Recensione: "The Dark Hunt - I Predatori Oscuri" di Julia Sienna

lunedì 13 gennaio 2014

 
 
 
 
 
---oOo---
The Dark Hunt 
- I Predatori Oscuri
di Julia Sienna
pagine 608
prezzo 22.50€
ma 17.50 QUI
ebook 3.99€
Gainsworth Publishing
già disponibile
--o--







La trilogia "I Predatori Oscuri" è una serie composta da:

1. I Predatori Oscuri
2. ancora inedito
3.  ancora inedito.

In un mondo futuro, ritornato agli albori della civiltà dopo l'autodistruzione della razza umana, la Magia vive nascosta all'occhio di chi non sa scorgerla, contribuendo in segreto a mutare le sorti delle Nuove Terre. 
Quando Oron lascia la locanda del Dragorosso per una battuta di caccia insieme al cugino, è convinto di essersi finalmente guadagnato un'occasione per rilassarsi e dimenticare tutti gli strani avvenimenti che, da un paio di giorni, avevano reso così particolare la sua tranquilla vita nella regione di Ford. 
L'arrivo di un misterioso cavaliere al villaggio e il diffondersi di voci sull'avvistamento di spaventose creature nelle foreste avevano trasformato le sue notti serene in incubi, ma Oron è deciso a lasciarsi tutto alle spalle, almeno per quel caldo pomeriggio di inizio autunno. 
Mai avrebbe pensato che, da quel giorno, la sua vita sarebbe cambiata per sempre e che da cacciatore si sarebbe trasformato in preda, diventando protagonista di un gioco sanguinario che continua da più di cinquecento anni.
Considerazioni.



La leggenda.
Narra la leggenda che un tempo si contendevano, per governare la Terra, due fazioni: gli Immortali e gli Oscuri...

Mentre gli Immortali abitavano la Terra da molto tempo, ed era una razza molto pacifica, istruita, particolarmente dedita alla crescita e alla divulgazione delle arti, nonchè detentrice della magia pura e protettrice della razza umana; gli Oscuri erano invece l'opposto ed in quanto malvagi volevano che la razza umana, inferiore per rango e mente, fosse sterminata e sparisse dalla faccia della terra.
A seguito di lunghe e numerose battaglie, sempre arroccati e fedeli ai propri ideali, le due fazioni, senza trovare accordi, se non quelli che abitano sul filo della spada, videro gli Immortali richiudere gli Oscuri nell'Ombra.

La leggenda narra che uno degli Oscuri, purtroppo, non morì, ma sopravvisse. 
Il suo nome era Draug, e nel silenzio della sua sconfitta aspettava il momento giusto per tornare a governare gli umani e sconfiggere gli Immortali, i quali nel frattempo si organizzarono in un ordine, detto di Moran-dum, con lo scopo di sconfiggere Draug e i suoi seguaci, e per far ciò crearono un medaglione speciale, contentente la Maledizione Perfetta, in grado di falciare i ranghi di Draug per sempre.

Telassar, mezzosangue chiamato a custodire il medaglione e compiere l'impresa, quale Portatore,  tuttavia, non riuscì a elimiare Draug nella sua forma malvagia, bensì solo quella corporea.

Si narra a questo punto, che essendo stato il  medaglione, sigillato con il sangue di Telassar, non tutto è andato perduto e che uno dei suoi discendenti possa ancora sconfiggere il Male, ma che per scovare l'Erede di Telassar occorra, ogni anno, trovare il Portatore che compirà l'impresa. E' questo compito è opera dei Predatori Oscuri durante la Caccia ... 
La leggenda narra che sarà così fino a che o l'Erede sarà preso o il Demone non sarà sconfitto.

Oggi.
... Tanto tempo fa, esisteva un pianeta chiamato Terra che nel tempo, rotololando verso un lontano futuro, cambiò profondamente, con l'andare del tempo, infatti, mutò in modo impercettibile ma costante fino ad estenguere la razza umana che vi era nata e che vi aveva abitato per secoli, fino a rimodellare la sua stessa conformazioni geografica e geologica. 
Non tutto andò completamente perduto, perchè dalle ceneri di quel vecchio mondo ne nacque un altro, con razze umane un pochino differenti da quelle conosciute in precedenza e con strumenti e mezzi che abbandonavano quello che una volta era denominata "tecnologia".
 
La "nuova" terra si presentava dunque molto simile a quella delle origini della "vecchia" sia per quanto riguarda la vita quotidiana (per il modo di vestire, di procacciarsi il cibo con la caccia, ecc...) che per le guerre, le armi da combattimento, la stessa medicina (un ritorno alla medicinanaturale con erbe, ecc...).
In questo mondo nuovo, ma vecchio (perdonate l'ossimoro) che possiamo ricondurre più o meno al nostro medioevo, la storia che vi voglio raccontare ci fa conoscere un certo Oron Grimford, detto On. 
 
On è un ragazzo giovane, di circa 17 anni, la cui vita si alterna tra battute di caccia con il cugino Irie, du circa 20 anni, ma momenti di spensieratezza (ovviamente senza tv, nintendo, playstation, tablet, Iphone, ecc...) e altri più difficili e duri, la cui quotidianità viene interrotta ad un certo punto per l'arrivo di un misterioso e particolare forestiero.
Il cavaliere che gli si appalesa, infatti, lo studia, lo osserva, ne studia il comportamento, la fisicità, fino a quando, insieme alla sua apparizione, non incominciano ad accadere cose strane, che spaventano e mettono in allarme On, fino a sconvolgerne la totalmente l'esistenza.

On scoprirà infatti (vi lascio scoprire le modalità e le meccaniche) che il mondo non ha solo il volto che ha sempre conosciuto, ma ne palesa un altro, più oscuro, pericoloso e potente, che dovrà affrontare perchè è destinato a farlo.
Con l'aiuto del sempre fedele Irie e di un medaglione particolare, On andrà proprio incontro al fato che lo attende e che ne stabilisce un confronto diretto con il Male... e che tutto inizia con una Caccia!

Sogno o son desta?
Romanzo particolarissimo, un fantasy vecchio stampo pieno di idee, di personaggi e punti di vista che mi ha appassionanto moltissimo. 

Sebbene vi siano molti elementi, sia a livello di trama che di personaggi, devo dire che la Sienna, - brillante scrittrice italiana che ho scoperto proprio con questo romanzo -  riesce a dosare benissimo spalmandoli in 600 pagine che conducono ad una una narrazione che, dilungandosi intelligentemente bene, gioca bene gli elementi sorpresa (tanto in positivo, che in negativo, per la storia) con la descrizione introspettiva dei personaggi, la loro soggettiva visione del mondo e delle cose che capitano durante il romanzo e permettono di assaporare un romanzo che appassiona e coinvolge assolutamente bene.

La Sienna, seppur giovane, ha letto la principale letteratura fantasy, e si sente, su tutte sono indiscutibili le associazioni ed i rimandi a Tolkien (tra le quali, l'eroe che compie un viaggio insieme ai suoi fidati amici a compimento dell'Impresa), ma che non disturbano per il fatto di essere contestualizzate in una nuova ambientazione che si piega alla soggettiva visione della Sienna per il procedere degli eventi.

Inolte, anche se la crescita e l'evoluzione del personaggio dell'eroe (On, per intenderci) prosegue secondo canoni già appresi e carburati con altri romanzi già letti, devo dire che riesce a riprendersi a metà lettura con l'inserimento di elementi che implicano una conoscenza più profonda delle sue capacità ed anche delle sue possibilità in futuro, che si prospettano avvincenti.

Interessanti, ed anche parecchio, i personaggi secondari, che vi lascio scoprire perchè toglierei momenti davvero molto preziosi alla narrazione raccontandovi alcuni aneddoti!

Complessivamente ho trovato "The Dark Hunt - I Predatori Oscuri" davvero  una piacevolissima lettura. Mi piace da sempre il fantasy, perchè anche se non è una lettura facile è sempre piena di significati e permette di conoscere lo scrittore, o la scrittrice, meglio di altre letture. Ad esempio? Ho compreso vividamente le capacità descrittive, quasi poetiche della Sienna; ho compreso il valore che conferisce ai personaggi, che è persino disposta a sacrificare - per un quadro più ampio - in favore di una trama che rispetti il lettore; il valore che conferisce al fascino delle imprese umane.
Ho trovato molto appassionante la storia che la Sienna mi ha raccontato e secondo me c'è molto potenziale per quanto deciderà di raccontare in futuro.
Mi sento di consigliarvi questo romanzo, perchè lo troverete una lettura intrigante, appassionante e indiscutibilmente ben scritta.

Consigliato!



Julia Sienna nasce nel 1989, nella provincia milanese. Da sempre appassionata lettrice inizia a cimentarsi con la scrittura nell'adolescenza. E' autrice della saga fantasy "The Dark Hunt", di cui "I Predatori Oscuri" è il primo libro. Anche gli altri volumi della trilogia saranno editi sotto il marchio Gainsworth Publishing.

Nessun commento: