Recensione: "Calamity" di Brandon Sanderson

martedì 27 settembre 2016

 






---oOo---
Calamity
di Brandon Sanderson
pagine 432
prezzo 16.00€
Ebook 4.99€
 Fanucci
già disponibile

voto:
★★★★
--o--












La serie "Reckoners" è composta da:
--
1. Steelheart - Steelheart
 1.5. Mitosis - novella inedita in Italia
2. Firefight - Firefight
3. Calamity - Calamity

 
  -------------------------------

Voto alla serie:
  ★★★★
-----------------------------

Tutto ebbe inizio quando Calamity, l’ardente stella rossa, illuminò il cielo, dando inizio all’era dominata dagli Epici.
Il destino di David Charleston è stato legato alla loro malvagità fin da quella storica notte. Steelheart ha ucciso suo padre, Firefight ha segnato per sempre la sua vita.
Ora non restano che i nemici che abitano Ildithia, la città di sale, il luogo in cui risiedono tutte le risposte e dove avrà inizio la battaglia finale contro gli oppressori. Perché David e i suoi Eliminatori sono sempre più vicini a carpire il segreto che gli Epici si ostinano a celare, così come i loro punti deboli. Una battaglia impari, in cui ogni cosa è messa a repentaglio.
Ma quando tutto sembra ormai perduto, uno spiraglio di salvezza illumina il destino degli Eliminatori. La fine non è ancora giunta, e David è abbastanza coraggioso e folle da affrontare faccia a faccia il più potente degli Epici e ristabilire per sempre il giusto corso degli eventi.
O perire.
Il terzo e conclusivo capitolo di una saga irripetibile, l’epopea di una genia di eletti votati all’estremo sacrificio, mossi da un invincibile anelito di libertà.


 All the best heroes are ordinary people, who make themselves extraordinary - Gerard Way. So much love for this man <3:


Considerazioni.
Sembra impossibile. Davvero mi sembra impossibile:

a) di essere arrivata già al terzo volume di questa serie, Reckoner;
b) di vedere la fine di una delle serie creata da Sanderson.
 
Come i due romanzi precedenti
"Calamity" è incalzante, interessante, accattivante, farcito di tematiche diverse e intrigantissime, senza contare il coinvolgimento a cui conduce, davvero incredibile.
"Calamity" riprende nell'esatto momento in cui finisce "Firefight", ovver il secondo romanzo della trilogia, e ci mostra si da subito come i Reckoner supersisti, guidati da David, piangano i membri perduti cercando di impedire che un pericolo più grande e atroce li sconfigga del tutto e cambi le carte in tavole del epico che abbiamo imparato a conoscere nei romanzi precenti.

Senza scendere in dettagli che vi direbbero davvero troppo su come Sanderson, almeno per il momento, abbia deciso di concludere questa serie, vi posso dire che come sempre è stato geniale nel chiudere le linee narrative principali (in modo tale da scongiurare una rivolta dei fan di questo bravissimo autore) ma anche anche altrettanto intelligente da lasciare qualcosa di non detto non chiudendo alcune porte per le spiegazioni e linee narrative che potrebbero dipanarsi in futuro, qualora volesse rimettere mano a questa serie molto interessante. 

In
"Calamity" tutto è decisamente incalzante, dalla velocità della narrazione, al bisogno di dare una conclusione alla storia, sino alla necessità di portare al culmine la crescita personale dei personaggi che fino ad ora sono stati coinvolti nella storia. E' percepebile sin dall'inizio l'intenzione di Sanderson di dare una degna conclusione alla serie, cosa che ho apprezzato moltissimo perchè scrivendo più serie in contemoporanea poteva liquidare i Reckoner a fine misera e sempliciotta per occuparsi di serie più famose e amate. Ma Sanderson, da scrittore intelligente e sensibile è stato davvero carino a fare di "Calamity" una perla, al pari, se non migliore, di "Steelheart" che mi era piaciuto moltissimo.

La serie di Reckoner, nata in un momento di "blocco dello scrittore" si è presto fatta amare moltissimo, per molte ragioni. La prima è stata quella di raccontare di un mondo di eroi (grazie alla presenza della stella Calamity, che dono agli uomini dei poteri straordinari) che si devono destreggiare tra invidie, accettazione dei poteri e gestione dei medesimi, in un contesto futuristico interessante, in città che una volta corrispondevano quelle che conosciamo oggi (nel primo romanzo era Newcago - ex Chicago - nel secondo romanzo Babilor - ex New York - e nel terzo Ildithia - ex Atlanta) ma è stato soprattutto il personaggio di David ad entrare nei nostri cuori, con la sua voglia di vendetta e di riscatto, con la voglia di combattera la prigione di paura che serpeggia tra la popolazione, la debolezza e la rabbia che li tiene imprigionati e li vede contrapposti alla voglia di potere e di controllo di coloro che li tengono in pugno.
Sanderson ha creato una storia che è pregna di paura, di morte, di tragedia, di epica lotta contro i valori assoluti che assoggettano le persone al volere delle altre persone. E' una rivisitazione del mito dei superoi che ho amato moltissimo per il fatto di aver destrutturato questo mito e lo ha visto mettere al centro non tanto i poteri, ma la natura umana che alberga in coloro che devono destreggiare questi poteri, che ho trovato questa scelta non solo azzeccata, ma ben elaborata, appassionante e semplicemente bellissima da leggere nel conteste e nelle forme donategli da questo autore.

E' una serie che mi sento di consigliare a tutti, ma in special modo ai neofiti di Sanderson, che con questa opera possono incominciare ad apprezzare questo autore con un'opera con un inizio e una fine, compendendo quanto profondo e interessante possa rivelarsi il fantasy.

 A Hero Is Just Someone Who Is Brave Inspirational by AuraBowman:
 --
 --
Brandon Sanderson è nato a Lincoln, Nebraska, nel 1975. Ha esordito come scrittore con il grande successo di Elantris (Fanucci, 2013), e con i successivi lavori ha scalato le più importanti classifiche di vendita, tanto da essere annoverato tra i maestri della narrativa fantasy contemporanea. Per Fanucci Editore ha pubblicato anche Il ritmatista e Il Conciliatore, la serie dei Mistborn – composta dai romanzi L’Ultimo Impero, Il Pozzo dell’Ascensione, Il Campione delle Ere e La legge delle Lande, i primi due volumi del ciclo Le Cronache della Folgoluce – La Via dei re e Parole di luce, i volumiSteelheart, Firefight e Calamity della serie Gli eliminatori. Inoltre, basandosi sugli appunti lasciati da Robert Jordan, Brandon Sanderson ha completato gli ultimi tre episodi del ciclo La Ruota del Tempo.

Nessun commento: