Recensione: "Driven 1, 2 e 3" di K. Bromberg

martedì 15 novembre 2016




Da oggi ho pensato di rinnovare un pochettino il sito, non in modo eccessivamente evidente, ma con piccoli dettagli che potessero arricchirlo impercettibilmente. Ho pensato quindi ad alcune immagini, che vi potessero guidare, ed indicarvi cosa vi aspetta di volta in volta da questo sito che si muove (in)seguendo i miei ritmi ed i miei umori.
Le immagini cambieranno, ma ci sarà sempre scritto se avrete a che fare con una recensione ovvero ancora con una lista di novità che vi consiglio per la giornata, la settimana e così via ... Spero che possa piacervi questa idea ... fatemi sapere la vostra opione !!!



Driven 1. Guidati dalla passione
È una serata importante per Rylee e per l'associazione per cui lavora: è in corso un'asta di beneficenza con numerose star di Hollywood per raccogliere donazioni in favore dei bambini bisognosi. Perciò è fondamentale che nulla vada storto. Peccato che la ragazza non immaginasse di poter essere messa in palio, anche se solo per una sera, e di venire "comprata" da Colton Donavan, il famoso e bellissimo pilota di formula Indie, nonché capo della società per cui lei lavora. Nel momento stesso in cui lui la trafigge con il suo sguardo color giada, le certezze di Rylee cominciano a sgretolarsi, e con il passare del tempo la sfrontatezza di Colton spazza via del tutto la sua vita tranquilla e ben pianificata. Il giovane è disposto a qualsiasi cosa pur di ottenere ciò che vuole e la guiderà in un universo di sensazioni a lei sconosciute e per questo ancor più irresistibili e inarrestabili. Ma proprio quando la loro relazione sembra pronta per una svolta importante, torbidi segreti verranno a galla.
Driven 2. Travolti dal sentimento
Amare Colton è come guidare una Ferrari a fari spenti nella notte. E Rylee lo sa, nel profondo sente che lui non è l’uomo giusto: troppo famoso, troppo bello, troppo fuori controllo. Stargli accanto, infatti, significa vivere secondo folli regole e scendere a compromessi su questioni fondamentali come fedeltà e fiducia. Due parole che non sembrano proprio rientrare nel suo vocabolario. Eppure decide di abbandonarsi alla passione e a quei momenti di feroce desiderio che sono diventati la sua droga. Una droga che è stata persino capace di offuscare il ricordo del suo grande amore Max, scomparso tragicamente. Ma quando un giorno dice l’unica cosa che Colton non avrebbe mai voluto sentire, la rottura è inevitabile e il dolore che le provoca lancinante. A Rylee non resta allora che augurarsi di non incontrarlo mai più. Le loro strade, però, sono destinate a incrociarsi nuovamente...
Driven 3. Vinti dall'Amore
Accade tutto in un istante. L’auto di Colton, lanciata sul circuito di gara a trecento chilometri orari, scompare in una densa nube di fumo e ne esce vorticando in aria, per poi schiantarsi al suolo. Per Rylee è come rivivere la tragedia del suo ex: la corsa disperata verso l’ospedale, i minuti di ansia trascorsi sapendolo in bilico tra la vita e la morte, le ore di angoscia in attesa della prognosi. Ma quando Colton riprende conoscenza, la ragazza non ha più dubbi. Il suo unico desiderio è stare accanto a lui, all’uomo che ama. La riabilitazione, però, è lunga e faticosa. Colton adesso si trova ad affrontare, oltre ai fantasmi del passato che non gli danno mai tregua, anche i violenti attacchi di panico scatenati dal trauma dell’incidente. E persino la minaccia di uno scandalo… Finché una notte, davanti alla perdita più lacerante, Colton riesce a confessare a Rylee il segreto che non hai mai avuto il coraggio di svelare a nessuno e di cui è rimasto prigioniero per tutta la vita. In un sol colpo, tutte le barriere si infrangono e nel buio dell’anima del ragazzo si accende una luce inaspettata: forse, anche lui è finalmente libero di amare.

Serie "Driven" è composta da:

1. Driven - Driven. Guidati dalla passione
2. Fueled - Driven 2. Travolti dal sentimento
3. Crashed - Driven 3. Vinti dal sentimento 
3.5 Raced - novella sui protagonisti della serie principale
4. Aced - Prequel della trilogia principale
5. Slow Burn - romanzo sull'amica della protagonista di Driven
6. Sweet Ache - altro spin-off
7. Hard Beat - altro spin-off
8. Down Shift - altro spin-off

Ford GT40 Gulf @ 1969 Le Mans 24H:

Considerazioni.
Eccomi a soddisfare una delle vostre richieste: ovvero recensire la serie "Driven" (a questo proposito se non siete  sicuri del fatto che una serie possa piacervi, o avete in mente un libro e non sapere bene se acquistarlo e vorreste un parere, come sempre scrivetemi all'indirizzo di posta bostonianlibrary@gmail.com e cercherò di soddisfare le vostre richieste e le vostre curiosità, anche di possibili uscite future, ecc...).

Riguarda a questa trilogia - che ho preferito recensire in toto anzichè titolo per titolo perchè risultava difficoltoso recensire la trama e lo stile  da un solo romanzo - devo dire che mi sono trovata sin dal primo capitolo, decisamente combattuta. Se infatti da un lato il primo romanzo, per la trama, non mi era affatto dispiaciuta, dall'altro, ovvero per lo stile e il proseguo della storia nei capitoli successivi, non mi aveva del tutto convinta.

Ma per capire ciò a cui mi riferisco devo parlarvi un po' della trama: tutto ha inizio con Rylees Thomas, la quale, un giorno, per caso, s'imbatte in un uomo estremamente affascinante e sensuale di nome Coltom Donovan. Rylees è una donna all'apparenza impacciata, buona e generosa di carattere, che vuole sembrare risoluta e determinata, con però qualche cedimento sul versante personale e qualche segreto che cerca di nascondere per non far vedere all'esterno quanto la faccia soffrire.
Tutta quella sicurezza che vuole poter possedere è messa però a dura prova, sin dalle prime pagine del romanzo (ovvero dal momento in cui incontra Colton) perchè il protagonista del romanzo la sfida e la insegue allo sfinimento, anche se non il migliore degli scopi: la vuole infatti solo per soddisfare un capriccio. Perchè cari lettori e lettrici, dovete sapere che il motto del protagonista è: quello che Colton vuole, Colton ottiene.

Ma con Rylees non sarà facile, perchè sebbene l'abbia "vinta/comprata" ad un'asta di beneficienza, organizzata per la società per cui lavora Rylees, Colton non sa che lei non ha voglia di essere la sua ultima "tacca sulla cintura" e che si opporrà moltissimo alla sua corte sfacciata, ai suoi modi rudi e il linguaggio decisamente sboccato.

Rylees, comunque, ad un certo punto, cederà alla tentazione incarnata da Colton, ma per i due la conoscenza sensuale sarà solo l'inizio, il modo e la scusa per conoscere l'altro e stargli maggiormente accanto, per conoscersi meglio, farsi compagnia e confidarsi i pesanti segreti che li schiacciano. Già, per anche Colton ne ha molti, e molto oscuri, ma non tutti, forse, possono detti e poi accettati dall'altro...

Cosa dirvi di questa storia? Innanzitutto che se nel primo romanzo l'autrice alterna momenti più drammatici (ma comunque sporadici) a quelli più leggeri, con battibecchi piacevoli, ma comunque piuttosto superficiali, dal secondo capitolo al terzo i toni sono più severi, anche per gli avvenimenti che si succedono, che contengono una maggiore drammaticità proprio per permettere ai segreti di emergere e di stringere i protagonisti ad una capitolazione ed un confronti rispetto ad essi. In tutti e tre i libri le scene di sesso non si risparmiano, come anche i litigi e i confronti, e devo dire che tutte queste tre cose costituiscono i momenti meno riusciti della serie, perchè i personaggi (forse non tutti, ma sicuramente la maggior parte) alla fine non riescono a emergere bene, sembrando quasi sempre limitati nella loro interazione con gli altri, non risultando appassionanti o coinvolgenti fino in fondo.

Devo dire che sin da subito sono stata presa dai momenti più cupi, introspettivi e drammatici piuttosto che dalle scene descrittive, della sensualità tra i due protagonisti o dei dialoghi, che alcune volte sono un po' forzati, un po' scontati e con il difetto di farmi uscire dalla storia pensando a quanto avrebbero potuto essere migliorati.

Per quanto riguarda i personaggi, il più riuscito in assoluto a mio parere è quello di Rylees, la quale ha una bella evoluzione, anche se purtroppo ha il difetto di credere poco in se stessa e di dire una cosa per poi farne un'altra, giustificandosi poi con se stessa dicendo che poteva essere l'unica possibile e la migliore, per se stessa. Un'altra cosa che non mi ha fatto impazzire è stata la figura di Colton, un pò troppo tagliata con l'accetta, fatta poco evolvere, se non a livello sentimentale, perchè per forza di cosa prima o poi doveva sbottonarsi e confessare, doveva essere costretto a rivelarsi, e lo fa ma solo tramite il rapporto con Rylees, la quale rimane l'unico contatto con cui interagisce ai fini della sua crescita personale. Sarebbe stato bello costruire altri personaggi (ma anche solo uno) che potessero interagire con lui per spiegarci la sua personalità nella sua interezza,ecco. Peccato.

Nel complesso ho apprezzato molto l'idea, in quanto la trama non è affatto malvagia, ma mi ha colpito meno il modo e lo stile utilizzato dalla Bromberg, che non mi ha permesso di immergermi completamente nella storia. Ovviamente è una percezione che è stata d'ostacolo alla lettura, da parte mia, ma è anche un elemento epidermico decisamente personale, per cui non è detto che voi avrete la medesima impressione.

Onestamente non penso continuerò la lettura della serie, che prevede altri tre romanzi, ma con protagonisti diversi (collegati a Rylees o Colton in qualche modo) perchè sebbene abbia apprezzato moltissimo alcune tematiche, come l'infertilità, la mancanza di affetto, la difficoltà ad affrontare un passato molto drammatico e la crescita personale, le vicende di base, quelle che ti appassionano e ti costringono a rimanere incollata alle pagine, a rimanere sveglia la notte per leggere la fine, quelle ... mancano. C'era tutto eppure mancava qualcosa ...

Ho trovato troppo lunghi tre romanzi per questa storia, troppo volutamente complicate cose che non necessitavano di essere complicate, troppe tragedie finite in una bolla di sapone e le difficoltà, legate alle tematiche importanti, superate con troppa semplicità ... Peccato.


Los 917 Gulf de John Wyer con Siffert al frente. Principio de los '70. No ganó ninguno.:


K. Bromberg  è una scrittrice in classifica del New York Times Bestselling ha scritto romanzi contemporanei che contengono un misto di sentimenti, dolcezza, emozione e sono molto, molto, sexy e contengono un po' di realtà. Ama scrivere di protagoniste forti ed eroi danneggiati che amiamo odiare e odiamo amare. Ama le protagoniste forti, intelligenti, riservate, che amano le uscite con le amiche e che sono emozionanti.  Attualmente vive con suo marito e i suoi tre figli nel sud della California.

Nessun commento: