Recensione: "Lady Almina e la vera storia di Downton Abbey" di Carnarvon Fiona

martedì 4 dicembre 2012

Dopo il post (che potete trovare QUI) di presentazione di questo libro ho avuto la necessità impellente di leggerlo, per cui eccovi la recensione...








 ---oOo---
Lady Almina 
e la vera storia 
di Downton Abbey
di Carnarvon Fiona
pagine 300 circa
prezzo 14,90€
aVallardi
dal 22 novembre
--o-- 




Tutta la verità sulla straordinaria vita della ricchissima ereditiera americana Almina Wombwell, figlia illegittima di Alfred de Rothschild, che nel 1895, diciannovenne, sposò a Westminster Abbey lo spiantato e indebitato conte di Carnarvon, salvando dalla rovina il fantastico castello di Highclere.
Lady Almina and the Real Downton Abbey: The Lost Legacy of Highclere Castle
cover originale
Oggi, in quello stesso castello, è ambientato “Downton Abbey”, il serial britannico in costume di maggior successo di sempre: trasmesso in 26 paesi, ha vinto il Golden Globe 2012 come Miglior Serie TV e 6 Primetime Emmy Awards.
Nella serie, Lady Almina diventa Lady Cora e la storia si focalizza sulle figlie della contessa e sui rapporti tra upstairs e downstairs, fra aristocrazia e servitù.
Il libro ha invece un respiro più ampio, configurandosi come un romanzo storico che, attraverso le vicende di Almina, racconta la generazione che ha vissuto la Grande Guerra, segnando il passaggio della vecchia Inghilterra dall'età Vittoriana al regno di Elisabetta II.
 Da sapere ...
Dovete sapere che amo moltissimo le serie televisive, almeno ultimamente - ma non è questo che dovreste sapere - quello che vorrei percepiste da questo post è la bellezze, l'eleganza e il fascino - a cui anch' io mi sono trovata ad appassionarmi pazzamente e incondizionatamente - per una serie in particolare: Downton Abbey.
Ciò ha fatto si che io conoscessi e mi innamorassi anche di un luogo, oltre che di un tempo ed una società  che non esiste più, di cui rimangono le passioni e le residenze, nonchè le radici.
Non so se avete avuto tempo e modo di vedere questa serie, ne qual caso dovreste, ve la consiglio spassionatamente perchè meriterebbe. Di che cosa parla?
Ambientata nella fittizia Downton Abbey, tenuta di campagna nello Yorkshire del Conte e della Contessa di Grantham, la serie segue le vite dell'aristocratica famiglia Crawley e dei loro servitori a partire dal 15 aprile 1912, data di affondamento del RMS Titanic. Alla notizia della tragedia, la famiglia Crawley è sconvolta nell'apprendere che il cugino del conte, James Crawley, e suo figlio Patrick, erede alla loro proprietà, nonché alla cospicua dote della Contessa Cora, sono deceduti nel naufragio. Nuovo beneficiario diventa il giovane Matthew, cugino di terzo grado della famiglia e avvocato a Manchester. I Crawley, soprattutto la Contessa Madre Violet, inorridiscono al pensiero che ad una persona "che lavora", senza la minima intenzione ad adattarsi alla vita aristocratica da loro condotta, spettino i loro interi averi. Sullo sfondo s'intrecciano le vicende della vita dei numerosi domestici. (fonte: Wikipedia)
interno di Highclere Castle
La serie tv ha avuto nel mondo un notevole successo e questo ha fatto bene innanzitutto alla residenza dove viene girato il telefilm, che ha visto un'incremento di visite, vista anche la bellezza e la maestosità della dimora in questione. La attuale contessa che risiede in questa bellissima dimora ha voluto regalarci la storia di questo castello e di una delle contesse che lo ha abitato, probabilmente la più famosa e la più grande che abbia ospitato.


Ho avuto modo e tempo di leggere questa storia e quindi farne una recensione, per cui ve la propongo...

Come si presenta il castello di Highclere in inverno.
Considerazioni.
Premesso quanto sopra e venendo al romanzo in questione vi comunico espressamente e senza nemmeno tanti preamboli che ho apprezzo moltissimo questa edizione della aVallardi che ci ha proposto una lettura affascinate e molto accurata in una edizione redatta dalla odierna Contessa utilizzando una documentazione storica di lettere e documenti preziosi (a livello storico ed affettivo) di Almina, particolari oltretutto perchè originali, inseriti nel romanzo e tradotti in postfazione con molta cura ai dettagli.

interno di Highclere Castle

Mi sono trovata ad appassionarmi incontrovertibilmente a questa storia per due ragioni, fondamentalmente.


Almina Wombwell
 La prima è data dalla storia in se stessa, molto particolare, quasi una sorta di fiaba. Perchè? Perchè assistiamo all'ascesa fortuita di una ragazza all'epoca non in una posizione tale da sperare in un matrimonio oltremodo vantaggioso. Almina Wombwell, figlia illegittima di Alfred de Rothschild, infatti oltre ad un ingente patrimonio e una notevole bellezza non possiede una famiglia così stabile e nobile da sperare in un matrimonio con il Conte di Carnarvon, ma vuoi la fortuna, vuoi il bisogno, lo spiantato e sommerso dai debiti  Conte la nota per entrambe quelle doti che gli servono più di ogni altra cosa: grazie e denaro, e la sposa. Da questo matrimonio verranno inaspettate sorprese. Si, perchè i due non solo si innamoreranno l'un l'altra, ma avranno dei figli che ameranno sopra ogni cosa, e come ciliegina sulla torta di una vita oltremodo fascinosa e ricca, raggiungeranno la fama in Egitto. Quasi meglio di un romanzo...



La seconda è data contemporaneamente dall'ambientazione e dal periodo, nonchè dalla stessa personalità di Amina. Mì è risultato affascinante l'essere inrodotta in questo mondo aristocratico in via di decadenza e desuetudine per via delle guerre, le crisi economiche e il cambiamento di società. Per la nobiltà, infatti, credo non sia stato affatto un periodo facile da attraversare, soprattutto per chi non era preparato ad affrontare così tanti cambiamenti in così pochi anni. La mentalità soprattutto impediva loro di essere pienamente consapevoli e quindi avanguardisti nelle scelte che sarebbe stato d'obbligo compiere, ma che per paura dei cambiamenti - paura insita nell'animo umano - non  si ha il coraggio di fare, per il terrore dei cambiamenti stessi....

sempre Almina, ma con il suo primogenito

Inoltre il personaggio di Almina è veramente molto, ma molto piacevole da seguire sia per come si presenta caratterialmente, sia per le scelte che copie, a volte molto distanti dal pensiero dell'epoca e molto vicino a quello odierno. Sono rimasta incanta dalla vita di questa donna che ho trovato eccitante, mutevole e piena. Non vivrò mai credo una vita così piena di possibilità, avvenimenti e scoperte e sebbene non me ne rammarichi del tutto sono anche convinta di aver provato per essa una certa invidia, data proprio dalla sua pienezza...


Il romanzo è veramente molto completo sotto questo punto si vista. La Carnarvon è riuscita a mediare tra la storia di Almina - il cui ritratto che ne consegue e rusulta è quello di una donna molto gentile, forte, innamorata nonchè progressista e volitiva - ed il ritratto di un periodo storico molto complesso e sfaccettato che si interseca alla perfezione, senza momenti calanti o noiosi, con Almina & Co. Apprezzabilissima poi la scelta di inserire delle foto che introducono ogni capitolo (dell'epoca) e quelle contenute a metà del romanzo, veramente notevoli e bellissime, per riportare l'evoluzione della dimora in questione nei vari periodi storici e dei suoi abitanti. Mirabile edizione davvero!!


Consigliato? Si. Non rimarrete affato delusi da quanto vi ritroverete di fronte in questo romanzo, sia che siate semplicemente curiosi, sia che abbiate aspettative molto alte in quanto a notizie curiose da rintracciare sul periodo: cerimonie del tempo,  descrizioni sociali di comportamenti da tenere, doveri ed etichetta e quant'altro che solo quest'epoca di cambiamenti profonti, amori impossibili resi possibili e curiosità incessante può darvi. Garantito!!




Il sito web della tenuta:


Il sito web della serie tv:


Girare a Dowton Abbey/Highclere Castle:


Per aver informazioni cica gli eventi previsti per le vacanze di Natale o comunque invernali nellaresidenza potete buttare un occhio qui: http://www.highclerecastle.co.uk/visiting-us/special-events.html

File:Highclere Castle July 2012 (10).jpg
la tenuta di Highclere Castle in tutta la sua maestosità

Fiona Carnarvon, 47 anni, ha studiato inglese e tedesco presso l'Università di St Andrews, prima di diventare una contabile. Ha incontrato il marito, Geordie, nel 1996 e, dopo la morte del padre nel 2001, hanno assunto la guida della tenuta di Highclere Castle, Berkshire, diventando il conte e la contessa di Carnarvon. 
Lady Carnarvon in Highclere Castle.Il castello ha fornito l'ispirazione e l'impostazione per la serie televisiva Downton Abbey e, a seguito di popolarità dello show, Lady Carnarvon ha scritto Lady Almina e del Real Downton Abbey: L'eredità perduta di Highclere Castle, un libro sulla storia del castello durante la prima guerra mondiale e della bisnonna del marito. Lady Carnarvon vive al Castello di Highclere con il marito e il figlio, Edoardo, 11 anni.

2 commenti:

annaritaverzola ha detto...

Ho in mente da tempo di vedere Downton Abbey e adesso questo tuo post mi incuriosisce molto. Grazie per il suggerimento e... complimenti per l'atmosfera natalizia del blog! :-)

Endimione Birches ha detto...

Vedrai Annarita...ti domanderai: "Ma come ho fatto a vivere senza?" (scheeeeeeerzo!!)

p.s. Hai visto qual tripudio natalizio ho imbandito? <3