☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "La peggior settimana della mia vita" di Silvia Menini

giovedì 9 marzo 2017




...oOo...
La 
peggior 
Settimana
della mia
Vita
di Silvia Menini
pagine 126 circa
prezzo 2.99€
YouFeel Rizzoli
già disponibile
voto:
★★★★☆
..o..



A trentaquattro anni Camilla è stufa del ruolo marginale e dello stipendio da fame che le sono riservati nell'azienda in cui lavora: ufficialmente area manager per un produttore di patate di ogni formato e sapore, in realtà si limita ad assicurare la quotidiana dose di caffeina alla sua tirannica responsabile. 
Sospettando una storia clandestina fra questa e il titolare dell’azienda, Camilla escogita un piano per incastrarli e costringerli ad accordarle quanto le spetta. 
Peccato che Camilla non sia dotata del fiuto di Richard Castle né dell’agilità delle eroine di Occhi di Gatto, il suo cartone animato preferito. Mentre il suo piano infallibile crolla miseramente, un irresistibile sconosciuto incrocia il suo cammino. Una volta. Due. Tre. Un caso? E se, oltre a lei, ci fosse qualcun altro che trama nell'ombra per realizzare i propri obiettivi? 
Una storia divertente e rocambolesca, un intreccio di intrighi e malintesi in cui l’amore complica – e risolve – ogni cosa.

Considerazioni.
Il breve romanzo che vorrei proporvi oggi, carissimi lettori, oltre ad essere una lettura tutta italiana, della giovane e frizzante Silvia Menini, è una lettura davvero molto ironica, divertente e spassosa.

Ho infatti letto la breve novella in questione, dal titolo molto lungo di "La peggior settimana della mia vita", e mi sono trovata a leggerlo in un baleno, cercando di gustare ogni pagina, ma con l'ansia di vedere come sarebbe andata a finire la storia.

Quest'ultima è semplice e lineare: abbiamo una protagonista di nome Camilla, la quale non è per nulla soddisfatta del lavoro che si trova a svolgere, e per la relativa paga da fame che le viene data alla fine del mese. Ma la cosa che più fa innervosire Camilla, sul suo posto di lavoro, è che la sua responsabile ed il suo capo pare abbiano una tresca ed un giorno la nostra intrepida protagonista decide di metterli all'angolo per ottenere quello che sta cercando: un giusto stipendio per il suo lavoro.

Camilla mette quindi in atto uno splendido (almeno nelle intenzioni) piano, ma qualcosa non va proprio come l'aveva pianificata e incontra uno sconosciuto che le mette i bastoni tra le ruote ...

Come vi dicevo prima,  "La peggior settimana della mia vita", è un romanzo che vuole intrattenere, divertire e portare il lettore in una lettura leggera e divertente. E ci riesce. Certo non è una lettura perfetta, in quanto alcune volte i protagonisti rischiano di rimanere ingabbiati nel ruolo di macchiette che la Menini costruisce loro intorno, ma nonostante tutto, complessivamente, devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita dalla protagonista, dalle sue avventure per incasinarsi la vita e dalla scrittura piena di passione e frizzante della Menini.

Devo dire che l'autrice è stata brava non solo a creare una trama piena di spunti ironici, con una Camilla pronta a non prendersi davvero sul serio, ma che riesce a tenere un bel ritmo per il suo arco, ad inventare tante avventure e tante situazioni per Camilla, cercando di far emergere in tutti i modi sia la parte più fragile, che dubita e che conosce i propri difetti e i propri limiti da un lato e dall'altro sottolinea la passione per la vita e i suoi meccanismi da parte della protagonista della sua storia. 

Mi sono davvero molto divertita a leggere questa storia, che consiglio senza ombra di dubbio a tutti coloro che vogliono immergesi in una commedia dai toni leggeri, spensierati e divertenti, una di quelle storie che ti mettono allegria anche quando è una giornata delle più nere!!!

Vi lascio con un piccolo estratto del romanzo, in modo da rendervi conto dello stile dell'autrice:


...o. Dal Primo Capitolo .o... 
Lunedì 
«Dai Camilla, non fare la cretina!» 
Non mi lascio distrarre dal richiamo disperato di Matthew e proseguo. Ho un obiettivo e pure tutte le intenzioni di raggiungerlo. M’immobilizzo per un rumore quando noto un gatto sbucare da dietro l’auto e, rilassando i muscoli, ricambio il suo sguardo circospetto. Più sono nervosa, più probabilità ho di fallire. E il fallimento non è contemplato, anche perché rischierei di passare un mare di guai. Continuo col mio passo felpato lungo il muro che costeggia la casa e, intanto, spero con tutta me stessa che sia abbandonata; ma ho i miei dubbi, lo riconosco. 
Ho scelto le due e mezzo di un lunedì notte per compiere questo gesto che Matthew (in realtà Matteo, dato che è nato e cresciuto a Londra da mamma napoletana e papà inglese) ha definito “a dir poco inconsulto”; ma io ho l’ho fatto proprio per avere meno chance di incontrare testimoni. [...]



Silvia Menini 
Nasce nel 1981 a Verona; quando torna in Italia dopo un lungo peregrinare in giro per il mondo, decide di unire al suo amore di sempre per la lettura una nuova passione: la scrittura. Frequenta la scuola Holden di Torino e poi scrive ben tre romanzi, che tiene custoditi nel cassetto sperando che un giorno qualcuno li tiri fuori. Giornalista pubblicista e sommelier, collabora con la rivista online “Mondo Rosa Shokking” dove scrive di vini, libri e un po’ quello che le capita; ha il blog “Il Cavalibri”, dove abbina a ogni libro un vino.

4 commenti:

Ludo ha detto...

Vogliamo parlare del coraggio della protagonista? Io non proverei mai a incastrare i miei ipotetici superiori provando la loro tresca!

Questo libro, in ogni caso, mi ispira perché potrebbe infondere un po' di coraggio e positività anche a me.

Per il resto, molto interessante il profilo dell'autrice. Mi voglio informare meglio.

Silvia Menini ha detto...

Eccomi qui! Grazie per la bellissima recensione!
Camilla è ciò che io vorrei essere. Una ragazza coraggiosa ma anche ingenua e un po' pasticciona (cosa che io sono... peraltro :-) ).
Un abbraccio e grazie.

Endimione Birches ha detto...

@Ludo
Vero ^ ^ verissimo!!!
E' una piccola novella che ti solleva il morale!!!
xo
Endi

@Silvia
Figurati, grazie per la bella lettura!!!
xoxo
Endi

Eiry ha detto...

Bella recensione, molto precisa rispetto a pro e contro del romanzo!