Anteprima: Jane Austen: i luoghi e gli amici Constance Hill

lunedì 16 dicembre 2013

Proprio in occasione del complenno della grande scrittrice, eccco che la Jo March Agenzia Letteraria ha pubblicato un romanzo legato all'Austeland, in collaborazione con la Jane Austen Society of Italy. 
Perchè si tratta, come potrete vedere dalla trama del romanzo, di un romanzo che va a riscoprire i luoghi dove Jane Austen ha creato con amore pazienza tanti capolavori. 
Ma per comprendere maggiormente la bellezza del romanzo ecco che ve lo faccio spiegare meglio dalla JASIT:


"Fin dalle prime righe, si percepisce chiaramente che a raccontare questa esperienza sono proprio “due di noi”, animate dal piacere della scoperta sul campo ma anche dallo scrupolo di seguire con precisione i passi della loro beniamina. Non a caso, a indicare loro la strada, dal natio Hampshire all’ultima dimora a Winchester, Constance Hill prende a riferimento le Lettere e le opere di Jane ma anche la “madre di tutte le biografie” austeniane, cioè quel Ricordo di Jane Austen che il nipote Jame Edward Austen-Leigh diede alle stampe nel 1870, portando finalmente in piena luce la figura della grande scrittrice rimasta, fino a quel momento, avvolta nell’ombra del più stretto riserbo.
Leggendo questo diario di viaggio, riccamente illustrato da Ellen Hill con disegni eseguiti dal vero lungo l’itinerario, è impossibile non essere coinvolti e spinti a proseguire in compagnia delle due sorelle scoprendo, pagina dopo pagina, miglio dopo miglio, la vita quotidiana di Jane Austen ed il suo mondo – un mondo che Constance Hill, con felicissima intuizione, battezza qui con un neologismo di sua creazione, Austenland, regalando a noi, oltre un secolo dopo, la parola magica per indicare tutto quanto ruoti intorno alla figura di Jane Austen."
Non ci resta dunque che leggere la trama...






 ---oOo---
Jane Austen:
 i luoghi e gli amici
di Constance Hill
Pagine 240
Prezzo 14,00
Jo March Agenzia Letteraria
dal 16 dicembre
--o--







Nel 1901, le sorelle Constance ed Ellen Hill infilarono in valigia taccuini e matite, noleggiarono un calesse vecchio stile e partirono alla ricerca di “Austenland”, come chiamarono, in modo bizzarro e ingegnoso, il mondo di Jane Austen – quel luogo fisico (l’Inghilterra della sua vita e dei suoi romanzi) ma anche letterario (il microcosmo delle persone della sua vita ma anche dei suoi personaggi) e soprattutto metafisico (la fonte dei sentimenti generati nei suoi lettori) sul quale regna incontrastato e sempre rigoglioso il suo genio creativo, da oltre duecento anni.
cover originale
Il pellegrinaggio di due Janeites della primissima ora, “due di noi”, alla scopertadelle tracce terrene della vita quotidiana della grande scrittrice, dà così vita a un’originale biografia sotto forma di diario di viaggio, in cui le impressioni personali ed entusiaste della biografa-ammiratrice di fronte ai luoghi austeniani convivono con le informazioni raccolte dal vivo lungo l’itinerario e con le stesse vibranti parole di Jane Austen, tratte dai romanzi e dalle lettere, ma anche dalle testimonianze dei suoi familiari, così come le ha raccolte il nipote James Edward Austen-Leigh nel prezioso Memoir, la prima biografia mai pubblicata. 
«Ora chiederemo ai nostri lettori, con l’immaginazione, di rimettere indietro le lancette del tempo a più di cento anni fa e di venire con noi alla presenza di Miss Austen».
Vien proprio voglia di leggerlo, che dite?

Mary Constance Hill (1844-1929), scozzese di nascita, ha vissuto nel sobborgo londinese di Hampstead sin da bambina. Scrittrice e biografa, nel 1917, in occasione del centenario della morte di Jane Austen, il 18 luglio 1917, insieme alla sorella Ellen (artista che ha illustrato quasi tutte le sue pubblicazioni) si recò a Chawton, nello Hampshire, dove si svolse una cerimonia di commemorazione durante la quale venne inaugurata una targa in onore della celebre scrittrice. Qualche anno prima, nel 1901, le due sorelle avevano compiuto un viaggio nei "luoghi" della "cara zia Jane", esperienza dalla quale prese vita la biografia "Jane Austen: i luoghi e gli amici".

Nessun commento: