Recensione: "Nymphs" di Sari Luhtanen e Miikko Oikkonen

sabato 25 gennaio 2014





---oOo---
Nymphs
di Sari Luhtanen
 Miikko Oikkonen
Pagine 420
Prezzo 16,90€
Sperling & Kupfer
già disponibile
voto:
3/5 
--o--












Didi, Kati e Nadia vivono a Helsinki, come ragazze normali. 
cover originale
Ma non appartengono al nostro mondo. Sono ninfe: nate molti secoli fa, sono perennemente giovani, bellissime, sexy e tremendamente seducenti. 
Ma soprattutto letali: cedere al loro fascino, per un uomo, equivale a morire. 
Eppure, le ninfe non possono fare a meno degli uomini. 
E ogni volta che c’è la luna piena, cercano le loro vittime. 
La morte, apparentemente ingiustificata, di giovani uomini nel pieno delle forze, insospettisce il commissario Harju, che presto inizia a seguire una pista che porta dritta dritta alle calcagna delle tre ragazze. 
Come se non bastasse, anche il satiro Erik è sulle tracce delle tre ninfe, desideroso di recuperare le ribelli fuggite dal suo entourage diciassette anni prima e di mettere le grinfie su Didi. 
Che, a sua volta, sta per innamorarsi davvero di un umano…

 

Considerazioni.
Le Ninfe, cari lettori e lettrici, arrivano dalla Norvergia, questa volta, e a dircelo sono una serie tv da poco sbarcata in Italia per Sky, intitolata, per l'appunto, "Nymphs" - che vi consiglio di vedere se ne avete modo - e un romanzo, scritto a quattro mani dall'autrice e il regista della suddetta serie tv, stesso titolo, come potete vedere.

Tutto parte dalla scoperta, da parte di Didi, una giovane ragazza di 17 anni dai capelli rossi e un'indole  irrefrenabile quanto timida, a seguito di una notte di passione con un ragazzo (seguendo la sua natura, ma non sapendo che durante la luna piena le Ninfe devo avere imperativamente rapporti sessuali altrimenti soffrono e possono morire) - che si ritrova da li a  poco desisamente morto (generalmente gli uomini che si accoppiano con le Ninfe fanno questa fine) - della sua natura di Ninfa e del mondo che prima non conosceva e del mondo fantastico che le ruota intorno e di cui non conosceva l'esistenza.

Si, avete capito bene, Didi, è un Ninfa, e cioè una divinità minore che trova il suo fondamento nella  mitologia greca. Le Ninfe, cari lettori, se non aveste sotto mano la leggenda, sono, Figlie di Urano,  giovani donne vergini eternamente in cerca di un compagno, ed eternamente belle (beate loro!), legate alla natura e benefettrici dell’uomo e ce ne sono di diverse tipologie che spaziano dalla terra, all'aria e all'acqua, prendendo quindi nomi differenti: Naiadi, Driadi, Epigee, Oceanine, ecc...esse sono inoltre molto legate alle figure dei Satiri, una specie di declinazione al maschile delle Ninfe, che le preveraricano più che volentieri.

Dicevo, Didi, una volta aver accidentalmente "ucciso" il suo compagno, scopre, grazie ad altre due Ninfe, Kati e Nadia (di origine italiana) - che sono le altre due protagoniste del romanzo (e della serie tv) - che il mondo delle Ninfe non è così fatato e cordiale come abbiamo letto nelle fate, ma può essere molto brutale e pericoloso, soprattutto se si tiene conto del fatto che si deve avverare una certa profezia che riguarda tutte le Ninfe, che ci sono i Satiri che inseguono Didi per una ragione che sembra strettamente legata alla profezia e la polizia non sembra cieca di fronte a una scia di morte che segue le nostre care Ninfe e che non sembra avere fine.

In realtà questa è la trama orizzontale principale, in quanto volendo essere precisi ci sono poi diverse sottotrame che riguradano il capo dei Satiri di Helsinki; il ragazzo di cui Didi si innamora, Simone, a cui non sa come dire che la loro storia non si potrà mai concretizzare (visto che potrebbe ucciderlo); la stessa natura di Simone, come mai sembra essere così vicino al mondo di Didi; ma anche il passato di Nadia e del suo innamorato da secoli, un Satiro, e di Kati, più vicino a Didi di quanto quest'ultima possa immaginare, ecc...


Insomma, una storia che intreccia il mistero, la passione (che non viene lesinato il ricorso all'eros) e la mitologia. Una storia che grazie agli autori viene celata a dovere tra di dire e non dire, lasciar trasparire e ritrattare con arguzia per creare pathos. Personalmente ho apprezzato moltissimo la trama, perchè l'ho trovata una rilettura della storia delle Ninfe in un'ottica molto moderna che non ne ha fatto perdere il fascino, ma anzi, ha saputo valorizzare le situazioni e i personaggi nella loro eccezione contemporanea e renderla davvero molto originale e affascinante.


Mi è piaciuto molto leggere della storia di Didi, di Kati e Nadia, perchè gli autori di questa storia non lesinano mai colpi di scena, vengono spesso svelati nuovi elementi, nuovi segreti o rivelazioni a cui non si pensava, vengono introdotti personaggi che arricchiscono la storia, la rendono più intricata ma anche più affascinante e piacevolmente stravolgono il tutto dando una connotazione più misteriosa e ancora più attraente grazie anche alla mitologia che si interseca al tutto, ma rivista dai creatori.
Devo dire che, però, vista la serie, che quest'ultima ha quel qualcosa in più che rende le atmosfere più trasognate, più dolci, smorza un pò le atmosfere gialle e quelle pericolose delle linee narrative, dando alla serie un tocco particolarmente accativante e avvolgente, anche se l'algida mano norvegese si nota e si sente, per carità.

Se volete un parere, posso dirvi è una lettura piacevolissima, originale e particolarmente intrigante, in particolar modo se amate la mitologia e volete approciarvi ad una visione moderna e differente di quest'ultima che modifichi un pò le carte in tavole non facendo sembrare tutto ovvio e scontato. Inoltre, se associato alla visione del telefilm, ancora più bello ed emozionante.

Lettura piacevolissima!!

 



Sari Luhtanen per 25 anni è stata autrice di strisce per giornali finlandesi. Ha pubblicato più di venti libri a fumetti e ha scritto tre romanzi. Al momento sta lavorando al quarto e al sequel di Nymphs.
Miikko Oikkonen è un regista e sceneggiatore finlandese. È uno dei fondatori di Fisher King, una società di produzione che realizza film e fiction televisive. È regista e autore della serie Nymphs, venduta in oltre 50 Paesi.

Nessun commento: