Recensione: "La prova d'amore" di S.C. Stephens

martedì 29 dicembre 2015



---oOo---
 La prova 
d'amore
di S.C. Stephens 
pagine 597 circa
prezzo € 15,00
ebook € 4,99
già disponibile
Leggereditore
voto:
 3/5
--o--




La serie "Thoughtless" è composta da:

1. Thoughtless - Il frutto proibito
 1.5 Thoughtful - ancora inedito
2.  Effortless - La prova d'amore
 3. Reckless - ancora inedito

cover italiana del primo romanzo


Dopo essere rimasta inesorabilmente intrappolata tra le spire di un triangolo amoroso che l’ha portata a un tradimento devastante, Kiera sente che è arrivato il momento di cominciare a imparare dai propri errori. 
cover originale
La sofferenza l’ha fatta maturare e ora è determinata a non infliggere mai più un dolore di quel tipo, per nessun motivo. 
Soprattutto sa che non dovrà in alcun modo far soffrire Kellan, l’uomo appassionato e pieno di talento con cui ha scelto di stare. Ma la vita, si sa, pone sempre nuove sfide, e nessuna coppia può sapere cosa le riservi il destino.
La sfida che si profila all’orizzonte per i due non è da poco: Kellan dovrà partire per un tour internazionale con la sua rockband. I dubbi non mancano e attanagliano i pensieri di Kiera. 
Potrà un uomo così sexy e carismatico rimanerle fedele anche a migliaia di chilometri di distanza? 
E lei riuscirà a fidarsi? 
L’esito non è scontato, perché se l’amore è un sentimento spontaneo, la fiducia lo è molto meno!



Considerazioni.
A chi pensa "altra continuazione di una trilogia New Adult" dico: provate a leggere questo romanzo andando oltre le classificazioni di genere e provate a immergervi in questa storia decisamente corposa (600 pagine, che non sono proprio pochissime per una storia d'amore al secondo capitolo di una trilogia che già nel primo volume contava altrettante pagine), e potreste incontrare una particolare ed intensa storia amorosa.

In realtà, a mio parere, questa trilogia poteva benissimo concludersi con il primo romanzo, non perchè abbia trovato brutta la trama, tutt'altro semmai, la storia mi aveva decisamente coinovolto nei suoi meandri, ma avrei preferito lasciare un pò di mistero sul rapporto amoroso della coppia principe: Kellan & Kiera. Invece la Stephens questo rapporto l'ha voluto proprio vivisezionare e quindi eccovi questo secondo capitolo che sarà seguito da un terzo (!).
In questo proseguo della storia, che aveva visto trionfare l'amore nato dal tradimento (Keira era fidanzatissima con un altro ragazzo, Danny,  quando conobbe e s'innamorò improvvisamente e profondamente di Kellan), ne "La prova d'amore" Kiera e Kellan devono affrontare una prova decisiva per la durevolezza del loro rapporto: la lontananza. Kellan deve infatti fare un tour (è un musicista) che lo porterà per molto tempo lontano dalla sua metà, la quale dovrà, in questo lasso di tempo, sondare i suoi sentimenti e trovare (ipoteticamente) la forza per vivere momenti molto lunghi di solitudine pur essendo legata ad un ragazzo che ama moltissimo.

Il romanzo, che è praticamente diviso in tre parti: una in cui Kellan si prepara a partire per il tour musicale, una in cui Kellan è via e Kiera vede orbitare nella sua vita diverse persone (Cheyenne, Anna, e ... ve lo lascio scoprire, va'!) ed un'ultima parte in cui si ha il ricongiungimento con i due amanti.
Diciamo che ero piuttosto curiosa di vedere come la Stephens avrebbe (e soprattutto in che direzione) condotto i suoi personaggi per renderli una coppia non solo a livello di corpo (che nel primo romanzo, come dire, avevano già dato) ma anche di animo. 
Non sono stata delusa, ma non posso dire di aver trovato il romanzo che abbia conquistato quanto il primo. 

"Il frutto proibito" mi aveva catturato mettendo sul piatto tematiche scomode, che ti conducevano a un pensiero a cui non avevi ancora dato molto credito piuttosto che a creare opinioni che non avevi avuto modo di affrontare. 
Innegabile è il fatto che ne "La prova d'amore" io abbia evidentemente apprezzato la prima e l'ultima parte, mentre la scelta (e la modalità con cui è trattata) di narrare la solitudine di Keira - con il relativo ingresso di alcuni personaggi che non ho gradito particolarmente - non mi hanno fatto impazzire per le argomentazioni a cui hanno condotto la trama, deviandola dallo scopo principale - quasi a rimpolpare una trama che a mio parere non lo necessitava - e che non mi hanno del tutto convinto circa la loro effettiva rilevanza per il rapporto K/K.

Mi è piaciuta la rilevante e significativa crescita che la Stephens ha conferito ai personaggi, soprattuto a quello di Keira, la quale risulta decisamente più sicura delle sue scelte e nelle sue convizioni, anche se la crescita, come ci ricorda l'autric,e è un processo lungo e non scevro di dolori, e queste considerazioni/constatazioni emergono esplicitamente da questo romanzo, che è impregnato di dubbi, incertezze e problematiche, che però apprtengono un'età più matura, ponderale delle azioni in relazioni ai sentimenti.

Quanto detto - occhio - non esclude e non esime il libro dall'essere uno New Adult, e quindi il trattare delle ingenuità che sempre contraddistingue il genere (a mio parere), oltretutto, il fatto che la Stephens abbia inserito nel romanzo una quantità foltissima degli avvenimenti del primo romanzo, hanno appesantito fortemente la fluidità del romanzo che è reso maggiormente denso di informazioni superflue che rallentano tanto, troppo lo scorrere delle pagine.

Complessivamente il romanzo risulta piacevole, interessante per chi intende approfondire meglio e maggiormente la storia tra K e K (di cui si era visto poco nel primo romanzo) e vivere meglio l'evoluzione del loro rapporto. Ve lo consiglio se amate approfondire i rapporti e le relazioni di un rapporto di coppia in un'ottica non troppo effimera, ma senza giungera alla complessità commovente di David Nicholls.

 
S.C. Stephens è un’autrice che ama trascorrere ogni suo momento libero dedicandosi alla scrittura di storie piene di romanticismo. Il frutto proibito è il suo primo romanzo, un esordio di straordinario successo, che è stato seguito da altri due titoli per comporre la trilogia Thoughtless.

Nessun commento: