☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Ritmo andaluso per la fine di maggio ...

sabato 31 maggio 2014


 
 
 
 ---oOo---
Don Casmurro
di Joaquim Maria Machado de Assis
Pagine 300
Prezzo 12,90 €
Fazi
dal 29 maggio
--o--









Capolavoro indiscusso della letteratura brasiliana, Don Casmurro di Machado de Assis apparve per la prima volta a Rio de Janeiro nel 1899. 
Con uno stile confidenziale, venato d’ironia e di una sottile malinconia, il protagonista, Bento Santiago, racconta al lettore la propria avventura umana segnata, sin dall’adolescenza, dall’amore per Capitu e dalla gelosia, il presunto tradimento di lei con il suo miglior amico, il progressivo rinchiudersi in un’esistenza cupa e isolata dal mondo, popolata di ricordi e di fantasmi. 
Una storia tutt’altro che sentimentale, della quale Machado, senz’altro uno dei padri del romanzo psicologico moderno, ci induce a sospettare, rendendoci interpreti e giudici di una personalità che nasconde in sé una forma di delirio.

Joaquim Maria Machado de Assis nacque a Rio de Janeiro nel 1839. Figlio di un umile imbianchino mulatto d’origine portoghese e di una bianca azzorriana, dopo la morte della madre fu allevato da una matrigna, una cuoca anch’essa di sangue misto. Dopo una prima fase di produzione letteraria meno notevole, nel 1881 esce Memorie dell’aldilà, che ha costituito una sorta d’originale trilogia, insieme a Quincas Borba (1981) e a Don Casmurro (1899), considerato il suo capolavoro, letto obbligatoriamente per decenni nelle scuole brasiliane. Le sue Obras Completas, raccolte e ristampate in Brasile tra la fine degli anni Trenta e i primi anni Quaranta, sono costituite da ben 31 volumi.

Anterprime da segnare: "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin

venerdì 30 maggio 2014

 
NESSUN UOMO E' UN'ISOLA

OGNI LIBRO E' UN MONDO.

LA MISURA DELLA FELICITÀ È UN INNO ALL'AMORE:
L'AMORE DI UN PADRE PER LA FIGLIA
L'AMORE DI UN UOMO PER UNA DONNA
L'AMORE DI TUTTI NOI PER I LIBRI E PER LA LETTURA.






---oOo---
La misura
 della felicità
di Gabrielle Zevin
Pagine 320
Prezzo  16.00
Ebook 9.99
Nord editore
dal 19 giugno
--o--






Dalla tragica morte della moglie, A. J. Fikry è diventato un uomo scostante e scorbutico, insofferente verso gli abitanti della piccola isola dove vive e stufo del suo lavoro di libraio. 
cover originale
Disprezza i libri che vende (e pure quelli che non vende) e ne ha fin sopra i capelli dei abbassare i prezzi. Anche per gli agenti di vendita è ormai un interlocutore a dir poco difficile. 
Ma tutto cambia una sera come tante, quando, rientrando in libreria, A. J. trova una bambina che gironzola nel reparto dedicato all'infanzia. Al collo ha appuntato un biglietto scritto dalla madre: questa è Maya. Ha due anni. È molto intelligente ed è eccezionalmente loquace per la sua età. Voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. 
Io non posso più occuparmi di lei. Sono disperata. Seppur riluttante (e sorprendendo tutti i suoi conoscenti), A. J. decide di adottarla, lasciando così che quella bambina gli sconvolga l'esistenza. 
Perché Maya è animata da un'insaziabile curiosità e da un'attrazione istintiva per i libri, per il loro odore, per le copertine vivaci, per quell'affascinante mosaico di parole che riempie le pagine all'interno e, grazie a lei, A. J. non solo scoprirà la gioia di essere padre, ma riassaporerà anche il piacere di essere un libraio. Trovando infine la forza per aprirsi a un nuovo, inatteso amore.




Gabrielle Zevin, inizia la sua carriera a quattordici anni, quando pubblica un articolo riguardante un concerto dei Guns 'n' Roses, su un giornale locale, come critico musicale. Ha scritto otto romanzi, tra narrativa e Young Adult. Il suo primo romanzo, Altrove, è stato tradotto in venti lingue. Lei è anche la sceneggiatrice della serie cult Conversations with Other Women (con Helena Boham Carter e Aaron Ehkart). Il suo ultimo romanzo,  La misura della Felicità (Titolo originale: The storide life of A.J. Fikry) , diventato caso editoriale per il New York Times, è stato pubblicato ad Aprile 2014 negli Stati Uniti, e arriverà nelle librerie italiane a Giugno, per la casa editrice Nord. Sarà tradotto anche questo in venti lingue.

Recensione: "Dopo la neve" di Alix Ohlin

giovedì 29 maggio 2014




 ---oOo---
Prima

 della neve
di Alix Ohlin
Pagine 304
Prezzo 17,60 €
Garzanti
voto:

4/5
meno meno
--o--















Qui l'intervista all'autrice:


Bianco. 
Un bianco accecante, freddo, tagliente fende le guance e ferisce gli occhi di Grace. Il silenzio abbraccia i suoi sci che solcano lievemente la neve, mentre i tetti di Montréal sbiadiscono in lontananza. 
Improvvisamente, nero. 
cover originale
Un ostacolo scuro le è comparso davanti e Grace non riesce a evitarlo. Cade, e solo quando riesce a rialzarsi vede che si tratta di un uomo, a faccia in giù nella neve. È incosciente, ma respira ancora. Grace non crede ai suoi occhi quando si rende conto che ha cercato di uccidersi. Grace è una psicologa e sa quello che deve fare. Lo accompagna in ospedale e poi rimane con lui.  
John Tugwell, questo è il suo nome. 
Un nome che Grace scopre dai suoi documenti, perché l'uomo non vuole parlare. 
Ma quando i suoi occhi verdi colmi di risoluto silenzio si aprono su di lei, Grace gli prende la mano. È una mano forte e insieme insicura, la mano di un uomo che è sopravvissuto all'abisso, ma che soffre ancora per le cicatrici che gli scavano il cuore. 
Per questo John vuole tenerla lontano, ma Grace sente che non può lasciare quelle dita. Solo lei può aiutarlo a trasformare il dolore in parole che possano guarirlo. Perché a volte sotto un cumulo di cenere cova ancora un'ultima fiammella di speranza...

 

Considerazioni.
Guardo il mio pc da 20 minuti buoni. Sto cercando di capire come disegnarvi il quadro di questo libro e tutte le volte torno indietro, cancello, riscrivo, ricancello e via dicendo, perchè alla fine niente riesce a convincermi: le parole che uso, le metafore e quant'altro. E' un romanzo complesso da un lato, distaccatissimo dall'altro. E non so bene come descriverlo, definirlo e tradurvelo in parole, almeno quelle che risultano filtrate e setacciate dal mio cervello.

Cercherò di usare l'onestà come coltello per dissipare la nebbia, ma sappiate in anticipo che è complicato.

"Dentro" questa è la traduzione che più si avvicina alla traduzione del titolo originale usato dalla Ohlin per il romanzo che vi sto per raccontare ed è un romanzo che narra le vicende di ben tre persone principali (Grace, Tug, Mitch) più diversi comprimari, non della sola Grace, come può invece sembrare e copre un arco narrativo che va dal 1994 - 1996, al 2002 - 2003 per poi chiudere il cerchio nel 2006; inoltre si svolge in parte a Montreal, in parte a New York, in parte a Iqaluit, in parte a Kigali ed in parte a Los Angeles.

Detto così pare complicato, ma in realtà troppo complicato non è, in quanto la vicenda parte da Grace (con cui anche si conclude) per narrare cosa le accadde nel passato (anche se narrato al presente) per poi essere intervallata con storie che partono ad essere narrate nel futuro - come quella di Annie e quella di Mitch - per vedere come le cose sono cambiate, come queste storie s'innestano con la protagonista - rispetto anche a quando ce le narra Grace - e che poi a lei tutte si ricongiungono.

description

Le storie di tutti i personaggi partono da una loro solitudine che li rende sostanzialmente molto fragili, scava nel loro passato per comprendere la motivazione delle loro scelte e poi trova la risoluzione, la redenzione alla punizione del loro passato nella coincidenza nell'aiuto di qualcun altro.
Grace, ad esempio, psicologa che cerca lo scopo del suo lavoro e della sua vita di giorno in giorno, si sente profondamente sola dopo un divorzio, da Mitch, che le fatto conoscere la parola solitudine molto prima della parola divorzio. Un giorno Grace trova, mentre sta sciando, il corpo di un uomo (Tug) che pare essersi impiccato ad un albero, chiamato i soccorsi e salvato l'uomo per un pelo, lo porta a casa entrando nella sua vita fino a diventarne l'amante e la compagna e per questo, anche parte della risoluzione dei suoi conflitti interiori, cambiandole per sempre l'esistenza.

Ma il romanzo non sonda solo l'animo solitario dei protagonisti, ma parla anche dei segreti che ciascuno cerca di affrontare e risolvere nella propria vita - e per quanto riguarda le donne, spesso di aborti consapevolmente effettuati in passato - che comportano un avvicinamento alle persone che stanno aiutando, proprio per il legame empatico che si crea tra loro e che crea un certo attaccamento speciale che non vuole essere reciso, che crea dipendenza.

Devo dire che la storia, complessivamente, è la narrazione fluida e coinvolgente degli eventi di queste storie che coglie bene le introspezioni psicologiche che ne conseguono per azioni e conseguenze, ed è per questo che ho dato un voto alto, perchè la storia mi è piaciuto, mi ha coinvolto e narrativamente convinto. Devo dire però che non ero del tutto sicura di dare 4 teierine. Se avessi, infatti, dovuto dare un voto all'empatia impressa dall'autrice ai personaggi, alle loro emozioni, avrei dovuto darne 3. La Ohlin è gelida. Davvero. Grace & Co. sono razionalissimi, si lascicno andare ai sentimenti, certo, ma questi sono sezionati, razionalizzati, definiti, etichettati e mai del tutto spontanei, quanto piuttosti accettati, come il fatto che fuori piova o che dopo la notte c'è sempre il sole.
description

I personaggi sono fatti evolvere, crescono, pur rimanendo legati al passato, trovano una loro via per procedere parallelamente al dolore per il passato, un  modo per far entrare le persone nelle loro vite, per cogliere il meglio che possono dare loro, che possano apportare alla loro stessa esistenza, ma sono cauti, cerebralmente attivi, sentimentalmente coinvolti per quanto venga concesso loro dal loro rigidismo connaturato che sfiora mai l'assoluto o tanto meno l'idea di felicità a cui normalmente si rifesce per assurgere al meglio per se stessi.

Questo lato freddo, scostante, ha messo le distanze tra me e Grace e dagli altri, che sebbene cerchino di essere umani caldi, con sangue caldo nelle vene sono là, come bambole di porcellana dagli impulsi umani, ma senza calore spontaneo da dare. Quasi come se il trauma avesse loro privato, del tutto, dei sentimenti (cosa in parte comprensibile solo per uno dei personaggi, però).

Quindi? Secondo me la Ohlin è davvero molto brava nel creare atmosfere complesse, drammaticamente toccanti, severe, tormentate ed intrispettivamente accattivanti, che catturano ineluttabilmente l'interesse, che prende il lettore e lo conduce nelle spirali intime delle persone duramente ferite e senza mai realmente guarire. Però manca a mio gusto un pò più pathos, quel sentimento che scuota l'animo, che conduca al limite con i protagonisti, che lo spinga laddove i personaggi sono feriti. Mi è mancato che la Ohlin mi facesse provare quanto Grace fosse distrutta, me l'ha detto, va bene, ma non mi ha fatto patire i sentimenti di Grace, il suo struggimento, la sua solitudine, non ho sentito il brivido, la scossa del tormento da lettura, lo sconvolgimento per la vividezza delle storie. E mi è mancato. 



Però, nonostante i difetti e le mancanze, è un libro molto interessante, toccante e profondo nelle sue considerazioni ed introspezioni e proprio per questo, se il genere vi intriga, lo includerei nelle vostre letture.
description
questo è il punto ---

Alix Ohlin, nata e cresciuta in Canada, vive in Pennsylvania, dove insegna all'università. I suoi racconti sono apparsi sulle più prestigiose riviste letterarie americane.  

All I really want is U

mercoledì 28 maggio 2014

Definito come la via di mezzo tra Downton Abbey e la serie di  E.L. James Fifty Shades of Grey ecco che arriva nelle librerie italiane il romanzo che pare aver avuto tanti appassionati quanto detrattori.
Se da un lato, infatti, se ne è elogiata la prosa fluente, la  bella riproduzione storica e il contesto ambietale dell'epoca e dei costumi, nonchè il sensuale erotismo mescolato ad un'epoca eccitante, d'altro canto alcuni lettori non hanno prezzato il mix storico - erotico - BSDM (si avete capito bene) che si slancia fino a toccare tematiche erotiche quali il bondage, ovvero sesso tra donne e donne o combinazioni simili e tanto, (taaaaanto) sesso. Pare. 
Inoltre mi è parso di capire, che sebbene sia nato come un romanzo destinato ad essere un romanzo autoconclusivo, sia poi divenuto necessario (per l'autrice) ampliarlo con un proseguo, che da poco gli inglesi possono leggere (è uscito infatti solo nell'aprile del 2014).

Non ho ancora avuto il piacere di leggere questa autrice e nemmeno questo romanzo, se riesco a rimediare in inglese bene, altrimenti mi tufferò in quella italiana e saprò meglio dirvi, promesso!
Intanto vi domando ... cosa ne pensate?


★.•*´¨`*• passione 

 desiderio.•*´¨`*•.

★.•*´¨`*• attrazione



Perché, se il tuo cuore non ha paura di amare,
non importa chi sei o da dove vieni.










---oOo---
Tu sei mia
di Elizabeth Anthony
Pagine 340
Prezzo 16.90€
  Garzanti 
dal 26 giugno 2014
--o--








La serie "All I want is You" è composta da:

1. All I want is you - Tu sei mia
2.  Breathless for You - ancora inedito in Italia


 
ecco le cover delle edizioni economiche
Oxfordshire. 1920. 
Il sole non sorge ancora e Sophie è già a lavoro per far risplendere le immense sale di Belfield Hall. 
Ciuffi ribelli color miele scivolano dalla cuffietta bianca sul viso stanco. Ha sedici anni ed è la più giovane cameriera del palazzo. Per il resto della servitù è come se non esistesse, tutti si rivolgono a lei solo per darle ordini. 
cover originale
C’è un unico momento in cui Sophie si sente felice: quando il grammofono suona e lei comincia a danzare. Fino al giorno in cui il suo sguardo incrocia due occhi azzurri ai quali non è possibile sfuggire, capaci di portare un po’ di luce nelle buie stanze dell’antica dimora. 
Appartengono a Mr Maldon, il nuovo padrone di Belfield Hall. Un uomo forte e deciso che non ha interesse per nessuno al di fuori di sé stesso. Ma basta un breve incontro tra loro e qualcosa di potente e sconosciuto li travolge. Entrambi sanno che ciò che hanno provato in quell’istante non può esistere: lui è un duca, lei una donna della servitù. 
Eppure ci sono tentazioni contro cui è vano combattere. Sophie non ha altra scelta che lasciarsi sedurre da quell’uomo, dal suo animo tormentato e misterioso. Perché Mr Maldon non riesce a resistere al suo fascino puro e ingenuo, ma nasconde desideri inconfessati. 
Nella magia di notti proibite, i due vengono trascinati in un piacere che non conosce differenze sociali: è fatto di gesti, sospiri, limiti da superare. Presto il loro amore impossibile deve fare i conti con gli intrighi di palazzo, con un’etichetta rigida e severa. Ma sottostare alle regole non è facile, soprattutto quando ciò che unisce è un’inarrestabile e cieca passione.

La trama del secondo romanzo 
"Breathless for You"? 
Eccovela:
Novembre 1921. 
Dal suo arrivo a Londra, Madeline, la giovane protetta francese di Ash, il nuovo duca di Belfield, è diventata oggetto di peccaminose speculazioni, e quando le viene offerta la possibilità di andare a Belfield Hall, residenza di campagna di Ash nell'Oxfordshire, Madeline è estremamente desiderosa di cercare rifugio in quel luogo.

Ma l'Oxfordshire, non un rifugio tranquillo, come lei stessa potrà accertare, e ben presto si scontra con un bel guardacaccia - Nathan Mallory - la cui tecniche di seduzione sono sbalorditive e coinvolgenti. Nel frattempo, gli incubi segreti di Madeline, del suo oscuro passato a Parigi, continuano a tormentarla.

Allo stesso tempo, Madeline si rende conto che il suo tutore, il Duca (che lei tiene in massima considerazione) è legato ad un amore impossibile - per la sua Sophie - l'ex domestica. E' nel potere di Madeline, però, riunire i due, ma molto probabilmente a costo della propria felicità e le sue scelte divengono ancor più difficili con le segrete macchinazioni di persone potenti che farebbero qualsiasi cosa per mantenere Sophie e Ash separati ...

Dicono del romanzo:


Downton-esque tale of Sophie, a scullery maid at Belfield Hall 
whose dream is to exchange scrubbing floors 
and scouring pans for life as a dancer in London. 
Trouble is, she's already fallen for the heir to the house
 and this inconvenient fact sets up a chain of scandalous events. 
— The Lady magazine
I could barely put it down . . . 
A wonderful, addictive tale of romance . . . 
an intense love story. 
— Life Between Pages
I really, really loved All I Want Is You, it was such a passionate and moving story . . . 
I would recommend this book to anyone 
who loves a passionate story with lots of drama.
 — 23reviewstreet.blogspot.co.uk

Elizabeth Anthony ha scoperto i romanzi storici molto presto, nell'adolescenza. Dopo la laurea ha lavorato come tutor in Anglistica, ma ha sempre sognato di scrivere. La sua ambizione è stata soddisfatta con la pubblicazione di un thriller del 18 ° secolo, che è stato accolto con un grande successo nel Regno Unito e negli Stati Uniti e tradotto in nove lingue. Ha anche scritto diversi romanzi storici. Elisabeth vive con il marito nel Peak District.