Solo per voi ... Lara Adrian racconta il Suo "Signore della vendetta"!

lunedì 29 ottobre 2012




Carissimi lettori e lettrici oggi sono onoratissima di presentarvi un'intervista esclusiva che la Signora del paranormal ha rilasciato appositamente per il Bostonian Library in riferimento al suo libro storico - romantico 
"Il Signore della Vendetta".
cover originale "Il Signore della Vendetta"
Conosciamo infatti la Adrian soprattuto per i suoi romanzi prettamente paranormali, con personaggi moderni (e preferibilmente vampiri!) che ci regala in ogni nuovo e avventurosissimo capitolo della sua famosissima serie Midnight Breed, ma all'inizio della sua carriera, quando non era ancora la Lara Adrian che oggi riconosciamo immendiatamente in libreria (e le appassionate/i di parnormal - urban fantasy sanno perfettamente ciò a cui mi riferisco) ha scritto un paio di romanzi storici. 
Il perchè e il percome circa la scelta di scriverli e un prezioso commento circa d'introduzione ai suoi  personaggi sono proprio alla base dell'intervista che vi lascio leggere di seguito. 
Ah ... diementicavo, se amate la Adrian e siete curiose/i circa il suo nuovo romanzo in uscita ad ottobre per la Leggereditore (il 26 precisamente) state allerta e passate da queste parti domani ...

Lara Adrian


E' un onore averLa qui sul "Bostonian Library", quindi La ringrazio moltissimo per esserci!
Ciao! Ti ringrazio moltissimo per avermi invitato a far parte del tuo blog oggi. E' assolutamente mio il piacere!
1. La prima domanda che mi viene spontano farLe sul romanzo "Il Signore della vendetta" - che alla fine di ottobre sarà pubblicato qui in Italia da Leggereditore - è: perché scrivere un romanzo storico? Viene più da un bisogno letterario o è un'idea, un'ispirazione acquisita nel tempo?

LORD OF VENGEANCE è in realtà il primo libro che ho scritto, prima di quel momento stavo imparando a scrivere e come raccontare una storia interessante. Ero inedita, in quel momento, e avevo iniziato a scrivere una storia ambientata negli Stati Uniti durante la nostra guerra civile (1860). Ma poi accadde qualcosa di strano. Stavo ascoltando “New Year’s Day” degli U2 (adoro quella canzone) e all'improvviso ho avuto questa idea di un ragazzo in fuga da un gruppo di cavalieri a cavallo a cui era appena stato bruciato il castello della sua famiglia e del villaggio. Da quel piccolo pezzo d'idea è nato Gunnar Rutledge  e la sua storia con la figlia del suo nemico, Raina, cominciò.
2. Le andrebbe di introdurre e presentare ai lettori italiani il personaggio maschile, Gunnar Rutledge e poi il personaggio femminile, Raina? Cosa Le  piace di più di uno e dell'altra?
     Gunnar è il mio genere preferito di eroe. E oscuro, pericoloso, molto alfa, un leader nato. Ed è anche emotivamente danneggiato, lascia che la sua risoluta determinazione detti il corso della sua vita. Ma è anche molto onorevole, e ciò lo pone in conflitto con il suo bisogno di vendetta. E 'complicato e potente - lo stesso tipo di eroe che si trova nei miei libri della Midnight Breed, ma senza le zanne!
     Raina è una giovane eroina che è stata protetta per la maggior parte della sua vita. Crede di essere scaltra e saggia, ma a causa del modo in cui è stata cresciuta (e anche la sua posizione) da suo padre, finisce per veder strappato il suo paraocchi quando incontra Gunnar. 
Lei pensa che sia un cattivo ragazzo, quando in realtà è un uomo molto buono. E 'costretta ad affrontare una dura realtà e creare le proprie idee sulla verità e l'onore e tutte le cose che contano. La cosa che amo di più di questo tipo di storia è che obbliga un personaggio a mettere in discussione ciò che lei (o lui) è stato portato a credere e il valore nella loro vita, ed invece forgiare la propria strada in base alle cose che hanno imparato lungo il cammino.
3. Perché ha deciso di ambientare il romanzo nel 1100, in Inghilterra? Un caso o ti piace molto questo secolo?




Ho scelto questo periodo proprio perché volevo che il libro fosse ambientato in un momento in cui si potessero incontrare i Baroni, come il padre di Raina, che potevano fare quello che volevano a loro piacimento, con piccole ramificazioni da parte del re. C'era un sacco di illegalità e disordini durante il regno di Re Stephen in Inghilterra, il che lo ha reso il periodo ideale per questa storia.
4. In U.S.A., questo romanzo è stato molto apprezzato. È sbagliato sperare che - forse - vedremo più romanzi storici provenire dalla Sua penna?

Come ho già detto "Il Signore della vendetta" è stato il primo libro che io abbia mai scritto. Prima ho iniziato a scrivere la serie Midnight Breed, ho scritto un totale di 7 romanzi storici e storici paranormali ambientati nel Medioevo. Ho ripubblicato tutti questi romanzi negli Stati Uniti negli ultimi mesi, e il mio editore tedesco sta attualmente ripubblicandoli anche là. Spero potranno godere di questi altri libri anche i miei lettori in Italia !


5. Si può togliere una curiosità? Preferisce scrivere romanzi storici o paranormali?

Oh, mi piace scrivere * tutto *! La mia immaginazione ama giocare in molti periodi e generi diversi. Ho amato scrivere acnhe alcune storie di suspense e thriller romantico ad un certo punto.
Penso che un' ambientazione moderna come la mia serie Midnight Breed sia probabilmente dove mi trovo personalmente più a mio agio, ma mi piace lasciare vagare la mia immaginazione ovunque essa mi conduca. Questo è ciò che rende il mio lavoro molto più divertente!

Ringrazio moltissimo Lara Adrian per il tempo dedicatomi
non vedo l'ora di leggere i Suoi prossimi romanzi,
ma nel frattempo La ringrazio molto per
la Sua gentilezza e disponibilità!
Lara Adrian da piccola dormiva con le coperte tirate sopra la testa. Temeva che un vampiro assetato di sangue la scegliesse come sua prossima vittima. Più avanti, sotto l'influsso di Bram Stoker e Anne Rice, ha dovuto ripensare alla sua paura, perché forse non era la paura a farla tremare, ma il desiderio di immergersi in un mondo oscuro, di vivere un sogno pericoloso e sensuale al fianco di un uomo seducente e dai poteri sovrannaturali. È questo insieme di paura e desiderio che stimola giorno dopo giorno la fantasia di Lara, ed è anche l'ingrediente principale della sua fortunata serie "La stirpe di mezzanotte".
Lara Adrian vanta una genealogia che risale alla Mayflower e alla corte di Enrico VIII. Attualmente vive con il marito sulla costa del New England.
La serie "La stirpe di mezzanotte" è arrivata negli USA al 12° titolo, 13 nel 2013. Ogni nuovo volume ha scalato le classifiche del New York Times, per un totale di 2 milioni di copie vendute.
La serie è stata inoltre pubblicata con grande successo in 16 Paesi, fra i quali la Germania, dove i suoi titoli sono apparsi al numero 1 nelle principali classifiche di bestseller.
In Italia, Leggereditore ha pubblicato i primi 9 titoli: Il bacio di mezzanotte, Il bacio cremisi, Il bacio perduto, Il bacio del risveglio, Il bacio svelato, Il bacio eterno, Il bacio del risveglio, Il bacio oscuro, Il bacio di fuoco, Il bacio immortale.
 


Original interview.

Lord of Vengeance
cover originale de "Il Signore della vendetta"

Is an honor to have you here on "Bostonian Library", so thank you very very much for being here!
Hello! Thank you very much for inviting me to be part of your blog today. It’s absolutely my pleasure! 
1. The first question that comes naturally to me about the novel "The Lord of vengeance" - which in the end of October will be published here in Italy by Leggereditore - is: why write a historical novel? Comes more from a literary need or is an idea, an inspiration gained over time?

LORD OF VENGEANCE is actually the very first book I ever wrote, back at a time when I was teaching myself how to write and how to tell an interesting story. I was unpublished at the time, and I had originally started writing a story set in the United States during our Civil War (1860s). But then something strange happened. 
I was listening to “New Year’s Day” by U2 (I love that song) and I suddenly had this idea of a young boy running away from a bunch of knights on horseback who had just burned down his family’s castle and village. From that one small piece of an idea, Gunnar Rutledge was born and his story with his enemy’s daughter Raina began.
2. Would you care to introduce and present to the Italian readers the male character , Gunnar Rutledge and than the female character, Raina? What do you like most of the one and the other?
Gunnar is my favorite kind of hero. He’s dark, dangerous, very alpha, a born leader. And he’s also emotionally damaged and lets his single-minded determination dictate his life’s journey. But he is also extremely honorable, which puts him in conflict with his need for vengeance. He’s complicated and powerful – the same type of hero you find in my Midnight Breed books, but without the fangs! J

Raina is a young heroine who was sheltered most of her life. She thinks she’s worldly and wise, but because of the way she’s been raised (and lied to) by her father, she ends up getting her blinders torn off when she meets Gunnar. She thinks he’s a bad guy, when in fact he’s a very good man. 
She’s forced to face a harsh reality and form her own ideas about truth and honor and things that matter. The thing I love most about this kind of story is that it forces a character to question what she (or he) has been led to believe and value in their life, and instead forge their own way based on things they learn along the way.
3. Why did you decide to set the novel in 1100s , in England? Accident or do you like very much this century?
I chose this period in time specifically because I wanted the book to be set during a time when barons like Raina’s father could do what they pleased with little ramifications from the king. There was a lot of lawlessness and unrest during the reign of King Stephen in England, and that made it the ideal timeframe for this story.
4. In U.s.a., this novel was much appreciated. Is it wrong to hope that - maybe - we will see more historical novels come from your pen?
As I mentioned, LORD OF VENGEANCE was the first book I ever wrote. Before I began writing the Midnight Breed series, I wrote a total of 7 historical and historical paranormal romances set in the middle ages. I’ve republished them all in the US in recent months, and my German publisher is currently releasing them over there as well. I hope my readers in Italy will enjoy these other books too!
5. Can you relieve a curiosity of mine? Do you prefer write historical or paranormal romances?
Oh, I love to write *everything*! My imagination loves to play in many different time periods and genres. I’d even love to write some romantic suspense stories and thrillers at some point. I think a contemporary setting like my Midnight Breed series is probably where I’m most comfortable personally, but I like to let my imagination wander wherever it leads. That’s what makes my job so much fun!

Ringrazio moltissimo Lara Adrian per il tempo dedicatomi
non vedo l'ora di leggere i Suoi prossimi romanzi,
ma nel frattempo La ringrazio molto per
la Sua gentilezza e disponibilità!

2 commenti:

ayliss72 ha detto...

Ciao, complimenti per l'intervista esclusiva! Lara Adrian e' una persona veramente speciale, l'ho incontrata due volte, una durante il suo tour promozionale in Italia nel 2011 e poi a Berlino a giugno e con noi fans e mi ha stupito per la sua disponibilità e gentilezza.
Sono felice che stiano traducendo questi suo libri historical romance, li ho letti tutti in inglese e mi sono piaciuti molto, e trovo fantastica la sua pubblicazione anche in italiano, spero vadano avanti a pubblicare anche gli altri libri che ha scritto prima dei midnight breeds

Endimione Birches ha detto...

Ciao Ayliss72!!!

Confermo, è una delle persone più disponili e gentili che abbia avuto il piacere di sentire!
Che occasione incontrarla di persona ... sono invidiosissima ;P
Si, spero davvero anch' io che questo sia solo il primo dei romanzi storici che ha scritto che vengano pubblicati!!

un abbraccio ;)))