Recensione: "Ovunque con te" di Katie McGarry

giovedì 28 aprile 2016









---oOo---
Ovunque 
con 
Te
di Katie McGarry 
pagine 480 circa
prezzo 18€
HarperCollins Editore
già disponibile
voto:
★★★☆☆
--o--








La serie "Thunder Road" è composta da:

1. Tunder Road - Ovunque con te
2. Walk the Edge - prossimamente nel 2016
3. Ancora senza titolo - prossimamente nel 2017
4. Ancora senza titolo - prossimamente nel 2018

cover originale


Emily ha 17 anni ed è felice della propria vita così com'è. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore. 
Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita. 
Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. 
Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.

 

Considerazioni.
Non avevo ancora letto nulla della McGarry, di cui avevo sentito parlare benissimo, quindi non appena ho avuto l'occasione di leggere questo romanzo non ho potuto che prendere la palla al balzo e vedere se quest'autrice fosse brava quanto avevo sentito (e letto) per il web.

Questo romanzo, che è anche il primo di una serie che al momento conta quattro romanzi (due dei quali devono ancora essere pubblicati in madre patria, previsti per i prossimi due anni, quindi armatevi santa pazienza per i successivi ...) mi ha attirato a sè soprattutto per la tematica, insolita per un New Adult...

In "Ovunque con te" la McGarry ci porta in Kentucky, e ci narra la storia (inizialmente triste) di Emily.

Emily è una ragazza alla soglia della maggiore età, che vive con la madre e il padre adottivo, il quale l'adora; sebbene sia una ragazza che ha molte paure, Emily ha saputo, come ci dice sin dall'inizio della storia, sdrammatizzarle benissimo e andare avanti nonostante l'assenza del padre biologico, che vede una volta all'anno.
Proprio quest'ultimo sarà alla base di un cambiamento radicale della vita di Emily, che da un giorno all'altro si trova in Kentucky, immersa nella vita di una banda di motociclisti (di cui il padre è il leader) e un ragazzo proprio carino che le farà battere il cuore, di nome Oz.

Emily, infatti, in un'estate particolare, si troverà a dover fare i conti tanto con la vita del padre, che non è proprio quella spaventosa che le ha dipinto la madre, ma non è nemmeno privo di insidie e minacce, nonché vedersela con le sue "radici": la nonna e i misteri che riguardano i suoi natali ...

Non voglio dirvi di più per non rovinarvi la storia, che trova una sua conclusione pur essendo inserita in una serie, di cui è bello scoprire i dettagli man mano che si porta avanti la lettura, in un misto di crescita personale, ricerca della propria identità, felicità, famiglia e i primi amori intensi e assoluti.

Devo dire che la McGarry ha saputo creare un mix piacevole - soprattuto per il pubblico più giovane - tra un'ambiente, come quello motociclistico, dove valgono regole e stili di vita molto distanti da quelli che conosciamo (in America poi i clan motociclistici sono davvero una realtà a parte, forse anche a causa della pericolosità a cui si accompagnano) unitamente alle problematiche giovanili per cui l'autrice è nota.

Io pensavo di trovarmi di fronte ad una storia più adulta, non solo per le scene sensuali - che possono esserci come non esserci, se la storia è buona - ma più che altro perché avendo letto storie vere e/o di finzione (a volte anche molto forti) sull'ambiente dei clan e delle bande dei motociclisti (ovviamente non quelli che si occupano di traffici o operazioni lecite, ovviamente) mi aspettavo qualcosa al limite del pericoloso, che cavalcasse o travalicasse il proibito, dai contorni sfumati, visto il pubblico a cui è rivolto, ma pur sempre avvolto da atmosfere un pò cupe, ecco.
Per cui quando ho iniziato a leggere questa storia mi sembrava che si trattenesse, che non provasse a superare un certo pudore nella trama, astenendosi dall'appartenere ad un genere più specifico (thriller, mistero, ecc... che fosse).
Inoltrandomi nel romanzo e giungendo alla sua conclusione, però, ho compreso che leggendolo in un'ottica più giovanilistica, come romanzo per adolescenti, senza l'aspettative di risvolti di trama particolarmente audaci, o di discesa in un genere specifico, la storia funziona. E convince.

La McGarry narra la storia semplice, ma tribolata a livello di affetti, di Emily e la mette alla prova con le complessità della vita, creando al padre una famiglia che si compone di amici e compagni di vita, e di affari, che hanno un legame persino più stretto di quello familiare, e quindi per la protagonista, potenzialmente più pericoloso, di cui essere gelosa e con cui continuamente confrontarsi.
Non solo, pone Emily di fronte ad un dubbio rispetto alle sue origini e ai rapporti con i parenti del papà, intrecciando il tutto con la possibilità di amare, per la prima volta e con tutto il cuore.
La storia rimane quindi priva della crudeltà visiva a cui siamo abituati, priva di quegli elementi folli che talvolta caratterizzano le vite delle bande che lottano tra loro. E s'intravvede quella luce tipica che solo quando si vedono e si provano certe esperienze per la prima volta, si ha.

Ovviamente la storia romantica è presente, scritta bene, approfondita e fatta crescere con tatto e profondità, per cui, se vi piacciono le storie romantiche, non potete mancarlo.
Certo, ho notato, mancano un po' quei sentimenti assoluti di rabbia, rancore, anche solo un po' di stizza di cui Emily sembra priva nonostante quello che deve affrontare, ma non credo sia parte della natura dell'autrice cedere a queste esternazioni, per cui comprendo ed accetto questa scelta, che nonostante alcune mie personalissime aspettative è una buona lettura, leggera, che riempie il vuoto lasciato dalle letture semplici e profondamente romantiche.

Complessivamente è un romanzo che mi sento di consigliare ad un pubblico giovane, ma leggibile e qualsiasi età per evocare la passione per le cose che si fanno e le persone che si vivono, è una storia perfetta per coloro che vogliono sentire battere il cuore leggendo storie calde e confortevoli come queste, dove i ragazzacci hanno un cuore, amano la famiglia, la banda a cui sono affiliati, ma scelgono sempre l'amore della propria ragazza per compensare il vuoto e il dolore che appartiene sempre un po' loro ...




Katie McGarry ama la musica, i finali felici e i reality show televisivi. E' anche una segreta fan della aquadra di baseball dell'Università del Kentucky. Katie ama ascoltare i suoi lettori, per cui potete contattarla sul suo sito - katielmcgarry.com - e seguirla sui suoi account Twitter o diventando fan della sua pagine Facebook e su Goodreads.


Nessun commento: