I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Recensioni ❧ Tre giorni d'inverno di Serena Vis

domenica 22 aprile 2018


...oOo...
Tre giorni 
d'Inverno
di Serena Vis
pagine
prezzo € 2,99
Literary Romance
voto:
★★★
..o..


Giulia si è appena trasferita in un paese collinare in provincia di Piacenza, ha da poco ristrutturato una vecchia casa in stile Liberty e può egregiamente vivere del suo lavoro di scrittrice. Si è appena lasciata alla spalle una relazione instabile, fredda e vuota come una pagina bianca e l’unico desiderio che ha è quello di ricominciare da zero, ripartendo proprio da se stessa. Ma ha bisogni di mettersi alla prova. L’occasione le si presenta in un pomeriggio gelido. 

Lì, tra la boscaglia, incontra Chris, musicista di una nota band nazionale. A causa di un guasto alla macchina, e a un imbarazzante incidente di percorso, Giulia si sente in dovere di aiutarlo, però è venerdì pomeriggio, il crepuscolo incombe e il meccanico più vicino si trova a fondo valle. Giulia è consapevole della propria follia, ma spinta dall’istinto decide di ospitarlo. Che male potrebbe farle, in fondo? Lo conosce da quando aveva sedici anni… 

E poi Chris ha quella luce negli occhi, quella che sa di sconfitta, di lotta interiore, di aspettativa disillusa. Vuole aiutarlo. Trascorrono un’amichevole serata insieme e, poco prima che la notte scenda, Chris si ritrova a rubarle un bacio nella confortevole biblioteca della casa, mentre all’esterno infuria la bufera. 

Basteranno tre giorni per innamorarsi, per far luce su se stessi? E cosa nasconde il famoso cantate tanto da essere stato indotto a fuggire dalla band, ad aver lasciato incompleto l’ultimo album? Vivono intensamente l’amore che nasce, l’attrazione che divampa. Insieme stanno bene, si appagano, sono felici. 

Due anime che si sono ritrovate per consolarsi, per cicatrizzarsi le ferite a vicenda senza pretendere nulla in cambio perché niente è per sempre e lo sanno. Soprattutto quando dovranno dirsi addio. 


                                                                                                   
                                                                                                                                                          
                                                                                                                                  
                                                                               

Considerazioni.
Questo fine settimana vi parlerò di un romanzo che mi ha colpito per diverse ragioni, non ultima il fatto che abbia al suo centro una storia estremamente carina.

Serena Vis ci porta in un luogo non troppo lontano (in fin dei conti siamo solo a Piacenza no?) ma ammantato di una di una meraviglia e bellezza che non avevo ancora notato così nello specifico e posto a riposare tra le colline della provincia lombarda in cui solitamente non si capita. Conosco bene i luoghi qui ritratti e devo dire che, almeno inizialmente, ho fatto una certa fatica riconoscerli (essenzialmente per l’innocenza che le viene attribuita) ma di cui sono rimasta piacevolmente affascinata, tanto che per alcuni - lunghi - momenti ho anche pensato di trasferirmi 😁.

Ne “I tre giorni d’inverno” conosciamo un paese particolare, in cui la pace governa sovrana e tutti vivono con ritmi che ad oggi credo essere perduti. In questa atmosfera quasi da fiaba conosciamo una certa Giulia, la quale è una talentuosa, dolce, gentile ed emotiva scrittrice che ha avuto non pochi problemi personali, dai quali sta cercando di emergere poco alla volta, e che si è appena trasferita in quel di Piacenza.

Giulia ha da sempre avuto qualche difficoltà a governare le sue emozioni (che solitamente finiscono con il prendere possesso della sua mente facendole commettere azioni e pensieri che era meglio non manifestare ...) ma ci lavorando e sta anche cercando di prendere in mano la situazione, grazie  anche all'affetto che la cittadina le riserva, standole accanto discretamente ma sensibilmente.

La quotidianità di Giulia viene interrotta nel momento in cui incontra per caso Cris, un ragazzo (un musicista popolarissimo) che ha avuto problemi con la macchina e che le domanda aiuto per la notte. Una semplice richiesta di aiuto e  di ospitalità diventano un momento per condividere una bella esperienza di racconto e ascolto reciproco che sfociano in un dolcissimo bacio che lascia entrambi reciprocamente coinvolti. Ma quello che doveva essere un'incontro accidentale si protrae inaspettatamente perché il destino ci mette del suo e fa avvicinare i due bloccandoli a casa di Giulia con un'intensa e particolarmente forte bufera che bloccherà tutta la regione per un paio di giorni. Che sia una semplice parentesi o l’inizio di una dolcissima storia?

I tre giorni d’inverno” è una gradevolissima storia romantica che non solo trova il modo di raccontare lo sbocciare di un amore tra una giovane donna bisognosa di affetto ed un ragazzo che vuole trovare una nuova direzione nella sua vita, ma racconta anche dell’affetto che può nascere tra le persone qualora siano propense a creare dei legami che li rendano più sereni e felici nonché parlare di solitudine e di emozioni senza risultare troppo sdolcinata o melensa.

Molto spesso siamo abituati, come lettori, a voler volare lontano, a conoscere nuove ambientazioni, luoghi, tradizioni e persone, alcune volte però non è male tornare a leggere dei nostri luoghi e delle nostre storie e posso dire che la Vis, a mio parere, è stata brava a creare delle ambientazioni, dei personaggi e delle situazioni che ci facciano sentire confortati e in armonia, nonché di creare sentimenti e sensazioni che potessero portare a vivere una storia ricca di sfumature a livello di emozioni.

Questa è una storia semplice che ha lo scopo di creare con pacatezza e gentilezza dei sentimenti genuini e una storia in cui è facile ritrovarsi per rimanerne poi coinvolti e carezzevolmente avvinti.

Consiglio questa storia a tutti/e coloro che vogliono leggere una storia romantica, dolce ed avvolgente.






Serena Vis
La passione di Serena Vis per i libri e le storie si è dimostrata prepotente fin da piccolissima, quando, all’età di nove anni cominciò a scrivere. Nel 2016 pubblica il suo primo romanzo storico, Matilde Cuore di Lupo, un’esperienza in qualità di self. Per la Collana editoriale Literary Romance fa il suo esordio con il romanzo contemporaneo Tre giorni d’inverno. Ama leggere, fare lunghe passeggiate e sognare a occhi aperti. Vive a Cremona, ma da sempre sogna una casa in collina.

La strada verso Bosco Autunno

giovedì 19 aprile 2018



...oOo...
La strada verso 
Bosco Autunno 
Il Mondo incantato 1
di Paolo Fumagalli
Prezzo 15,00  € 
ebook € 2,99
Pagine 348
Lettere Animate
già disponibile
..o..



Un libro ricevuto in apparenza per caso può contenere un destino straordinario e cambiare una vita all'improvviso, con la rapidità e la potenza di una magia. 

Un giovane bibliotecario se ne rende conto quando si imbatte in un volume misterioso, capace di farlo giungere in un’altra dimensione. Una volta arrivato nel Mondo Incantato, dovrà scoprire quali forze soprannaturali hanno reso possibile il suo viaggio in quel luogo sorprendente, non privo di pericoli ma capace di affascinarlo con la promessa di avventure indimenticabili. Con l’aiuto di una ragazza dai poteri fatati incaricata di difendere i viandanti e gli abitanti delle foreste, cercherà di mettersi in contatto con le streghe che hanno creato il libro. 

Il cammino per raggiungere la congrega che vive a Bosco Autunno sarà pieno di prodigi e imprevisti, fra gruppi di incantatrici rivali, bizzarri folletti che sorvegliano gli esseri umani, mostruose statue animate, evocazioni di demoni, tentativi di riportare in vita antichi sortilegi che si credevano scomparsi. 

Sarà l’inizio di una saga fantasy ambientata in un mondo dominato da segreti e magie.


...o. Breve estratto .o...

Conclusi i preparativi, le donne uscirono dalla casetta, ritrovandosi nella radura illuminata dal sorgere del sole. Le streghe si guardarono intorno per qualche momento, osservando i bruni alberi del bosco con un senso di leggera malinconia, come se temessero di non riuscire a rivederli. Anche Melissa era inquieta all’idea di doversi spingere in un luogo sconosciuto e ostile, dove erano all’opera forze magiche opposte a quelle che lei aveva sempre considerato positive. Riuscì a piegare le labbra in un leggero sorriso solo quando vide il muso di una lepre apparire tra i cespugli e poi dileguarsi con la stessa rapidità, perché in quel momento ricordò che il potere della natura l’avrebbe sempre accompagnata e aiutata. Chiuse gli occhi e respirò profondamente, sentendosi riempire dalla quieta bellezza della foresta autunnale, diventando leggera come una foglia pronta a farsi rapire da un soffio di vento.


Paolo Fumagalli 
E' nato nel 1981 e fin da bambino ha dimostrato un grande interesse per la letteratura. La sua passione lo ha portato a laurearsi in Lettere, con una tesi sull'uso simbolico dei colori nelle poesie giovanili di Aldo Palazzeschi, e soprattutto lo ha spinto a dedicarsi alla scrittura di opere narrative. Nel corso degli anni ha scritto romanzi e racconti, diversi fra loro per generi di appartenenza e atmosfere, ma tutti accomunati dall'intento di far riflettere senza annoiare, poiché il suo primo obiettivo come autore è coinvolgere il lettore nel puro piacere di sentirsi raccontare una storia. Nei suoi testi inoltre si rivela spesso il fascino provato nei confronti del patrimonio folkloristico e leggendario, uno dei suoi più grandi amori insieme al cinema e alla musica. Ha pubblicato La pietra filosofale, per la casa editrice Meligrana, Fuoco e veleno, per la casa editrice David and Matthaus, Fate – Storie di terra, fuoco, acqua e vento, Foglie morte, per la casa editrice Valletta e Scaccianeve, per la casa editrice Bibliotheka.

Aprile: Neri Pozza convince veramente ...

mercoledì 18 aprile 2018


Oggi vorrei presentarvi due libri che ho già provveduto a prenotare fondamentalmente perché non ho imparato a resistere alle tentazioni... Non solo infatti le copertine sono proprio stupende, molto curate nei dettagli e coerenti (cosa non così comune ad oggi) al loro contenuto del libro che presentano, ma sono due romanzi che hanno al centro del loro essere argomenti che da sempre sono affini al mio animo: Jane Austen e la Shakespeare (quest’ultimo visto da un nuovo ed interessante punto di vista).

Spero di avervi incuriosito almeno un pochino perché potreste trovare in questi due libri, due letture affascinanti e interessanti🤩😉🧐🤓😀😍. Ora vi lascio alle loro trame e copertine. Come sempre vi auguro delle buone letture!!!
Xo 
E di



...oOo...
A Casa
di Jane Austen
di Lucy Worsley
pagine 480
prezzo 19€
eBook 9,99€
Neri Pozza
già disponibile
..o..


Il mondo dei romanzi di Jane Austen è domestico, ordinato, intimo. I suoi personaggi abitano in villini deliziosi, residenze di campagna principesche ed eleganti palazzi cittadini. Si è tentati perciò di credere che anche la vita della grande scrittrice si sia svolta in ambienti analoghi. Nulla di più lontano dalla realtà. 


cover originale
L’esistenza di Jane, in apparenza tanto tranquilla, fu segnata da porte chiuse, strade che non le fu consentito imboccare, scelte che non poté compiere. La piccola somma guadagnata a fatica grazie ai suoi libri non bastava a consentirle di avere una casa tutta sua, e la morte del padre la costrinse a peregrinare tra abitazioni in affitto o presso parenti che le riservavano il destino proprio delle zie nubili: badare ai bambini.

Leggendo i suoi romanzi, così pieni di case amate, perdute, sognate, si comprende bene come il desiderio struggente di una casa vera, di un luogo protetto dove mettere al sicuro i propri manoscritti e scrivere senza il peso delle faccende domestiche, non l’abbia mai abbandonata.

Dalla modesta canonica di Steventon, circondata da castagni e abeti e da «uno di quei giardini vecchio stile nei quali convivono verdure e fiori», in cui Jane nacque e crebbe, fino al cottage di campagna di Chawton, nell’Hampshire, dove trascorse gli ultimi anni della sua breve vita, Lucy Worsley, con una scrittura affascinante e spiritosa, perfettamente in tono con i romanzi della Austen, ci conduce nella quotidianità della scrittrice più amata, mostrando le sue giornate buone e quelle storte, i piaceri privati e le incombenze, quelle «piccole cose dalle quali dipende la felicità quotidiana della vita domestica», e che lei elevò ad arte.


...o. Dicono del Romanzo .o...


«Minuziosamente documentato, 
un ritratto vivo e luminoso».
Antonia Fraser

«Lucy Worsley ci conduce 
nella vita quotidiana della romanziera inglese che, 
attraverso queste pagine, si mostra come una donna amorevole, 
intelligente e contraddittoria.
Un libro magnifico».
Kate Williams

«Una prospettiva nuova su Jane Austen e il suo lavoro. 
Un’esplorazione splendida della sua opera, 
della creatività che la animava e della vita domestica che conduceva».
Amanda Foreman



Lucy Worsley 
E'curatrice presso l’Historic Royal Palaces, l’ente che si occupa della Torre di Londra, di Hampton Court Palace, del palazzo Kensington e di altri luoghi storici. Dopo essere diventata ispettrice di monumenti antichi del patrimonio inglese, ha iniziato a compiere ricerche storiche presso il castello di Bolsover nel Derbyshire, esperienza che la ha portata a scrivere il suo primo libro, Cavalier. Tra le sue opere figurano If Walls Could Talk, A Very British Murder e il suo primo romanzo storico, Eliza Rose. Per la BBC ha curato e condotto il programma Jane Austen: Behind Closed Doors, un’esplorazione delle case in cui Jane Austen ha vissuto e soggiornato.



..o..



Romanzo vincitore del 
National Jewish Book Award


...oOo...
Il peso 
dell'inchiostro
di Rachel Kadish
pagine 704
prezzo 18€
Neri Pozza
già disponibile
..o..


Londra, novembre 2000. 
Helen Watt, una studiosa di storia ebraica sull’orlo di un pensionamento obbligato, viene convocata per visionare alcuni documenti ritrovati in una casa del tardo XVII secolo

Consulenze come questa non sono insolite, nella sua professione: talvolta capita di scoprire vecchie carte in una soffitta oppure sul fondo di un baule di famiglia e, se non si intende informare la Soprintendenza, ci si rivolge alla facoltà di Storia dell’Università. Il giorno prima, però, un uomo ha telefonato chiedendo specificamente di lei. 

cover originale
Giunta sul posto, Helen non riesce a trattenere l’emozione: all'interno di un ripostiglio segreto, nel vano rettangolare nascosto da un pannello, la aspettano due palchetti colmi di documenti: lettere in ebraico e portoghese risalenti a più di tre secoli prima, fascicoli sciolti, volumi rilegati in cuoio dai dorsi sbiaditi. Una testimonianza inedita e preziosa della rifondazione della comunità ebraica dopo quasi quattro secoli di espulsione dal suolo inglese.

Avvalendosi dell’aiuto di Aaron Levy, uno studente americano alle prese con una tesi sulle possibili connessioni fra l’opera di Shakespeare e gli ebrei rifugiatisi nella Londra elisabettiana per sfuggire alle persecuzioni, Helen scopre che le lettere appartengono al rabbino HaCoen Mendes, uno dei primi insegnanti della rifondata comunità ebraica londinese, accecato dall’Inquisizione in gioventù.

Vergate per lui da uno scriba, le lettere recano in basso, nell'angolo a destra, la lettera ebraica aleph, iniziale del nome del misterioso copista, su cui si concentrano le ricerche dei due studiosi. Ricerche che li condurranno dinnanzi a una sconcertante rivelazione: a tradurre sulla carta i pensieri del rabbino non era, come hanno creduto sino a quel momento, un suo studente, ma una donna. 

Poco alla volta, dalle pergamene finemente vergate, emerge il ritratto di Ester Velasquez, una giovane ebrea che, nella Londra del XVII secolo, combatte per le uniche due cose capaci di dare un senso alla sua esistenza: la libertà e la sete di conoscenza.



...o. Dicono del Romanzo .o...

Ricco di dettagli storici e impeccabilmente scritto 
Il peso dell’inchiostro «introduce i lettori al mondo anglo-ebraico del XVII secolo. 
La narrazione dal ritmo incalzante e i personaggi ben tratteggiati 
resteranno a lungo nel loro cuore» 
Library Journal.

«Una storia epica, commovente, 
ricca di dettagli storici e intrighi letterari».
Kirkus Reviews

«Una misteriosa raccolta di documenti nascosti in una casa di Londra
 trascina due studiosi di storia ebraica in una ricerca indimenticabile».
Kirkus Reviews

«Rachel Kadish mette in scena due donne nate a secoli di distanza, 
ma unite dalla sete di conoscenza. 
Un sontuoso romanzo storico che funge da tributo imponente alle donne che, 
nel corso dei secoli, sono impegnate a vivere, respirare e celebrare  l’intelletto».
Booklist


Rachel Kadish 
E' la pluripremiata autrice dei romanzi From a Sealed Room, Tolstoy Lied: A Love Story e del racconto I Was Here. Le sue opere sono apparse su NPR e New York Times, Plowshares e Tin House. Vive fuori Boston.

Recensione in Pillole ❧ Trappola di velluto di Sergio Grea

lunedì 16 aprile 2018



...oOo...
Trappola
di Velluto
di Segio Grea
pagine 426
prezzo 9.99€
eBook 4.99€
AmazonPublishing
già disponibile 
voto:
★★★★☆
..o..


La serie "Ralph Core" è composta da:

1. Vite di Sabbia
2. Trappola di Velluto


È passato un anno dall'attentato che ha quasi ucciso Solène, la sua fidanzata. E Ralph Core, giornalista di padre inglese e madre italiana, sta per perdere qualunque speranza che la sua donna, in coma in una clinica di Ginevra, possa tornare a vivere.

Finché Jimmy Ashton, il direttore del Worldwide Chronicle, non gli offre un nuovo lavoro e una nuova speranza: Ralph dovrà intervistare Gholam Maddinghi, membro del Partito Costituzionalista Iraniano in esilio, e in cambio riceverà un contatto per far accedere Solène a una cura sperimentale. In effetti a Isfahan, in Iran, un team di ricerca guidato dallo scienziato Mehdi Eutalan è da tempo al lavoro su una possibile nuova terapia.

Inizia così il viaggio di Core dal Sudamerica all’Iran e da lì fino a Cipro, dove avrà l’opportunità di intervistare il presidente russo in persona. Ma le cose non vanno come devono andare, e Core si troverà coinvolto in un complotto internazionale che rischierà di mettere in pericolo la sua stessa vita e non solo la sua.

Con Trappola di velluto, Sergio Grea torna a raccontarci una storia di azione e sentimenti, un nuovo avventuroso viaggio attraverso il mondo.




Considerazioni.
Premetto di non aver letto ancora nulla di Grea, indi per cui non sono tra i lettori che hanno potuto conoscere di più del protagonista de "Trappola di Velluto", dove trova l'inizio delle sue avventure in "Vite di Sabbia".

Detto ciò posso dirvi che ho comunque apprezzato quest'opera, anche se all'inizio mi sono sentita un po' tagliata fuori dalla storia - essendo persa l'inizio della sua serie - ma mi ha coinvolto nel suo incedere e nelle avventure del suo protagonista decisamente interessante.

"Trappola di Velluto" ci parla di un uomo metà inglese e metà italiano di nome Ralph Core, che fa lo scrittore. In realtà Ralph non è nato come scrittore, bensì come giornalista nonché corrispondente di guerra nelle zone più pericolose del mondo. Successivamente, è diventato uno scrittore di successo che intreccia le trame dei suoi romanzi grazie alle conoscenze pregresse come giornalista.

Da quello che ho potuto capire del primo romanzo, parecchio collegato a questo, Raph  sceneggiando un film sulla vita di Lawrence d’Arabia (al quale aveva dedicato un libro) aveva conosciuto una donna di nome Solène, anche lei giornalista (ma di nazionalità francese) la quale era anche una studiosa di religioni antiche, in particolare della figura storica di Gesù. Ralph pressoché subito affascinato dalla personalità della donna, s'innamorò di lei, tuttavia Solène, nell'indagare circa i misteri legati proprio a Gesù si era trovata a dover gestire delle scoperte che le erano costata quasi la vita.

In questo nuovo romanzo troviamo infatti Solène in coma, con la vita appesa ad un filo, ignara del fatto che il suo compagno ed innamorato, Ralph, è disperato, non sapendo se la donna della sua vita mai si risveglierà dopo essere stata colpita quasi a morte. A spezzare l'opprimente dolore e pensiero per Solène è un certo Jimmy Ashton, direttore del Worldwide Chronicle, il quale viene ad offrire al nostro protagonista un lavoro, ovvero un'intervista ad un membro eminente del Partito Cstituzionalista Iraniano, ovvero il Sig. Maddinghi, in esilio oramai da anni. In cambio dell'intervista Jimmy gli offrirà l'accesso ad una cura sperimentale per Solène ...

Ralph, ormai disperato per le condizioni in cui versa a compagna, accetta l'incarico e viaggiando per mezzo mondo, dall'Iran sino a Sudamerica, si troverà in realtà coinvolto in un complotto internazionale ben più grande di lui, che metterà in pericolo non solo la vita di Solène, ma anche la sua...

Come vi dicevo in apertura ho apprezzato molto questo romanzo, soprattutto perché è stato in grado di farmi viaggiare molto non solo a livello geografico, ma anche a livello politico e strategico, portami a vivere in un mondo molto lontano, quello che vive di pericolo, di incertezze, di spionaggio, di tradimenti e ingranaggi che schiacciano coloro che non sono abbastanza forti o scaltri o potenti., Cercando di capire gli intrecci in cui fosse coinvolto Ralph, mi sono trovata ad affrontare un'avventura che prende e coinvolge con facilità, grazia anche alla scrittura di Grea, molto bravo nelle meccaniche di questo tipo, in cui non manca di marcare i dettagli senza però essere troppo opprimente o portare lontano dal punto nodale della storia.

Certo mi sento di aver mancato qualche passaggio, soprattutto all'inizio, in quanto non ero a conoscenza del fatto che ci fosse un primo romanzo ... questa è stata la cosa che più mi è pesata (e non ho voluto, con la votazione complessiva del romanzo, incidere troppo con questo aspetto) anche se poi questo pregresso di "Vite di Sabbia" non incide in modo eccessivo sulla comprensione o la lettura di questo secondo, ma personalmente non amo arrivare "a giochi aperti", per cui concedetemi questa lamentela 😆.

Consigliato agli amanti degli intrighi, dello spionaggio e dell'avventura, con un po' di quel romantico che lo fa piacere anche al gentil sesso!


Sergio Grea
Nato a Genova ma milanese d’adozione, è sposato e padre di due figli. È stato un top manager del settore petrolifero e ha lavorato e vissuto in svariati paesi del mondo, sperimentando in prima persona avvenimenti, usanze e culture che ha riversato nei suoi libri. Già membro di diversi consigli di amministrazione, oggi insegna Economia e Strategia d’impresa in corsi di Master dell’Università di Genova. Per Amazon Encore ha pubblicato con successo Saigon, addio, I signori della sete e L’appalto. Trappola di velluto è il sequel del suo bestseller, Vite di sabbia.