☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Uova, famiglia, colori ... e auguri!!

domenica 31 marzo 2013


Comunque vogliate festeggiare questa festa:

In modo originale ...

 
 
All'aperto...
 
Great welcome sign

Facendo gli spiritosoni con gli animali domestici ...

21 Adorable Animals Dressed Up For Easter 
 
Nel paese delle meraviglie...
 
Easter Party #easter #party

In famiglia ... semplicemente ...


Stupendo gli altri e voi stessi...

 
 
A tutti voi i miei più cari auguri di 
 
Buona Pasqua!!!


Dolce leggereditore...

venerdì 29 marzo 2013

Ed eccomi a presentarvi, giusto in tempo per le letture di Pasqua, quello che la Leggereditore ci proporrà da leggere a casa sotto le coperte d questi tempi...


Cosa accade quando la tranquilla e anonima 
esistenza di una donna viene letteralmente 
travolta dalla passione?


  





---oOo---
 Pazza di te
di Jennifer Crusie
pagin 350 circa
prezzo   12€
Leggereditore
dal 21 marzo 2013
--o-- 










Razionale e affidabile, Quinn McKenzie ha sempre vissuto quella che lei definisce una vita ‘incolore’, priva di emozioni forti, imprevisti o colpi di testa. 
Crazy For You
cover orignale

Insegna arte in un liceo, è circondata da amici e familiari che la amano ed è
fidanzata con Bill, l’allenatore praticamente perfetto della scuola… insomma, una noia mortale da scuotere con qualche eccitante novità. 

Ma gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, e tutto cambia quando Quinn adotta una cagnolina abbandonata e inizia a guardare sotto una nuova luce un vecchio e caro amico che non aveva mai considerato tanto sexy e affascinante.
 
Si troverà allora fare i conti con segreti, sabotaggi e sottili seduzioni… e con due uomini totalmente pazzi di lei.
Banner Pazza di te

Dicono del romanzo:


Dalla regina della commedia sofisticata,
autrice di “Una scommessa per amore”, 
un romanzo sexy e delizioso che vi farà ridere di gusto!” 
Kirkus Reviews


“Questo potrebbe essere il libro più divertente che leggerete quest’anno. 
Tante piccole storie intrecciate che creano un puzzle meraviglioso.” 
The Romance Reader
Jennifer Crusie ha scritto quindici romanzi, tradotti in oltre venti Paesi. I suoi libri sono apparsi nelle classifiche di New York Times, USA Today, Publishers Weekly, Wall Street Journal, Bookscan e Barnes & Noble. Le sue storie esplorano in profondità l?universo femminile, restituendoci una visione poliedrica delle donne d?oggi e delle situazioni che si trovano ad affrontare. Con Una  scommessa per amore esordisce finalmente anche in Italia.
--o--

Una meravigliosa storia d’amore che mescola 
romanticismo del primo vero amore 
e la sensualità della scoperta della passione.









---oOo---
Easy 
di Tammara Webber
Pagine 350 circa
Prezzo 12,00 
Leggereditore
dal 14 marzo 2013
--o--









Salvata da uno sconosciuto.  
Perseguitata da un segreto 
A volte, l'amore non è facile ...
Quando Jacqueline segue il fidanzato di lunga data al college di sua scelta, l’ultima cosa che si aspetta è di venire lasciata all’inizio del secondo anno, e di ritrovarsi single a frequentare un’università statale invece di un conservatorio di musica, ignorata da quelli che credeva essere suoi amici. 
cover originale

Una sera, un membro della confraternita del suo ex la aggredisce, ma un
misterioso sconosciuto si trova proprio al posto giusto nel momento giusto. 
Jacqueline vorrebbe solo dimenticare quella notte, ma il suo salvatore, Lucas, si siede il giorno dopo nell’ultima fila della classe di economia, e quando non è impegnato a disegnare la rapisce in un gioco di sguardi.  
Attratta da Lucas ma spaventata dalle proprie paure, Jacqueline non sa se può fidarsi di lui: vuole solo proteggerla e incoraggiarla? Lucas sembra nascondere molti segreti... eppure solo insieme potranno combattere il dolore e il senso di colpa, affrontare la verità e sperimentare l’inatteso potere dell’amore.


Un romanzo che non riuscirete a mettere giù: facile da amare, facile da consigliare, facile al punto che ne vorrete ancora.


La Playlist secondo l'autrice:


1   Skyscraper – Demi Lovato
2   Part of Me – Katy Perry
3   Animal – Neon Trees
4   Tighten Up – Black Keys
5   Hurricane – 30 Seconds to Mars
6   Let Me – Pat Green
7   Ghost – Cavo
8   Kiss Me Slowly – Parachute
9   Breath – Breaking Benjamin
10  All the Same – Sick Puppies
11  Breathe – Ryan Star
12  Chasing Cars – Snow Patrol
13  Wide Awake – Katy Perry
14  I’d Rather Be With You – Joshua Radin
15  The Feel Good Drag – Anberlin
16  The Mess I Made – Parachute
17  Time After Time – Quietdrive
18  Avalanche – David Cook
19  The Cave – Mumford and Sons
20  What Doesn’t Kill You – Kelly Clarkson
21  Say – John Mayer
22  Sweet and Low – Augustana
23  Love Song – 311
24  Hardliners  – Holcombe Waller
25  The Kill – 30 Seconds to Mars
26  From Where You Are – Lifehouse
27  Storm - Lifehouse
Epilogue  Wanted – Hunter Hayes 



GOODREADS CHOICE AWARDS 2012: Best Young Adult Fiction 2nd Place: EASY
 
Tammara Webber è stata consulente accademica, ha sposato il suo ragazzo del liceo, ha tre figli e quattro gatti; insomma, una vita che è già il lieto fine di una storia d’amore. Grazie al passaparola ha ottenuto uno straordinario successo con questo romanzo che ha pubblicato a sue spese su Amazon in formato e-book e che in pochi mesi ha scalato tutte le classifiche, ottenendo addirittura un doppio contratto con la Penguin per l’edizione cartacea.

"L'ultima estate a Deyning park" di Kinghorn Judith

giovedì 28 marzo 2013

Probabilmente è un pochettino presto per presentarvelo, ma devo farlo in cuor mio perchè è un libro che vi sovete segnare tra le prossime uscite, non lasciatevelo assolutamente scappare...

 
Il racconto meraviglioso di un grande amore.

Una giovane dell’alta società
Un ragazzo di umili origini
Un amore che supera ogni ostacolo

Ma la guerra è alle porte e cambierà tutto…

L'ultima estate a Deyning Park 
 
---oOo---
L'ultima 
estate a
Deyning park
di  Kinghorn Judith
pagine 400
prezzo 16,60€
Nord
dal 18 aprile
--o-- 




L’estate è la stagione più bella a Deyning Park. 
È come se la grande tenuta della famiglia Granville si risvegliasse dal torpore invernale per prepararsi a ospitare balli eleganti e ricevimenti sfarzosi. 
Anche per la giovane Clarissa l’estate è una stagione di rinascita; dopo mesi di solitudine, lei può finalmente riabbracciare i fratelli e godere di una nuova, inaspettata compagnia: quella di Tom, l’affascinante figlio della governante che, grazie all’intervento di un misterioso benefattore, ha potuto iscriversi all’università. 
The Last Summer
cover originale
Dapprima intimidita da quel ragazzo così taciturno e rispettoso del proprio ruolo – stare sempre un passo indietro e assistere alla vita dei Granville da dietro le quinte –, Clarissa a poco a poco stringe con lui una profonda amicizia, che poi sfocia in un grande amore. Un grande amore segreto, perché è chiaro che i suoi genitori non lo approverebbero mai. Ma Tom è ambizioso e determinato, e le fa una promessa solenne: una volta terminati gli studi, si trasferirà a Londra per esercitare la professione di avvocato e, non appena sarà diventato abbastanza ricco da colmare il baratro che lo separa dai Granville, chiederà la sua mano. 
Il destino, però, volta loro le spalle. Non soltanto qualcuno scopre la loro relazione clandestina, ma è il 1914, e quella sarà l’ultima estate di felicità a Deyning Park. Come una tempesta, la guerra si abbatterà sull’Inghilterra, spazzando via i sogni di Clarissa e le aspirazioni di Tom, la fortuna dei Granville e l’innocenza della giovinezza… 

Attraverso la storia dell’amore «impossibile» tra Clarissa e Tom, L’ultima estate a Deyning Park tratteggia un coinvolgente affresco della società inglese a cavallo della prima guerra mondiale, tra scandali e intrighi, antiche tradizioni e nuove mode, convenzioni sociali e passioni autentiche che superano ogni ostacolo.

«Un romanzo che ci trasporta nella società inglese a cavallo della prima guerra mondiale: la storia è molto in stile Downton Abbey, con in più un pizzico del Grande Gatsby. Imperdibile.»
Bookseller

«Il racconto meraviglioso di un grande amore. L’ultima estate a Deyning Park ci fa vivere i drammi e le gioie di un’intera generazione.»
RACHEL HORE, autrice del Giardino dei ricordi

«Un romanzo perfetto. La tormentata – ma bellissima – storia d’amore tra i due protagonisti è travolgente.»
The Lady


Judith Kinghorn è nata a Northumberland, in Inghilterra, e si è laureata in Inglese e Storia dell'Arte. Vive con la sua famiglia in Hampshire, Inghilterra.



Recensione: "L'ombra della notte" di Deborah Harkness

mercoledì 27 marzo 2013






---oOo---
L'ombra  
della notte
di Deborah Harkness
Prezzo libro € 19,90
Prezzo ebook € 9,99
Pagine 742
 Piemme
dal 26 febbraio 2013
--o-- 








All Souls Trilogy

1. A Discovery of Witches - 
Il libro della vita e della morte
 2. Shadow of Night - L’ombra della notte 
 3. Inedito, ma previsto per il 2013

Nella biblioteca Bodleiana di Oxford, Diana Bishop, giovane storica e studiosa di alchimia, scopre un misterioso manoscritto: prima di restituire irrimediabilmente il libro, il tocco della sua mano sulla copertina rilegata in pelle riaccende in lei la magia che aveva tentato invano di bandire dalla sua vita dopo la morte dei genitori.

Diana discende infatti da una nota stirpe di streghe, e non è l’unica a essere fatalmente legata all’Ashmole 782, di cui nel frattempo si sono perse le tracce: demoni, vampiri e streghe ne subiscono il fascino e cercano di decifrarne i contenuti sibillini.

Tra questi, l’affascinante professore di genetica Matthew Clairmont, vampiroeternamente giovane.Il libro regola l’esistenza delle creature ultraterrene e nasconde i segreti per scongiurarne l’estinzione.

Diana e Matthew si innamorano e si scelgono per la vita secondo il disegno di un destino a loro sconosciuto.
cover originale

Ma la loro unione è bandita dalla legge delle streghe e dei vampiri.Alla ricerca del prezioso volume, i due innamorati si catapultano nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana del 1591, alla corte della regina.

Li accoglie un esclusivo circolo di personaggi: la misteriosa “Scuola della Notte”, tra cui spiccano il drammaturgo Christopher Marlowe, il poeta George Chapman, l’astronomo e matematico Thomas Harriot.

Ma il XVI secolo non è un posto sicuro: in quegli anni di spietata caccia alle streghe e diffuso pregiudizio, l’unione dei due giovani rischia di scatenare un conflitto di proporzioni inimmaginabili.

Diana e Matthew intraprenderanno uno strabiliante viaggio attraverso l’Europa, fino a Praga: la loro unica speranza di salvezza sarà mettere a punto un piano per rubare il testo alchemico e fare ritorno al XXI secolo.

,

Considerazioni.
Finalmente sono riuscita a leggere, poco, pochissimo tempo dopo l'uscita del primo romanzo, la prosecuzione del romanzo, che avevo trovato a dir poco stupendo, della Harkness.
Nel caso vi siate persi la recensione del primo romanzo, che dovete assolutamente leggere per comprendere e leggere quest'ultimo, eccovi dove trovare lamia recensione:


Se l'avete letta invece direi vi occorre a questopunto un breve ricapitolo di dove eravamo rimansti alla fine del primo libro e che cosa invece troveremo in questa seconda prova.
Innanzitutto vi è da dire che dopo aver salvato la vita a Matthew - nonchè, oserei quasi dire finalmente, essersi legata al suo bel vampir/marito, Diana e il maritino nuovo di zecca intraprendono un viaggio nel tempo - che ho adorato fino allo spasso più puro e sincero - per ritrovare l' Ashmole 782,  antichissimo manoscritto che regola l' esistenza e previene l' estinzione di tutte le creature soprannaturali che albergano sulla terra. Direte, bhè...cosa da poco. No, invece, se conosceste la Karkness, che oltre alla minaccia che potremmo definire "esterna" ne impone due interne: la prima data dalla problematica che attine Diana stessa ed il prendere dimestichezza con le sue arti magiche; la seconda data dalle nuove dnamiche matrimoniali, tutte nuove e molto carine.

Nel viaggio nel tempo che intraprenderemo con i nostri già conosciuti protagonisti - nonchè molto amati dalla sottoscritta - Diana e Matthew assisteremo a qualcosa di assolutamente geniale, innovativo e per chi ama il periodo del 1500 inglese, nonchè dei viaggi nel tempo, la storia condurrà e vedrà  - i nostri due collaudati eroi - catapultati nell' Inghilterra del 1590 alla corte di Elisabetta I!!

 

Qui troveremo un regno pericoloso per le creature dotate di poteri soprannaturali, soprattutto per le streghe, che in questo periodo pericoloso e violento sono perseguitate, imprigionate e bruciate sul rogo. Ovviamente a maggior ragione per Diana si dovrà patre la paura per la sua persecuzione, dato che è una strega ed infatti lei dovrà proteggersi da sordidi complotti segreti, superstizioni maligne e figure alquanto sospette di cui pare impossibile fidarsi.

Bellissima, qui è doveroso indicarvelo, la parte della storia che tratta della possibilità del confronto tra un'anima profondamente moderna, ma amante del passato, come Diana, alcuni dei più famosi e importanti intellettuali di quel tempo: Henry Percy, Christopher Marlowe, Walter Raleigh. Mary Sidney, per dirne alcuni.
Diana, sempre più potente e spaventata, dovrà abbracciare la stregoneria per modellare e controllare i suoi enormi poteri, sempre accanto a Matthew il quale, nel corso del romanzo, dovrà contrastare i propri demoni interiori.. Matthew infatti è un vampiro, e come tale conserverà un lato misterioso e oscuro, fatto di segreti con i quali Diana dovrà inevitabilmente confrontarsi...

Non so proprio da dove incominciare...Ho letto con assoluta passione e coinvolgimento, persino di più di quanto abbia fattonel precedente romanzo.
Ci sono tante, davvero troppe cose da dire per questo romanzo, che sebbene si dilunghi per circa 700 pagine, non sembrano abbastanza.

Innanzitutto la storia, che torna più potente e coinvolgente di prima, mi ha proprio preso il fatto di collocare la storia in dietro nel tempo, nel lontano passato elisabettiano, con i suoi costumi, i suoi usi, la fertilità delle sue menti e il fulgore geniale degli artistiche ha partorito questo magnifico periodo storico.
Ho apprezza così tanto e così profondamente il contatto con gli autori che Diana ha la possibilità di incontrare, di parlare, di venire in contatto con assoluta ammirazione storica ed umana.

The witch's cats by ArwensGrace

Magnifico anche il fatto che la Harkness abbia saputo introdurre nuovamente in perfetto sincronismo periodo storico e magia, poteri, vampiri, demoni e streghe che abitano il mondo dell'autrice. Proprio mirabile, lo sottolineo nuovamente, la capacità di questa autrice di porre i vari piani narrativi in un intreccio ben congeniato e ben consegnato e proposto al lettore.

Come il per il primo romanzo troviamo alcune lentezze che la Harkness si concede e ci sottopone, sempre in accurata ricostruzine storica arrichita da elementi fantastici,ma sempre con una sorta di potente garbo e assoluta raffinatezza narrativa che non può non rendere felice che ama  profondamente le descrizioni e la bellezza narrativa che la Harkness ci concede di attngere dal suo genio.

Devo aggiungere poi che un elemento che ho particolarmente apprezzato è l'introduzione dell'elemento romatico nella storia. Finalmente l'autrice, in questo seocndo volume, prende coraggio e si butta, ci concede una bellissima quanto voluta storia d'amore romantica che ci fa finalmetne osservare non tanto un amore dal suo sbocciare (che abbiamo avuto modo di vedere e vivere nel primo romanzo) quanto più l'assestamente della vita di coppia tra una strega ed un vampiro osteggiati nel loro amore realizzato, ma tenuto celato, che non solo deve affrontare le problematiche quotidiane, ma anche problemi che minacciano il mondo soprannaturale di cui fanno parte. Ci sono nel romanzo, dei momenti di una dolcezza così pura ed incredibile che fatico a descrivervi nella sua interezza e che vi cosnsiglio alle più romanrtiche di annotarsi e riprendere...






Tirando le file di questa recensione posso onestamente dirvi di aver apprezzato con maggior pathos e coinvolgimento questo romanzo, che avendo coraggio di puntare maggiormente sui punti di forza del primo romanzo (la parte soprannaturale e quella romantica) pur consevano di minima parte gli eccessi descrittivi della prima fatica della Harkness (quelli descrittivi soprattutto) riesce a confezionare un romanzo che raggunge le vette del primo e le supera di misura.
Amo questo romanzo, per i supi pregi quanto per i suoi difetti, quindi lo consiglio di tutto cuore, e spero che piaccia a voi, quanto è paiciuto a me. Davvero.

 


Il primo volume:





---oOo---
Il libro
della vita e
della morte

di Deborah Harkness
Prezzo libro € 12,00
Pagine 752
Piemme
dal 26 febbraio 2013

--o--



Quando Diana Bishop, una giovane storica studiosa di alchimia, scopre nella biblioteca Bodleiana di Oxford un antico manoscritto che vi era rimasto celato per secoli, non si rende conto di aver compiuto un gesto decisivo per la sua vita. 
Discendente da una stirpe di streghe, dopo la morte in circostanze misteriose di entrambi i genitori Diana aveva scelto di bandire la magia dalla propria esistenza. Ma la sua vera natura non è facile da relegare nell’ombra. 
Ora il potere del manoscritto è più forte di ogni sua decisione e, nonostante tutti i suoi tentativi, non riesce a metterlo da parte. 
A Discovery of Witches (All Souls Trilogy, #1)
cover originale
Ma non è la sola a sentire con prepotenza l’attrazione per quell’antico testo, che nasconde oscure verità, incantesimi e sortilegi. 
Perché le streghe non sono le uniche creature ultraterrene che vivono a fianco degli umani, ci sono anche demoni, fantasiosi e distruttivi, e vampiri, eternamente giovani, e tutti sono interessati alla scoperta di Diana. 
Uno in particolare si distingue dagli altri, Matthew Clairmont, un vampiro, professore di genetica appassionato di Darwin. Il cui interesse per il manoscritto viene presto superato da quello per la giovane strega. 
Insieme intraprendono il viaggio per sviscerare i segreti celati nell’antico libro.Ma l’amore che nasce tra loro, un amore proibito da leggi radicate nel tempo, minaccia di alterare il fragile equilibrio esistente tra le creature e gli umani e di scatenare un conflitto che può avere conseguenze fatali.
L'autrice parla del libro (i
Deborah Harkness Americana, ha una lunga carriera accademica alle spalle. Specializzata in storia, e in particolare nella storia della scienza e della magia nell’Europa dal 1500 al 1700, ha insegnato in diverse università americane. Attualmente è docente di Storia Europea alla University of Southern California, a Los Angeles.Ha scritto numerosi libri di taglio scientifico e il romanzo Il libro della vita e della morte, suo fortunatissimo esordio letterario: subito in testa alle classifiche in America e in Inghilterra e Numero 1 sul New York Times, è stato pubblicato in più di 30 paesi. La Warner Bros. ne ha opzionato i diritti cinematografici. L’ombra della notte è il suo attesissimo seguito, secondo romanzo della trilogia.

Recensione: "Risveglio" di Anne Rice

martedì 26 marzo 2013








---oOo---
La Trilogia 
dei sensi
- RISVEGLIO
di Anne Rice
Pagine: 250 
Prezzo: 14.00 €
Longanesi
dal  7 Marzo 2013
--o-- 






La trilogia dei sensi è composta da:


1. The Claiming of Sleeping Beauty - 
 LA TRILOGIA DEI SENSI - RISVEGLIO
2. Beauty's Punishment - 
LA TRILOGIA DEI SENSI - ABBANDONO - dal 4/04/13
3. Beauty's Release - 
 LA TRILOGIA DEI SENSI - ESTASI - dal 18/04713

The Claiming of Sleeping Beauty (Sleeping Beauty, #1)Beauty Punishment (Bella Addormentata, # 2)
cover originali 

Lei ha dormito per cent’anni e i principi che hanno tentato di svegliarla sono morti nell’impresa.
Ma poi è arrivato lui, il Principe bello e spietato, e Bella si è svegliata. Ora lei gli appartiene e lui farà di lei la sua schiava, una schiava dedita al suo piacere in una corte sensuale e perversa, dove altri giovani di sangue reale vivono la stessa situazione.
Giovane, bella e disponibile a imparare, nella corte Bella conoscerà il piacere e il dolore, in un’atmosfera pervasa di erotismo e passione.
Ma l’aspetta anche l’amore, che ha gli occhi profondi di un altro schiavo come lei.
Anche se solo giocattoli nelle mani dei loro spietati padroni, i due ragazzi insieme affronteranno una fuga che li porterà, forse, a coronare il loro sogno…

Considerazioni.
Taaaanto tempo fa - quasi quanto vuole la favola - un'amica mi prestò un romanzo che diceva essere un vero e proprio scandalo di romanzo.
In realtà il romanzo era una trilogia e in Italia, almeno per l'epoca - la trilogia in questione fu scritta nel 1983 e poi pubblicata in Italia negli anni '90 - fece proprio un pochino scandalo, trovando poi poco riscontro. Perché? Perché anche se prende ideale spunto dalla favola della Bella Addormentata nel bosco c'è poco della favola e dell'incanto, molto invece del sesso e della fame di bondage, sadomaso, ecc...


Innanzitutto è bene specificare che non rimane molto di non detto - sessualmente parlando, of course - per cui ecco che consiglierei tale romanzo ad una cerchia di persone più adulta, non proprio a chi non piace l'estremo, l'esplicito, quasi lo scurrile svilimento del sesso, che in questo senso viene espresso nel più che esplicitamente nel romanzo.
Per quanto riguarda la trama potete leggerla in tutto e quasi per tutto già nella sinossi che vi posto poco sopra, non si aggiunge molto a quello, infatti la Rice aveva - ed ha scritto questa storia - non tanto per raccontare una rivisitazione della Bella Addormentata nel bosco, quanto piuttosto di rivedere la storia dal punto di vista di una ragazza che risveglia i propri sensi e che si dedica al sesso per quello che è e che non è se legato al sentimento, non inizialmente, ecco.

La primissima volta che ho preso in mano questo romanzo ne sono rimasta assolutamente schifata, spiazzata e disorientata, lo ammetto. Ammetto anche di averlo vissuto come il più candido dei peccati che siano mai stati commessi. Leggendo il secondo romanzo non mi sembrava di essermi guadagnata o persa qualche cosa, ma leggendo il terzo in inglese (mi ero stufata e disperata di vederla pubblicata, all'epoca almeno) mi ero in parte ricreduta.
Non che venga del tutto a modificarsi il concetto espresso nelle parti precedenti, ma c'è qualcosa, viene introdotto. Qualcosa che chiude in qualche modo il cerchio che si era aperto nel primo romanzo e che trova giusta collocazione in una storia che nasce sporca, insensata, insana e maliziosamente rapace di corpi, di istinti perduti, accantonati e banditi dalla normale concezione del sesso, della carne, della pelle e di quanto più profondo custodiamo. 

 
Sebbene all'inizio ne fossi stata poco coinvolta, dicevo, solo dopo molti anni dalla sua lettura, crescendo e maturando nelle letture, soprattutto in ambito erotico, e rileggendo questa opera ho potuto trarne un significato oltre alla passione carnale ed assoluta, al consumarsi febbrilmente di due corpi, non era in realtà solo quello.
A differenza di quello che sareste portati a pensare infatti penso che la Rice volesse far pervenire al lettore qualcosa di positivo, in questa storia che rasenta lo squallore assoluto e il ribrezzo per la condizione umana legata al semplice atto sessuale.

Sleeping Beauty.
La Rice ci dice espressamente, tra le righe che respiriamo a fatica talvolta, che siamo noi a conferire a quell'atto, o quegli atti, sessuali il significato che vogliano imprimerci. All'inizio Bella è scioccata, non capisce, viene svegliata da un atto sessuale prepotente, poi capisce la meccanica dell'atto, ma non partecipa, non si esalta, non gode pienamente dell'esperienza, perchè è senza sentimento. Ma poi si affeziona a qualcuno, qualcuno con cui non fa sesso, ma che le fa battere il cuore e al quale non può tendere nè sperare di avere, di tocare, di sfiorare, di amare fisicamente e sentimentalmente. Allora capisce, piano a piano che il sesso, che lo sfioramento dei corpi, che il meraviglioso senso del tatto e del gusto sono fondamentali. Comprende che il sesso può essere tanto degradante quanto stupendo, può tanto elevare quanto ridurre al mimino la nostre persona. Può distruggere o può portare ad amare.

E' un libro che consiglio a tutti? Nonn esattamente. Qui non c'è nulla che giustifichi o redima la protagonista femminile o i numerosi protagonisti maschili. C'è solo la desolazione degli atti sessuali che vengono compiuti uno dopo l'altro e dopo l'altro ancora come in un gioco perverso e senza senso o giustificazione che però permettono di comprendere quanto a fondo questo può significare, può essere incisivo sulla nostra persona e sulla nostra volontà che vacilla alla costrizione del corpo, per di più se è il principe che abusa della Bella Addormentata che nulla conosce e a nulla, nella sua ingenuità si oppone.


Anne Rice, nata a New Orleans nel 1941, si è laureata in scienze politiche e letteratura inglese alla San Francisco State University. Scrittrice tradotta in tutto il mondo, pare avere non soltanto il dono del successo ma anche quello di precorrere i tempi. Con Intervista col vampiro ha reinventato il mito dei vampiri descrivendone il tormento e l'intensità, le esperienze di un'umanità perduta per sempre e per sempre desiderata. Con la saga della Bella addormentata, fra le più ostracizzate dai benpensanti negli Stati Uniti tanto da essere stata messa all'indice in diverse biblioteche pubbliche, Anne Rice ha infuso nuova linfa alla letteratura erotica, esplorandone i risvolti sadomasochistici con grande inventiva e passione.

Recensione: "Nel cuore del mare" di Charlotte Rogan

lunedì 25 marzo 2013

 
 
---oOo---  
Nel cuore
del mare
di Charlotte Rogan 
 Pagine 440 
 Prezzo 16,50 € 
Dalai editore 
dal 19 febbraio
  --o-- 


È l’estate del 1914. L’Europa sta correndo con sciagurata determinazione verso una guerra disastrosa, eppure per Grace Winter l’avvenire appare ricco di promesse. 
Insieme al suo ricco marito appena sposato si è imbarcata alla volta di New York, dove spera di farsi accettare dalla suocera, donna altera che si era dimostrata poco propensa a quel matrimonio.
The Lifeboat
cover originale
Ma in seguito a una misteriosa esplosione la nave su cui viaggia la coppia affonda.
All’ultimo momento, quando la fine sembra ormai inevitabile, un membro dell’equipaggio trova un posto a Grace su una scialuppa già sovraccarica.
Alla deriva in condizioni climatiche ostili, la giovane e i suoi compagni di sventura sono ben presto costretti a fare una scelta di campo tra John Hardie, un vecchio lupo di mare feroce che ha assunto il comando dell’imbarcazione, e Ursula Grant, enigmatica passeggera che contesta la sua autorità.
Le tre settimane che seguono il naufragio trascorreranno così fra paura, intrighi e rari momenti di conforto, rimettendo in dubbio le più intime convinzioni di ognuno riguardo alla giustizia, all’umanità… e a Dio.
Salvata, Grace finirà però sotto processo con accuse infamanti.
Non sapendo esattamente cosa pensare della loro cliente, i suoi avvocati le suggeriscono di stendere un memoriale in cui raccontare l’intera vicenda.
Il risultato è una narrazione che toglie il fiato e solleva domande inquietanti sui limiti della morale di fronte alla morte, restituendoci nel contempo il ritratto di una donna complessa e indimenticabile tanto quanto gli avvenimenti che descrive.


Considerazioni.
Allora, eccovi che vi presento un libro molto particolare a davvero molto differente da ciò che avete letto da un pò di tempo a questa parte. Sono assolutamente sicura.
Non tanto per l'ambientazione, che abbiamo visto essere utilizzata in questo ultimo anno, per ricordare la famosissima tragedia del Titanic su tutte, nè tanto meno per il periodo, perchè bene o male in questi ultimi anni abbiamo potuto vedere molti romanzi essere collocati nei primi anni del 1900. 
No. Il romanzo di Charlotte Rogan - candidato anche al Guardian First Book Prize - e da appena poco più di un mese approdato in Italia, prendendo spunto da un vecchio articolo su un caso realmente accaduto nel 1842 ci racconta una storia incredibilmente ben scritta. Datemene credito, vi prego.
 
 
 
La Rogan ci narra la storia della fittizia dell' Empress Alexandra al largo dell’Oceano Atlantico nel 1914 e ci racconta della storia e degli avvenimenti a cui assistiamo dal punto di vista di una donna accusata di un omicidio, commesso a bordo di una scialuppa nell’attesa estenuante dei soccorsi, arrivati molto tempo dopo.
Grace Winter, la protagonista in questione - che racconta la vicenda in prima persona - narra la vicenda che la coinvolge iniziando dal processo, di cui è resa protagonista, riportandoci con la memoria agli accadimenti passati.
 
Il romanzo infatti ci rende partecipi e si sofferma principalmente dei lunghissimi ed estenuanti giorni a bordo di quella scialuppa, capeggiata dal misterioso quanto ambiguo Mr. Hardie
Grace ci racconta della fame e della sete provata fino allo stremo dai disperati che abitano la scialuppa in tutti quei giorni prima che qualcuno venisse a salvarli. Grace ci narra della natura violenta che si scatena in mare con  le bufere, il vento e la pioggia, che ledono le loro già fragili speranze di sopravvivenza. E quella piccola imbarcazione col trascorrere del tempo diventerà sempre più una metafora dell'esistenza umana, dove solo i più forti riusciranno ad essere salvati e i più deboli dovranno lottare per sopravvivere o soccombere annientati ferocemente dalgi altri.  
Il romanco ci narra anche, come in un flashback lontano,  della vita di Grace, di quello che era prima dello sfortunato naufragio su una scialuppa piccola ed affollata, ci coinvolge nella storia del suo matrimonio per interesse con un uomo ricco - la sua famiglia era caduta in disgrazia - e del viaggio intrapreso verso l'America per essere inserita nella nuova famiglia del marito. 
Ma proprio quando ci avviciniamo alla verità, quando pensiamo di aver compreso Grace e i personaggi che abitano la scialuppa, capiamo altre e nuove cose, comprendiamo qualcosa di più e sconvolgente su quelle poche certezze che ci eravamo costruiti nelle pagine precedenti e che invece verranno scaraventate in fondo all'oceano.

Nel cuore del mare è un romanzo che saputo catturare in modo intelligente e con grazia il mio interesse, ha saputo farmi compendere l'umana natura, quella selvaggia e primitiva che sebbene ci sforziamo tanto di tenere a bada nei suoi istinti primari, in condizioni estreme, esposti alle condizioni che riducono tutto ai minimi termini, salta fuori, predomina e s'impone per quanto si possa contenere e definire. 
Il romanzo della Rogan utilizza l’ambientazione storica ed estrema - come lo può essere una scialuppa di salvataggio nello sperduto paesaggio dell'oceano trabordante di persone ammassatevi sopra -  per mettere in luce quello che può diventare l'uomo, la sua connaturata bestialità e - talvolta - la conseguente perdita dell’umanità. 
 
 
 
In pochi metri, quella che pareva essere la libertà, appiglio di salvezza costituito da pochi metri quadrati fluttuanti sull'acqua, diventano un territorio limitato, soffocante, di estenuanti attese, di lungi minuti e attese sconfinate che mai terminano e sempre si protraggono sulla nenia onnipresente, ed ondulatoria, del mare
 
Route of the ill-fated voyage (click to enlarge)
 
Non ci sono vie di scampo,  non ci sono scelte, non ci sono segreti, nè privacy alcuna. Non ci sono momenti di calma, non si può dormire tranquilli e con tutti e due gli occhi chiusi. Si scappa solo con la mente, con i ricordi passati e lontani. Si scappa solo rifuggenso dentro se stessi, scavando una stanza illusoria all'interno della proprio mente, nel quale creare un momento di solitudine che porti a rappacificarsi con se stessi e quindi cercare di isolarsi anche dalla pelle dei vicini che sfega con la propria ricordando la circostanza a cui si è costretti.
 
In tutto ciò assistiamo la Rogan portarci ad analizzare e scoprire la figura di una protagonista che non sembra quello che vuole far credere di essere: debole, probabilmente molto indifesa, da poco moglie,  da molto sola e disperata, più spettatrice che combattente, più pecora tra i lupi, che feroce fiera pronta a tutto. Ma la bravissima Rogan, piano a piano insinua il dubbio, scava nell'animo della sua persona, ci promette intrigo, e rispetta il patto mostrandoci l'altra faccia della apparente Grace che lei stessa ci lascia intendere di essere, o meglio di voler essere, e ci mostra la crudeltà a cui si possono spingere gli agnelli, ci mette nella condizione di porci dei dubbi nei suoi confronti, perchè nulla è come appare. 
 
 
La Rogan pone in essere un dramma arguto, che scava nell'animo umano con graffiante bravura, giocando sull'ingenuità della sua protagonista e tendendo con grazia e sottigliezza una trappola fine e intelligente una trama che sarà difficile da dimenticare e che vorremmo non finisse troppo in fretta in fondo alle profondità della memoria. Mi è immensamente piaciuto il garbo non solo della storia, così me ce l'ha proposta la Rogan, ma anche per il fatto che l'autrice mi abbia posto innanzi a dilemmi che ho trovato pertinenti e assolutamente ben inseriti nel tessuto della trama. Nessuno colpevole o innocente in assoluto, tutti portiamo - e dobbamo condividere - con il lato positivo, quanto negativo, di noi stessi. Tutti, nel percorso dato dalla nostra esistenza dobbiamo, cercando di conoscere noi stessi, individuare e comprendere quello di cui siamo o potremmo essere capaci in condizioni estreme. 
L'ambiguità dell’animo umano  cui ci pone di fronte la Rogan è assolutamente perfetto, geniale e reale quanto vero. 
 
Leggetelo, questo romanzo è un inno alle capacità umane poste di fronte all'estrema condizione a cui la natura ci può porre innanzi, ma anche un thriller coraggioso e un dramma ben costruito.

Charlotte Rogan si è laureata a Princeton nel 1975. Dopo aver lavorato per anni nel campo dell’architettura e dell’ingegneria, ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Nel cuore del mare è il suo primo romanzo. Lo spunto per la storia gliel’hanno fornito un vecchio articolo di diritto penale e i suoi ricordi di bambina cresciuta in una famiglia di marinai. Vive a Westport, nel Connecticut, con il marito e i tre figli gemelli. http://charlotterogan.com/

Moment of Joy...and love

domenica 24 marzo 2013

Perdonatemi ma oggi ho bisogno di una giornata di bellezza. Non intendo la bellezza fisica, ma quella di parole, dei momenti, voglio liberare quello che sento nell'animo. 
Voglio sorprese e momenti beati e fuggevoli, voglio scoprirmi in ogni pozzanghera, trovarmi in ogni alito di vento, magari in paio d'occhi scuri, svestirmi alla luce del sole e volare con le rondini al di sopra delle pallide e incosistenti nubi, voglio giacere su pagliericci, ballare fino al mattino e guardare il cielo fino a quando non si copre di stelle, vecchia e saggia coperta del cielo.

Spero abbiate una giornata cos' anche voi, perchè mi apre l'animo e riscopro del perchè leggo...