Recensione: "L'ultimo respiro per la redenzione" di Liliana Marchesi

sabato 27 luglio 2013







---oOo---
L'ultimo respiro
per la redenzione
di Liliana Marchesi
Pagine 300
Prezzo 15.00 
Prezzo ebook 2.99 
già disponibilile
--o--







 La trilogia è composta da:

1. L'origine del peccato.
2. L'innocenza del peccato
3. L'ultimo respiro per la redenzione
 

A Kathleen ed Evangeline è stato concesso un solo sguardo, prima che il destino le separasse nuovamente, ma quel brevissimo istante le ha cambiate nel profondo.
L’una attraverso gli occhi dell’altra, disseppelliranno il passato.
Evangeline, la Redentrice, cadrà nell’oblio dei ricordi dei quali era stata privata, e dove troverà l’amore di Mael a riscaldarle il cuore.
Kathleen, tradita e ferita nell’animo da Seth,imparerà suo malgrado a lottare contro il proprio dolore, sacrificandosi per lui.

 

Considerazioni.
Ed eccomi approdata al terzo, nonchè conclusivo, romanzo della Trilogia del Peccato della Marches. Il primo romanzo, ed anche il secondo, mi avevano particolarmente colpito per una nuova ed interessante lettura del peccato orignale, che la Marchesi aveva interpretato in chiave decisamente originale e particolare accompagnando lo stupore ad una narrazione decisamente fluida, semplice e che, almeno a me, ha fatto molto presa sul mio interesse.

In questo suo ultimo capitolo ecco che incontriamo nuovamente Evangeline ed Adam i quali si trovano ad essere prigionieri di Lilith, che è sempre più vicino nell'ottenere quello che da sempre agognia con malcelata invidia ed entusiasmante terrore e malvagità.

 
Se avete letto il romanzo precedente non potrete ricordare la tristezza con cui la Marchesi ci aveva lasciato a a piagere un bel personaggio, in cui personalmente credevo, ma che narrativamente parlando non ha avuto scampo alla penna/ghigliottina dell'autrice che l'ha separato dai lettori. Per sempre. Si certo, il premio, per i protagonisti era stato tanto ed era stato raggiunto, certo in parte, ma in fondo, per Kath, mi era molto dispiaciuto, come mi era dispiaciuto per Seth, in un certo senso.
Le decisioni che avevano portato a questa decisione erano gravi, definitive e necessarie, mi rendo conto, e mi avevano lasciato interessata ed intrigata perchè ero davvero molto curiosa su come l'autrice avrebbe fatto a portare avanti la storia visti anche i numerosi fili lasciati in sospeso nei due romanzi perecedenti - visto anche che avevamo lasciato Nimue, Kathleen e Mael a rifugiarsi presso il regno delle fato, sotto l'ala protettrice della regina Satin.

 

La narrazione si apre e ci accompagna con l'intervallarsi si della storia di Evangeline, ma anche della storia di Kathleen che ci protano, per giungere ai loro scopi, a incontrare i personaggi - a tranne i defunti, of course - che già avevamo potuto incrociare nel primo e nel secondo romanzo. Non mancano le avventure, non manca nemmeno la sottile e persistente vena romantica che muove la storia sin dalle fondamenti e non manca quella vena avventurosa, irochica e coinvolgente che persiste sin dal primo capitolo della trilogia della Marchesi.

Se a livello si trama e di personaggi non ho trovato molto da ridire perchè mi sono piaciuto, mi hanno intrigato e mi  hanno trascinato in quel viaggio molto carino che l'universo creato dalla sua autrice.
E'un romanzo privo di pecche? No, ci sono alcune imperfezioni che fanno si che la storia, che riporta alla struttura di un romanzo YA, seppur italiano e quindi con le dovute differenze americane, che non risulta smentire alcune tematiche o strutture della storia adolescenziale classica.

Però devo dire che mi ha proprio colpito l'invettiva di questa trilogia, il fatto che la storia sia stata ben concepita, ben trattata, il lettore non sia stato  trattato come un ubriacone che beve di tutto e di tutto si soddisfa. 

C'è rispetto per chi legge una storia della Marchesi, non ci sente come qualcuno che legge per leggere, ma ci si trova davanti ad una trama studiata ed intelligenmente fatta evolvere. Mi è proprio piaciuta, e non impazzisco particolarmente per gli YA classici, in quanto le tematiche che si possono leggere sono tante, molteplici e a volte non così palesi, ma occorre individuarle studiando i vari personaggi, ed anche questo mi è piaciuto.

 

Liliana Marchesi è una giovane donna con tanti sogni nel cassetto e una gran voglia di realizzarli. Nella primavera della sua vita, ha viaggiato per il mondo, abbracciando diverse culture, alla ricerca di un posto con sopra inciso il proprio nome, posticino che ha trovato esattamente nel luogo dal quale era partita, e dove vive con i suoi amori, il marito appassionato di motori e il figlioletto impavido amante della buona cucina.

Nessun commento: