-------------------------------------

Due presentazioni e due recensioni

sabato 14 novembre 2015


 



---oOo---
  Sunrise Saga. 
Luce e Buio
 di Paolo Daolio
pagine 400 circa
prezzo 0.99€
Autopubblicato
ebook
già disponibile
--o--







"Luce e buio" è il secondo romanzo della Saga Sunrise, che segue il grande successo del primo titolo "Evoluzioni". 
L'umanità è relegata sottoterra da centinaia di anni in uno scenario post-apocalittico. Due ragazzi, aiutati da un indomito zio e una ragazzina droide dai poteri misteriosi, raggiungono il tanto atteso Livello 5.
Iniziano così una nuova avventura, in un ambiente a loro sconosciuto, continuando la ricerca della verità e la personale lotta contro la Torre Centrale. Nuovi amici incroceranno i destini di Jeremy e JJ, ma anche nuove insidie renderanno la loro esperienza tutt'altro che semplice! 
"Il quinto livello era caratterizzato da una miriade di strade, tubature e rotaie sopraelevate che riempivano letteralmente tutto lo spazio respirabile; era impossibile avere una visione a lunga distanza, tale era la densità delle infrastrutture.
Gli edifici erano tutti cubici, attaccati l'un l'altro seguendo regole architettoniche complicate, evidentemente teorizzate da qualche ingegnere robotico."

Paolo Daolio nasce il 9 luglio del 1971, a Genova, dove attualmente vive e lavora. Ama la creatività in tutte le sue forme e già nel lontano 1996 inizia la carriera in quello che sarà poi uno dei suoi grandi amori: il mondo dei videogiochi. La passione per il fantascientifico emerge grazie ai giochi di ruolo, alle consolle e, ovviamente, all’immenso Asimov, di cui divora tutte le opere. Nel 2014, completa di scrivere il suo primo romanzo, chiamato “Evoluzioni”, e ne crea una saga, su cui lavorava e fantasticava da ben più di dieci anni. Gli piace l’attività fisica, il buon cibo e passare il suo tempo libero in serenità con la moglie e la figlia.

--o--
--
 Un uomo che si batte per i propri ideali,
 non teme di lottare per amore
--
--



---oOo---
  Lo Sparviero
e la Rosa
 di Alexandra J. Forrest
pagine 400 circa
Prezzo di lancio € 1,99 (anziché € 3,99)
Autopubblicato
ebook
già disponibile
--o--







Regno Italico-Germania, IX secolo d.C.

La penisola italica è dilaniata da lotte interne per il potere e il dominio. Gli imperatori tedeschi, gli eredi carolingi e il clero si contendono la sovranità di un paese in rovina. 
Il giovane Ascanio di Castellana si batte per affermare i propri diritti e difendere dalle  prepotenze la nobiltà minore e il popolo, vessati dai potenti e dalla Chiesa, avvalendosi spesso di metodi illeciti che gli procurano fama di avventuriero, ma lo rendono popolare. 
I suoi nemici, allo scopo di arrestarne la temuta ascesa politica e comprometterne la  reputazione, non esitano ad attirarlo con le lusinghe nella loro sfera d’influenza, fino a  combinare il suo matrimonio con Griselda, educata in convento e figlia di un potente principe tedesco, uomo dispotico e crudele che pur di favorire l’ambiguo progetto dell’imperatore è pronto a sacrificarla. 
Fra scontri armati, duelli e tradimenti, Ascanio e Griselda si amano. Tuttavia sul loro  futuro si addensano nubi tempestose e nuove sfide metteranno alla prova la loro unione. Ma un uomo che combatte per i propri ideali non teme di lottare per amore della sua  donna.

Alexandra J. Forrest è lo pseudonimo con cui Angela Pesce Fassio firma i suoi romance storici. Nata ad Asti, dove risiede tuttora, è un’autrice versatile, come dimostra la sua ormai lunga carriera e la varietà della sua produzione letteraria. L’autrice coltiva altre passioni, oltre alla scrittura, fra cui ascoltare musica, dipingere, leggere e, quando le sue molteplici attività lo consentono, ama andare a cavallo e praticare yoga. Discipline che le permettono di coniugare ed equilibrare il mondo dell’immaginario col mondo materiale. I suoi libri hanno riscosso successo e consensi dal pubblico e dalla critica in Italia e all’estero.
--o--



 
---oOo---
Un terremoto 
a Borgo 
Propizio 
di Loredana Limone
pagine 400 circa
prezzo 16.50€
Salani
già disponibile
voto:
  3/5
--o--







La serie "Borgo Propizio" è composta da:

1. Borgo Propizio
2. E le stelle stanno a guardare
3. Un terremoto a Borgo Propizio 

 

A Borgo Propizio va in scena la vita che, si sa, è fatta di cose belle e di cose brutte.
Cose belle, il borgo ne ha tante da sfoggiare da quando è risorto a nuova vita, con il Castelluccio restaurato e le imbellettate case del contado, ora affacciate sull’elegante pavé a coda di pavone della piazza del Municipio, e con l’elettrizzante fermento culturale che si respira già fuori della cinta muraria e che sicuramente fa rodere il fegato a fior di città d’arte. ma un giorno qualcosa di molto brutto, un violento sisma, arriva inclemente a distruggere ampia parte del centro storico, gettando nella disperazione i propiziesi che tanto amano il loro paese. 
La villa del Comune sembra una scatola con il coperchio sfondato; il pavé è sprofondato quasi agli inferi; i lampioni, ora ciechi e senza luce, con le bocce frantumate, appaiono piegati alla catastrofe; le botteghe e le abitazioni sono squarciate, orribilmente. Felice Rondinella, appassionato sindaco, vive l’immane disastro come un fallimento personale, e Padre Tobia si sente troppo stanco per portare il peso della croce. 
Perché non si tratta solo del terremoto: al borgo i peccati sono diventati incontenibili e le confessioni scandalo allo stato puro. Non si capisce più nulla, tutto è sottosopra. L’unico fatto certo è che il professor Tranquillo Conforti, trovato a terra nella Viottola Scura, non ha avuto un infarto mentre scappava, spaventato dalle scosse, ma è stato ucciso. Un assassino a Borgo Propizio? La faccenda si complica...
Considerazioni.
Siccome ho trovato la copertina decisamente evocativa, associata ad un titolo particolarmente adatto, ecco che ho voluto lasciarmi conquistare un pò dalla confortevole ambietazione di un borgo e del suo microcosmo.

Non avevo mai letto un romanzo di questa autrice, e devo dire che sono entrata in questa vicenda a "giochi già incominciati" (visto che fa parte di una serie), però mi sono subito sentita ben accolta e piacevolmente intrigata da quano aveva da raccontarmi.

La Limone ha costruita intorno a Borgo Propizio la vicenda di diversi personaggi che si incontrano, si scontrano ed interagiscono tra di loro in occasione di un terribile terremoto.
Alle 8:53 di un mattino come tanti, infatti, un sisma di magnitudo 5.7 scuote la vita serene e pacifica della comunità che risiede a Borgo Propizio e ne modifica la pacata e pacifica quotidianità.

Il bilancio è drammatico: otto morti. Ma nella concitazione del momento nessuno si accorge che, in realtà, uno di questi è stato in realtà strangolato. Tranquillo Conforti non è morto per via del terremoto, ma qualcuno ha voluto togliergli la vita con intenzione, strangolandolo.

Nel contesto quasi ovattato di una piccola comunità composta da gruppo eterogeneo e variegato di persone con pregi e difetti, problemi e piccole e grandi felicità, Borgo Propizio è uno di quei posti in cui si vorrebbe vivere, si vorrebbero incontrare le persone che lo compongono e farsele amiche per trovare degli amici come loro, che ti fanno sentire, nel bene e nel male, come parte di una famiglia.
Quando tutto viene interrotto da una minaccia più grande, come può esserlo un terromoto, che distrugge il loro ambiente, il loro sfondo alla vita quotidiana, entra qualcosa di spiacevole nella vita di ogni persona coinvolta nel romanzo (da Cesare a Claudia, da Ruggero a Mariolina, da Belinda a Francesco, sino al sindaco del paese Felice Rondinella e al maresciallo Saltalamacchia) e la cosa viene ad aggravarsi nel momento in cui si scopre che probabilmente, nascosto da qualche parte, si nasconde anche un assassino... quello del Sig. Conforti.

E' un bel romanzo, quello scritto dalla Limone, che crea un (micro)mondo davvero molto confortevole, in cui rintanarsi quando le cose non vanno per il verso giusto o si vorrebbe leggere di un mondo in cui abitare, potendo, nonostante - ci dice l'autrice - nemmeno questo luogo apparentemente idilliaco venga risparmiato da disgrazie o spiacevoli accadimenti, che vengono prontamente vengono superati. Insieme.
Avendo iniziato questa serie dal terzo titolo, ovviamente, non mi è tutto apparso subito chiaro e diverse cose le ho dovute dedurre, ma andrò sicuramente a recuperarmi gli altri libri, per rimediare. Che dire...consigliato!

Loredana Limone, napoletana, milanese d'adozione, dopo una decina di libri tra fiabe e gastronomia, ha esordito nella narrativa con Borgo Propizio (Guanda 2012, Tea 2013). Premiato con la menzione speciale al Premio Fellini 2012, è stato tradotto in Spagna, Germania e Bulgaria, così come il secondo romanzo della serie: E le stelle non stanno a guardare (Salani 2014, Tea 2015). Nel 2015, sempre edito da Salani, è uscito il terzo romanzo della serie, Un terremoto a Borgo Propizio.

--o--



---oOo---
Fashion
Love
Anche le commesse sognano  
  di  Sara J. Del Consile
pagine 400 circa
prezzo  € 0,99
Autopubblicato
ebook
già disponibile
Voto:
   3/5
--o--




Mia è una giovane commessa milanese con una grande passione per la moda e un enorme sogno nel cassetto: trovare l'amore. 
Tra divertenti uscite con gli amici a base di Cosmopolitan, favolosi eventi di moda e il suo amato/odiato lavoro di commessa, Mia non smette mai di sognare ad occhi aperti e di fantasticare sul principe azzurro finchè un giorno il suo più grande sogno sembra realizzarsi. Diego, un affascinante ragazzo dall'aria misteriosa, arriva a Fashion Heart, il negozio in cui lavora Mia. 
Ma sarà davvero lui il grande amore che sogna da sempre? 
E' entrato nella sua vita per caso, come la migliore delle occasioni che si presenta puntuale quando meno te l'aspetti e c'è una cosa che Mia sa perfettamente: nella città delle mille occasioni, solo una stupida può lasciarsene sfuggire una così allettante... e con due occhi così stupendi e un corpo da urlo!

Considerazioni.
Altro romanzo che mi sento di consigliarvi in questa tortata di romanzi autopubblicati è questa commedia divertente e spiritosa scritta da Sara J. Del Consile.

In questo romanzo spumeggiante (si vede dalla copertina) la sua autrice ci introduce alla vita di Mia, una giovane commessa (lavoro che mal sopporta di fare) in un negozio di moda - il "Fashion Heart"  di Milano - che da sempre coltiva una passione sfrenata per la moda aspettando l'amore della sua vita che tarda ad arrivare.

Nel frattempo non se ne sta a casa facendo la maglia, ma si diverte con gli amici e le amiche alle feste, bevendo e festeggiando, con Cosmopolitan alla mano, per ogni buona occasione che le capita a tiro.
Un giorno però il destino, sotto forma di Diego, entra nel suo negozio ed il sogno di incontrare il principe azzurro sembra avverarsi incrociando quegli occhi magnetici, misteriosi e affascinanti. Ce la farà a realizzare il suo sogno l'impacciata Mia? Per saperlo vi lascio leggere il romanzo ...

Devo dire che l'idea, anche qui, è stata decisamente carina, non originale ... ma è tutto sommato uno di quei romanzi che, come trama, si ha sempre piacere di leggere per colorare le giornate.

Nonostante alcune pecche che ho riscontrato (sarà per il fatto che Mia sia un pò troppo "sciccosa e fashion victim" per i miei gusti, o che vengano nominate quasi a suon di mantra tutte le marche possibili e immaginabili di capi d'abbigliamento, o il fatto che tipi come Diego, troooooppo perfetti, non esistano) devo dire che è una commedia frizzante e divertente, lo stile decisamente molto piacevole e la storia davvero molto godibile e per queste tre ragioni mi sento di consigliarvi, tra una lettura impegnativa e l'altra o se avete voglia di tuffarvi in una commedia per smorzare i toni della giornata, questa simpatica storia.


Sara J. Del Consile è uno pseudonimo. Come la protagonista, anche l'autrice ha lavorato come commessa (il primo lavoro dei suoi vent'anni) e durante la pausa pomeridiana scriveva per passare il tempo. Dopo qualche mese ne è uscito questo romanzo, che ben presto è stato dimenticato dall'autrice, che nel frattempo ha cambiato lavoro e ha messo su famiglia.
Dopo dieci anni, l'autrice ha pensato di pubblicarlo in formato ebook, solo per il gusto di vederlo pubblicato, apportando delle piccole modifiche per renderlo più attuale (all'epoca della stesura non esistevano Facebook, Instagram, WhatsApp e simili). Stupore e meraviglia quando ha scoperto che il romanzo ha iniziato a vendere parecchie copie al giorno e che il suo piccolo sogno si è trasformato in realtà.

Nessun commento: