-------------------------------------

Recensione: "La fuga" di Adrian Lara e Tina Folsom

martedì 2 giugno 2015


 

---oOo---
  La fuga
  di Adrian Lara
 e Tina Folsom
Pagine 352
Prezzo
Leggereditore
voto:
3/5

  --o--










La serie "Phoenix Code" è composta da:

1. Cut and Run (Phoenix Code 1-2) - La fuga
2.  Hide and Seek (Phoenix Code 3-4) - ancora inedito
--o--
cover originale

Dotati di capacità extrasensoriali, gli uomini del programma Fenice erano la più potente risorsa della nazione. 
Traditi da nemici sconosciuti, ora non possono fidarsi di nessuno. 
Nelle loro mani c'è la chiave per sventare una pericolosa cospirazione, ma prima dovranno riuscire a sopravvivere...

Lo strappo.
Ethan Jones sa che Tori Connors è la donna che vuole accanto, eppure, quando il programma Fenice è minacciato, non può far altro che mollare tutto e sparire. Tempo dopo, il destino li mette di nuovo di fronte, ma questa volta a minacciare il desiderio che continua a unirli è un misterioso assassino assoldato dai nemici della Fenice venuti a regolare i conti con il passato.
La fuga
Scott Thompson, un anonimo meccanico di motociclette, è in realtà un ex agente della cia con il dono della premonizione. Phoebe Chadwick è una giornalista e deve la sua vita a Scott, che sventa un terribile incidente ferroviario. La giornalista vuole vederci chiaro ma non sa che mettersi sulle tracce dell’uomo equivale a finire nel mirino di chi lo vuole morto.





Considerazioni.
Ho voluto presentarvi questo romanzo perchè alcune di voi lettrici mi avete domandato di consigliarvi un romanzo, tra le nuove uscire, che costituisse una lettura godibile ma in qualche modo particolare. Penso quindi che questa lettura possa corrispondere ai vostri desideri, perchè penso possa accontentare tanto coloro che non solo amano leggere - visto anche l'appropinquarsi dell'estate - una romanzo leggero e di puro intrattenimento, ma anche coloro che amano il paranormale senza tanti artefici o elaborati giochi fantastici. 

Cavalcando le teorie secondo le quali le forze governative americane avrebbe nel corso del tempo fatto numerosi esperimenti sui componenti delle forze armate e di intteligence (dalla CIA all'FBI, ecc...) la Adrian e la Folsom hanno pensato di creare una serie composta da quattro libri (da noi raggruppati dalla Leggereditore in due libri) che virasse al paranormale e giocasse un pò con i risultati ottenuti sugli uomini "cavia" di questi esperimenti.

In questo caso siamo alla presenza di ex appartenenti alla CIA che a seguito di questi esperimenti - in quanto facenti pare del "Progetto Fenice" - si trovano a vivere un'esistenza quasi normale tra altri e bassi, ma vuoi per le loro capacità, vuoi per i loro poteri soprannaturali, vuoi ancora per le situazioni pericolose in cui si trovano a contatto, devono fronteggiare una situazione particolarmente ostile. Il tutto ovviamente, è smorzato dal fatto che oltre a dover passare dei brutti 5 minuti incontrano anche delle donne interessanti, forti e molto sensuali di cui si innamorano perdutamente.
I generi tirati in ballo nei due racconti sono simili se non coincidenti (spy-story/paranormal/romance/erotic/suspance) e le vicende sono strettamente collegate tra di loro. Le differenze attengono ai protagonisti coinvolti (che cambiano di volta in volta) ed a piccoli particolari che vi faccio scoprire durante la lettura.

Parlando del primo romanzo - che si intitola "Lo strappo" - la Adrian parla della storia di Ethan e Tori, i quali per un anno circa vivono una storia d'amore appassionante, intensa e passionale fino a quando all'improvviso Ethan riceve una telefonata che lo obbliga ad abbandonare immediatamente tutto e lo vede scappare (letteralmente) dal Maine (per Seattle), da Tori (senza avvertirla) e strapparlo quindi da una relazione che avrebbe potuto cambiare la storia di entrambi.

I due si incontrano tre anni dopo circa, accidentalmente, e l'avventura in cui si trovereanno coinvolti, che li porterà on the road, e darà modo ad entrambi di guarire le ferite con le spiegazioni, le giustificazioni, le confessioni con i sentimenti in palmo di mano e soprattutto di costruire nuovi ricordi. Di nuovo insieme.

Per quanto riguarda invece la seconda storia - che si intitola "La fuga" quella scritta dalla Folsom (di cui a essere onesti non avevo ancora letto nulla) parla di Scott (un motociclista parecchio problematico) e Phoebe (giornalista d'assalto) i quali si in(s)contrano e si piacciono sin da subito, ma che a prescindere dalla fortissima attrazione fisica devono affrontare, pima di trovare un collaudato rapporto amoroso, il passato decisamente paricolare di Scott, che risulta essere elemento piuttosto scomodo della situazione e quindi un processo maggiormente lungo di conoscenza e si approfondimento psicologico da parte, anche, del lettore.

Entrambi i racconti sono caratterizzati dall'essere piuttosto veloci, con un ritmo incalzante e poco tempo per spiegazioni che si protaggano oltre l'indispensabile per lasciare tanto spazio all'avventura e soprattutto alla parte amorosa della storia.
Detto ciò, è anche vero che le due scrittrici sono state decisamente brave, in poche pagine, alla fine, nel descrivere un'avventura "mordi e fuggi" che però rimanga piacevolmente impressa e che non esageri troppo nel paranormale, pur non sfuggendo a questo genere per via dei poteri di "veggenza" dei protagonisti maschili. Lettura consigliata da portare sotto l'ombrellone!

Allen Lambert Galleria by Santiago Calatrava, Toronto, ON © Sam Javanrouh


Lara Adrian è una scrittrice prolifica, che esplora tutte le sfumature del romance. La sua Stirpe di Mezzanotte, pubblicata da Leggereditore è una delle serie paranormal più tradotte e vendute al mondo.

Tina Folsom è autrice bestseller per The New York Times e Usa Today. Nonostante i suoi romanzi siano tutti autopubblicati, è riuscita a vendere più di due milioni di copie in soli quattro anni.

2 commenti:

Ludo ha detto...

Io non ho mai letto alcunché di Lara Adrian né di Tina Folsom, però so che a quest'ultima piace molto condire di scene piccanti i propri romanzi.

Endi, mi dovrai, poi, raccontare cosa pensi di quella che dovrebbe essere la grande rivelazione de La colpa, l'ultimo volume della trilogia della Bilotti.

Endimione Birches ha detto...

Si, vero ... molto hoooOooooOooot ;)

... assolutamente, appena esco dal ginepraio letterario del Trono di Spade e finisco il secondo romanzo (e poi il terzo) della Bilotti con calma e precisione ti informo prontamente ... promesso!!!!! <3 <3 <3
Endi