Autunno e Astoria

giovedì 22 ottobre 2015

Una volta stavo guardando fuori dalla finestra della cucina verso il tramonto, e vidi una vecchia che guardava dentro. All’improvviso la luce cambiò e capii che la vecchia ero io. Vedi, succede tutto fuori, dentro uno non cambia.”
 
 


---oOo---
Le buone 
maniere
di Molly Keane 
pagine 300 circa
prezzo 18€
Astoria
dal 29 ottobre
--o-- 










I St Charles, famiglia angloirlandese decaduta, vivono tra lusso e disagi, rifiutandosi di venire a patti con la realtà che scorre fuori dai cancelli di Temple Alice, la loro grande dimora.
Aroon, la figlia brutta, troppo alta e troppo grassa, sembra a sua volta non avere i mezzi per capire chi le sta intorno, e nella sua infinita ricerca d’amore cade miseramente in tutti i possibili equivoci.
cover originale
I ricordi del passato di Aroon ci offrono squarci in un mondo strano ed ermetico.
I ragazzi vengono picchiati se scoperti a leggere poesia, i droghieri vengono chiamati “furfanti” perché mandano il conto, ai cani viene dato da mangiare pollo, affettuosamente disossato, mentre la servitù mangia amido di patate per tenere lontana la fame.
Il modo giusto per comportarsi in questi frangenti è utilizzare un silenzio selettivo: Papà ha delle relazioni con le domestiche sotto gli occhi di Mammina ma non si dice niente; una governante adorata si suicida ma non si dice niente; un figlio muore in un incidente ma non si dice niente.
Queste sono le buone maniere, così è come ci si deve comportare.




 cover
“Cominciai a scrivere perché a 17 anni il medico disse che c’era la possibilità che avessi la tubercolosi e dovevo stare a letto. Non c’era proprio niente da fare, nessuno mi prestava attenzione e quindi mi misi a scrivere.”

Molly Keane (1904-1996) nacque in una famiglia protestante irlandese, appartenente al ceto della nobiltà rurale, sempre più immiserito dalla creazione nel 1921 dello Stato Libero d’Irlanda. Ignorata dai genitori e contornata da un ambiente in cui leggere era considerato sconveniente, era a sua volta incolta, se non per una forte ammirazione per Shakespeare e Jane Austen. “Cominciai a scrivere perché a 17 anni il medico disse che c’era la possibilità che avessi la tubercolosi e dovevo stare a letto. Non c’era proprio niente da fare, nessuno mi prestava attenzione e quindi mi misi a scrivere.” Non volendo che i suoi amici sapessero che scriveva, utilizzò tra il 1928 e il 1961 uno pseudonimo: M.J. Farrell. Nel 1961 morì all’improvviso l’amatissimo marito e per vent’anni fu il silenzio. Poi nel 1981 pubblicò con il proprio nome Le buone maniere, finalista al Booker Prize, cui seguirono altri due romanzi. I temi di Molly Keane sono ampli, universali, quasi shakespeariani: eredità, sopravvivenza, amore famigliare, lotte intergenerazionali, funerali, tradimenti, matrimoni, adulteri, assassini. E meglio di chiunque altro scrive sulla relazione madre-figlia. 

--o--
Ho deciso di scrivere questo libro per aiutare tutte noi a capire meglio questo periodo della vita e a trarne il massimo, e poi, fatto questo, per svelarne gli aspetti meno gradevoli perché la conoscenza è potere.”


 
---oOo---
Nel fiore
degli anni
Più vecchie, più sagge,
più felici
di India Knight
pagine 272
prezzo 12.50€
Astoria
dal 29 ottobre
--o-- 








Essere leggeri con intelligenza è un’arte, ed è l’arte praticata da India Knight in questo libro spumeggiante per donne spiritose, umane e sagge che “intorno ai cinquanta” si sentono nel pieno del cammino della loro vita, sapendo tuttavia che la strada è e sarà comunque accidentata.
I figli adolescenti spesso sono difficili, i figli piccoli deliziosi ma faticosi, i genitori invecchiano e sono comunque da accudire, il nostro corpo non risponde più come solo pochi anni prima e noi ce ne accorgiamo improvvisamente, non possiamo più permetterci tutti i tipi di abbigliamento e le più strane acconciature rock…
E India, che chiameremo solo col nome perché dopo aver letto questo libro diventerà la nostra migliore amica, ci suggerisce, con una verve e uno spirito fuori dal comune e con opinioni nette come lame affilate, come affrontare gioie e dolori della maturità per vivere appieno ogni nostro momento.



 bollo
India Knight, editorialista del “Sunday Times” e scrittrice britannica, è molto conosciuta e amata grazie ai suoi libri, divenuti dei best seller, che ironizzano con sagacia sulla condizione femminile.

India Knight Nata nel 1965 a Bruxelles da madre indiana e padre belga, si trasferì nel 1975 a Londra, dove vive tuttora con i suoi tre figli avuti da due diversi mariti. Tutti i suoi libri sono stati pubblicati in Gran Bretagna dalla casa editrice Penguin e sono tradotti in 28 lingue. In Italia Feltrinelli ha pubblicato La mia vita su un piatto (2001) e Single senza pace (2003), tutt’oggi a catalogo nella collana “Universale economica”.

 --o--

Non riesco a togliermi dalla testa l’idea che la compagnia dei nostri autori preferiti ci renda più frequentabili a noi stessi, più capaci di salvaguardare la nostra libertà di essere, di tenere a bada il nostro desiderio di avere e di consolarci della nostra solitudine.


 



---oOo---
Una lezione
d'ignoranza
di Daniel Pennac
pagine 48
prezzo 6€
Astoria
dal 29 ottobre
--o-- 









Il signor Malausène per questa volta non è stato chiamato all’ufficio reclami, bensì alla prestigiosa Università di Bologna in occasione del conferimento della laurea ad honorem in pedagogia nel marzo 2013 al suo geniale, pungente e ironico creatore: Daniel Pennac.
E chi meglio di uno scrittore come lui, che ha sempre vissuto per e con i libri, la lettura e l’insegnamento, nonostante il suo curriculum scolastico che lo bolla come pessimo allievo, ha potuto meritarsi questo prestigioso riconoscimento?
Affabulatore intelligente e mai scontato, che parla alle menti e anche ai cuori, Pennac segnala una volta di più in questa lectio magistralis l’importanza dei passeur, di coloro che con generosità e passione regalano il piacere della lettura e l’amore per la conoscenza. 




bollo 
Romanziere eclettico, autore di testi teatrali e monologhi, di svariati libri per ragazzi, saggi, nonchésceneggiatore di fumetti. 

 Daniel Pennac, già professore di francese in un liceo di Parigi, è romanziere eclettico, autore di testi teatrali e monologhi, di svariati libri per ragazzi, saggi, nonché sceneggiatore di fumetti. Nel 1985 comincia la fortunata saga che ruota intorno a Benjamin Malaussène e alla sua multietnica famiglia, ambientata nel popolare quartiere parigino di Belleville, interamente pubblicata da Feltrinelli. Ha scritto anche avvincenti saggi, a cominciare da Come un romanzo per finire con Diario di scuola. Il suo ultimo libro è Storia di un corpo (2012). Ha vinto il Premio Internazionale Grinzane Cavour (2002), il Premio Renaudot (2007), il Premio Chiara alla carriera (2015) ed è stato insignito della Legion d’onore per le Arti e la Letteratura (2005). 

2 commenti:

Lady Debora ha detto...

Mi segno il primo libro, mi piace dalla trama :)

Endimione Birches ha detto...

@Lady Debora
ti confesso... io l'ho già prenotato, non ho resistito ... e poi è auto conclusivo... praticamente imperdibile per una lettrice compulsiva come me!!! ^ ^
xo
Endi