I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione ❧ "Non è tutto oro" di Valeria Corciolani

sabato 19 maggio 2018



...oOo...
Non è tutto 
Oro
di Valeria Cociolo
pagine 317
prezzo 9.99€
eBook 4.99€
Amazon Publishing
già disponibile
voto:
★★★★
..o..


La serie è composta da:

1. Acqua passata
2. Non è tutto oro


Tornano Alma, la colf dallo “sguardo” speciale, e Jules Rosset, l’ispettore spigoloso

È una vita tranquilla quella di Nestor “il Greco”, proprietario di un piccolo negozio antiquario a ChiavariFinché una sera la giovane moglie Elena, troppo bella, troppo esuberante, troppo tutto, non ritorna più a casa. 

Il mattino dopo un pescatore aggancia con i suoi palamiti il corpo di una donna…

Toccherà all’ispettore Jules Rosset e all’efficiente Alma, suo insospettabile grimaldello di fiducia, riportare a galla la verità. 


Perché non è tutto oro quello che luccica.


Veduta di Chiavari


Considerazioni.
Sebbene non avessi ancora letto nulla della Corciolani, sono comunque riuscita a leggere benissimo questo romanzo che ho trovato non solo molto interessante ma anche scritto bene e ben narrato.

"Non è tutto oro" è ambientato nell'insolita Chiavari, una località ligure in provincia dei Genova - non molto nota, ma grazie alla Corciolani così interessante da entrare a far parte della cornice di un romanzo giallo - dove troviamo un'ambiente piccolo, piuttosto chiuso, tanto che tutti si conoscono e sanno i reciproci segreti e segretucci. Proprio perché la storia è popolata da tanti piccoli personaggi più o meno fondamentali per lo svolgimento della trama, la Corciolani ha usato la tecnica della narrazione fatta da molteplici punti di vista, per cui riusciamo a vedere le vicende da molte prospettive, cogliendone punti differenti. 

In questo quadro troviamo Jules Rosset, il quale è un ispettore appena trasferitosi in quel di Chiavari, per stare più vicino al figlio Alberto. Rosset è un tipo particolare, diciamo non proprio espansivo, con un carattere poco incline a fare nuove conoscenze e che lo spinge a passare molto tempo da solo, senza contare che ha un'odio profondo per il mare ...
Ad aiutare Rosset c'è Alma - la colf Alma, una donna resa un po' dura e tanto pratica dalla vita che l'ha messa alla prova più di volta: dall'abbandono del marito, ai quattro figli da crescere sino alla convivenza con la suocera Alfonsina - la quale è un personaggio davvero sopra le righe, la quale riesce a ritagliarsi - senza particolare sforzo - uno spazietto nel cuore dei lettori sia per il suo modo di fare che per il rapporto di amicizia con Rosset. Pur essendo infatti un'ottima domestica, in grado di lucidare e puliche anche le case più sporche, è un'ottima spalla per le vicende "gialle" in cui Rosset viene coinvolto a causa del suo lavoro.

Veduta di ville di Chiavari
Anche in questo romanzo i due dovranno, insieme, cercare di sciogliere i nodi di un fitto mistero che riguarda Elena, la giovane e bella moglie di Nestor, un piccolo antiquario di Chiavari, la quale pare infatti essere sparita ... ma ben presto il corpo di una giovane viene ritrovato da un pescatore. Che sia proprio Elena? E perché qualcuno l'avrebbe uccisa?

"Non è tutto oro" è un romanzo davvero molto, ma molto carino! Dovete proprio leggerlo perché non solo troverete due protagonisti tra loro affiatatissimi e (grazie alla Corciolani) con una vena ironica molto spiccata, ma troverete un romanzo con una trama ben narrata, in cui è facile rimanere avvinti, con un giallo facile da seguire, ma non scontata e soprattutto con uno stile davvero molto, ma molto buono. La Corciolano si è infatti rivelata essere una narratrice capace tanto di creare dei personaggi interessanti, ben caratterizzati ed in grado di coinvolgerti e piacerti (come lettore), ma al contempo è anche stata in grado di usare un linguaggio ricercato, ma efficace e coinvolgente, soprattutto nei dialoghi, che crea dipendenza da lettura. Davvero.

Non pensavo che mi sarei trovata di fronte ad una storia tanto carina e senza una storia romantica alla base! Si, perché tra Rosset e Alma non c'è alcunché di romantico, e va proprio bene così, perché il centro della storia sono le storie (i questo caso di gelosie, tradimenti, infelicità, matrimoni, amicizie e segreti) nonché l'amicizia, la complicità e i battibecchi tra i due protagonisti.

Da un po' non ero così entusiasta di leggere un romanzo italiano! Assolutamente consigliato per tutti coloro che cercano una storia interessante, gialla e dalla quale non ci si riesce proprio a staccare!



Veduta da una piazza di Chiavari



Valeria Corciolani
E' nata e vive a Chiavari, con marito, due figli, un geco e un gatto di nome Elwood, in onore del personaggio dei Blues Brothers. Laureata in Belle Arti, lavora come grafica/illustratrice e conduce corsi nelle scuole per avvicinare i bambini all’arte e alla creatività. Si occupa di fotografia, allestimenti e complementi di arredo in eco-design. Zitta zitta, si mette a scrivere e nel 2010 pubblica per Mondadori il suo primo romanzo, Lacrime di coccodrillo (riproposto da Emma Books). Nel 2012 si cimenta con il racconto Il gatto l’Astice e il cammello (Antologia “Giallo Panettone”, Mondadori, ora Emma Books) e si diverte moltissimo, tanto che ne scrive un altro, Mephisto (Antologia “Animali noir”, Falco Editore). Con Emma Books pubblica Il morso del ramarro (finalista al Premio internazionale di letteratura Città di Como 2015), il racconto Pesto dolce – la ricetta della possibilità e La mossa della cernia. In Non è tutto oro tornano la colf e l’ispettore che hanno conquistato i lettori in Acqua passata (Amazon Publishing). Ah, giusto a onor di cronaca, il geco si chiama Attilio.

Recensione ❧ "Dancing Queen. Una principessa a Roma" di Melinda Miller

giovedì 17 maggio 2018




...oOo...
Dancing Queen
Una principessa a Roma
di Melinda Miller
Pagine 252
Prezzo € 9,99
Ebook € 3,99
Amazon publishing
già disponibile
voto:
★★
..o..

La serie " Le città dell'amore" è composta da:

1. Dancing Queen. Una principessa a Roma
Altri a venire



Cosa potrebbe accadere se una futura principessa e la sua dama di compagnia arrivassero nella città eterna per un weekend nel mood di Vacanze romane?

Figlia dell’ambasciatore indiano a Londra, Jasmine è promessa sposa fin dall'età di dieci anni al principe Kabir. Prima del matrimonio, si fa convincere da Holly, l’amica fiorista di Notting Hill, a trascorrere un weekend a Roma, città del buon cibo e di uomini affascinanti.

Nell’albergo extralusso affacciato sulla Fontana di Trevi, le due ragazze vengono accolte da Romeo, il maggiordomo dal perfetto volto spigoloso, gli occhi grigi e una gran massa di muscoli. Il ragazzo è adorato dalle ricche turiste straniere e anche Holly e Jas non sono immuni dal suo sguardo penetrante e dai suoi modi impeccabili. Tra una spettacolare colazione in camera e sorrisi ammalianti, Romeo si rende disponibile a far scoprire loro le meraviglie di Roma: la vacanza può così avere inizio.

Le due inglesi si ritroveranno con un gruppo di estrosi personaggi a scorrazzare per la città eterna a bordo di una Vespa e un sidecar. I monumenti tra i più belli al mondo e le strade illuminate fino a tarda notte s’inchineranno ai loro piedi, sulla scia delle Vacanze romane di Audrey Hepburn. L’ebbrezza di questi giorni spensierati sfumerà con la fine del weekend, quando il karma della futura principessa dovrà compiersi e lei rientrare a Londra. 

Riusciranno la determinazione e l’audacia senza limiti di due romani scanzonati a mettere a tacere anche la voce di Shiva, la divinità più esigente a capo del destino di Jasmine?


Considerazioni.
Il romanzo che vi sto per recensire è un romanzo con cui non sono entrata propriamente in sintonia ... ma prima di dirvi tutto devo raccontarvi un po' la trama, perché non solo è utile per comprendere quello di cui sto per parlarvi, ma è anche necessario per capire perché ho avuto grosse perplessità al riguardo.

La storia parla di due inglesi - Jasmine, niente meno che la figlia dell’ambasciatore indiano a Londra, nonché promessa sposa del principe Kabir e Holly, l’amica inseparabile - che si ritrovano, ad un certo punto in quel di Roma, a vivere un'avventura che ripercorre (molto ipoteticamente) i luoghi e i sentimenti del film Vacanze Romane ... quello di Haudrey Hepburn per intenderci!

Come nella famosa pellicola, Jasmine parte con l'intenzione di vivere un'avventura prima di soccombere alla volontà paterna di adempiere alle nozze combinate con un principe, ma finisce con l'innamorarsi di uomo normale (un maggiordomo😆) che non avrebbe dovuto nemmeno incrociare per sbaglio e che invece finisce per cambiarle la vita. Lui non è proprio come il futuro sposo Kabir, anzi, è tutto il contrario: seduttore affascinante e impenitente che di professione fa il rubacuori. E cosa fanno i rubacuori? Appunto. In breve tempo Jasmine è soggiogata dal fascino di Romeo, il quale, a sua volta, trova in Jasmine quell'anima affine che gli fa pensare di cambiare vita ... Ma sarà possibile questo amore?

Ok, la trama non ha un gran che di nuovo ... ma fosse solo per quello non ci sarebbero grossi problemi. Quanti romanzi assomigliano per qualche aspetto ad altri romanzi e non per questo li abbiamo adorati? Infatti. Pur partendo dal fatto che il romanzo avrebbe anche avuto delle potenzialità, i problemi di questo libro sono principalmente tre, a mio parere:

  • lo stile, che avrebbe potuto avere più mordente;
  • i personaggi, che avrebbero potuto avere una caratterizzazione decisamente più coinvolgente;
  • la trama, che avrebbe potuto avere uno sviluppo più appassionante, divertente e coinvolgente.

Lo dico con rammarico, perché tutti i romanzi, anche i meno riusciti, solitamente vogliono comunicare qualcosa, anche nella loro imperfezione, ma "Dancing Queen. Una principessa a Roma" non è riuscita a convincermi proprio perché non ha saputo regalarmi quel poco che poteva darmi: non un sorriso (anche se Holly nella sua eccentricità ci prova, bisogna ammetterlo), non una storia dalle spiccate emozioni, né tanto meno una storia romantica a cui appassionarsi. Anche lo stile non ha aiutato a tuffarmi nella storia o ad affezionami ai personaggi, che rimangono delle macchiette, oscurati dal parossismo della loro situazione, dalle continue (e noiose) lamentale che sentiamo circa ogni argomento possibile (dal cibo sino alle indigestioni) per non dimenticare le situazioni (che dovrebbero essere comiche) paradossali per cui avrei potuto piangere (e non ridere)😭😭😭. Ne volete una? Un povero passeggero nella toilette dell'aereo finisce con il farsi una lavanda gastrica?!?!?!?! Davvero è un simpatico aneddoto? 😱 Ma se ne volete altri, guardate che questo libro ne è saturo ... 😰

Non è un romanzo illeggibile, certo, in certi momenti è addirittura piacevole, ma poi tracima di eccessività e parossismi ... Mah ... un bel romanzo è altro.


Melinda Miller 
E' lo pseudonimo di una coppia italiana. Si sono conosciuti in aeroporto, a Londra si sono innamorati e sposati, e ora vivono nello Yorkshire con il loro cane. Sono autori di chick lit e, dopo il loro primo romanzo, London in love (2014), hanno pubblicato Barcellona mi amor (2015), Amour à Paris e Il profumo dell’amore (2016).

Recensione ❧ "E' subito l'Alba" di Angela White

mercoledì 16 maggio 2018





...oOo...
E' subito
l'Alba
di Angela White
pagine 300 circa
prezzo 3.99€
eBook 9.99€
AmazonPublishing
già disponibile
voto:
★★★
..o..


La serie "Angeli caduti" è composta da:

1. Buonanotte a chi non c'è
2. E' subito l'alba


Due mani bellissime capaci di guarire e far soffrire. Liam e la sua oscurità sapranno accogliere l’alba insieme a Samantha?

William Payne è un neurochirurgo di fama mondiale a cui la vita sembrerebbe aver regalato tutto: denaro, rispetto, l’ammirazione degli uomini e i favori delle donne. Ma dietro questa facciata si celano una rabbia feroce e autodistruttiva e una fragilità che ha radici nel passato.

Samantha Deveraux ha venticinque anni e si nasconde sotto le sue felpe extralarge, i jeans sformati e gli anfibi con i quali affronta il mondo a testa bassa. Solo davanti a un monitor di computer, tra numeri e codici, riesce a esprimersi veramente e ad allontanare il ricordo dei tradimenti che ha subito.

L’incontro di Liam e Sammy a distanza di anni costringerà entrambi a mostrarsi all’altro senza maschere né difese.

Chissà se la volpe dagli occhi verdi riuscirà a liberare dalla sua gabbia l’angelo guerriero...




Considerazione.
Non è da molto che mi sembra di aver finito di leggere "Buonanotte a chi non c'è" che già ecco arrivare in libreria (solo on-line presso Amazon.it) il secondo romanzo, che esce proprio grazie all'Amazon Publishing, che si occupa di pubblicare romanzi di autori italiani che scrivono di generi tra loro diversi.

"Buonanotte a chi non c'è" mi era molto piaciuto sia per lo stile dell'autrice, che seguo da un po' e che mi piace sempre tornare a leggere quando voglio immergermi in una storia piacevole e leggera, sia per la trama, che avevo trovato interessante e poco scontata.
Per quanto riguarda invece "E' subito l'Alba", almeno per quanto mi riguarda, è stato un cammino diverso, che ho trovato piacevolissimo, ma anche in un certo senso diverso dal precedente.

In questo secondo capitolo della serie troviamo Samantha Deveraux (che è la migliore amica di Alice, protagonista del romanzo precedente), la quale è una donna cresciuta con poca sicurezza di sè, soprattutto fisica, che ama lavorare al computer (essere un piccolo genio dell'informatica) - e William (fratello del protagonista del primo romanzo), un uomo di successo, realizzato nell'ambito della neurochirurgia, il quale nonostante l'apparente sicurezza nasconde una profonda difficoltà nel gestire i suoi sentimenti, soprattutto di rabbia, a seguito di quanto vissuto nel passato, che non riesce ad esternare, né tanto meno a condividere con una persona al suo fianco con cui andare avanti.
Entrambi i protagonisti di questa storia sono persone che non hanno saputo affrontare la parte peggiore, quella dura e crudele che la vita ha riservato loro, per poter andare avanti. Sono cresciute e hanno trovato una specie di panacea per il dolore momentaneo e più acuto, ma non una soluzione definitiva al loro problema. Ma quanto si incontrano il loro destino cambia e sono entrambi costretti non solo a confessarsi reciprocamente i lati nascosti, ma anche a parlarne, ad elaborare la frattura che potano addosso da troppo tempo e così facendo si aprono, si sfogano e si avvicinano.

Per William, più che per Sam, sarò doloroso e difficile, un po' per carattere, ma un po' anche perché da cinico e controllato uomo di medicina sarà difficile spiegare a Sam perché ha tutta quella rabbia dentro che sente e deve assolutamente sfogare per non esplodere, un risentimento che sente di dover sfogare solo sul ring, con incontri clandestini che annullano il pensiero e portano il corpo al completo disfacimento di forze e annullamento di pensieri e ricordi.



Di "E' subito l'Alba" mi è molto piaciuto, come sempre, lo stile scorrevolissimo, empatico e appassionato della White, la quale nei suoi romanzi punta moltissimo sul coinvolgimento del lettore nella storia (e dunque nella vita) dei protagonisti. Anche questa volta non è affatto difficile entrare nella quotidianità di Samantha, nella sua routine, nella sua semplicità ma anche nella complessità delle sue paure e la genuinità della sue intenzioni e dei suoi sentimenti. Soprattutto verso Liam, il quale non è uno sconosciuto per lei, che quando era più giovane lo aveva idealizzato, bellissimo e magnetico, portandolo a essere su un piedistallo, modello da comparare agli altri. E' stato un crescendo di emozioni e di crescita personale per Sam, che  l'ha portata ad avvicinarsi a Liam, conoscerlo veramente, per le sue fragilità e fratture (più emotive, che fisiche), portandola ad amarlo forse anche proprio per quelle ferite mai realmente rimarginate nel suo animo.

"E' subito l'Albaè un romanzo che mi ha visto avvicinarmi lentamente al suo cuore, perché inizialmente non mi convincevano alcune cose, come l'ambientazione e la (per me) ingenuità e leggerezza di Sam, una maschera che quando è caduta mi ha di fatto coinvolto nella storia e mi ha convinto nel cedere alla storia con maggiore convinzione e quindi coinvolgimento. 

Consigliato a tutti coloro che hanno voglia di leggere un libro che non solo racconti di una storia romantica, ma che abbia anche un bel contorno strutturato, con tematiche che caratterizzino meglio i protagonisti della vicenda, ben raccontato e come sempre appassionato.





Angela White
E' nata e vive in una città che si affaccia sul mare. Ama il sole, la luna, la pioggia, i profumi, gli scogli, la sabbia, le luci di Natale, i cristalli, i fiori e il teatro. Vive di numeri e scrive di emozioni. Per lei iniziare un nuovo romanzo è come innamorarsi. Come Lorena Bianchi ha pubblicato Il profumo dell’oro (Rizzoli, 2016). Come Angela White ha pubblicato, per I Romanzi Mondadori, i cinque romance medievali che compongono la serie “Le profezie della strega scalza” (Il castello dei sogni; Di ghiaccio e d’oro; La rosa del drago; La luna dei desideri; Cuore di ghiaccio) e il paranormale Qualcosa di stregato, tutti reperibili su Amazon. È subito l’alba è il seguito dell’acclamato Buonanotte a chi non c’è (Amazon Publishing). Sui social si possono trovare le ultime notizie sulle sue pubblicazioni. https://www.facebook.com/AngelaWhiteAutrice/

Da Torino all'Ohio a poi sino alla Turchia ... Una meraviglia di uscite!

lunedì 14 maggio 2018


Siccome l'anno scorso sono stata alla fiera del libro di Milano (era il primo anno) quest'anno sono tornata (qualche anno di assenza) in quella di Torino (che si chiude proprio oggi), che aveva come tema "Un giorno, tutto questo". 


Manifesto di Manuele Fior. Nato a Cesena nel 1975, laureato in architettura, Fior è autore di graphic novel pluripremiate fra cui Cinquemila chilometri al secondo (2010), pubblicata per Coconino Press, presso cui appaiono anche L’Intervista (2013), Le variazioni d'Orsay (Les variations d'Orsay, 2015) e I giorni della merla (2016). Collabora come illustratore con Feltrinelli, Einaudi, Sole 24 Ore, Edizioni EL, Fabbri, Internazionale, il manifesto, Rolling Stone Magazine, Bonelli. Il meglio della sua produzione (illustrazioni per libri e riviste, copertine di dischi e locandine di film) è raccolto ne L’ora dei miraggi, pubblicato da Oblomov. Vive e lavora a Parigi.

«Un giorno, tutto questo»
"Il Salone ha chiesto a tutti loro di ragionare insieme sull'idea di futuro: come sarà il mondo che ci aspetta?
Un giorno, tutto questo... che cosa ne sarà. Un giorno, tutto questo... sarà bellissimo. Oppure: Un giorno, tutto questo... sarà in pericolo... o sarà perduto. Un giorno, tutto questo... sarà il migliore dei mondi possibili. Oppure: Un giorno, tutto questo... sarà sotto minaccia, e dovremo difenderlo. Un giorno, tutto questo... sarà il posto in cui noi o i nostri figli saremo felici di poter vivere. 
Per capirlo, abbiamo chiesto alle migliori menti del nostro tempo di rispondere a cinque grandi domande sulla contemporaneità, cinque domande fondamentali per il tempo che ci aspetta."
Quali sono queste cinque domande elaborate dagli organizzatori, intorno al quale ruota il programma del Salone? Eccole:

Chi voglio essere? 
Perché mi serve un nemico? 
A chi appartiene il mondo? 
Dove mi portano spiritualità e scienza? 
Che cosa voglio dall’arte: libertà o rivoluzione?

Devo dire che per me la fiera è stata un vero e proprio successo (non so in termini di visitatori perché non ne ho percezione), ma da quello che ho potuto vedere a dispetto di qualche anno fa, c'erano moltissime case editrici (almeno il doppio) e c'era moltissima gente (ne sono uscita che ero esausta più per la folla che per la concentrazione di trovare il prossimo libro che mi avrebbe conquistata). 

Ho visto un sacco - davvero un sacco - di libri ... era come stare in un paese delle meraviglie uscito direttamente dalla mia immaginazione, incredibilmente saturo di pagine scritte, di idee che circolavano, di immagini bellissime e di odori piacevoli. Non sentivo più le gambe, ma che soddisfazione lettori, che piacevole euforia mi ha governato in quella giornata di nuove scoperte e nuove idee!

Oggi, con questo post, vorrei farvi conoscere i due libri - di prossima pubblicazione - che mi hanno colpito e che credo possano essere davvero una buonissima lettura per il periodo estivo che si sta avvicinando. 
Tra fine maggio ed inizio giugno usciranno due romanzi uno più bello dell'altro, uno della casa editrice Feltrinelli, che da qualche mese non mi stupiva con un titolo dalla trama potente e intrigante, mentre l'altro è un libro pubblicato dalla casa editrice E/O, che in questi mesi mi ha invece sorpreso moltissimo. Vediamoli!


L’intensa e appassionante storia di come l’educazione 
abbia dato a una ragazza la possibilità di diventare una persona diversa.


...oOo...
L'Educazione
di Tara Westover
pagine 384
prezzo 18€
Feltrinelli Editore
disponibile dal 31 maggio
..o..



Tara, la sorella Audrey e i fratelli Luke e Richard sono nati in una singolare famiglia mormona delle montagne dell’Idaho. Non sono stati registrati all’anagrafe, non sono mai andati a scuola, non sono mai stati visitati da un dottore. Sono cresciuti senza libri, senza sapere cosa succede nel mondo o cosa sia il passato. Fin da piccolissimi hanno aiutato i genitori nei loro lavori: in estate stufare le erbe per la madre ostetrica e guaritrice, in inverno lavorare nella discarica del padre, per recuperare metalli. 

cover originale
Fino a diciassette anni Tara non aveva idea di cosa fosse l’Olocausto o l’attacco alle Torri gemelle. Con la sua famiglia si preparava alla sicura fine del mondo, accumulando lattine di pesche sciroppate e dormendo con uno zaino d’emergenza sempre a portata di mano.

Il clima in casa era spesso pesante.

Il padre è un uomo dostoevskiano, carismatico quanto folle e incosciente, fino a diventare pericoloso. Il fratello maggiore Shawn è chiaramente disturbato e diventa violento con le sorelle. La madre cerca di difenderle, ma rimane fedele alle sue credenze e alla sottomissione femminile prescritta.

Poi Tara fa una scoperta: l’educazione. La possibilità di emanciparsi, di vivere una vita diversa, di diventare una persona diversa. Una rivelazione.

Il racconto di una lotta per l’autoinvenzione. Una storia di feroci legami famigliari e del dolore nel reciderli. Tara Westover dimostra una capacità di introspezione che distingue i grandi scrittori, creando una storia universale di formazione che mira al cuore di ciò che l’educazione ha da offrire: la prospettiva di vedere la propria vita con occhi nuovi e la volontà di cambiarla.


“Quanto di noi stessi dovremmo dare a coloro che amiamo? 
Quanto li dobbiamo tradire per crescere?”
Hadley Freeman, Vogue


Tara Westover
Tara Westover è nata in Idaho nel 1986. Dopo una laurea alla Brigham Young University, ha vinto una borsa di studio a Cambridge, dove ha conseguito un dottorato di ricerca in storia. Feltrinelli ha pubblicato L’educazione (2018), il suo primo libro.

..o..


Il primo volume della saga Quartetto ottomano
il capolavoro dell’autore turco Ahmet Altan 
sulla crisi e il crollo dell’Impero Ottomano.


...oOo...
Come 
la Ferita
di una 
Spada
di Ahmet Altan
pagine 384
prezzo 18€
E/O Edizioni
disponibile dal 6 giugno
..o..


Istanbul, seconda metà dell'Ottocento. 
cover originale
La bellissima Mehparé Hanim, ripudiata dal marito, un uomo religioso e tormentato dai sensi di colpa, accende la passione in altri uomini: prima Hikmet Bey, figlio del medico di corte del sultano, appena tornato da Parigi imbevuto di cultura occidentale e di aspirazioni moderniste; poi un affascinante dongiovanni di Salonicco

Saga famigliare, che descrive con passione ed esattezza il catalogo delle passioni e dei doveri, degli scrupoli e delle tentazioni che riescono a turbare gli individui, sullo sfondo di un più generale turbamento: quello di una Turchia leggendaria, titanica, feroce, alle prese con la propria incrinata identità.



«Ahmet Altan ha superato coi suoi libri oltre un milione di copie vendute. 
Qui ci offre un romanzo di rara intensità» 
- Le Monde


Ahmet Altan
E' uno dei massimi scrittori turchi di oggi, arrestato nel settembre 2016 per la sua attività di giornalista, difensore delle minoranze curde e armene, protagonista di primo piano della vita culturale turca (il premio Nobel Orhan Pamuk ha scritto un articolo sulla vicenda e ha firmato un appello in sua difesa). È autore di cinque romanzi di successo nel suo paese. Il primo, pubblicato all’età di 27 anni, ha vinto il Grand Award of the Akademi Publishing House. Nel 2009 ha ricevuto il prestigioso Prize for the Freedom and Future of the Media dalla Media Foundation della Sparkasse Leipzig e nel 2011 il premio internazionale Hrant Dink Award.