Recensione: "La Grotta di Cristallo" di Mary Stewart

martedì 26 aprile 2016












---oOo---
La 
Grotta di 
Cristallo
di Mary Stewart 
pagine 442 circa
prezzo 22€
Elliot
già disponibile
voto:
★★★★
--o-- 








"La trilogia di Merlino" è composta da:
--
1.  The Crystal Cave (già pubblicato da Rizzoli) - La grotta di cristallo
2. The Hollow Hills (già pubblicato da Rizzoli) - in attesa di ripubblicazione
3. The Last Enchantment (già pubblicato da Rizzoli) - in attesa di ripubblicazione
4. The Wicked Day - ancora inedito
5. The Prince and the Pilgrim - ancora inedito
--

cover originale
Chi era Merlino?
Il buon mago delle favole dall'occhio gentile e la barba lunga, oppure il chiaroveggente delle antiche leggende bretoni e gallesi, figlio del Diavolo, inquietante e calcolatore, o addirittura un bardo, un pazzo, un saltimbanco che scelse un'esistenza da reietto?
Questa è la storia di una vita tra luci e ombre, nell'Inghilterra del V secolo dopo Cristo, il racconto di un bambino senza padre, sovrastato da poteri che non conosce, di una famiglia in cui regna l'intrigo, di una terra difficile da governare. "La grotta di cristallo" costituisce il primo capitolo di una trilogia dedicata a Merlino, che inizia dal caos provocato dalla caduta dell'Impero di Roma fino all'ascesa al trono di Artù.
Merlin and infant King Arthur By Julek Heller.:


Considerazioni.
Merlino, Merlino, Merlino ...

Quante volte abbiamo sentito parlare di questo personaggio? Quante volte ne abbiamo visto (più che volentieri) una trasposizione cinematografica? Quante volte avremmo voluto avere i suoi poteri, abitare nei suoi tempi e avere il suo nome immortale inciso nella mente di tutti i posteri a venire?

Io ho le mani alzate (entrambe) ...

Ovviamente quando ho sentito parlare di questo romanzo non ho potuto che leggerlo e sono contenta, anzi contentissima, di averlo potuto fare, perché è una lettura di cui altrimenti avrei sentito la mancanza.
Molto, moltissimo, tempo fa ho letto quella meraviglia che fu "Le nebbie di Avalon" e da quel momento in poi devo dire di aver paragonato (anche se solamente un pochino) quel romanzo a tutti quelli che tiravano in ballo tanto Morgana, quanto Re Artù, sino ad arrivare alla figura di Merlino, il grande Mago.

La Stewart è riuscita in parte a disconnettermi da "Le nebbie di Avalon" e a propormi la visione di Merlino sotto una nuova luce, molto interessante, con vicende legate alla Bretagna prima della venute di Re Artù, narrando le vicende di un giovane Merlino, che da piccolo e impacciato infante muove i primi passi nel mondo duro e pericoloso degli uomini, per approdare a conoscenze di livello superiore, quelle magiche.

Il Merlino che conosciamo in "La Grotta di Cristallo" è ormai uomo anziano, che sulla soglia del trapasso pensa a cosa è stato della sua esistenza, delle sue lotte, delle sue vittorie, delle sue sconfitte e in questo ripercorrere il passato si apre il varco sorprendente di un uomo che prima di essere mago, prima di essere immortale e prima di essere una vera e propria leggenda, era soprattutto un uomo. Fallibile fragile uomo.

La Stewart, intrecciando alla storia qualche elemento inventato, crea una vicenda che riporta in vita il V secolo D.C. , quando l'Impero Romano aveva ormai abbandonato la Britannia e lasciato dietro di sé opere strutturali importanti, un ordine e una società molto diversa da quella prima conosciuta. Anche la religione, sebbene contemplasse divinità, era comunque molto diversa e contrastante con il credo dei primi abitanti residenti in quelle terre.

Ecco quindi che sopite, ma non eliminate, piano piano, queste antiche credenze, questi miti a lungo tempo nascosti, tornano ad abitare la Britannia, ma senza una guida precisa e con un certo smarrimento da parte di coloro che cercano un punto fermo, un carattere forte e deciso in cui deporre la loro fiducia.
In questo quadro storico in mutazione e poca certezza, ove s' insinuano credenze, leggende e miti che portano la gente alla confusione, nasce Merlino, nipote illegittimo del Re del Galles.

Merlino cresce con gli ideali e i miti dei suoi avi, seguendo le tradizioni celtiche, con un'eredità importate da parte della madre (la quale gli ha tramandato i poteri degli antichi druidi) e grazie agli insegnamenti del maestro Galapas nella Grotta di Cristallo, impara a gestire le sue doti.
Merlino è un bravo allievo, ma i tempi sono duri e presto conoscerà l'amara vita, che lo condurrà - a causa della morte del nonno e perseguitato dallo zio - schiavo e in prigionia alla conoscenza del padre (nel male, il bene), destinato a unificare la Britannia.

Ambrogio, questo il nome del padre, continuerà ad impartirgli lezioni importanti, come la cultura e il sapere romano, l'ingegno di questi ultimi, i loro complicati studi sulle varie discipline conosciute, andando anche ad arricchire la cultura magica del figlio, fino a renderlo l'uomo intelligente, sagace, interessante, colto e potente che era destinato a divenire sin dal principio e dandogli gli strumenti per renderlo un uomo molto pericoloso. Estremamente pericoloso.

Merlino viene rappresentato dalla Stewart come un uomo che ha sofferto, che è caduto e che si è rialzato, che ha patito, combattuto, amato, ma che è sempre rimasto fedele a se stesso combattendo per quello in cui credeva, certo aiutato non poco dal potente potere dei druidi, ma comunque estremamente intelligente da comprendere come, quando e quanto utilizzarli e capire chi sostenere e chi (e come, e quando) affondare per il bene collettivo del suo paese.

E' una storia che mostra Merlino come l'uomo, Merlino come il mago, ma non sminuendo la sua figura, che rimane pur sempre intrisa di mistero e magnetismo, che ci svela, credibilmente, la sua storia.

La Steward scrive inoltre molto bene e in modo fluido, efficace, soffermandosi su descrizioni e su dialoghi senza eccedere nell'uno e nell'altro, creando così una storia affascinante e appassionante sia per la storia in se stessa, che crediamo di sapere, ma di cui in realtà poco conosciamo e un'avventura imperdibile, ancora una volta, ma sotto un punto di vista intelligente, che vale la pena leggere per come viene raccontato e la passione con cui è narrato dall'autrice, che è evidentemente rimasta molto colpita dal personaggio di Merlino.


Художник Шишкин Андрей Алексеевич:


Mary Florence Elinor Stewart, nasce a Sunderland. Fu docente di letteratura inglese fino al suo matrimonio, avvenuto nel 1945, con Sir Frederick Stewart, preside del dipartimento i geologia della Edinburgh University. Dal romanzo The Moon-Spinners ne venne tratto anche un film. La serie di libri, più tardi definite "Le cronache di Merlino" portò Lady Stewart nella classifica dei bestseller, più volte dagli anni 1960 fino agli anni 1980.

4 commenti:

Sophie ha detto...

Mandato a prendere proprio questo pomeriggio su amazon, non vedo l'ora che arrivi... Soprattutto dopo aver letto la tua recensione! ^^

Muriomu ha detto...

La copertina mi ispira molto, ma il tema non altrettanto, anche se comunque penso che potrebbe essere interessante, non ho letto mai nulla su Merlino.

Ti invito a partecipare al mio Giveaway, in palio una copia cartacea di "Glass Magician" più l'ebook di "Paper Magician" (primo capitolo della saga) e il segnalibro del Café Littéraire!

Endimione Birches ha detto...

@Sophie

Spero che ti piaccia quanto è piaciuto a me!!!
L'ho adorato e attendo con ansia i seguiti :)
Buona lettura e grazie infinite per essere passata ;)
Lo apprezzo moltissimo !!!
xoxo
Endi

Endimione Birches ha detto...

@Muriomu

Se posso, ti consiglierei di provare a dare una possibilità a Merlino, potrebbe davvero sorprenderti! Prova a leggere "Le nebbie di Avalon" e poi vedrai che non riuscirai a smettere di tornare ad Avalon!

p.s. Ho già letto sia "Paper Magician" che "Glass Magician", ma passerò volentieri a visitare il tuo blog!

Grazie per essere passata!!
xoxo
Endi