Recensione: "Spettabile Demone" di Aninima Strega

martedì 7 luglio 2015




   ---oOo---
 Spettabile

Demone
di Anonima Strega
pagine 208 
prezzo € 1,99
 Solo in ebook
già disponibile
voto:
3/5

 --o--








Accetteresti tre milioni di euro in cambio di un lavoro di due settimane segregata in una villa abitata da demoni? Nessuno rifiuterebbe tre milioni di euro per quindici giorni di lavoro, ma se il compito prevedesse di essere rinchiusi in una villa sperduta, abitata da cinque demoni, la faccenda si farebbe complicata.
A Iris quei soldi fanno gola, tuttavia non crede alla storia di dannazione e caduta raccontatale dai suoi coinquilini o presunti demoni che siano. Se cede alla proposta di scrivere per conto loro una richiesta di redenzione, è solo perché la fuga le è preclusa.
Il maggiordomo Damien, l’autista Nadir, il cuoco Zaccaria, il giardiniere Theo e il Guardiano Sebastian sono gli uomini più affascinanti che Iris abbia mai incontrato, ma anche i più irrazionali, dunque è bene non pensare troppo all’algido Sebastian, meglio assecondare le sue follie e sperare nel pagamento.
Ma è difficile spiegarsi alcuni strani illusionismi. E ancora di più addormentarsi sotto lo stesso tetto di cinque splendide furie che per espiare passioni e colpe affermano di non sfogare gli istinti sessuali da trecento anni...

Considerazioni.
Accetteresti tre milioni di euro in cambio di un lavoro di due settimane segregata in una villa abitata da demoni?
Questo è il presupposto sostanziale del romanzo, che si pone, con il ritmo di una commedia (moderna) e ironica, di narrare una storia che rievoca il peccaminoso patto che può avvenire tra uomo (inteso in senso più ampio come individuo, in questo caso) e il diavolo.

Da sempre, infatti, questo patto è in qualche modo piuttosto accattivante per coloro che non riescono a raggiungere i loro obiettivi, ovvero sono abitati dal sacro fuoco del successo e dell'ambizione, nonchè coloro che possono riuscire nella vita anche con le proprie forza, ma vogliono trovare una scappatoia in termini di tempo e momento. Il prezzo, è tutto sommato sempre lo stesso, ma quello che intriga è normalmente il cosa si rinuncia in cambio del "premio" finale. Vale la pena? E' commisurato alla perdita?

Anonmia Strega, l'autrice di questo romanzo, ci guida nella vita di Iris, la quale si trova in palesi difficoltà economiche e ad un tratto le viene proposto "un patto demoniaco" in tutti i sensi, e in modo sicuramente non convenzionale: Si tratta di un lavoro - per sole due settimane - il quale prevede un compenso di 3 milioni di euro. Avete capito bene, non è un errore di battirura.
Iris annusa odore di bruciato (anche perchè esce sul balcone e si trova un tipo sospetto che le fa una proposta decisamente strana), ma avendo problemi economici di non poco conto non fa troppo la schizzinosa e si reca presso la villa del suo futuro datore di lavoro, per discutere i dettagli del contratto ed eventualmente firmare, ma si trova ad essere prigioniera della dimora in cui è capitata e senza possibilità di rinunciare all'accordo.
Ragazzi bellissimi, segreti inquietanti e risvolti che tendono a tenere sulle spine il lettore, la scrittrice non si fa mancare nulla in questa storia estremamente carina, a dispetto della trama che tutto subito mi aveva stranito (non sapevo bene cosa aspettarmi) e poi invece mi ha divertito nel suo incedere ironico, con i toni della commedia e dallo spirito allegro.

E' stato particolarmente piacevole entrare nel mondo creato da Anonima Strega, partendo da una colonna sonora particolare (Metalicca, Iron Maiden, ecc...) fino ad arrivare ai personaggi, anche quelli più di contorno (come il cuoco, l'autista, o il giardiniere, o ancora il maggiordomo, ecc...) che rendono piacevole e divertente tutta la storia che circonda la protagonista e in un secondo momento anche il suo interesse amoroso (perchè non scordiamo, è un romance paranormale).

Certo non è un romanzo che si prefigge scopi di riflessione importante e che nemmeno vuole o pretende affrontare argomenti o tematiche di un certo peso, ma la sua onestà e freschezza nel non prendersi troppo sul serio è davvero molto apprezzabile. Come avrete compreso è una commedia tra il paranormale, il surreale e il romantico, che rappresenta una lettura, nel complesso, piacevolissima da accompagnare l'estate e la sua voglia di evasione, divertimento e allegria, che non si prende troppo sul serio e al contempo è un buon modo di intrattenersi!

Anonima Strega si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie. Crede fermamente che gli elementi del creato siano guida e strumento, sia per le streghe, sia per i protagonisti di avventure d’amore paranormali, come quelli di “Killer di cuori”, racconto pubblicato da “La mia biblioteca romantica” per la rassegna “Christmas in Love 2014.” Su “Il Diario della fenice” cura invece una rubrica dedicata ai consigli magici. Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi.

Nessun commento: