☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

I proposito per l'anno nuovo...

domenica 30 dicembre 2012


 
1. Trovare un modo per guadagnare di più...

 

2. Essere più flessibile ...



description    

3. Commuovermi qualche volta...

description 
 
4.Arrabbiarmi talaltre, quando ci vuole...


5. Smettere di prendermela fino a svenire magari...


6. Ma ridere soprattutto...


7. Forse sognare...


8. Annoiarmi il meno possibile...


9. E se proprio accade, imparare almeno a farlo con stile...


10. Comprarmi un paio di scarpe colorate...


11. Cercarmi un ragazzo che abbia stile...

 

12. Imparare a raccontare i segreti a chi li sappia mantenere...


13. E gioire per le vostre visite, naturalmente!

description 

ovviamente non necessariamete in quest'ordine..!


Preview Sperling! La Magnifica ossessione di Beth Kery!

In america il romanzo che vi presento come prossima uscita Sperling, Hot (molto hot) e per il mese di gennaio, è uscita in modo seriale, con otto appuntamenti settimanali in versione ebook tra agosto e settembre del 2012, un pò come è successo per noi con la Harmony per 12 piccole sfumature. 

Dato il successo della storia oggetto di questo romanzo - riconosciuto ed acclarato caso editoriale per la casa editrice! - proprio il 2013 lo vedrà pubblicato anche in edizione cartacea! Non poteva davvero essere altrimenti perchè è una storia davvero molto carina, la Kery poi è - per il genere -  veramente molto brava e capace, anche se alcune somiglianze di sprecano con un famoso romanzo erotico che ha tenuto banco quest'estate qua da noi, vediamo se indovinate qual è... ma a parte questo è una lettura molto ma molto piacevole e coinvolgente!! Provare per credere!
Vi avviso che la Kery non è una che vada tanto per il sotile quando siparla di erotismo quindi se siete sensibili all'argomento è meglio che lasciate perdere...ma vediamo la trama e il romanzo... 


 





---oOo---
Quello 
che mi lega a te
di Beth Kery
pagine 352
prezzo 14,90
Sperling & Kupfer
dal 4 gennaio
--o--

 





La serie "Because you are mine" è composta da:

1. Because you are mine. Because You Tempt Me – part I
2. Because you are mine. Because I Could Not Resist -  part II
3. Because you are mine. Because You Haunt Me - part III
4. Because you are mine. Because You Must Learn - part IV
5. Because you are mine. Because I Said So -  part V
6. Because you are mine. Because You Torment Me - part VI
7. Because you are mine. Because I Need To - part VII
8. Because you are mine. Because I Am Yours - Part VIII

 In Italia questi capitoli sono stati accorpati nel romanzo unico 
"Quello che mi lega a te"


Because You Tempt Me (Becau... Because I Could Not Resist ... Because You Haunt Me (Becau... Because You Must Learn (Bec... Because I Said So (Because ... Because You Torment Me (Bec... Because I Need To (Because ... Because I Am Yours (Because...
le cover originali degli ebook americani

A legare la giovane Francesca all'affascinante Ian Noble è un'attrazione immediata, fin dal primo momento in cui lo vede a un cocktail organizzato proprio per lei. 
cover originale
Studentessa d'arte, Francesca è stata scelta da Mr Noble per dipingere il gigantesco affresco che dovrà decorare l'atrio del grattacielo sede della Noble Enterprise, nel cuore di Chicago. 
Per Francesca è la prima volta: un desiderio così intenso non l'aveva mai provato, ed è una cosa che la rende terribilmente nervosa. 
D'altro canto, Ian Noble, amministratore delegato di un'azienda milionaria, bellissimo, impenetrabile, è il tipo d'uomo cui è praticamente impossibile dire di no. 
Non importa quali siano le sue richieste, e i suoi molti segreti: Ian Noble ottiene sempre tutto quello che vuole. Ma questa volta, forse, il destino ha in serbo per lui qualcosa che non si aspettava...

Beth Kery vive a Chicago dove si destreggia tra la carriera, l’amore per la città e l’arte, e una famiglia molto impegnativa. La sua scrittura riflette esattamente la passione per tutte queste cose.
Sito dell’autrice: http://www.bethkery.com/

Giveaway! "Implosion" di M.J.Heron

venerdì 28 dicembre 2012

Carissimi lettori, essendo Natale non potevo non farvi un regalo, così proprio per l'occasione la gentilissima MJ Heron ha messo a disposizione una copia autografata per i lettori del Bostonian del suo romanzo che grazie al successo ottenuto con la versione in ebook nel novembre scorso, finalemnte il  

3 gennaio 2013 

approderà anche in versionea cartacea in tutte le librerie online e fisiche .

 

Avete sentito e letto bene, MJ ha messo 1 copia del suo romanzo in formato cartaceo a disposizione per Voi che potrete vincerla commentando il post che trovate cliccando su questo link: http://bostonianlibrary.blogspot.it/2012/10/preview-interview-in-esclusiva-mjheron.html!  Il vincitore, che verrà sorteggiato a random vincerà infatti una copia di Implosion autografata !!
Sebbene sia previsto solo un vincitore per la copia cartacea, non rasserenatevi, perchè per partecipare al giveaway occorre commentare il post a questo indirizzo : 


formulando una domanda da proporre all'autrice sul suo romanzo, le domande verranno poi raccolte in post e saranno sottoposte alla scrittrice, quindi un regalo è assicurato a tutti i partecipanti!!!

--o Il Romanzo e Premio o--

" Tu chi sceglieresti tra chi ti ha dato la vita
e chi potrebbe togliertela?
La risposta potrebbe non essere così ovvia.
"






---oOo---
Implosion
di M.J.Heron
prezzo € 1,99
dopo 2 mesi € 4,99
cartaceo
DeAgostini 
dal 3 gennaio
--o--








Non è affatto un giorno come un altro.
Il destino ha premuto il tasto on.
Le loro vite stanno per cambiare in modo definitivo. Quando Katherine Evans incontra Armand non sa che dietro quelle sembianze da bello e dannato si cela uno dei più potenti Generali dell'Antica Stirpe. Non può immaginare che sarà proprio lui la sua salvezza... o la sua rovina, né può conoscere il suo vero piano: crudele, spietato, oscuro come le tenebre.

Un paranormal venato di fantasy in cui gli eventi si susseguono con i ritmi del thriller. Una verità agghiacciante sta per essere svelata.
Nessuno è più al sicuro,
i protagonisti stanno per essere soffocati dalle loro stesse esistenze.
Ognuno di loro nasconde un segreto, nessuno può permettersi di fallire. Una sola certezza: quando supera se stesso, l'amore può uccidere.
 --o--
Vi lascio dunque alle regole per partecipare al giveaway facendovi un grandissimo in bocca al lupo!!


--o Regole per partecipare al Giveaway! o--

  • Lasciare una domanda di senso compiuto al post (che potete trovate cliccando qui: 
con l'intervista a MJ formulando una domanda che vorreste farle sul suo romanzo e che non sia tra quelle già poste nel post (ricordo che le domande verranno poi raccolte in post e saranno sottoposte alla scrittrice!) entro il 15 gennaio 2013!
  • Lasciare il Nick name e un indirizzo email in fondo al commento. In caso di vittoria sarà più facile contattarvi...

Avete tempo fino al   ------>  15 gennaio 2013 (incluso)!

 Buona fortuna!!!



Recensione: "Il nastro rosso" di Emma Donoghue

giovedì 27 dicembre 2012







---oOo---
Il nastro rosso 
di Emma Donoghue 
pagine 400 circa
prezzo 18€
Meridiano Zero
già disponibile
--o--








Figlia di una ricamatrice e di un galeotto, la quattordicenne Mary Saunders conduce nei bassifondi della Londra settecentesca una grigia esistenza, simile a quella di tanti giovani personaggi immortalati tra le pagine di Dickens.
Slammerkin
cover originale
Mary ha l’occhio per il dettaglio, anela tutto ciò che è bello, sgargiante e pregiato e ambisce a una vita ricca e sofisticata. Il suo ardente desiderio per un lucente nastro rosso la porta presto a vendere l’unica cosa che veramente possiede: il proprio corpo. Il destino di Mary ha il volto di Doll Higgins, una prostituta appena più grande di lei, che la prende sotto la sua ala e la conquista, fisicamente ed emotivamente.
Doll le insegna a sopravvivere per le strade di Londra e a usare ciò che tutti gli uomini pagherebbero per avere.
Se Mary saprà giocare bene le sue carte, riuscirà a vivere la vita più libera e indipendente che si possa immaginare, indulgendo nei piaceri che ha sempre desiderato. Eppure il fatto di essere tacciata con l’epiteto “donna di facili costumi” la terrorizza fino a farle scegliere di tentare una carriera legale come cameriera presso una casa borghese.
Eppure il destino sembra preservare finali differenti da quelli che l’abbandono della cattiva strada ci prospetta e nella vicenda di Mary c’è un ultimo inatteso personaggio: la violenza. Tratto da un’inquietante storia vera.
le varie cover originali
Considerazioni.
Ho fortemente voluto leggere questo romanzo per due ragioni:
  • la prima è legata alla copertina: irresistibile;
  • la seconda è invece legata alla trama, in quanto ho amato moltissimo il famoso romanzo di Faber che questa trama richiama quanto basta, ma a cui non può essere sovrapposta.

Emma Donoghue in questo romanzo ci parla di una ragazza come tante, con un nome come tante: Mary. Questo almeno se foste vissute a Londra e ci aveste vissuto nel 1800 all'incirca.

toulouse lautrec
Mary è un'adolescente di 12 anni che vive con la madre, il patrigno e il fratellastro in un'angusta casa in uno dei quartieri più poveri di Londra. Mary va a scuola, aiuta la madre a casa e si occupa del fratellino, ma non ama fare nessuna di queste cose, si  sente tarpata dei suoi sogni, delle possibilità di avere una vita in qualche modo migliore, vuole essere ricca, avere dei bei vestiti e non arrivare all'età di sua madre per essere abbruttita dal lavoro come lei, quasi cieca (fa la sarta per pochi penny) e con l'amarezza nel cuore. La madre di Mary infatti è stata costretta a lavorare sodo e duramente da quando da un piccolo paesino si è trasferita a Londra perchè abbandonata dal padre di Mary; certo si è rifatta una nuova vita, ma non è felice, nemmeno un pò e la vita dura glielo ricorda sempre.

Mary, lo sappiamo già dal prologo del romanzo, non arriverà mai all'età della madre, in realtà non arriverà nemmeno alla veneranda età di 18 anni perchè la sua vita viverà verso il peggio nell'anno stesso del compimento dei suoi 12 anni, quando si concede stupidamente a un venditore di nastri per un nastro rosso che amava vedere sulla prostituta sfegiata - Doll - che vedeva tutti i giorni quando andava a comprare il pranzo ai genitori e che quando sarà sbattuta fuori di casa dalla madre (incinta del buzzurro dei nastri) l'accoglierà e le insegnerà l'arte di guadagnarsi da vivere con il mestiere più vecchio del mondo.


Quella di Mary è la storia trieste, la sua persona discesa all'inferno che si trova sulla terra, che consiste nello scoprire e convivere con la parte oscura, brutta, perfida e squallida del mondo. Non troverete un romanzo che lascia spazio all'invenzione e alla facilitazione letteraria, qui non c'è nessuna che venga provvidenzialemnte a salvare Mary dai soldati che la violentano brutamente e a turno la notte che, buttata fuori di casa ed incinta, si nasconde a dormire in un avvallamento della strada, nessuno dei suoi clienti - quando diventerà una prostituta - avrà pietà per i suoi 12 anni, o la sua povertà estrema, o il bere smodatamente per dimenticare tutto, nessuno si prenderà la briga di insegnale a distinguere il giusto dallo sbagliato o che che le darà la possibilità di cambare se stessa, senza nulla in cambio, in qualche modo.

Da sola proverà a ricominciare da zero nel villaggio da dove veniva sua madre, ma le cose vandranno bene solo per alcuni mesi, poi tutto il suo passato, il bagaglio pesante si quelo che in fondo si sente di essere e valere, tornerà ad ossessionarla a prendere il sopravvento per guadagnare più velocemente il denaro che le servità ad un certo punto e le cose precipiteranno dannatamente e in peggio ed in fretta e in modo oltremodo tragico e alienante, ma quasi come conseguenza inevitabile delle scelte di Mary.

Due sono le cose che voglio sottolinearvi di questo romanzo .


La prima attiene Mary, una personalità talmente giovane, ma talmente consumata dall'esperienze, dalla durezza che le impone la vita che mi sono venute le lacrime agli occhi. Lo so che al tempo la storia di Mary era la storia di molte altre, ma vi confesso che lo squallore, il dolore, la penuria, l'alienazione e la violazione continua del corpo così sfruttato, sottomesso, logorato e malato a quel modo ... a soli 12 anni ... vi confesso che la prima parte del romanzo, che ruota intornao alla sua vita a Londra mi ha sconvolto, mi sono sentita sporca, senza valore e distrutta come lei. Ho ammirato la forza di volontà di Mary, la voglia e il bisogno di una vita diversa e migliore, anche se poi alla fine non va come avrebbe voluto o sognato, ma cavoli a 12 anni come si fa... come si può...
Non si comprende sempre totalmente come Mary agisca o scelga ma forse la induce la sua giovane età ed agisce impulsivamene, nemmeno si comprende bene il perchè ed il percome delle sue azioni, dall'altra la povertà estenuante, logorante e frustrante possono essere una motivazione come l'abbandono i strada o le violenze. E' uno dei personaggi più commoventi che abbia letto.




Il secondo attiene alla Donoghue. Emma infatti scrive una storia difficile, ci propone una storia con scelte discutibili, a volte ridondanti ed estenuanti, ma credo che lo scopo fosse quello di comprendere veramente la vita di Mary, entrare seriamente nei suoi panni, capire profondamente i suoi stati d'animo. Solo con la ripetizione della vita di ogni giorno e delle singole azioni di Mary è possibile farlo, per cui comprendo queste scelte, ma non è stato - anche per queste scelte narrative - facile leggerle, in qualche modo "subirle" passivamente. La Donoghue, mi sento di dire, è una capace narratrice. Gestire una storia difficile, con un personaggio molto difficile dev'essere stato estremamente complicarto, coinvolgere e sensibilizzare il lettore e non indurlo alla fuga raccontando una storia come questa ha costituito una sfida pericolosa e difficile per la Donoghue, ma posso dire egregiamente superata e stilisticamente ben riuscita.


toulouse lautrec

Consigliato? Si. E' un pugno allo stomaco, ma si, occorre ricordare che non per tutti c'è il lieto fine o un amore che attende alla fine del tormentato percorso esistenziale. Una storia toccante e una scrittura emozionante, Donoghue promette e mantiene questo, più di quanto una storia toccante e brutale possa concedere ad un lettore lontano, fugace, attento od occasionale che sia, che si avvicina attirato a questa storia.

toulouse lautrec
Emma Donoghue è nata a Dublino nel 1969 . Suo padre è il critico Denis Donoghue. Vive a London, Ontario, assieme alla compagna e ai loro due figli. Il suo primo romanzo, “Stir Fry”  raccontava della scoperta della sessualità da parte di una giovane donna irlandese. A questo fece seguito nel 1995 “Hood”, altra storia contemporanea, a proposito di una donna che deve venire a patti con la morte della sua ragazza. Slammerkin” (2000) è invece un romanzo storico ambientato a Londra e nel Galles. È stato finalista all’Irish Times Irish Literature Prize for Fiction ha vinto l’edizione 2002 del Ferro-Grumley Award for Lesbian Fiction (nonostante l’assenza di contenuti a carattere lesbico). Del 2007, è  “Landing” , del 2008  “The sealed letter” (2008), ultimo lavoro di fiction storica di Donoghue è basato sul Codrington affair, uno scandaloso caso di divorzio che appassionò la Gran Bretagna nel 1864. Nel 2007, il romanzo di Donoghue “Room” ( in Italia “Stanza, Letto, Armadio, Specchio”, edito nel 2010 da Mondadori) è stato inserito nella rosa dei candidati al Booker Prize, e il 7 settembre è entrato fra i finalisti.   http://emmadonoghue.com/

Recensione: "Il Bacio dell'Angelo Caduto" di Becca Fitzpatrick

mercoledì 26 dicembre 2012

Da oggi, ogni mercoledì troverete sul Bostonian Library un nuovo appuntamento che vi accompegnarà per qualche settimana: la recensione dei romanzi della serie "Hush, Hush" della Fitzpatrick!

Ho voluto finalmene buttarmi nella lettura di questa tetralogia che si concluderà proprio il 3 gennaio grazie alla Piemme e quindi preparatevi, perchè ogni settimana vi farò sapere cosa penso di questa serie, che vi anticipo, con questo primo romanzo mi ha proprio conquistato!

INNAMORARSI NON E' MAI STATO COSI' FACILE...
O COSI' PERICOLOSO... 





---oOo---
Il Bacio 
dell'Angelo Caduto
di Becca Fitzpatrick
Pagine 333
Prezzo € 17,00
Piemme
già disponibile

--o--







La serie Hush, Hush è composta da:
  1. Hush, Hush - Il bacio dell'angelo caduto.
  2. Crescendo - Angeli nell'ombra.
  3. Silence  - Sulle ali di un'angelo.
  4. Finale - L'ultimo angelo. DAL 3 GENNAIO!

Malgrado la sua migliore amica voglia trovarle un ragazzo a tutti i costi, Nora non ha mai messo l’amore in cima alle sue priorità. 
Hush, Hush (Hush, Hush, #1)
cover originale
Almeno finché a scuola non arriva Patch. Lui ha un sorriso irresistibile e un inspiegabile talento per leggere ogni suo pensiero. 
E, malgrado gli sforzi per evitarlo, Nora sente che l’attrazione che prova verso il suo nuovo compagno è destinata a crescere. 
Anche contro ogni spirito di conservazione. Perché Patch è un angelo caduto e lei non avrebbe mai dovuto innamorarsi di lui. 
Sapere di trovarsi nel mezzo di un’antica battaglia tra Caduti e Immortali, sapere di dover scegliere da che parte stare potrà costarle la vita. 
La verità dunque è più inquietante di qualsiasi dubbio, e Nora non può sbagliare.

Considerazioni.
Dopo Twilight ho avuto modo di leggere diverse serie di romanzi suddivise in saghe e classificabili come YA. Questo romanzo si colloca, a mio parere, al secondo posto dopo la serie della Meyer. Davvero? Yessss.



Pur essendo molto diversa dalla serie della Meyer per molte cose, come ad esempio il climax ascendente dell'attrazione e poi dell'amore tra Edward e Bella, reso in modo più graduale e più profondamente coinvolgente, direi più a 360°, in quanto il lettore, me in primis, si sente totalmente attratta dal protagonista e dal sentimento stesso, qui nel,  "Il bacio dell'angelo caduto" direi che più dell'amore è la passione che troviamo al centro della storia tra Nora e Patch, che man mano s'incardina in qualcosa di più profondo, ma che inizia con il bisogno, con il contatto, con la necessità di stare sempre a contatto l'uno con l'altro e che volente o nolente "accelera" un pochettino i tempi del loro rapporto. Detto questo il romanzo della Fitzpatrick riesce a trovare una mitologia e un trama a se stanti e molto avvincenti che mi hanno fatto amare la storia di Nora, di Patch e degli angeli caduti, custodi, ecc...

Ho veramente adorato ogni pagina, ogni dialogo, ogni personaggio, ogni evoluzione della trama  creato dalla Fitzpatrick.
Forse, almeno in parte, forse per poco coraggio dell'autrice nel buttarsi in qualcosa di ingestibile e ricalcare i binari già percorsi sicuri e infallibilmente segnati dalla Meyer, forse per l'influenza dovuta alla serie famosissima di Twilight, la Fitzpatrick ha evidentemente ricalcato alcuni passaggi dalla serie dei due vampiri più famosi della letteratura YA del globo terrestre... ma da fastidio? Sembra di leggere qualcosa di già scritto? In realtà no. La Fitzpatrick avrà infatti anche strizzato l'occhietto alla Meyer, ma ha saputo, sia per creatività narrativa, che per bravura e capacità proprie stilistiche, trovare un proprio modo di  porsi al lettore e cominicare in modo semplice, efficace, divertente e spontaneo.

Inoltre le cose che ho maggiormente apprezzato sono il fatto che il romanzo non si svolga prettamente a scuola, tra i banchi - certo ci sono dei momenti ma non è incentrato lì, a scuola - inoltre ci sono tematiche adulte e meno adulte, ma comunque apprezzabili e trattate e affrontate in modo spiritoso dove occorre, ma senza moralismi di sorta. Inoltre Nora ha uno splendido rapporto con l'amica Vee, uno di quelli che da ragazzina ho sempre voluto anche io e che invece rimangono sulla carta...ed in fondo leggiamo anche per questo no... per darci e ricrearci illusioni!


La volete sapere una cosa, senza tanti preamboili e disquisizioni tecniche o profonde e specifiche? Mi è piaciuto tanto, dannatamente tanto. Mi ha preso, non so nemmeno dire il perchè o il percome ma mi ha divertito veramente (ho riso da sola come scema un paio di volte!) e di sera continuavo ad andare a avanti anche alle due della mattina, anche se lavoravo il mattino dopo, chissenefrega! Sebbene come vi ho anticipato prima, non fosse nulla di esplosivo in quanto a novità o tematica, anche se anzichè ai vampiri qui abbiamo gli angeli e i demoni al centro della storia, è bello, divertente e veramente una goduria leggerlo fino in fondo, quasi senza respiro.



La cosa strana?  Che da un pò di tempo uno YA non mi dava tanta gioia e ingordigia di essere letto e divorato! Il merito che do alla Fitzpatrick è di aver creato una storia per me molto credibile e parallala al mondo che conosco e avermici catapultato dentro, e io ci sono cascata con tutti i piedi!! E felicemente, anche!
Non solo, infatti ho amato moltissimo i protagonisti che ha creato e spero vivamente che rimangano altrettanto belli per tutti i 4 libri di cui si compone questa tetralogia. Patch è fantastico, oscuro, malvagio, angelo e demone al contempo e Nora è simpatica, coraggiosa, codarda e irresitibile da leggere!
Mai per un minuto ho trovato scontato un dialogo o una situazione o un personaggio del romanzo, tutto filo come un ingranaggio per oliato e strutturato, tutto funziona come un orologio svizzero, tanto per rimanere in tema!


Guardate io sono veramente entusiasta di questa lettura, non so come ho potuto non leggerlo prima, come ho fatto a non notarlo prima in libreria o non ho sentito il suo "richiamo" non so, ma so , fortissimamente so, che questa saga mi riserverà sorprese, colpi di scena ed un'evoluzione che meriteranno, varranno la pena, sono ansiosa da matti di incominciare a leggere il secondo, di cui vi farò la recensione la prossima settimana... e speriamo che non mi deluda...




Consigliatissimo. Punto.




Il book trailer:


Becca Fitzpatrick è cresciuta leggendo le storie di misteri e di paura di scrittrici come Trixie Belden e Nancy Drew e molto spesso le leggeva armata di torcia sotto le coperte. Si è laureata ma non ha usato per nulla la sua laurea in quanto ha subito iniziato a scrivere storie. Racconta che la prima idea per scrivere questo romanzo le venne leggendo sulla Bibbia il passo della Genesi che parla di angeli caduti e così il suo “badboy” e sexy angelo caduto prese forma nella sua mente.Quando non è impegnata a scrivere, passa il tempo procurandosi nuovi scaffali per povere scarpe abbandonate, correndo o guardando telefilm polizieschi in Tv. Vive in Colorado. Questo è il suo primo romanzo.

Buon Natale con fiocchi cantanti ...

lunedì 24 dicembre 2012

Ed eccoci fianalmente alla Vigilia di Natale... esiste un periodo dell'anno che mi faccia sentire altrettanto entusiasta di essere sulla terra, inteso come la vorrei vedere normalmente? No, non credo, per cui mi beo dell'esperienza fuggevole ma intensa e cerco che anche voi nel vostro piccolo possiate godere di questa meravigliosa atmosfera con lo stesso entusiasmo!

Continuando l'opera iniziata ieri continuo a proporvi qualcosa che possa arricchire - anche se ho un blog prettamente di recensioni per libri - l'atmosfera canzoniera del Natale! E dove potevo trovare qualcosa di entusiasmante se non nei video americani, che sanno rendere il periodo natalizio indimenticabile come pochi altri?

Eccovi una serie di fiocchi canterini natalizi ... uno per ognuno di voi, scegliete a quale Natale appartenere!!


Buon Natale!
 


Perchi ama il Natale coinvolgente:




Per chi lo ama classico:




Per chi lo ama sexy e un pò retrò:




Per chi lo ama rock:







Merry
Christmas!