-------------------------------------

Recensione: "Il Dio di Gotham" di Lyndsay Faye

lunedì 28 ottobre 2013








 ---oOo---
Il Dio di Gotham
di Faye Lyndsay
pagine 488
prezzo 20€
Einaudi
già disponibile
--o--







La serie "Timothy Wilde Mysteries" è composta da:
1. The Gods of Gotham - Il dio di Gotham
2. Seven for a Secret - inedito



 
New York, 1845.
Timothy Wilde gestisce un bar e sogna di sposare la ragazza che ha sempre amato in silenzio, ma un incendio lo lascia sfigurato, senza lavoro e senza casa. 
Il fratello gli procura un impiego nella neonata polizia e Timothy lo accetta senza entusiasmo, anche perché la sua zona di competenza è a due passi da Five Points, il peggior quartiere della città. 
Una notte, durante la ronda, Timothy si imbatte in una bambina in vestaglia e coperta di sangue, che gli racconta una storia improbabile secondo la quale decine di suoi coetanei sarebbero stati uccisi e sepolti nella foresta a nord della 23ma Strada. 
Perplesso, Timothy decide comunque di verificare, e scopre una catena di omicidi dietro la quale sembra nascondersi un disegno crudele e onnipotente.
copper tv - Google Search
dal telefilm Copper - ambientato all'epoca del romanzo
Considerazioni.
Direte: strana lettura. Strana lettura per una ragazza che legge tanti romanzi romance. Strana lettura anche considerato che a scrivere questa tipologia di romanzo è una donna.
Entrambe le questioni sono ragionevoli, forse un tantino azzardate, certo, ma assolutamente ragionevoli.
Per rispondere alla prima domanda (no, non siete capitati in una puntata di Sottovoce di Marzullo, tranquilli) lo so, che non è la tipica lettura che di solito propongo, ma avevo assolutamente bisogno di staccare un pochettino dalle solite letture, ne avevo assolutamente bisogno; per rispondere alla seconda, invece, devo dire che imbattermi nella Feye mi ha fatto urlare al colpaccio. Sul serio.

dal telefilm Copper
Considerando che la storia tratta di un uomo, quindi un personaggio maschile, abbastanza complesso, abbastanza stravagante, inserito in un contesto storico molto particolare - perchè assolutamente sessista, duro, sporco, complicato, becero talvolta - poteva rendeva il tutto difficoltoso e facilmente poco credibile agli occhi di chi ama le ricostruzioni dell'epoca e le trame giallo/mistery, in mani meno capaci.
Invece...invece dovreste provare ad immergervi nelle atmosfere fosche, buie, pericolose ed anche malsane. Meglio ancora, dovreste conoscere del protagonista, un certo Timothy Wilde il quale dopo aver gestito il suo bar ed averlo visto perdere tra le fiamme di un incendio, dopo essere essere stato sfigurato, accetta di entrare nelle appena nate file della polizia di NY, anche se con una certa riluttanza, dato che la sua zona di competenza è attigua ai Five Points, la zona più pericolosa di NYC.
Merita proprio seguire le sue avventure, il suo inserimento nella polizia, i primi tentativi di gestire l'ordine con una forza specializzata, le prime forme di investigazioni per trovare persone, individuare, cercare e consegnare alla giustizia criminali di ogni genere.

Perchè mi è piaciuto questo romanzo? Per tante ragioni. A partire dal personaggio principale, Timothy, il quale conosciamo provenire dal popolo, da coloro che collaborano nella comuntà, per vivere e permettere che essa cresca economicamente; per poi divenire una persona che passa da pecora del gregge a pastore munito di bastore per sorvegliarlo. Non è un personaggio solamente interessante, ma anche molto sfaccettato ed oltremodo atto ad un'evoluzione rispetto all'ambiente nuovo a cui viene introdotto e ai personaggi che incontrerà per via dei suoi nuovi compiti.

dal telefilm Copper
 Altro elemento a favore del romanzo è la piacevole scoperta di un'adesione fedele alla ricostruzione storica dell'epoca e delle consuetudini e degli usi dell'epoca, che hanno reso la storia ancor più realistica e conivincente per la struttura narrativa della trama gialla, che la Feye ha ben introdotto e scelto per il personaggio di Timothy Wilde e la sua evoluzione. Tutto ricorda la sporcizia, la bruttura, la degradazione umana e ambientale, assolutamente decandente in tutto e per tutto; tutto fa presagire cattiveria, rabbia, violenza, corruzione e patimento: sia dell'animo umano, che della sua condizione fisica. Inoltre questa situazione orrenda e degradante si rispecchia anche nelle azioni dei personaggi che si incontrano man mano nel romanzo, nei loro caratteri, nelle loro prerogative, nelle loro intenzioni e soprattutto nelle loro azioni. Molto spesso aberranti, ma non per questo meno inclini, in perone come Timothy, alla speranza ed alla redenzione.

dal telefilm Copper

Non in ultimo è stato particolarmente piacevole tutto il complesso che in conclusione assurge il romanzo, che ne esce benissimo sia in quanto a trama, che in quanto ad aspettative, che in quanto a vicenda realizzata.
Non credo in tutto cuore che questo romanzo possa non piacere a tutti, anche se proprio per via della bruttura rappresentata per gli esseri descritti nel romanzo (ma ripeto, assolutamente fedeli al tempo) o per stile della stessa Feye, che sebbene io abbia trovato in più passaggi mirabile, intrigante, inteleggente e molto, molto arguta, per alcuni potrebbe essere associata ad una scrittura più classica, di un tempo che non è più il nostro e di uno stile, che se non apprezzato, potrebbe apparire quale compassato e narrativamente classico. 

Lo consiglio. Assolutamente.

dal telefilm Copper
Lyndsay Faye ha esordito nella narrativa con Dust and Shadow, un romanzo che vede Sherlock Holmes indagare sui delitti di Jack lo Squartatore. Il dio di Gotham è il suo secondo libro e il primo titolo di una nuova serie che ha per protagonista il detective Timothy Wilde. Ha alle spalle una carriera di attrice teatrale.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Anche io come te leggo soprattutto romanzi rosa ma ogni tanto devo staccare con un thriller, mi piace molto Lynda La Plante. Mi hai fatto venire voglia di leggere questo libro di cui non avevo sentito parlare anche se praticamente è uscito un anno fa. Grazie per l'ottimo consiglio.

(Un amore su misura invece l'ho già comprato :-)

Mariateresa

Endimione Birches ha detto...

Ciao Mariateresa!!!

Fammi poi sapere!! Sono molto curiosa!!!

un abbraccio
Endi