☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "Come finiscono le favole" di Lisa Kleypas

mercoledì 30 maggio 2012

"Il per sempre è fatto d'attimi"

Una bambina in cerca di una famiglia. 
Uno scapolo in cerca di una moglie. 
Una donna in cerca del coraggio di amare di nuovo.








---oOo---
Come finiscono le favole
di Lisa Kleypas
Prezzo 9,90
Pagine 200
Mondadori  Editore 
già disponibile
--o--






La serie "Friday Harbor" è composta da: 
1. Christmas Eve at Friday Harbor - 
Come finiscono le favole
2. Rainshadow Road 
3. Dream Lake 
4. Crystal Cove  

--0- La Trama -o--
Mark Nolan sa benissimo come godersi la sua vita da scapolo; quello che non sa è come comportarsi con la nipotina Holly, sei anni, rimasta orfana dopo la morte della mamma, che gliel'ha affidata nel testamento. Per il trauma Holly ha smesso di parlare e Mark, già impacciato con i bambini, non sa proprio come comunicare con lei. Sua sorella gli ha scritto: "Amala. Il resto verrà da sé". Come se fosse facile... Forse, un giocattolo può ridare il sorriso a Holly. Così Mark entra nel negozio di Maggie Conroy, che ha da poco perduto il marito, e qualcosa di magico accade...
--o- Considerazioni -o--


Dovete sapere che accade talvolta che io, personalmente, ma sono sicura che la media nelle ragazze rimane comunque abbastanza alto, abbia veramente, ma veramente bisogno di un romanzo uscito direttamente dalle mani sapienti  di una scrittrice che sappia farmi trovare la serenità, la dolcezza, la bellezza nelle cose, una volta chiusa l'ultima pagina. Come dopo aver assaggiato una nuvola o immerso le mani nel cioccolato.


Una di queste scrittrici è Sarah Addison Allen, l'altra (a parte alcune eccezioni) è Lisa Kleypas
Quest'ultima, sia nei romanzi contemporanei che in quelli storici devo dire che riesce sempre a creare delle atmosfere confortevoli per il lettore/ice che affronta un viaggio quasi sempre poco originale nelle storie, ma sicuramente impareggiabile nella descrizione dei sentimenti e nella caratterizzazione dei personaggi, che nei suoi romanzi interagiscono magnificamente.
Questa storia non fa eccezione. E' stupenda . Ho letto pareri in giro per il web che non ritenevano la storia al livello dei suoi romanzi precedenti, ma non sono d'accordo, è un buon romanzo nel suo genere, che si prefigge una storia tenera in un contesto rasserenante senza scossoni destabilizzante o traumatizzanti, una lettura natalizia, ma, più in generale sicuramente molto rassicurante e intrisa di sentimenti.
Probabilmente, almeno secondo il mio parere, quello che ha portato ha dei commenti (mai negativi per lei, of course!) ma un pochino meno entusiasti per alcune lettrici è dovuto alla brevità
Il romanzo consta si e no di 200 pagine scarse e narra una storia che poteva, volendo, essere trascinata per almeno un terzo di pagine più, ma secondo me sarebbe risultato forse troppo melenso e sdolcinato. Non fraintendetemi, alcune volte zucchero - a montagne - ci vuole, indiscutibilmente, ma credo che questo romanzo vanti la presenza di persone adulte, con un passato ed un bagaglio e le rendono tali quindi sanno cosa vogliono o non vogliono e sebbene conoscono l'amore, anche da un punto di vista meno positivo, un finale da sogno credono e vogliono meritarselo senza tanti orpelli.
Mi è piaciuta molto questa storia che si compone di momenti molto intimi e profondi, in cui la coppia oggetto del racconto si conosce raccontandosi e vivendosi l'un l'altra, si parlano di tutto e di niente, stando anche solo vicini, colmando di ricordi i silenzi che racchiudono le parole e discutono, anche andando oltre quello che immaginavano. Mi è piaciuto Mark che è tenero, ma al contempo molto forte, duro e protettivo e mi è piaciuta ancora di più la caratterizzazione di Maggie, donna sensibile e fortissima, che dopo molte sofferenze (tra cui la morte del marito subito dopo il matrimonio!) continua a voler sperare, affrontando le sue paure, resistendovi inizialmente a ogni costo, ma in fondo in fondo credendoci ancora, volendolo ancora un bel finale per lei. 
Apprezzabilissima poi - come sempre - tutta la schiera di comprimari stupendi che arricchiscono come un presepe la narrazione sempre fluida e accattivante: dai fratelli di lui, ai parenti di lei, a Holly stessa che rappresenta incoscientemente il fulcro del romanzo che con lei si apre e si chiude in un cerchio perfetto. 
Romanzo direi adattissimo tanto a Natale che in qualsiasi altro giorno dell'anno. E lo dico da persona poco propensa a leggere a un romanzo che inizia e finisce a Natale, comprendendo un arco di tempo di un anno, quando lo leggo in estate! 
Ci sarebbero poi altre milioni di cose da aggiungere perchè è come al solito un libro ben riuscito, piacevole e scritto dolcemente e con affetto, ma preferirei lasciarvi innamorare di esso da soli/e... perché Veramente imperdibile (sopratutto per le inguaribile romantiche)!
p.s. Titolo per una volta p.e.r.f.e.t.t.o. !!

Voto:         9/10 


--o- L' Autrice -o--

Lisa Kleypas è nata in Texas, Stati Uniti nel 1964. E' autrice di romanzi rosa storici e contemporanei. Ha sempre amato leggere, soprattutto il genere romance. Ha cominciato a scrivere i suoi romanzi durante la pausa estiva dallo studio di scienze politiche al Wellesley College. I suoi genitori hanno deciso di sostenerla per alcuni mesi dopo la laurea in modo che potesse terminare il suo manoscritto. Circa due mesi dopo, a 21 anni, la Kleypas ha venduto il suo primo romanzo. Circa nello stesso periodo, è stata nominata Miss Massachusetts. Lisa vive a Washington con il marito e i loro due figli.




3 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella recensione! mi trovo daccordo con tutto quello che hai detto ^___^.
Ma chi è che trova brutto un romanzo di Lisa Kleypas ????
lola89

Nina Pennacchi ha detto...

Avevo letto recensioni poco positive e pensavo di passare oltre... ma adesso un pensierino ce lo rifaccio! Bella rece :)

Endimione Birches ha detto...

Ciao ragazze !!

@lola89
grazie mille ;)
Eh, io forse sarò di parte, ma li adoro tutti della Kleypas!

@Nina
Ciao Nina, che piacere averti qui!!! Sono felicissima :)))))
Parlando invece del libro,io l'ho trovato dolcissimo, non so proprio come mai non sia piaciuto ad alcune lettrici ... misteri della letteratura :?