☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Deborah Luna Santarelli: "I Racconti del Dormiveglia"

lunedì 25 giugno 2012

Ogni racconto rivela i sogni e desideri nascosti nella notte
dove parti della nostra infanzia riaffiorano, 
in un viaggio tra verità e sogno.


Il mondo gotico - romantico ha una sua particolare e quasi trasognata visione di tutto quanto concerne la notte, che incomincia proprio in quel momento impalpabile ed invisibile che separa  il giorno dalla (amata) notte: il crepuscolo, con i sui misteri ed i suoi segreti. E' proprio con il crepuscolo che le anime affini a questo genere letterario (ma non solo) si risvegliano e si rianimano dalle fatiche giornaliere, trovando il loro posto e il loro elemento.
E' una visione particolare perchè coloro che amano questo genere - che sempre più sembra spopolare nelle nostre librerie - la notte si preferisce al giorno, dove tutto è allo scoperto, chiaro, definito e conoscibile. A pensarci bene infatti la notte cela agli occhi, scompare alla vista dei più, vela la realtà e la modifica, in qualche modo, plasmandola più similmente alla fantasia, a quanto la mente è disposta e credere e che gli occhi invece non percepiscono. E' una visione particolamente romantica, affascinante ed evocativa, soprattutto se si è inclini ad usare l'immaginazione come uscita d'emergenza per la quotidianità e l'evasione.
Oggi vorrei presentarvi un libro di raccconti - in uscita a fine giugno - che si inserisce perfettamente in questa visione gotico-romantica, presentandoci racconti fantastici o di  rielaborazione di classici, in chiave per l'appunto, gotica
Vediamo se è riesce a catturare la vostra attenzione come ha saputo catturare la mia.
 





---oOo---
 I racconti del Dormiveglia
di Deborah Luna 
Santarelli
pagine 118
prezzo  13,oo€
Zona editore
contemporanea 
da fine giugno
--o--







Dodici racconti, ispirati al mondo gotico, dalle ambientazioni varie e fantasiose, così come vario è il mondo della fantasia, compongono 
I Racconti del Dormiveglia
 prima raccolta di racconti dell'autrice esordiente Deborah Luna.

Specchi che permettono di vedere aldilà del tempo
fabbri di cuori
regine della notte
bambole parlanti
rose demoniache 
e senza tralasciare fiabe e miti

cosa possiamo trovare in questa raccolta? Bhè... ad esempio


una Biancaneve 
tormentata dal tradimento

una Selene  
con una doppia 
personalità 

delle bimbe 
sperdute  
e principesse
disilluse





Siete curiosi quanto me? Bene perchè Deborah mi ha gentilmente messo a disposizione alcuni estratti di questa raccolta di racconti dedicati alla notte, ai desideri, ai sogni ed anche, perchè no, alle favole.
Ma godiamoci alcune frasi tratte dal volume in questione:
"Le voci si fanno più forti, da qualche tempo. Prima mi visitavano solo nei sogni, o nel dormiveglia, ma ora  iniziano a interferirecon la realtà. A volte, con le voci, arrivano anche delle immagini, frammenti di una realtà diversa, forse sentori del futuro, un futuro di morte che si annida in tutte le persone."

Dal racconto "L'attesa di Biancaneve":

"Biancaneve aspettava. Aspettava il suo principe. Era andato da Lei, lo sapeva. Era appartenuto a Lei prima, prima ancora di essere colpito dalla pelle candida della Principessa, prima di risvegliarla col suo bacio avvelenato, almeno quanto la mela della strega."

Dal racconto "Selene e il buio"

"Mi avvicinai al suo letto in punta di piedi. Lui dormiva, con espressione angelica, i riccioli scuri a incorniciargli il viso.
Era così perfetto, quando dormiva. Non avrebbe mai potuto farmi del male.
Evitai il mio riflesso allo specchio, prova di quanto lui perfetto non fosse.
E quella sensazione che ogni tanto provavo si acuì: quel piccolo odio, tagliente come una lama, che mi scavava fino al cuore.
Deborah Luna Santarelli è nata a Milano nel 1987. Modella gotico-romantica studia presso la facoltà di Scienze dei Beni Culturli di Milano, curriculum cinema e spettacolo. Vincitrice della decima edizione del concorso "Scripta volant" con il suo racconto "La Fata regalata" e del concorso "Il Tiburtino" con la poesia "La morte dell'anima" per la rivista Orizzonti. Ha partecipato come ospite a vari eventi culturali in ambito gotico, leggendo le sue poesie e racconti.

Nessun commento: