Recensione: "All'improvviso, Tu" di Lisa Kleypas

giovedì 18 dicembre 2014



---oOo---
All'Improvviso

Tu
di Lisa Kleypas
pagine  400 circa
prezzo 4.99€
Mondadori 
già disponibilesolo Ebook
cartaceo 2015
voto:
5/5
--o--








Londra, 1836. 
cover originale
Amanda Briars, celebre scrittrice, è alla vigilia del suo trentesimo compleanno. 
Ritiene che sia giunto il momento di perdere la verginità, però senza sposarsi né avere legami duraturi. 
Così chiede a una maîtresse di procurarle un gigolò. 
All’appuntamento si presenta tale Jack Devlin, un uomo molto affascinante ed estremamente seducente. 
Ma, una settimana dopo, Amanda scopre che Jack non è affatto chi diceva di essere…


Niente mi toglie dalla tessta questa foto, riferita alla protagonista, anche se il periodo non coincide!

Considerazioni.
Quella che vi raccomando di leggere oggi, è una storia romantica a dir poco perfetta. Se siete in animo di leggere una storia leggera, ma intensa, romantica ma non stucchevole, piacevole ma non per questo futile, sedetevi che vi dirò un paio di ragioni per leggere questo romanzo.

Innanzitutto la creatrice di questa storia è Lisa Kleypas, praticamente una sicurezza in campo sentimentale. Davvero. Io, per sentito dire pensavo fosse Nora Roberts, ma anche se ho letto dei romanzi decisamente buoni di quest'ultima, trovo che Nora sia più brava nel romantic suspence, mentre la Kleypas è proprio ... magistrale nel romance, non c'è romanzo che non mi piaccia di quest'ultima, e Lisa lo sa,  e sapendolo non divaga in altri generi, non sperimenta in ambiti o storie che sa non esalterebbero la sua caratteristica: l'empatia. Per cui si è ben specializzata e "rodata" con il romance, che riesce a far funzionare benone.

La Kleypas sa quello di cui ha bisogno una lettrice che ha voglia e intenzione di leggere una storia romance e in modi diversi, con trame diverse, arriva sempre là a colpirti, emozionarti e convincerti che  hai fatto bene a comprare un suo romanzo a scatola chiusa. Anche se non leggete la trama dei suoi romanzi non importa. Vi assicuro che li amerete.

Questo in particolare speravo ardentemente venisse pubblicato (era uscito in cartaceo in edicola tanto tempo fa) innanzitutto perchè non ce l'ho (e continuo a non averlo in cartaceo fino a gennaio, mese per cui è prevista la sua uscita "fisica"), in secondo luogo perchè è uno di quei romanzi che ti torneranno sempre in mente, anche anni dopo la sua lettura (come "Sognando Te" o tutti i romanzi delle Zitelle, sempre firmati Kleypas) e con cui paragonerai sempre gli altri romanzi del medesimo genere.

Tutto parte del fatto che non solo la protagonista è una persona semplice, dolce, ma anche perchè è estremamente determinata, tanto da volere quello che sa non avrà mai alla sua età, dato un determinato contesto sociale e storico.

Siamo infatti nel lontano 1836 e Amanda Briars è disperata. Non ha trovato l'amore e non è in vista un uomo che la possa desiderare tanto da provare con lei i piaceri della carne. Che fare allora? Affittare un uomo che le faccia provare almeno una volta nella vita la sensazione di amare fisicamente qualcuno e essere amata e desiderata in quel modo.
Cadendo gioco di un fraintendimento si presenterà invece alla sua porta Jack Devlin, un uomo ignaro dei suoi intenti e che sarà fondamentale per il suo destino non solo personale, ma anche professionale.

Non voglio dirvi di più perchè è una storia che va scoperta e vissuta con calma in un pomeriggio per vivere una bella storia d'amore con i controfiocchi senza spoilerare troppo, così non corro a rovinarvi il diletto.

Mi preme di sottolinearvi il fatto che non troverete il solito schema romance, dove tutto è scontato e rovinato un pò dalla prevedibilità di dialoghi o situazioni, ma verrete sempre sorpresi (occhio, non è un thriller!) sia dall'estrema simpatia dei personaggi principali, che creano subito una certa empatia con il lettore (il quale si spinge sempre più in la, nelle pagine, per conoscerli) sia dall'alchimia che la Kleypas crea tra Amanda e Jack, piacevolmente, con ritmo e lentezza giuste, mediante piccole e gradevolissime astuzie narrative, che permetteno di far crescere la tensione amorosa.
Gradevole anche il fatto che si parli fi una volontà indipendente della protagonista nel voler realizzare se stessa anche da un punto di vista professionale, che è inserito bene, in modo intelligente e coerentemente con i personaggi, la loro natura e la loro evoluzione.

Detto ciò il mio consiglio è leggetelo, leggetelo, leggetelo!! E' una storia bellissima, che non vi cambierà la vita, ma vi farà sognare così tanto da non poter tenere i piedi piantati per terra. Sicuro!!



Lisa Kleypas, laureata in scienze politiche, ha pubblicato il suo primo romanzo a soli ventun anni. Eletta Miss Massachusetts, si è dedicata alla carriera letteraria: i suoi romanzi d'amore sono pubblicati in quattordici lingue e le sono valsi numerosi premi. Gli altri titoli della serie ambientata a Friday Harbor sono Dove finiscono le favole (2012), Una piccola magia (2012) e Sogni sull'acqua (2013), tutti pubblicati in Oscar Mondadori.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sto aspettando l'uscita cartacea con impazienza perché voglio il libro e non l'ebook. Mi sembra sia un bel periodo per i romanzi "rosa" (con rosa intendo tutte le sottocategorie) la Mondadori e tutto il gruppo di Fanucci stanno pubblicando bellissimi volumi e sembra si stiano impegnando ad ascoltare le richieste delle lettrici.
Cambiando genere, io non amo la fantascienza ma ho appena finito Ender'Game che mi completamente conquistata, tu l'hai letto?
Poi ho letto Libero Arbitrio che mi è piaciuto anche più del primo, grazie per avermi fatto scoprire questa serie :-)
E' sempre un piacere leggere il tuo blog, un giorno dovrai fare un post sulla tua gestione del tempo perché non so come fai a leggere, scrivere recensioni di questo livello e affrontare tutte le cose da fare in una giornata ;-)
Buone feste

Mariateresa

Endimione Birches ha detto...

SI, vero, per i "rosa" è davvero un bel periodo, e meno male!!!!!
Ora poi che la Leggereditore realizza desideri impossibili (come la serie Black Ice) è davvero un bel periodo!

L'ho adocchiato Ender's Game, ma non sono ancora riuscita a trovare il tempo per leggerlo(!).
Sono invece molto contenta per "Libero Arbitrio" perchè è una serie che non ha, e non sta avendo, il giusto merito secondo me, qui in Italia. Ed invece è molto ben scritta e trattata!

Per quanto riguarda la mia gestione del tempo ... non so... probabilmente il dono dell'ubiquità che ho chiesto nel Natale scorso sta funzionando :D ... (scherzo!!!) ma credo sia in fase di esaurimento :)
In effetti sono piuttosto provata ;) ma sai, alcune cose ti costringono a pensare a tutto tranne a quello a cui la mente vorrebbe per forza ricondurti ...

Ho sempre trovato pace nei libri, sono la forza che mi trascinano sempre verso la cosa giusta da fare o quel modo di affrontare le cose. Non sono la soluzione, quella sono io, lo so, ma sono un ottimo mezzo per cambiare il punto di vista e trovare una soluzione, ecco perchè non riesco a smettere di leggere e raccontarvi quel che leggo!!

Ti ringrazio tanto per essere passata, Mariateresa, e aver lasciato questo bellissimo commento :)
Ti auguro delle meravigliose e serene feste!!!!

Una abbraccio fortissimo!!!
xoxox
Endi

Anonimo ha detto...

Sto leggendo questo libro, ed ora che sono a poche pagine dalla fine , provo un senso di ...beh mi dispiace!!! Non voglio finirlo!!! Non voglio abbandonare i personaggi!!! È davvero bello! Credo che in base ai tuoi consigli li leggerò tutti! �� Grazie!
Loredana

Endimione Birches ha detto...

Figurati!!
Sono davvero contenta che ti sia piaciuto ;) ;) Io lo rileggo almeno 2 volte all'anno per dormire con il sorriso stampato sulla faccia e credere ancora che qualcosa del genere esista veramente :)
Con la Kleypas non si sbaglia mai!! Prendi un suo libro a caso e sarai felice per almeno 300 pagine e una maciata di pomeriggi. Assicurato :D
xoxo
Endi