Recensione: "Il cavaliere solitario" di Larissa Ione

lunedì 11 novembre 2013

  
 





 ---oOo---
Il Cavaliere Solitario
di Larissa Ione
Pagine 352
Prezzo 9.90
Ebook: 4.99
Fanucci
già disponibile
--o--






Serie" LORDS OF DELIVERANCE" è composta da:
1. Eternal rider -  Il cavaliere eterno
2. Immortal rider - Il cavaliere immortale 
3. Lethal rider - Il cavaliere letale
4. Rogue rider -  Il cavaliere solitario
5. Reaver - inedito
Sono qui. Cavalcano insieme. Possono fermare l’Apocalisse o lasciare che si scateni. Arriva il quarto, emozionante capitolo dei Cavalieri della Libertà. 
Le profezie, rimaste inascoltate, stanno per avverarsi. 
cover originale
Jillian Cardiff si è rifugiata in un luogo isolato sulle Montagne Rocciose per dimenticare l’attacco del demone che l’aveva quasi uccisa. 
Ma la sua pace viene presto interrotta al ritrovamento di un affascinante sconosciuto, un uomo senza memoria che lei salva dal congelamento. 
Bello, dolce e protettivo, Reseph ricorda solo il suo nome e sembra proprio il tipo di cui ci si possa fidare. 
Reseph non ha idea del perché sia comparso nella vita di Jillian, sa solo che vuole restarci. 
Non sa ancora che ha portato con sé una scia di violenza, soprannaturale e feroce. 
Quando scoprirà di essere Pestilenza, il Cavaliere della devastazione, lui e Jillian dovranno affrontare la sfida più grande di tutte: sconfiggere gli orrori del passato per riscattare un futuro che entrambi profondamente desiderano.
 

Considerazioni.
Sembra davvero impossibile!
Mi ricordo quando ho incominciato a leggere questa serie e purtroppo per me siamo praticamente alle battute finali, perchè con questo romanzo si chiudono le avventure dei 4 cavalieri dell'apocalisse (il quinto romanzo, infatti parla di Reaver e , gli angeli, uno del bene e l'altro del male che hanno accompagnato le avventure dei cavalieri nei precedenti romanzi della Ione).
Incredibile anche perchè a differenza della serie probabilmente più famosa della Ione, quella Daemonica, questa sui Cavalieri, a mio gusto, si è rivelata essere, in ultimo, molto più varia e con sfumature molto diverse tra di loro, e questo l'ho apprezzato moltissimo nella Ione, che poteva, visto il successo avuto con la prima serie, come dire "sedersi sugli allori" ed invece si è rimboccata le maniche ed ha creato un altro universo altrettanto piacevole, divertente e molto evasivo in cui insersi se si ama il paranormal/urban fantasy/romantic/ecc...
Ma di cosa parla questo romanzo? Dunque, "Il Cavaliere solitario" si apre facendoci conoscere la situazione poco gradita in cui il protagonista, Reseph (ovvero Pestilenza) nonchè ultimo cavaliere, quello più ribelle, più ostinato, biondo e affascinante dei 4 (a mio parere :) ) si trova a segiuito della sua liberazione da Sheoul-gra da parte di Reaver, angelo custode dei 4 cavalieri, avvenuta nel terzo romanzo.
In un certo senso è stato giustissimo affrontare le sue vicende proprio in questo ultimo romanzo, dato che lui aveva rotto il sigillo (il quale fungeva da collogamento tra la serie Daemonica e quella dei Lord of Deliverance) e mi è paiciuto anche questo.
Dicevo, Reseph si risveglia nudo come un verme in mezzo alle nevi del Colorado, per poi essere salvato da Jillian, una donna che è fuggita da tutto e da tutti (in particolare dal suo passato, però) e che mossa a pena dalla biona bellezza e mascolinità lo porta a casa sua (furbacchiona!!) e se ne prende cura (poverina!!!! Comuqnue grande idea!!).
Sebbene all'inizio Reseph non si ricordi nulla, man mano prende coscienza dei suoi ricordi passati e incomincia a comprendere le sue colpe, quello che in lui convive (Pestilenza) e che rappresenta la sua parte cattiva e quella buona, che invece lo sprona a essere migliore. Oltre a prendere coscienza di se stesso e di quello che gli sta accadendo Reseph è però braccato da persone che lo vogliono sfruttare per le sue capacità, o che lo vogliono morto e basta, oppure ancora solo per sapere che fine ha fatto (come ad esempio gli altri 3 cavalieri, che non si fidano molto di lui ... ). In tutto ciò l'unica che gli rimarrà veramente vicino è sicuramente Jillian, che gli permetterà di essere un uomo migliore, aiutandolo nel suo cammino. Ruolo però sicuramente fondamentale in questo capitolo è Reaver, il quale ci svelerà scenari molto interessanti, da appronfondire e leggere nel quinto capitolo della serie che uscirà a dicembre degli Usa e che aspetto con una certa ansia a questo punto!!!


Io direi che sebbene il capitolo n. 3 di questa serie mi abbia assolutamente conquistato più degli altri, questo quarto mi ha altrettanto trovato entusiasta, sia per la scrittura semplice, lineare, gosibilissima e collaudata della Ione, che mi fa sempre piacere; sia per come la Ione ha deciso di impostare la storia.

Da quando infatti questa scrittrice ha saputo far convergere la sua incredibile immaginazione in modo dosato, arguto, intelligente e meno intenso (mi riferisco ai primi capitoli della serie Daemonica, che seppur molto belli erano "pieni" di avvenimenti, personaggi, ecc...) la lettura di ogni sua storia diventa veramente uno dei momenti che aspetto più con ansia nel panorama urban fantasy. Sul serio, i suoi personaggi sono credibilissimi, pur con gli elementi paranormal ch evengono introdotti, contengono al loro interno moltissime sfaccettature che non si smette di apprezzare anche con ulteriori letture e il contasto tra il bene ed il male viene vissuto sempre in modo diverso, come quello anche affettivo, sicuramente sempre molto presente nei suoi scritti.


Per il resto come sempre troverete molta sensualità, le tematiche della famiglia, della redenzione, del passato, dell'amicizia e della fratellanza. La Ione non si smentisce e riesce a costruire dei rapporti umani che si vorrebbe instaurare realmente. Ci sono meno combattimenti e azione del solito, ma anche queste è sostituita da complotti e sorprese che lasciano esterefatti, soprattuto nella parte finale.

 


Consiglaitissimo!!!
 

Larissa Ione ha scritto il suo primo romanzo a soli dodici anni; si trattava di una storia di licantropi dalle atmosfere dark e horror. La vita l' ha poi portata a intraprendere diversi lavori, tra i quali quello di meteorologa, addestratrice di cani e agente speciale. Da alcuni anni ha scelto di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Con la serie Demonica, composta da cinque titoli, si è imposta ai vertici delle classifiche di New York Times e Usa Today, conquistando una folta schiera di lettrici. Passione eterna è il seguito di Desiderio eterno e Brivido eterno, usciti in questa stessa collana.

Nessun commento: