Recensione: "Un regalo d'amore" di Lisa Kleypas.

lunedì 2 dicembre 2013







---oOo---
Un regalo d'amore
di Lisa Kleypas
pagine 128 circa
prezzo 10€
Leggereditore
dal 14 novembre in ebook
dal 28 novembre in cartaceo
--o--






Nella Boston di fine Ottocento, Jason e Laura sono una coppia di sposini che dopo due mesi di matrimonio ancora non si conoscono veramente. 
cover originale
Jason è innamorato di Laura da sempre, ma temendo che lei lo disprezzi per le sue umili origini irlandesi, non le ha mai dichiarato apertamente i suoi sentimenti. 
E ciò di certo non aiuta Laura, timida e innocente come una ragazzina, senza nessuna esperienza nell’arte della seduzione. 
Ma i due sapranno imparare molto l’uno dell’altra, affidandosi alla tenerezza e alla passione della loro intimità. 
Tra feste, gite in slitta, confidenze rubate e confronti sinceri, il legame tra Laura e Jason crescerà e si dimostrerà forte, saldo e... bollente.
 

Considerazioni. 
Lisa Kleypas per Natale, per me, è come un regalo in anticipo. Come vedere la neve il giorno di Natale, o stare nel letto fino a tardi e svegliarsi con cornetto e cappuccino caldo ad aspettarmi. Insomma, non chiedo di meglio!

Quest'anno, sono stata accontentata da ben due editori, uno dei quali è la Leggereditore, che ascoltando i miei desideri natalizi, pur pubblicando una storia molto breve, meno di 130 pagine, rilegate con copertina rigida e una sovracopertina davvero molto carina, mi ha reso davvero molto felice.

"Un regalo d'amore", che nel titolo originale Surrender, pubblicato in america per il Natale del 2006, trova una più precisa descrizione della trama, pur non essendo uno dei migliori della Kleypas è comunque una bella storia di Natale, estremamente piacevole nei toni e nell'evoluzione, seppur molto breve, mi rendo conto.

Tuttavia, proprio in merito alla brevità, ho qualcosa da dire, quando si parla della Kleypas. Si, lo so, loso, sono evidentemente di parte quando si parla di lei, ma sono sicura (e non sono la sola, visto ha vinto un RITA proprio per un racconto breve, pubblicato dalla Leggereditore con il titolo di Tuo per sempre, anche qui poco meno di 130 pagine, tutte divinamente da vivere) che Lisa sia molto capace nei racconti brevi, in quanto riesce a imprimere con pochi tratti, situazioni e dialoghi, dei personaggi efficaci, che ti restano a cuore, con pregi e difetti del caso, emozionandoti comunque ed in ogni caso.


In questa storia, ad esempio, incontriamo Jason  e Laura (lui, un irlandese che da povero ha studiato e si è fatto da sè - conoscendo Laura mediante il compagno di studi e fratello di lei - lei, aristocratica bostoniana dal sangue puro e un'educazione rigidissima) che sposati da due mesi, non hanno ancora consumato il matrimonio per un fraintendimento avvenuto la prima notte di nozze: lei era spaventata, lui ha preso la paura per un rifiuto. Per fortuna capita da quelle parti il fratello di lei, che parla con lei e prende a male parole lui per smuovere le acque, riuscendoci.

La storia evolve in una crescita di consapevolezza di Jason nei confronti della profonda diversità delle'educazione avuta rispetto alla moglie (con conseguente gentilezza e tatto nell'intimità) e un più consapevole presa di coscienza, da parte di Laura, del passato del marito.

La storia mi è piaciuta molto per il fatto di avervi trovato delle "novità", come la location, una Boston vittoriana immersa nella neve dicembrina e soprattuto perchè troviamo, sin da subito, una coppia a prima vista piuttosto male assortita, per il fatto che lei (per ignoranza inflittale dalla madre, bigotta e arrabbiata con il marito fedifrago) è all'oscuro dei meccanismi del talamo coniugale e lui, presa piuttosto male la faccenda del matrimonio bianco, pensa - fraintendendo la situazione - che lei abbia cambito idea sul marito irlandese, pentendosene e negandosi a lui; idea che gli viene confermata dal fatto che all'inizio del romanzo, troviamo Laura tra le braccia di un altro uomo che la bacia.

Laura, all'inizio del romanzo, è veramente terrorizzata da Jason, dalle sue maniere forti, quasi violente, dal suo riprenderla per ogni cosa, per la sua ostilità a prescindere nei suoi confronti ed è stato belle vedere come Jason, dopo la chiaccherata con il cognato, prenda coscienza di ciò, uscendo dalla sua visione del mondo, smepre di petto, uno contro il mondo, e finalmente si prenda del tempo, con Laura, che finalmente comprende veramente il marito, e arrivi a fargli comprendere una visione delle differenze sociali in modo un pò meno brusco, violento e caparbio.

Personalmente, questa storia, mi è piaciuta davvero molto. E' intrigante, lunga al punto giusto, appassionata ed appassionante quanto basta per farti felice in vista delle festività e ricordarti del Natale in modo romantico, ma senza farti venire la carie.

 

Consigliato!!


Lisa Kleypas Laureata in scienze politiche ed ex reginetta di bellezza, è una delle scrittrici di romance e di womens fiction più famose e vendute al mondo. Sempre ai vertici delle classifiche, è tradotta in quattordici lingue e ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tracui il prestigioso premio RITA con il romanzo Tuo per sempre (Leggereditore, 2013). Leggereditore sta pubblicando anche la serie delle Audaci zitelle, di cui finora sono usciti i romanzi Segreti di una notte d'estate e Accadde in autunno. Lisa Kleypas vive a Washington con il marito Gregory e i due figli.

2 commenti:

Angela ha detto...

una lettura breve ma molto carina!! ideale da leggere in questi periodi un po frenetici....!!!!!!!!
la kleypas non si smentisce mai, che sia lunga o breve ^^

Endimione Birches ha detto...

Concordo assolutamente Angela :)))
Un abbraccione!!
Endi