... al 67 Clarges Street, prego!

mercoledì 2 settembre 2015

Io adoro la casa editrice Astoria Edizioni. Non se l'avete notato, ma le sue storie sono sempre interessanti, scritte con quello stile âgée che mi piace tanto e di cui non mi stanco mai ... e poi è la casa editrice che mi ha fatto conoscere scrittrici sempreverdi come la Beaton, la Kennedy, la Gibbon (solo per citarne alcune) e di cui sarebbe stato un vero peccato non leggerne le opere.

Questo mese, precisamente il  27 agosto, uscirà un nuovo capitolo della serie (da me amatissima)  "A House for the Season". La serie, per chi non l'avesse ancora letta, è così presentata dalla casa editrice:

"In una serie costituita da sei volumi, M.C. Beaton racconta le avventure legate a una dimora situata a Mayfair, quartiere elegante ed esclusivo di Londra, affittata di anno in anno, all’epoca della Reggenza, a inquilini che volevano sfruttare la Stagione, ovvero quel periodo che andava dalla primavera all’estate e durante la quale, attraverso balli e feste, si organizzavano matrimoni tra la ricca gioventù inglese. 
La casa di Clarges Street appartiene al decimo duca di Pelham, essendosi il nono suicidato. Non solo per questo la casa non è stata affittata per due stagioni: durante la Stagione successiva al suicidio, il figlio degli affittuari aveva perso al gioco l’intero patrimonio di famiglia e la figlia era stata trovata morta in Green Park senza apparenti ragioni. L’alone di sfortuna che circonda la dimora fa sì che si siano abbassati i prezzi dell’affitto.
La casa è quindi vuota a eccezione della servitù, l’altra vera protagonista della serie. Trattati malissimo dall’intermediario del duca, viene dato loro uno stipendio da fame, e quindi contano su gli inquilini per avere qualche mese più ricco.
Il maggiordomo Rainbird, il cuoco Angus MacGregor, la governante Mrs Middleton, Joseph il valletto, Jenny la cameriera, Dave il ragazzo di cucina costituiscono un gruppo a cui è impossibile non affezionarsi.
Scritti con l’usuale folgorante umorismo della Beaton, questi libri ci regalano un delizioso intrattenimento accompagnato da un’ottima ricostruzione del periodo storico."
Ed ecco la trama di questo quarto romanzo:
"È comprensibile che, di ritorno da anni di guerra, un giovane possa desiderare solo di divertirsi. Ma la festa organizzata da lord Carlton al 67 di Clarges Street è tale da scandalizzare non solo la buona società londinese, ma anche l’egregia servitù della casa. Alla quale viene poi chiesto aiuto per conquistare una dama severa…"

 



---oOo---
La carriera
di un 
libertino
67 Clarges Street
di M.C. Beaton 
Pagine 200 circa
Prezzo 15€
Astoria Editore
dal 27 agosto
--o--






La serie "A House for the Season" è composta da: 
 --
2. Plain Jane - Jane la bruttina
3. The Wicked Godmother - La perfida madrina 
4. Rake's Progress - La carriera di un libertino
5. The Adventuress - ancora inedito 
6. Rainbird's Revenge  - ancora inedito  

Lord Guy Carlton, di ritorno dalla guerra contro Napoleone, desi­dera solo alcol, donne e divertimento.
cover originale
Affitta 67 Clarges Street, dove si stabilisce con un amico, e all’inizio il gruppo dei nostri simpatici domestici è felice del nuovo inquilino, che elargisce abbondanti mance e porta nuova vita nell’elegante dimora.
Dopo pochissimo, però, lo stile sregolato del giovanotto sciocca Rainbird and Co., e quando lord Carlton s’innamora di una giovane ereditiera dall’educazione rigida, che lo vede come la quintessenza di tutti i peccati, Rainbird sarà felice di correre in suo aiuto per trasformarlo in un gentiluomo.



Marion Chesney (1936) è nota per aver scritto più di 100 romanzi storici, pubblicati sotto numerosi pseudonimi.
M.C. Beaton (il nome usato per le serie mistery) è nata in Scozia, ha lavorato come libraia, specializzata in narrativa, ha intrapreso poi la carriera di giornalista, di moda prima di cronaca nera poi. Dopo alcuni anni trascorsi negli Stati Uniti – dove cominciò appunto a scrivere romanzi storici – Marion, di ritorno in Inghilterra decise di dedicarsi ai gialli. Diede vita prima a una serie con Hamish Macbeth e, a partire dal 1992, a quella che vede protagonista Agatha Raisin.

3 commenti:

Lady Debora ha detto...

Ho letto tra questi Jane la bruttina e mi è piaciuto molto anche se non sapevo facesse parte di una serie.. vedrò di recuperare anche gli altri :)

Endimione Birches ha detto...

E fai benissimo! Ti piaceranno sicuramente!!!

Bookland: viaggiando tra i libri ha detto...

Ciao! Ho letto Jane la bruttina e sono corsa ad informarmi su questi romanzi! Mi incuriosiscono moltissimo! Grazie dell'info ^^