☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "Desiderio Ribelle" di Julie Garwood.

domenica 6 gennaio 2013



 



 ---oOo---
Desiderio 
Ribelle
di Julie Garwood
pagine 301
prezzo 5.90€
Mondadori - 
collana Emozione
già disponibile 
solo in edicola 
--o--





Di tutti i duchi inglesi, Jered Marcus Benton, signore di Bradford, è il più ricco, il più bello e… il più arrogante.
Rebellious Desire
cover originale
E di tutte le giovani donne dell’alta società tra le quali può scegliere, ne vuole una soltanto: Caroline Richmond.
Lei viene da Boston ed è bellissima, misteriosa e fiera. Affascinata dal potente duca, Caroline resta tuttavia indifferente al suo atteggiamento presuntuoso poiché è determinata a conquistare il suo amore.
Lui non si è mai piegato ai desideri di una donna, semmai è il contrario, finché un tragico complotto li unisce contro un comune nemico.
Allora l’attrazione che provano l’uno per l’altra farà loro provare un desiderio incontenibile, nato dal pericolo ma destinato a sbocciare nell’amore più grande.

Considerazioni.
Romanzo piacevolissimo, Veramente. Avevo incominciato a leggere il romanzo "La confessione" della Garwood, ma benchè avessi notato scrivesse molto bene, la storia, la trama gialla o che so io non mi avevano fatto letteramente impazzire d'ingordigia per i romanzi di questa scrittrice.Invece questa sua opera (una delle primissime della scrittrice) mi ha proprio conquistato, non solo è scritto molto bene, per essere un'opera prima e per essere un romanzo che si colloca a pieno titolo nel genere romance, dal quale mi aspetto sempre una trama avvincente, ma non sempre scritto in un certo piacevole e indefinito modo che non so spiegare, ma accattivante.


Ho trovato qui un romanzo pieno di garbo, eleganza e gentilezza per i personaggi, per i sentimenti che vengono instillati nel lettore/lettrice per la volontà di portarlo avanti, di leggerlo voracemente e proprio per la storia stessa, che mi è piaciuta oltremisura, confesso.


Ho voluto fare la recensione di questo romanzo perchè sebbene non sia una storia con grandi pretese, è una storia piacevolissima, dalle sfumature romantiche, con un grandissimo rispetto della ricostruzione del contesto storico (precisissimo), ma anche dalle tematiche e dalla descrizioni di rapporti tra personaggi molto interessanti. Meraviglioso il rapporto tra una figlia ed un padre che non si sono mai incontrati per 14 anni e che non si conoscono per nulla. Mi è piaciuto l'approfondimetno di questo rapporto che non si instaura sulla diffidenza o l'odio come invece ci si aspetterebbe, ma entrambi si concedono subito sponataneamente l'un l'altro un'opportunità ulteriore per conoscersi a vicenda, con volontà - per nulla stucchevole o melensa - e desiderio, con genuino e tenerissimo intento di affidarsi ad un rapporto dal quale non ci aspetta che aperta fiducia ed amore incondizionato.

La Garwood è stata poi particolarmente brava perchè nonostante la storia d'affetto tra padre e figlia sia spontanea e naturale non risulta piatta o monotona o assolutamente facile, in quanto si nascondono segreti, antiche invidie e nonostante tutto, delle rivalità che dovranno essere svelate al momento opportuno e che per stessa volontà paterna si allungano temporamente per paura di un nuovo allontanamente di Caroline, la protagonista, di fronte alla verità.
Anche la storia romantica tra Caroline e Jered non è proprio la classica storia d'amore, che sebbene non di discosti dal classico canovaccio è brillante, a tratti - soprattutto nei dialoghi veloci,  spicci e pieni di bio - molto divertenti e molto piacevoli. Inoltre ho adorato il fatto che la Garwood non abbia dilungato troppo la storia: nelle 300 pagine amiamo e odiamo, cia arrabbiamo e gioiamo con i protagonisti e vorremmo continuarla ad eterno, ma in fondo va bene così. la trama gialla poi è bene bilanciata, mai preponderante, ma ben inserita e maneggiata e intrecciata rispeto alla storia romantica, che mi rimmarrà piacevolmente nel cuore. Troppo bellina!!

Ho adorato tanto il personaggio di Caroline, combattiva, forte ma alcontempo fragile e sensibile, quanto la figura di Jared, che è l'opposto e dall'indefinibile imprevedibilità del comportamento, duro, deciso e fortemente contraddittorio. Mi è piaciuto particolarmente Jered perchè sebbene abbia un passato difficile non si arrende annientato da esso, e non piangiamo o rivanghiamo con lui il passato che invee viene sepolto grazie alla tenacia e la temperanza di Caroline, un personaggio che amerete visceralmente, difficile fare altrimenti.
 Consigliato? Si, molto, molto carino. Consigliato a chi cerca una lettura per passare qualche ora in assoluto relax e con una scrittrice che vi racconterà una storia  che non dimenticherete facilmente.



 
Julie Garwood è un'amatissima scrittrice statunitense di una trentina di romanzi d'amore, divisi tra genere storico e romantic suspense. Ha anche scritto numerosi romanzi per ragazzi sotto lo pseudonimo di Emily Chase.

Nessun commento: