☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Super Preview: Jack Whyte ... arriva la nuova trilogia!!!

venerdì 28 settembre 2012

Oggi vi propongo un titolo a cui tengo moltissimo, non aggiungo molto perchè tra qualche settimana ne farò la recensione... ringrazio tanto coloro di voi che me ne hanno comunicato l'uscita, stavo per farmela sfuggire! Grazie di cuore!!!

«Noi possediamo le terre in cui viviamo. 
E finché Dio stesso non ci caccerà, avremo il nostro orgoglio, 
la nostra integrità di uomini e la nostra libertà.
Per tutto questo vale la pena combattere


I figli della libertà 




---oOo---
I figli della libertà
di Jack Whyte
pagine 500 circa
prezzo 19,50€
 Piemme
dal 3 ottobre
--o--








Le Cronache di Braveheart/The Guardian Trilogia:

1. The Forest Laird - I figli della libertà 
2. Renegade 

La Storia:
cover originale
Scozia, 1285. Il giovane William Wallace è in fuga dalle terre di Carrick con il cugino James dopo il barbaro massacro della sua famiglia a opera di alcuni inglesi. È pomeriggio inoltrato, l’ora in cui il sole allunga le ombre sui pendii delle colline, quando il valoroso arciere Ewan Scrymgeour, un tempo al servizio di Edoardo d’Inghilterra, lo salva dalle insidie della foresta e ne diventa tutore e maestro. Il segreto desiderio di William è però quello di vendicare il torto subito: abbandona gli studi e si dedica interamente alla disciplina del tiro con l’arco, sotto la preziosa guida di Ewan. Carattere ostinato, straordinario valore e un temperamento di rara e incondizionata forza lasciano intravedere il glorioso destino che lo attende.Ingiustamente ricercato come fuorilegge, William raduna nel cuore della foresta di Selkirk, nel sud della Scozia, le prime vittime della crescente prepotenza inglese, che, nel nome di un fittizio accordo tra corone e false promesse scambiate tra sovrani, mira a occupare e sottomettere, tra presagi e venti di guerra, l’intera nazione. Da quelle terre selvagge del sud inesplorato muoverà il destino di Wallace, orgoglioso e ribelle, costretto a diventare eroe, simbolo e guida di un popolo verso la libertà.

Primo capitolo:

Introduzione alla trilogia dell'autore:
 
"Per troppi anni sono stato riluttante a rivolgere la mia attenzione ai soggetti scozzesi, soprattutto perché  ero stato influenzato dagli scritti di fiction storiche di un uomo di nome Nigel Tranter in età molto precoce. Tranter ha scritto un mucchio di libri sulla storia scozzese, e li scrisse davvero molto bene ... da qui la mia riluttanza a immergermi in quel campo. Ma poi qualcuno mi ha fatto notare che Tranter aveva scritto i suoi migliori lavori 50-60 anni fa e ha suggerito che era giunto il momento che qualcuno  prendesse il testimone per conto di un
nuovo pubblico e con sensibilità diverse.Così incominciai a scrivere della storia scozzese e mi ritrovai a contemplare "La trilogia dei Guardiani" o, come verrà chiamato in Gran Bretagna, "The Chronicle Bravehearts" ... 
Storie della Scozia dei tre suoi più grandi eroi medievali, i quali vivevano al quel tempo e sono stati coinvolti in quello che ora è conosciuto como il periodo delle guerre di indipendenza scozzese, e ognuno dei quali può legittimamente rivendicare il titolo The Brave Heart
Il primo di questi è, naturalmente, il Braveheart, William Wallace, che fu onorato - imprecisamente - del titolo nel 1990 da Randall Wallace, lo sceneggiatore del film epico, in modo che, nel bene e nel male, il nome è ora reso immortale. Il secondo uomo, il soggetto del secondo romanzo della trilogia, è Robert I, re di Scozia, più noto come Robert the Bruce. Il suo, era il Braveheart (il cuore coraggioso, n.d.r) , il nome conferito a lui dal suo amico e campione Sir James Douglas. Il giorno della partenza, quando i crociati dell'esercito scozzese partirono per la Spagna per combattere i Mori invasori musulmani, Douglas prese la teca d'argento che contieneva il cuore imbalsamato del Re e la sollevò di fronte a loro a ricordare loro del perché stavano andando. Il Re aveva giurato solennemente una Crociata in Spagna ed era morto prima che potesse compiersi, ma la nazione scozzese avrebbe onorato quel giuramento seguendo il cuore del Re in battaglia. "Ecco Brave Heart," gridò Douglas, "seguitelo (il cuore, n.d.r.) come avreste seguito lui (il Re, n.d.r.)!"Lo stesso Douglas è stato ucciso in Spagna, difendendo il cuore del re, e quando l'impoverito ma vittorioso esercito scozzese tornò a casa fu onorato nella morte avendo l'emblema di una corona, un cuore sanguinante aggiunto alle sue stemmi, dove si distinse la Casa di Douglas in questo giorno. 
La storia straordinaria di James Douglas - The Black Douglas per gli inglesi, ma il buon Sir James per i suoi connazionali, completerà la trilogia.

Il book trailer:


Il sito dedicato al romanzo:


"I was a Mason before I was made a Mason"

Jack Whyte Nato in Scozia, nel 1967 si è trasferito in Canada, dove, dopo un anno di insegnamento, si è dedicato al teatro, alla musica e alla scrittura. Da sempre interessato alle saghe arturiane, ha ottenuto uno straordinario successo con la pubblicazione di Le Cronache di Camelot, bestseller internazionale, con i quattro volumi della serie dedicata a Lancillotto e con la raccolta della trilogia dei Saint-Clair, sulla figura dei Templari, mito dell’immaginario occidentale. La nativa Scozia è invece teatro de Le Cronache di Braveheart, cui appartiene I figli della libertà. Vive a Vancouver, è sposato e ha cinque figli.www.jackwhyte.comwww.theguardianstrilogy.ca

4 commenti:

annaritaverzola ha detto...

Interessante segnalazione. Mi annoto i titoli perché quel particolare periodo storico scozzese mi interessa molto. Complimenti per il blog e le segnalazioni. Leggo sempre, prendo nota e... non commento mai. Mi è stato obiettato che è una difesa un po' debole e una risposta alquanto insensata se si segue costantemente un blog. Io amo ascoltare e leggere senza parlare, purtroppo pare sia un difetto. Buon lavoro, Annarita

Endimione Birches ha detto...

Ciao Annarita!
Non ti preoccupare, sono stata e sono ancora follower di blog e capisco benissimo che non si ha sempre voglia o tempo per scrivere pur apprezzando il blog ed i consigli in esso ^ ^ ... ti ringrazio quindi per i complimenti, che ovviamente mi fa sempre piacere ricevere ;) ! Inutile negare ... Inoltre sapere che stimolo anche solo un pochino la tua curiosità è qualcosa che mi stimola e mi fa immensamente gioire!!
Ovviamente se hai delle richieste per recensioni di libri o consigli e dritte per la lettura sii pure sfacciata XD sono più che ben accetti!!!
Ti auguro una buonissima domenica!

annaritaverzola ha detto...

Ciao, Endimione! Ieri ho acquistato questo libro e l'ho messo tra quelli in lista d'attesa per la lettura. Grazie per la segnalazione. Visto che me lo dici, sarò sfacciata... è uscito in questi giorni il mio terzo libro per ragazzi (gli altri due sono stati testi di narrativa per la scuola media), genere young adults. Sarei lusingata se ti andasse di leggerlo e di recensirlo. Posso mettermi in contatto con te? Grazie e felicissima nuova settimana. Annarita

Endimione Birches ha detto...

Mi andrebbe eccome ^ ^
hai voglia di scrivermi a questo indirizzo phedre56@yahoo.it così ci mettiamo in contatto ?
un abbraccio!!