Recensione: "E se fosse lui quello giusto?" di Elizabeth Phillips

domenica 3 marzo 2013






---oOo---
E se fosse lui 
quello giusto?
di  Elizabeth Phillips
pagine 400 circa
prezzo 12 €
 Leggereditore
dal 14 febbraio 2013
--o--








La serie "Chicago Stars" è così composta:

1. It Had to Be You - Il Gioco della seduzione.
2. Heaven Texas - HEAVEN TEXAS - Un posto nel tuo cuore.
3. Nobody’s Baby But Mine - E se fosse lui quello giusto?
4. Dream a Little Dream - inedito
5. This Heart of Mine - inedito
6. Match Me If You Can - inedito
7. Natural Born Charmer - inedito
La geniale professoressa di Fisica Jane Darlington passa il suo trentaquattresimo compleanno in lacrime.
cover originale
Vorrebbe un figlio, ma non un marito; da sempre infatti la sua grande intelligenza spaventa gli uomini e trovare un candidato adatto al compito non è semplice.
Cal Bonner, leggendario seduttore e giocatore di football dei Chicago Stars, non particolarmente acuto, le sembra la scelta perfetta.
Jane allora entra in azione, ma rimarrà molto sorpresa: il generoso Cal non assomiglia per nulla all’individuo superficiale che si aspettava, e soprattutto non è affatto disposto a farsi usare e poi scaricare.
Come potrà un determinato campione di football interferire nella vita e nei piani di una professoressa un po’ speciale che non si è mai, ma proprio mai, innamorata?
Con un sacco di onestà, comprensione e molto, molto umorismo…
Considerazioni.
copper and tealLa prima cosa che mi viene in mente in riferimento a questa serie in generale è: ma quanto è bella??? E in relazione a questo romanzo in particolare è: divino!!

Non so come mai la Phillips ci abbia messo così tanto ad arriva in Italia ma per fortuna, Santa Leggereditore ci ha pensato lei e finalmente ecco che ho potutto godermi questa bellissima e veramente molto divertente serie di romanzi che ha come filo conduttore lo sport. Già. Non storcete subito il naso!! Il romanzo ha ad oggetto sempre almeno un personaggio principale "invishiato" nell'abiente dei giocatori di football dei Chicago Star

Questa volta la Phillips ci presenta una protagonista molto sopra le righe - che si affanna, dopo molte, moltissime delusioni, nel cercare di procreare senza un compagno o marito accanto, in quanto sente il notissimo "orologio biologico" tichettare velocissimamente e non vuole più aspettare l'inbranato principe azzurro che tarda tanto ad arrivare! Per cui ecco la genialata: cedere alle lusinghe del famoso, un pò orso, molto alfa, ma probabilmente non troppo arguto giocatore di football Cal Bonner in modo che possa farle da donatore. Jane, la nostra fenomenale protagonista - fisica di professione - non si fa problemi circa la possibile scarsa intelligenza del donatore, in quanto ritenendosi fin troppo intelligente, ritiene che questa sua qualità possa bastare per tutti e due, ma Cal scopre il suo gioco e una volta capito che Jane potrebbe essere quella giust per lui, in fondo, la obbliga a sposarlo e vivere con lui. Non ci sarebbe nessun problema, certo, se non fosse che ad un certo punto Jane non si domanda se Cal non potesse essere davvero quello giusto per lei...

Non vi attira terribilmente questa trama??? Io l'ho adorata senza misura!!


bright - vintage villa interiors

Parto subito con il dirvi che sebbene Nora Roberts - scrittrice romance apprezzatissima - mi piaccia io trovo la Phillips un gradino superiore sia in scrittura che in inventiva per romanzi, nonchè arguzia nei dialoghi proposti.

Lo so, lo so, per alcune di voi quello che sto dicendo non ha senso, ha qualcosa di sacrilego o sembrerebbe impossibile, ma se provaste a leggere questa serie sono sicura al 95% che mi dareste ragione!! Non è solo per il modo con cui la Phillips si ingenia nella trama, che è sempre accattivante e spumeggiante, ma proprio per il modo con cui la propone, la porge gentilmente, spassosamente e con molto tatto ed eleganza a chi la legge. 


Non so come ma ogni romanzo della Phillips che leggo mi lascia un qualcosa di tenero, soffice ed intalgibile nell'animo che non vuole andare via, che rimane lì a vagare e rimanermi vicino, come quando si mangia un dolce buonissimo e il gusto, l'odore e il ricordo permangono ancora a lungo lì vicino a noi, in attesa di poterne godere ancora di un gustosissimo boccone.
 
Si perchè l'elemento spiritiso che cattura il lettore non che l'inizio di una storia d'amore con le storie profonde, ben strutturate ed arricchite con dialoghi piacevolissimi e molto ironiche che onestamente mi hanno fatto passare più di qualche bel momento in spasso e divertimento. 

 

Non solo, pur maneggiando amabilmente la parte ironica questa serie - e questo romanzo in particolare - non sono privi di momenti di riflessione, anche molto importanti da parte dei protagonisti che fanno il punto della situazione sulle loro scelte, sulla loro vita e sui sentimenti, ovviamente!

In riferimento a "E se fosse lui  quello giusto?" posso dire che ho straadorato Jane, perchè è la tipica trentenne che arriva a quel punto in cui fa il bilancio della sua esistenza, della sua vita, delle sue scelte e si trova a confrontarsi tanto con i lati positivi e negativi di queste ultime. Jane fatto un bilancio alla veloce si scopre a volere un figlio, anche senza un marito o un compagno accanto, visto che non trova nessuno che faccia per lei. Mi è piaciuta la sua forza, la sua convinzione e il sentimento acerbo e molto ragionato che la contraddistingue. Più di ogni altra cosa - però - mi è piaciuto vederla gestire situazioni imprevedibili, precipitose, impulsive e molto poco meditate che Jane si trova a gestire non sapendolo fare in alcun modo!!

Sarei poi poco onesta se non vi dicessi che ho amato follemente il personaggio di Cal, sottovalutato da Jane fino all'ultimo per il lavoro e il tipo di uomo che crede possa essere, ma che è invece ben lungi dall'essere. Cal è la figura dell'uomo che lavora da sempre, alfa fino al midollo e molto selvaggio, che non ama e non vuole essere imbrogliato ma che non ammetterebbe mai di volerlo in quel momento della sua vita, dove vede alcune certezze scivolargli via ...

In conclusione, io ve lo consiglio amabilmente, ve lo dico con tutta l'onestà e la passione libresca che mi appartiene: è stupendo e non potrete non goderne appieno e con tutto l'animo!!


so. cute.



Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre della narrativa femminile internazionale. I suoi venti romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche Usa, e hanno raggiunto i primi posti anche in Germania e Regno Unito. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco di ironia le sfumature dell?animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Leggereditore ha già pubblicato Il gioco della seduzione, conquistando critica e pubblico.

Nessun commento: