I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione in pillole: "Le colazioni sul lago di X" di Tito Malinverno

lunedì 15 ottobre 2018





...oOo...
Le colazioni
sul Lago di X
di Tito Malinverno 
Pagine 119
Prezzo Prezzo 14,50€ 
eBook 4,15
Kindle 3,99€
Editore ZeroUnoUndici
già disponibile
voto:
★★★
..o..



Tito Maliverno è un poliziotto che, durante quella che avrebbe dovuto essere la sua operazione campale, ha scoperto un intrallazzo tra Stato e Antistato, assistendo a un incontro a cui non avrebbe mai dovuto assistere. 

Per Maliverno inizia così un periodo di fuga: le informazioni che ha ricavato in quell’incontro potrebbero mettere nei guai molte persone di spicco e sa che queste saranno disposte a qualsiasi cosa pur di farlo tacere. 

Dopo mesi di fuga e di vita da vagabondo, impazzito, Malinverno decide di fermarsi, assicurando se stesso e la sua salvezza a un uomo che aveva fatto arrestare in passato ma con cui poi si è creato un legame d’amicizia. Ogni giorno, due volte al giorno, Maliverno dovrà inviargli un messaggio per fargli sapere se sta bene. Se quel messaggio non arriva, l’uomo è autorizzato a rivelare tutto quello che l’ex poliziotto ha scoperto. 

Passa un po’ di tempo senza che succeda nulla. Finché un giorno Massimo Morganti, un altro ex poliziotto desideroso di scoprire quanto appreso da Maliverno, si mette sulle sue tracce…


Considerazioni.
Il libro che vorrei raccontarvi e consigliarvi oggi è stata una lettura molto diversa rispetto a quelle che faccio di solito. "La colazione sul lago di X" racconta infatti di una fuga e della ricerca della verità su alcuni fatti attinenti il rapporto Stato/Antistato. Nella vicenda viene a essere "tirato in mezzo" il protagonista, Tito Malinverno, ovvero un poliziotto che dopo aver visto quello che non avrebbe dovuto vedere, è obbligato alla fuga, costretto a nascondendosi continuamente e ad escogitare strategie nuove e sempre differenti per conservare la vita. Tito ad un certo punto sarà così braccato da dover assolutamente sparire ...

Ad un certo punto si metterà sulle sue tracce un certo Massimo Morganti, un ex poliziotto, il quale dopo essere venuto a conoscenza dei fatti che avevano riguardato Malinverni, decide di rintracciarlo... ma le cose non saranno semplici...

A prescindere dalla storia in se stessa, che è decisamente meglio leggere che verede  raccontata, sappiate che della storia mi è piaciuto moltissimo il personaggio principale, ovvero Malinverni, il quale riesce a essere interessante, profondo, toccante, intelligente e sarcastico quando serve, mostrando diverse facce e una certa attitudine per tutta la storia. 
Bravo anche l'autore, il quale nascondendosi dietro le stesse sembianze di Malinverni riesce, grazie ad una scrittura sciolta, intrigante e a tratti commovente, a parlare di una storia complessa, incastrando tutti i pezzi in modo tale che risulti appassionante e credibile, riuscendo a delineare bene sia la trama principale che i personaggi, i quali sono ben caratterizzati, capaci di emozionare e rimanere impressi.

Dalla trama ben strutturata e ben narrata, sino all'intreccio delle vicende a cui assistiamo, per non parlare delle vicissitudini dei personaggi, "La colazione sul lago di X" risulta nel complesso una lettura piacevolissima, intrigante e con dei bei colpi di scena. Scritto bene e con un stile davvero buono, consiglio questo romanzo a tutti coloro che hanno voglia di una buona storia, interessante e in grado di tenere all'erta il lettore sino alla fine.


Tito Maliverno 
Si definisce così "Tito è uno dei miei tanti "me". Sono uno "one man band", sono "l'umodellospazio". Sono in debito perenne con la musica, la letteratura e la psicologia, perché mi hanno salvato più volte a vita impedendomi di buttarmi via. Quando io e te ci  incontriamo per strafa corremmo farci una domanda, una sola. Ma non parliamo quasi mai. Continuo a pensare che scrivere è nulla confronto a leggere. E io invidio te che stai leggendo.

Recensione in pillole: "Alta marea" di Alexandra J. Forrest

giovedì 11 ottobre 2018




...oOo...
Alta
Marea
di  Alexandra J. Forrest
pagine 302
prezzi 1.99€
già disponibile
Autopubblicato
voto:
★★★★☆
..o..


In un piccolo paese dell’America Latina, un gruppo di guerriglieri sta preparando un colpo di stato per abbattere la giunta militare che opprime la popolazione.

In uno scenario denso di intrighi, inganni e lotte per il potere, s’intrecciano le vicende di Ramon Arada, uno dei capi della rivolta, sua sorella Veronica, bellissima e fragile, suo marito Jorge, proprietario terriero e medico di fama che non vuole perdere i propri privilegi, e Julian Dewers, ingegnere americano innamorato di Veronica.

Sotto il caldo sole dei Tropici si accende la passione fra Veronica e Julian, mentre ai vertici del potere si tessono oscure trame e il paese rischia di precipitare verso la catastrofe.

L’amore dei due amanti appare senza speranza, ma proprio quando tutto sembra perduto accade l’inaspettato…

Alta Marea, romanzo contemporaneo, già pubblicato da Editrice Nord nella “Collana Romantica” nel 1997, viene ora riproposto con una nuova veste grafica in una nuova edizione in formato digitale.





Considerazioni.
Il romanzo di cui vi parlo oggi narra della storia di un trio del tutto particolare. Innanzitutto ci troviamo in una località insolita per un romance, infatti non ci sono gli specchi dei grattacieli o le lande più o meno desolate della provincia. Siamo nell’America Latina più profonda, laggiù dove ancora si combatte con la forza tra gruppi di guerriglieri.
La protagonista di questa vicenda è Veronica, una donna che vive nell’ombra del marito Ramon, un uomo ingombrante sia per la sua personalità che la sua posizione. Insieme al fratello di Veronica, infatti, Ramon è a capo di un gruppo che vuole rovesciare il potere locare e “smuovere” la popolazione.

Veronica non appare come una donna del tutto consapevole delle sue possibilità, pur desiderando da sempre qualcosa di diverso, qualcosa che non necessariamente prevedere una lotta e un fucile come arbitro di tutto. C’è una lotta, dentro questa donna che da sempre segue quanto chiede la società e le regole in cui vive, che sembra divorarla costantemente, ma deve giungere a un risoluzione in ogni caso. 

E la risoluzione arriva. Ed arriva con il medico americano di nome Jason che entra nel cuore e nella testa di Veronica mettendo in discussione non solo la vita che sta conducendo con Ramon, di cui non ha più voglia, che non sente più sua fondamentalmente, ma anche anche il sentimento per il marito, che non giustifica più i sacrifici che sta facendo per se stessa. Ma non sarà così facile trovare una risposta alle sue domande, essendo il paese in cui vivono sull’orlo di una situazione che non può che portare a conseguenze estreme ...

Consiglio questo romanzo a tutte coloro che hanno voglia di una lettura avventuroso pur non rinunciando a una storia romantica sullo sfondo. Le ambientazioni inoltre non sono il solito sottofondo indefinito e abbozzato, ma un vero e proprio protagonista capace di imporsi prepotentemente nella vita dei protagonisti. Lo stile inoltre è molto piacevole, dettagliato e scorrevole, in una parola gradevolissimo, anche se alcune di voi che gradiscono le avventure con maggiore incedere potrebbero trovare questo libro un po’ più riflessivo, soffermandosi sulle descrizioni e preferendo spiegazioni approfondite, diluendo e centellinando gli elementi avventurosi.





Alexandra J. Forrester 
E' pseudonimo con cui Angela Pesce Fassio firma i suoi romance storici. Nata ad Asti, dove risiede tuttora, è un’autrice versatile, come dimostra la sua ormai lunga carriera e la varietà della sua produzione letteraria. L’autrice coltiva altre passioni, oltre alla scrittura, fra cui ascoltare musica, dipingere, leggere e, quando le sue molteplici attività lo consentono, ama andare a cavallo e praticare yoga. Discipline che le permettono di coniugare ed equilibrare il mondo dell’immaginario col mondo materiale. I suoi libri hanno riscosso successo e consensi dal pubblico e dalla critica in Italia e all'estero.


Animi romantici ... aprite i vostri cuori!

mercoledì 10 ottobre 2018




Tutti coloro che stanno cercando una lettura romantica e sono spersi di leggere qualcosa di proprio meritevole, ma non impegnativo ed emotivamente coinvolgente, eccomi ad informi di un'uscita ghiotta ghiotta. La Kleypas mancava da un po' diciamocelo ... 

Personalmente attendevo da un po' questo titolo perché sebbene il primo romanzo di questa serie non avesse riscosso il successo sperato (a ragione, in quanto non era davvero un'opera degna di nota, non sembrava nemmeno scritta dalla Kleypas!) i libri successivi sono migliorati man mano fino ad arrivare a questo quarto capitolo, che a detta delle lettrici americane (le stesse che avevano stroncato il primo, banalissimo romanzo) è invece molto buono, appassionante e soprattutto degno della scrittrice e del talento che è e che ha dimostrato avere la Kleypas in ambito sentimentale e storico.

La storia di questo romanzo ci porta a conoscere una donna molto forte, interessantissima, intraprendente e coraggiosa che incontra un uomo misterioso e terribilmente affascinante immerso in vicende pericolose e segretissime, nelle quali viene coinvolta inevitabilmente anche la nostra protagonista! Insomma, le buone promesse non mancano! 

Vi lascio alla scheda del romanzo e vi auguro una buona giornata!!! Come sempre, buone letture!!!


...oOo...
Come 
due 
sconosciuti
di Lisa Kleypas
Pagine 350
Prezzo 14€
eBook 6.99€
Mondadori Oscar Emozioni
Già disponibile
..o..


La serie “The Ravenels” è composta da:

1. Cold Hearted Rake - Il libertino dal cuore di ghiaccio
2. Marrying Winterborne -  Una moglie per Winterbourne
3. Devil in spring - Diavolo in primavera 
4. Hello stranger -  Come due sconosciuti
5. Devil's Daughter - in arrivo

cover italiana dei tre romanzi precedenti

Garrett Gibson è l’unica donna medico di Inghilterra, coraggiosa e indipendente come un uomo, ma non ha mai avuto tempo per una relazione amorosa. Garrett non è mai stata nemmeno mai tentata dall'intraprenderne una, pura avendone la possibilità. 

... Fino a quando non conosce Ethan Ransom, ex detective di Scotland Yard. Di lui si dice che sia un uomo galante, estremamente affascinante, audace ed intrigante, ma anche poco interessato ai manierismi della società e le regole che essa impone, ma soprattutto è un assassino dalla vita segretissima! 

I due pur cercando di resistere alla passione che nasce tra di loro, ad un certo punto vi cedono, per poi dividersi il mattino dopo, diventando di nuovo due perfetti estranei.

Sarà la minaccia di un complotto pericoloso ai danni di uno dei due a portarli ad un riavvicinamento e alla realizzazione che a volte l'amore è proprio dove meno ci si aspettava di trovarlo...


cover originale dei primi quattro romanzi


Lisa Kleypas
Laureata in scienze politiche, ha pubblicato il suo primo romanzo a soli ventuno anni. Eletta Miss Massachusetts, si è dedicata alla carriera letteraria: i suoi romanzi d'amore sono pubblicati in decine di lingue e le sono valsi numerosi premi.

Recensione “La cucitrice dei sogni” di Dal Mas

martedì 9 ottobre 2018




...oOo...
La 
Cucitrice 
dei Sogni
di Giulia Dal Mas
pagine 338
prezzo 9.99€
eBook 3.99€
Amazonpublishing
già disponibile
Voto:
★★★★☆
..o..

La serie “Villa Matilde” è composta da:

1. Quando fioriranno le rose
2. La cucitrice di sogni


Celeste è una giovane ballerina classica e sta per affacciarsi a una carriera brillante, è innamorata di Luca e del loro bambino. Ma un terribile incidente la priva dei genitori adottivi: tutto il suo mondo sembra sgretolarsi, si sente smarrita e niente la entusiasma più.
Un misterioso carillon e un pezzetto di tulle sono tutto ciò che la lega alla madre naturale: quando a Siena, di fronte a una sala da tè, l’anziana Margherita la scambia per la defunta Antonia Cateni, abbandona ogni titubanza, determinata a mettere insieme i pezzi del suo passato.
Attraverso il carteggio che Margherita le dona, Celeste ripercorre la vita di Antonia, ballerina classica negli anni Cinquanta che, adorata nei teatri di Parigi e Leningrado, fu l’amante di un coreografo russo, e visse sulla sua pelle grandi successi e profonde delusioni.
A più di sessant’anni di distanza, esplorando il mondo del palcoscenico, fatto di eleganza, perfezione, invidie e gelosie, Celeste si rappacificherà con se stessa e tornerà a danzare?






Considerazioni.
La storia di Celeste, raccontata da una sempre bravissima Giulia Dal Mas, è una storia davvero molto, ma molto toccante, tenera e di recupero di se stessi e della propria storia, incominciando dalle radici.

Partendo dall’inizio e rendendovi partecipi della storia posso dirvi che ne “La cucitrice di sogni” troverete una donna, una giovane donna alle prese con la sua vita normale, ordinaria, divisa tra la sfera professionale, di ballerina e quella invece intima, che ha construito insieme al marito e che apprezza ogni giorno grazie anche alla presenza di un figlio amatissimo. Certo non è una vita assolutamente perfetta, ci sono delle piccole ombre, dovute al fatto di essere adottata e di avere una specie di crisi professionale con quella che sempre ha considerato essere come la sua passione, quella  assoluta e tottalizzante, quella che ti possiede e ti governa in tutti gli aspetti della vita (che però è in procinto di darle le dovute soddisfazioni).

Come in tutte le esistenze però arriva un momento in cui ci si deve fermare e riflettere con quanto accaduto, si deve pensare al presente, al futuro, a quello che sarà e soprattutto al passato. Nel caso di Celeste, lei dovrà soffermarsi molto sul passato. A seguito di un grosso incidente che le sconvolgerà l’esistenza, infatti la protagonista di questa vicenda non solo dovrà fare un passo indietro, ripercorrendo a ritroso la sua esistenza e quindi scoprire la verità sui suoi veri genitori, ma anche (anche a conseguenza di quanto viene a sapere) rivalutare la sua vita nel suo complesso , alla luce delle scoperte circa le sue  radici.

La storia di Celeste  prende avvio da un carillon ed un piccolo pezzo di stoffa, unici indizi per rintracciare la madre naturale, ma finirà ben oltre le sue stesse aspettative, ponendole questioni che andranno a toccare la sua stessa passione (al contempo anche odio) verso la danza, grazie anche alla storia di una certa Antonia - che assomiglia molto alla sua, avendo parallelismi impressionanti - e ponendole questioni puntuali e pregnanti sul suo mestiere.

Come anche per il primo romanzo, questo secondo si svela a poco a poco ma con dolcezza, toccante passione per il proprio mestiere e per la propria realizzazione personale. Ho apprezzato molto questa storia perchè mi ha fatto vedere una parte interessante e sensibile della protagonista, una donna con delle fragilità che cerca di colmare rintracciando il suo passato tra ricerche ed esperienze, costruendo e ricostruendo la sua storia e i rapporti che non ha potuto intessere quando era più piccola e he le sono mancati.

Vi posso dire tranquillamente che è una storia interessante, coinvolgente, ben scritta, ben affrontata, con una solida struttura di base che procede bene, sostenuta da uno stile scorrevole e con un’autrice che ha saputo scoprire la sua protagonista e i personaggi che ad essa ruotano intorno piacevolmente e lentamente, uno strato alla volta.

Consigliato a tutti coloro che si aspettano una storia d’amore, ma intenso nel senso più ampio del termine, atto ad abbracciare i sentimenti di madri e padri, di storie vissute e rilette, recuperate e vissute intensamente.





Giulia Dal Mas 
E’ nata a Pordenone e vive a Maniago con il marito, i tre figli e due chihuahua. Laureata in Giurisprudenza, ha una grande passione per la lettura e la scrittura, ama la cucina, i giardini, i vecchi edifici da rimettere in piedi e tutto ciò che sappia regalare emozioni. Con il racconto The secret door ha vinto il concorso “Chrysalide Mondadori”. Il suo racconto La vita di Vera Walsh è stato pubblicato da Sperling & Kupfer in un’antologia con la prefazione di Sveva Casati Modignani. Nel 2014 ha scritto la novella La sposa nella torre (Delos Digital). Con Rizzoli ha pubblicato: Un perfetto angolo di cielo (per incontrare Mr Big) (2015) e Provenza mon amour (2016). Quando fioriranno le rose, uscito per Amazon Publishing nel 2017, è il primo episodio della serie Villa MatildeSui social si possono trovare le ultime notizie sulle sue pubblicazioni. www.facebook.com/DalMasGiulia, www.instagram.com/giuliadalmas_autrice, www.giuliadalmas.it