Recensione: “La verità su di noi” di Kristan Higgins

giovedì 25 febbraio 2016

 







 ---oOo---
La verità 
su di noi
di Kristan Higgins
pagine 384 circa
prezzo 14.90€
HarperCollins Italia Editore
 già disponibile
voto:
★★
--o--










Jenny Tate disegna abiti da sposa e dovrebbe quindi essere un’esperta di storie a lieto fine. Forse è per questo che dopo il divorzio ha continuato ostinatamente a essere amica dell’ex marito.
E della sua nuova moglie.
Forse la migliore amica che abbia mai avuto.
No, non può andare bene, non è normale. No?
If You Only Knew
cover originale
Per questo Jenny decide di lasciarsi Manhattan e il suo ex alle spalle e di trasferirsi nella propria città natale, Cambry-on-Hudson, poco distante da New York, dove si crogiolerà nella perfetta felicità di sua sorella Rachel e della sua splendida famiglia. Un piano niente male per ricominciare.
Peccato che al suo arrivo, Jenny si trovi davanti l’apice di una crisi coniugale coi fiocchi: il marito perfetto ha una storia con una collega.
Rachel non è certo il tipo da concedere seconde occasioni, ma ora che si trova in mezzo alla bufera, i casi sono due: rimanere single a quarant’anni o intrappolata in un matrimonio che evidentemente non è felice come si era immaginata. Il suo punto di riferimento è l’idilliaca vita coniugale dei genitori, ed è quella felicità che Rachel vuole nella propria vita.
Jenny dovrà quindi aiutarla e sostenerla in questo momento non facile. Sarà il caso di svelarle una certa cosetta riguardo al matrimonio di mamma e papà, rischiando di rovinare tutto per sempre?

 

Considerazioni.
Devo confessarvi di avere una predilezione per la Higgins, in quanto a volte il mio umore non sia dei migliori, questa autrice riesce a sollevarmi il morale!

Questo romanzo, molto carino, è però decisamente diverso da quanto avevo letto in precedenza dela Higgins, in quanto sebbene contenga il solito umorismo dell'autrice, questo è smorzato da uno scopo diverso, in quanto questa storia sonda l'altra faccia dell'amore, non garantendo per forza un lieto fine a tutto e a tutti e soprattutto ci porta a verificare che la realtà, nel bene e nel male, può essere molto diversa dalle aspettative.

Venendo più nello specifico del romanzo, “La verità su di noi”  parla delle vicende di Rachel e Jenny, due sorelle molto diverse tra loro che per varie esigenze di vita vedono il loro destini intrecciarsi più strettamente di quanto ipotizzato.
Da un lato abbiamo Rachel, che vive a Cambry-on-Hudson, e che si dedica anima e corpo alla casa e alla famiglia, e dall'altra c'è Jenny, una donna in carriera che ama il proprio lavoro (disegnare abiti da sposa) e che spera nel futuro e nella vicinanza con la sorella per ricominciare una nuova vita.

Se quello che vi ho prospettato è il lato positivo dell'esistenza delle due sorelle, vi è anche una parte meno piacevole delle loro vite che dovranno accettare, comprendere e superare ... e se da un lato, per Jenny, questo consiste nell'allontanarsi dall'ex marito Owen e la sua nuova famiglia, per Rachel consiste nello scoprire che il marito Adam si senta trascurato ed infelice, tanto da cercare affetto e comprensione in altre donne...

In entrambi i casi le svolte decisamente negative trovano poi la risoluzione migliore, anche se non necessariamente soddisfacente a livello romantico/sentimentale (nel senso di coppia).
E quest'ultima cosa è ciò che mi è piacuto maggiormente di questo romanzo, e cioè che pur rimanendo un romanzo romantico, o comunque sentimentale, ci mostra com'è l'amore sognato, le aspettative attese da questa cosa che dipingono come la cosa da trovare e seguire nella vita (non l'avenste intuito, mi riferisco all'amore), e come può diventare in determinate circostanze.
La Higgins ci pone di fronte ad una difficle situazione, in quanto da un lato, facendo a pezzi le soavi parole di Shakespeare "[...] Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento[...]" con la storia di Jenny e Rachel ci dice come l'amore possa essere difficile, poco costante e soprattutto mutevole, dall'altro invece ci mostra come può rinascere e crescere nel più inaspettato dei momenti, se siamo propensi a riceverlo.

Il romanzo, che ho apprezzato molto per il sondare in modo diverso l'amore e le sue sfumature, mostra anche diverse tipologie di persone, un intenso rapporto tra sorelle e una schiera di personaggi maschili che danno del filo da torcere ai nervi ...
Proprio riguardo a questi ultimi, devo dire che mi ha colpito soprattutto Leo, l'insegnante di pianoforte - che ho apprezzato sia per il passato complesso sia per l'iterazione con Jenny - mentre Adam, in ultimo, risulta essere come l'uomo cudele che spezza il cuore della moglie - dedita alla famiglia - e che non si rende del tutto conto di quanto ha fatto, preoccupandosi più di se stesso che di quanto implica avere una famiglia e mantenere le promesse fatte.

L'autrice è stata davvero brava a intrecciare tanto le vite due sorelle quanto le loro problematiche personali/sentimentali con il risultato di leggere una storia familiare piuttosto variegata che non solo è di facile lettura, grazie all'incedere fluido dello stile della Higgins, ma anche appassionante sino alla fine perchè poco prevedibile grazie alla poca prevedibilità dei protagonisti.

Anche in questa nuova opera la Higgins non si smentisca e crea qualcosa che non scorderete facilmente per via di un coinvolgente mix di emozioni.

Romanzo promosso!!




Kristan Higgins, autrice americana, nei suoi romanzi riesce a combinare con successo amore, vita e ironia. Apprezzata in tutto il mondo sia dai lettori che dalla critica, per la sua capacità di creare personaggi intriganti e di rendere un'atmosfera costantemente permeata di sensualità, senza mai perdere il suo stile elegante, frizzante e unico.

Nessun commento: