Recensione: "The Reckoning. La resa dei conti" di Kelley Armstrong.

giovedì 26 settembre 2013





---oOo--- 
The Reckoning. 
La resa dei conti
di Kelley Armstrong
Prezzo € 12,00
Pagine 336
Fazi Editore
già disponibile
--o--







La serie - primo ciclo - de" The Darkest Powers" comprende:

The awakening. Il risveglio
editi Fazi
  

1. The Summoning - The Summoning. Il richiamo delle ombre
2. The Awakening -  The Awakening. Il risveglio
3. The Reckoning - The Reckoning

La serie - secondo ciclo - de " Darkness Rising" comprende:
 

1. The Gathering
2. The Calling
3. The Rising

Prosegue il racconto dei quattro ragazzi con poteri soprannaturali. 
6468666
cover originale
Chloe, Derek, Simon e Tori sono il risultato di esperimenti e si ritrovano con poteri che non possono essere controllati. 
Ingestibili, rappresentano un problema per chi li ha creati. 
Apparentemente salvi dopo una fuga che li ha allontanati dai loro aguzzini, si ritrovano al centro di una nuova minaccia, tanto che inizia a diffondersi il pensiero che tra di loro ci sia una spia intenzionata a riportarli nella clinica da cui sono riusciti a scappare in The Summoning.  
Nell'affrontare i tanti ostacoli che si pongono di fronte a loro, tra i ragazzi cresce la tensione emotiva. 
Al durissimo scontro finale che li aspetta, non tutti sopravviveranno.


Considerazioni.
Potreste chiedermi perchè continui a leggere romanzi YA (visto che non sempre li adoro, ad essere onesta, e chi mi segue lo sa). Lo so, ma sapete a volte o per l'autrice, o per i contenuti, vengo attirata come una falena dalla fiamma e non restisto...

Questa volta mi sono lasciata invogliare dall'autrice che ho amato profondamente per "The Women of the Other World" e volevo leggere quale avventura, a livello teenageriale, mi avrebbe proposto e vedere se avesse potuto o meno conquistarmi.

Questo di cui vedere la copertina è il terzo romanzo conclusivo della serie The Darkest Powers che narra le vicende di Chloe Saunders (+ alcuni altri personaggi che le ruotano attorno: Tori, Derek, Simon., ecc...) che possiede dei doni particolari (è una negromante!) che vedono proprio in questo volume raggiungere il loro apice. Nota: Bella questa scelta di narrare le vicende di una giovane ragazza al momento dello scoccare dell'età in cui i poteri si sviluppano e di cui deve imparare la gestione!
Per quanto concerne i poteri sviluppati dai personaggi di questa serie, la Armstrong non si discosta (forse volutamente) da quelli che conosciamo dalla sua serie più importante (che ho citato prima) e attengono la magia,  la negromanzia, la licantropia ed anche la ricerca e la mutazione genetica e li gestisce benissimo (e li segue altrettanto bene) nell'apprendiemento della loro gestione. 


Proprio per sconfiggere un'organizzazione dedita a quest'ultima ricerca genenica (Gruppo Edison), Chloe e i ragazzi che le sono vicino si coalizzano, e utilizzando i propri poteri (ovviamente frutto studi genetici), ingeniandosi nell'eludere le manovre dell'organizzazione malefica e ottenere man mano dei successi incredibili per la loro sopravvivenza e la sua sconfitta, non senza pagare qualche pegno.

Il romanzo, anche se scritto, evidentemente, per un pubblico per adolescenti (vista soprattuto l'età dei protagonisti), rende il tutto molto godibile e leggero, ma senza renderlo ridicolo, semplice o scontato. La Armstrong continua a mantenere il suo stile - ironico, affettato e tagliente - la sua tipica narrativa descrittiva e molto vivida e particolarmente avventurosa nella costuzione degli avvenimenti, della storia.
Probabilmente quest'ultimo romanzo è il più movimentato, il più ricco di avvenimenti e di coinvolgimento, anche in funzione del finale che ci si conquista. Devo dire che è anche il capitolo più avvincente, infatti mentre nei precedenti due volumi la Armstrong l'ha presa sul tranquillo, prendendosi tempo, descrivendo le situazioni, approfondendo i personaggi, costruiendosi un nuovo e brillante contesto, ma con tempi più lunghi, finalmente in questo capitolo deve accellerare i tempi e questo ne avvantaggia il romanzo che risulta più incalzante, fino, in certi punti, a prendere in contropiede il lettore.

Quesaìta serie mi è paciuta sicuramente! Non all'altezza della sua serie migliore, perchè secondo me la Armstrong se la cava sicuramente meglio nei romanzi per adulti e con una trama dai contenuti più forti, che la vedono molto limitata in un contesto YA, ma devo confessare di aver trovato questa trilogia molto godibile e uno spasso per chi ama in particolare il paranormal e un'evoluzione dei personaggi assolutamente incomparabile, soprattuto per uno YA.

 

Kelley Armstrong. Sposata e madre di tre figli, vive in una zona rurale dell’Ontario dov’è nata, nel 1968. Ha pubblicato la saga paranormalromance Women of the Otherworld, che consta di 11 volumi dei quali sono stati pubblicati in Italia Bitten e Stolen (Fazi 2010 e 2012); e la trilogia The Darkest Powers, di cui Fazi Editore ha già pubblicato The Summoning - Il Richiamo delle ombre (2011) e The Awakening - Il risveglio (2012).

Nessun commento: