Recensione: "La Colonia Sommersa" di Kat Falls

giovedì 27 settembre 2012

Non so voi, ma ogni tanto mi assale il bisogno di leggere qualche romanzo un pò fuori dagli schemi, con preponderanza di elementi di fantasia, avventura e stupore, ma senza buttarmi sul fantasy classico. Qualcosa che a prescindere dal genere in cui si colloca o a cui appartiene mi faccia evadere in un emisfero lontano con regole nuove da scoprire... stupore insomma, quello che cerco, quel sentimento genuino di stupefacimento e meraviglia.

Devo dire che questa volta sono stata particolarmente fortunata, vuoi per la conincidenza fortuita del fatto che da un pò non leggevo uno Young Adult (YA di seguito) - che non riesco più tanto ad apprezzare, sarà l'età  - che mi prendesse in contropiede e mi stimolasse tanto nella trama che nel mondo fantastico ricreato; vuoi perchè il periodo offre buone possibilità di scelta in questo genere, sono approdata a questo romanzo veramente spettacolare! Quale?

la-colonia-sommersa-falls-fazi





 ---oOo---
La Colonia Sommersa
di Kat Falls
pagine 300 circa
prezzo 9,90€
Lain editore
già disponibile
--o--




  




Serie Dark Life è composta fino ad ora da:
1. Dark Life -  La colonia sommersa.
2. Rip Tide

La Storia
cover originale
In un futuro imprecisato la terra - a causa dell'innalzamento e conseguente invasione dell'acqua - si trova quasi del tutto sommersa dall'acqua salmastra del mare che li costringe a vivere, almeno per i sopravvissuti, in alloggi minuscoli, stipati l'uno accanto agli altri, preferibilmente in verticale. In superficie non c'è più terra da abitare, da coltivare, da vivere e quindi ci si è adattati, gli studiosi hanno lavorato alacremente per poter rendere abitabili i fondali oceanici, in modo tale che alcune colonie di uomini potessero abitarvi. Non solo, ma una volta approntati tutti i mezzi per potervi viverci, gli uomini hanno poi incentivato il "colonialismo sottomarino" permettendo a coloro che decidevano di stabilirvisi, di diventari proprietari del pezzo di terra che coltivavano (con allevamenti di vari pesci, ma anche mucche e galline grazie a sistemi avanzatissimi) dopo 5 anni di lavoro. 
Ty, il protagonista, è il primo ragazzo nato sotto la superficie terrestre, nelle profondità scure e fredde dell'oceano. Il mare è la sua casa, appartiene all'acqua come se fosse un pesce, in superficie tutto è troppo: i suoni troppo violenti, il sole troppo penetrante, i colori troppo forti, il calore insopportabile e l'odore delle cose è troppo persistente. Ty vive in una casa fluttuante simile ad una medusa (fluttuante perchè le correnti oceaniche non permettono di costruire edifici inamovibili, a forma di medusa, bhè perchè è bellissima, no?) con i genitori, che hanno collaborato a permettere la vita sotto la superficie dell'acqua e una sorella bellissima e molto ribelle!
L'avventura di Ty si apre con la conoscenza di una ragazza, Gemma, con cui si scontra durante la perlustrazione di un relitto abbandonato e con cui si scontrerà per modo di pensare e di vivere; Gemma infatti è una "Superna" in quanto vive in superficie e non sa nulla della vita sotto la superficie, non ne conosce i pericoli, non ne conosce le bellezze nè tanto meno la difficoltà dei coloni che lottano ogni giorno per produrre cibo per i "superni" che li considerano inferiori a loro, nonostante da loro dipendano inevitabilmente per le materie prime.
Ty e Gemma proprio durante la perlustrazione del relitto sul quale per la prima volta si scontrano, incapperanno nella famosa banda di pirati che sta saccheggiando e deprendando le imbarcazioni degli oceani e che causano numerosi danni economici alle colonie sotto il mare. Proprio la lotta contro questi pirati sarà l'avventura intorno alla quale s'immergeranno i nostri protagonisti. Ma non sarà l'unica, Gemma infatti deve assolutamente ritrovare il fratello scomparso, e Ty e i coloni devono arrestare i pirati in tempi brevi, perchè altrimenti il consiglio in superficie toglierà loro le scorte d'aria che permettono loro di vivere nelle profondità marine... Ce la faranno i nostri eroi??

Considerazioni
Già. Non so che cosa mi attirato di più verso questa storia, se la copertina (magnetica), la trama (ambiziosa) o l'aspettativa (altissima), ma alla fine eccomi sfogliare e leggere pagina dopo pagina una storia veramente molto particolare. Adoro da sempre il mare, sia da un punto di vista estetico, che letterario, che sentimentale e non ultimo, di scoperta.
Cosa nascode nei suoi infiniti flutti? Quali creature ancora ci riserba? Ci sarà mai possibilità di vita umana in fondo al mare? La Falls crea intorno a queste domande una storia che non può:
a) non intrigare
b) deludere le aspettative
Si perchè la Falls crea una situazione tutto sommato credibile, o possibile vista la tecnologia, e oltre a soddisfare da un punto di vista estetico/visivo con descrizioni  futuristiche e curate delle vetture usate da Ty, Gemma & Co., le abitazioni innovative, i vestiari complicatissimi ma adatti alle temperature gelide dell'acqua e a permettere la respirazione, inoltre riesce anche a introdurre un classico della narrativa marittima: i pirati.
Lo fa in modo molto innovativo, perchè essendosi il mondo evoluto e cambiato, cambiano anche gli scopi, i mezzi e le invettive piratesche che qui sono molto accativanti e divertenti da leggere e scoprire.
Devo dire che è sicuramente l'ambientazione la cosa che in assoluto mi ha colpito di più di questo romanzo. Non solo l'autrice è riuscita a ricreare i suoni (ovattatissimi), i colori (sempre più cupi dell'accqua e irridescenti dei pesci), le percezioni che si hanno al di sotto della superficie marina, ma è anche riuscita a descrivere e a riportarne capacemente la "magia" che tanti piccoli elementi della trama e dell'ambiente formano e che risultano innovativi, belli e soddisfacenti ed entusiasmati da leggere! Non stento a credere che ci sia un seguito in arrivo, perchè sebbene questo romanzo possa leggersi come autoconclusivo, non si vede davvero l'ora di tornarci, io mi sono divertita moltissimo!! E non stento nemmeno a credere che presto un film Disney, per la regia di Robert Zemeckis, verrà girato per realizzare quanto creato dalla Falls, perchè sarà una m e r a v i g l i a pazzesca! Assicurato!
Essendo un romanzo YA abbiamo protagonisti con un'età media di 15-16 anni, ma siamo sicuramente davanti ad un romanzo che è piacevolissimo da leggere in ogni fascia di età. Non può che avvicinare i più giovani al mare e i suoi misteri ed intrigare i più adulti a cui piace ogni tanto prendere fuga dal mondo e scoprire qualcosa di piacevolemtente innovativo, ben scritto, narrato e che ci porta a saltare in barca con pirati, guidare oggetti non ben identificati nelle profondità oceaniche e vivere pericolosamente anche se in realtà solo sul divano di casa...

Consigliato? Si, soprattutto alle anime giovani, la trama rende impossibile non divenire partecipi di questa avventura e la scrittrice rende impossibile non leggere questa storia con lo sguardo rapito e il cuore soddisfatto!

Il book trailer:


2 commenti:

Sara.88 ha detto...

Io ce l'ho lì sullo scaffale, avevo deciso di dare la priorità ad altre letture ma mi sa che non resisterò a lungo! Bella recensione! ;)

Endimione Birches ha detto...

Grazie mille Sara!! Vedrai che ti piacerà, soprattutto se apprezzi gli YA molto avventurosi e anche un pò romantici (ma senza triangoli amorosi) ^ ^