo un caso?

Traducendo ho imparato ad alzare a abbassare la fiamma a seconda delle indicazioni che ricevevo dalle case editrici e quindi questo meccanismo mi è un po’ entrato dentro senza che me ne rendessi conto. In Effetto Domino l’erotismo c’è, ma è un filo meno sfacciato, meno preponderante. In realtà mi piacciono le situazioni maliziose e quando mi ci ritrovo in mezzo scelgo come dosare il peperoncino in modo da metterlo al servizio della storia. O almeno ci provo!

8. In un panorama che vede imporsi sempre più trilogie e serie, hai mai pensato di cimentarti anche tu in una serie di romanzi collegati tra loro?

Ci sto pensando, sì. Però voglio essere sicura di avere in mano una storia (o una serie di storie) che reggano bene. Vorrei che l’intensità della narrazione rimanesse la stessa. E finché non ne sarò sicura, credo che aspetterò.

9. Quale romanzo erotico ti sarebbe piaciuto aver scritto (anche di tempi lontani)?

Possiamo definire erotici i romanzi di Anne Rice? Non mi riferisco alla trilogia che ha scritto sotto pseudonimo dedicato alla Bella Addormentata, ma a quelli su streghe e vampiri. Ecco, io ho adorato L’ora delle Streghe. Lo nomino ogni volta che posso e per me quel libro, pur non essendo catalogato come romanzo erotico, contiene alcune delle scene più belle che io abbia letto.

10. Hai già un altro romanzo che spunta dal cassetto?

Diciamo di sì? Sto lavorando e ho diversi progetti in mente. Vediamo cosa si concretizzerà prima!

Grazie di questa bella intervista e grazie a tutte le lettrici del blog che vorranno provare a farsi travolgere dall’Effetto Domino!

Un immenso GRAZIE a Edy 
perchè ha trovato tempo dove tempo 
poco vi era!!
Grazie di cuore 
  ❤❤❤
Edy Tassi Originaria di Cantù, in provincia di Como, dopo anni dedicati alla traduzione per importanti realtà editoriali come Harlequin Mondadori, Morellini e Grandi & Associati, Piemme e Feltrinelli, passando per il Women Fiction Festival, approda finalmente alla scrittura creativa, come sognava fin da quando ricevette in regalo dal nonno una Olivetti Lettera 22, in un tempo in cui scrivere significava ancora “sporcarsi le mani”. Da lì, le storie non l’hanno mai abbandonata.  Sposata, due figlie, le sue giornate ruotano intorno alla famiglia e ai libri. La cosa più difficile della sua vita? Far capire che quando è seduta sul divano con una tazza di tè davanti e un libro in mano… sta lavorando! Harlequin Mondadori ha pubblicato Ballando con il fuoco. On-line la trovate sul sito web www.edytassi.it e su Facebook.com/edy.tassi. “Questa favolosa scrittrice italiana non ha niente da invidiare alle americane o alle inglesi.”Amazon.it

Nessun commento: