☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "Il Bacio dell'Angelo Caduto" di Becca Fitzpatrick

mercoledì 26 dicembre 2012

Da oggi, ogni mercoledì troverete sul Bostonian Library un nuovo appuntamento che vi accompegnarà per qualche settimana: la recensione dei romanzi della serie "Hush, Hush" della Fitzpatrick!

Ho voluto finalmene buttarmi nella lettura di questa tetralogia che si concluderà proprio il 3 gennaio grazie alla Piemme e quindi preparatevi, perchè ogni settimana vi farò sapere cosa penso di questa serie, che vi anticipo, con questo primo romanzo mi ha proprio conquistato!

INNAMORARSI NON E' MAI STATO COSI' FACILE...
O COSI' PERICOLOSO... 





---oOo---
Il Bacio 
dell'Angelo Caduto
di Becca Fitzpatrick
Pagine 333
Prezzo € 17,00
Piemme
già disponibile

--o--







La serie Hush, Hush è composta da:
  1. Hush, Hush - Il bacio dell'angelo caduto.
  2. Crescendo - Angeli nell'ombra.
  3. Silence  - Sulle ali di un'angelo.
  4. Finale - L'ultimo angelo. DAL 3 GENNAIO!

Malgrado la sua migliore amica voglia trovarle un ragazzo a tutti i costi, Nora non ha mai messo l’amore in cima alle sue priorità. 
Hush, Hush (Hush, Hush, #1)
cover originale
Almeno finché a scuola non arriva Patch. Lui ha un sorriso irresistibile e un inspiegabile talento per leggere ogni suo pensiero. 
E, malgrado gli sforzi per evitarlo, Nora sente che l’attrazione che prova verso il suo nuovo compagno è destinata a crescere. 
Anche contro ogni spirito di conservazione. Perché Patch è un angelo caduto e lei non avrebbe mai dovuto innamorarsi di lui. 
Sapere di trovarsi nel mezzo di un’antica battaglia tra Caduti e Immortali, sapere di dover scegliere da che parte stare potrà costarle la vita. 
La verità dunque è più inquietante di qualsiasi dubbio, e Nora non può sbagliare.

Considerazioni.
Dopo Twilight ho avuto modo di leggere diverse serie di romanzi suddivise in saghe e classificabili come YA. Questo romanzo si colloca, a mio parere, al secondo posto dopo la serie della Meyer. Davvero? Yessss.



Pur essendo molto diversa dalla serie della Meyer per molte cose, come ad esempio il climax ascendente dell'attrazione e poi dell'amore tra Edward e Bella, reso in modo più graduale e più profondamente coinvolgente, direi più a 360°, in quanto il lettore, me in primis, si sente totalmente attratta dal protagonista e dal sentimento stesso, qui nel,  "Il bacio dell'angelo caduto" direi che più dell'amore è la passione che troviamo al centro della storia tra Nora e Patch, che man mano s'incardina in qualcosa di più profondo, ma che inizia con il bisogno, con il contatto, con la necessità di stare sempre a contatto l'uno con l'altro e che volente o nolente "accelera" un pochettino i tempi del loro rapporto. Detto questo il romanzo della Fitzpatrick riesce a trovare una mitologia e un trama a se stanti e molto avvincenti che mi hanno fatto amare la storia di Nora, di Patch e degli angeli caduti, custodi, ecc...

Ho veramente adorato ogni pagina, ogni dialogo, ogni personaggio, ogni evoluzione della trama  creato dalla Fitzpatrick.
Forse, almeno in parte, forse per poco coraggio dell'autrice nel buttarsi in qualcosa di ingestibile e ricalcare i binari già percorsi sicuri e infallibilmente segnati dalla Meyer, forse per l'influenza dovuta alla serie famosissima di Twilight, la Fitzpatrick ha evidentemente ricalcato alcuni passaggi dalla serie dei due vampiri più famosi della letteratura YA del globo terrestre... ma da fastidio? Sembra di leggere qualcosa di già scritto? In realtà no. La Fitzpatrick avrà infatti anche strizzato l'occhietto alla Meyer, ma ha saputo, sia per creatività narrativa, che per bravura e capacità proprie stilistiche, trovare un proprio modo di  porsi al lettore e cominicare in modo semplice, efficace, divertente e spontaneo.

Inoltre le cose che ho maggiormente apprezzato sono il fatto che il romanzo non si svolga prettamente a scuola, tra i banchi - certo ci sono dei momenti ma non è incentrato lì, a scuola - inoltre ci sono tematiche adulte e meno adulte, ma comunque apprezzabili e trattate e affrontate in modo spiritoso dove occorre, ma senza moralismi di sorta. Inoltre Nora ha uno splendido rapporto con l'amica Vee, uno di quelli che da ragazzina ho sempre voluto anche io e che invece rimangono sulla carta...ed in fondo leggiamo anche per questo no... per darci e ricrearci illusioni!


La volete sapere una cosa, senza tanti preamboili e disquisizioni tecniche o profonde e specifiche? Mi è piaciuto tanto, dannatamente tanto. Mi ha preso, non so nemmeno dire il perchè o il percome ma mi ha divertito veramente (ho riso da sola come scema un paio di volte!) e di sera continuavo ad andare a avanti anche alle due della mattina, anche se lavoravo il mattino dopo, chissenefrega! Sebbene come vi ho anticipato prima, non fosse nulla di esplosivo in quanto a novità o tematica, anche se anzichè ai vampiri qui abbiamo gli angeli e i demoni al centro della storia, è bello, divertente e veramente una goduria leggerlo fino in fondo, quasi senza respiro.



La cosa strana?  Che da un pò di tempo uno YA non mi dava tanta gioia e ingordigia di essere letto e divorato! Il merito che do alla Fitzpatrick è di aver creato una storia per me molto credibile e parallala al mondo che conosco e avermici catapultato dentro, e io ci sono cascata con tutti i piedi!! E felicemente, anche!
Non solo, infatti ho amato moltissimo i protagonisti che ha creato e spero vivamente che rimangano altrettanto belli per tutti i 4 libri di cui si compone questa tetralogia. Patch è fantastico, oscuro, malvagio, angelo e demone al contempo e Nora è simpatica, coraggiosa, codarda e irresitibile da leggere!
Mai per un minuto ho trovato scontato un dialogo o una situazione o un personaggio del romanzo, tutto filo come un ingranaggio per oliato e strutturato, tutto funziona come un orologio svizzero, tanto per rimanere in tema!


Guardate io sono veramente entusiasta di questa lettura, non so come ho potuto non leggerlo prima, come ho fatto a non notarlo prima in libreria o non ho sentito il suo "richiamo" non so, ma so , fortissimamente so, che questa saga mi riserverà sorprese, colpi di scena ed un'evoluzione che meriteranno, varranno la pena, sono ansiosa da matti di incominciare a leggere il secondo, di cui vi farò la recensione la prossima settimana... e speriamo che non mi deluda...




Consigliatissimo. Punto.




Il book trailer:


Becca Fitzpatrick è cresciuta leggendo le storie di misteri e di paura di scrittrici come Trixie Belden e Nancy Drew e molto spesso le leggeva armata di torcia sotto le coperte. Si è laureata ma non ha usato per nulla la sua laurea in quanto ha subito iniziato a scrivere storie. Racconta che la prima idea per scrivere questo romanzo le venne leggendo sulla Bibbia il passo della Genesi che parla di angeli caduti e così il suo “badboy” e sexy angelo caduto prese forma nella sua mente.Quando non è impegnata a scrivere, passa il tempo procurandosi nuovi scaffali per povere scarpe abbandonate, correndo o guardando telefilm polizieschi in Tv. Vive in Colorado. Questo è il suo primo romanzo.

2 commenti:

Foreigner ha detto...

Nemmeno io prima d'ora mi ero mai avvicinata a questa serie, ma ho intenzione di cominciarla, finalmente. A partire dall'anno nuovo la voglio assolutamente sul mio comodino! ;)

Endimione Birches ha detto...

Guarda... io li sto letteralmente divorando uno dopo l'sltro...li adoroooooo!! ;)